mercoledì, 12 Maggio 2021

Liliana Segre è cittadina onoraria di Cassano d’Adda

Fonte: vita.it

Una riflessione che è diventata un gesto concreto. L’Amministrazione comunale di Cassano d’Adda consegnerà il 31 Gennaio, al figlio della senatrice a vita, la pergamena della cittadinanza onoraria a Liliana Segre, conferita per la sua altissima figura di donna e testimone vivente degli orrori dell’Olocausto.

Testimone della Shoah italiana

Liliana Segre, milanese, classe 1930, è un’attivista e politica italiana, superstite dell’Olocausto e testimone della Shoah italiana. Viene deportata il 30 Gennaio 1944 dal binario 31 della stazione di Milano Centrale al campo di concentramento di Auschwitz-Birkenau. Viene liberata dall’Armata Rossa il 1° Maggio 1945 dal campo di Malchow. Il 19 Gennaio 2018 il Presidente della Repubblica Italiana Sergio Mattarella l’ha insignita del titolo di “Senatrice a Vita” «per avere illustrato la Patria con altissimi meriti nel campo sociale». È la quarta donna a ricevere l’onorificenza dopo Camilla Ravera, Rita Levi-Montalcini e Elena Cattaneo.

Ufficialmente cittadina onoraria 

«La Giornata della Memoria, quest’anno, vuole proporsi infatti anche con un gesto concreto – ha dichiarato Vittorio Caglio, assessore alla Cultura – come l’iscrizione ufficiale nel registro dei cittadini onorari di Cassano della senatrice Liliana Segre».

La consegna della pergamena al figlio della Senatrice avverrà il 31 Gennaio nell’ambito delle iniziative proposte dal Comune di Milano al Binario 21.

«La pergamena ufficiale sarà consegnata dal Sindaco nelle mani del figlio della senatrice a vita e credo non esista modo migliore di questo per celebrare la Giornata della Memoria – ha concluso Vittorio Caglio – É sicuramente motivo di grande orgoglio avere Liliana Segre come propria concittadina, la sua testimonianza è monito vivente per non affondare la speranza e tenere sempre alti i valori della solidarietà, della democrazia e della tolleranza».

Celebrazioni per la Giornata della Memoria 2021

La città di Cassano d’Adda celebra la “Giornata della Memoria 2021” con un appuntamento gratuito che si terrà Domenica 31 Gennaio alle 20.30 con lo spettacolo “Vita segnata”, trasmesso sulla pagina Facebook del Comune. A cura dell’Associazione Ilinx, verranno proposte delle video letture sulle memorie, con la regia e l’interpretazione di Nicolas Ceruti e le musiche e le improvvisazioni sonore di Mattia Airoldi.

«Nonostante l’emergenza sanitaria, che impedisce eventi in presenza di pubblico, la “Giornata della Memoria 2021” rimane un appuntamento di particolare rilievo nel calendario istituzionale e culturale di Cassano d’Adda – ha commentato in una nota stampa l’Amministrazione comunale – Un evento che rappresenterà l’occasione per una riflessione sulla tragedia della Shoah e sulla necessità di tenere sempre vivo il ricordo di questa drammatica pagina della storia contemporanea».

Augusta Brambilla

No Banner to display

Coronavirus, 100 Sindaci firmano l’appello per il potenziamento della rete USCA

Tanti, oltre 100, sono stati i sindaci della Città Metropolitana di Milano che hanno sottoscritto il 14 aprile un appello al direttore generale di ATS Walter Bergamaschi e all’assessore regionale Giulio Gallera. Il punto al centro della lettera è quello del potenziamento della rete di sorveglianza territoriale, così come previsto dal Decreto del Governo del 9 marzo scorso, per un contrasto capillare alla diffusione del Coronavirus. Tra i Comuni firmatari: Bellinzago, Bussero, Carugate, Cassano d’Adda, Cernusco sul Naviglio, Gessate, Gorgonzola, Liscate, Melzo, Milano, Pessano con Bornago, Pioltello, Pozzuolo Martesana, Segrate, Vignate e Vimodrone.

La rete di sorveglianza territoriale

Con il protocollo emergenziale è stata conferita alle Regioni la necessità di istituire le Unità Speciali di Continuità Assistenziale, seguendo la stima di 1 USCA ogni 50 mila abitanti. Le USCA attive 7 giorni su 7, operano – in collaborazione con i medici di medicina generale – per garantire un supporto assistenziale presso il domicilio dei pazienti Covid-19 dimessi dalle strutture ospedaliere o di quelle persone che presentano sintomatologia simil-influenzale a cui però non è stato fatto il tampone.

Al 3 aprile, nella Città Metropolitana di Milano erano attive 8 USCA anziché le 65 che, secondo i calcoli, sarebbero necessarie per sorvegliare tutto il territorio «E’ del tutto evidente che, con questi rapporti ogni Unità dovrebbe farsi carico di bacini di oltre 400.000 persone, rendendo di fatto inattuabile la fondamentale sorveglianza territoriale che l’epidemia da Covid-19 richiede» hanno sottolineato i Sindaci firmatari.

Arriva inoltre dai medici di base, di cui i Sindaci si sono fatti portavoce, la richiesta di più chiarezza sulle modalità di attivazione della USCA stesse, di cui viene denunciata in primo luogo una carenza di tempestività. Le segnalazioni arrivate dai medici di base in queste settimane infatti hanno evidenziato non solo difficoltà nell’aggiornamento del portale Covid, ma anche una grave mancanza di collaborazione tra USCA e medici stessi, rendendo così inefficace lo sforzo che si sta facendo per avere una sorveglianza capillare sulla Città Metropolitana.

Cinque punti

Tutte le richieste contenute nella lettera possono essere riassunte in cinque punti:

  • rafforzamento della rete USCA (Unità Speciali di Continuità Assistenziale) e potenziamento della piattaforma per l’inserimento dei dati;
  • rifornimento di dispositivi di protezione individuale e strumenti adeguati per lo screening (saturimetri) a favore dei medici di base;
  • chiarimento sulle modalità di accesso al tampone anche per i pazienti segnalati dai medici di base;
  • esecuzione del tampone anche su chi ha terminato la quarantena o chi presenta sintomi sospetti;
  • nuovo rifornimento di mascherine da distribuire tra i cittadini, per coprire l’intero fabbisogno di tutta la popolazione.

Qui è possibile leggere il testo integrale della lettera e l’elenco dei Sindaci firmatari.

 

Augusta Brambilla

No Banner to display

Cosa fare in settimana? Dal 4 all’8 giugno

Tra gli appuntamenti della settimana dal 4 all’8 giugno tante occasioni per stare all’aria aperta. Ci sono momenti di festa, sport, musica e buona cucina, ma anche film, letture sotto le stelle e osservazione della Luna. Ecco il programma dei prossimi giorni:

Proiezioni sotto le stelle: Anime erranti

Quando? lunedì 4 giugno, alle 21.30

Dove? cortile della biblioteca, via Gotifredo 1, Bussero

La rassegna cinematografica allaperto dedicata alle storie delle “Anime Erranti”, prosegue con il film “Scott Pilgrim vs. the World”. Ingresso gratuito.

Mostra fotografica “Terra Lombarda”

Quando? dal 4 giugno al 15 settembre

Dove? Biblioteca Vittorio Sereni, Via A. Pasta 43, Melzo

La Biblioteca di Melzo, in collaborazione con l’Associazione Fotografi Naturalisti Italiani(AFNI) e il Gruppo Ornitologico Lombardo, propone la mostra fotografica “Terra Lombarda”, dedicata alla biodiversità del nostro territorio. Ingresso libero

Inaugurazione nuovo Store Lube e Creo

Quando? da giovedì 7 giugno a domenica 10 giugno

Dove? Viale Giordano Colombo 21, Cernusco sul Naviglio

Apre il nuovo store LUBE e CREO, il più grande della martesana. Se state pensando di acquistare o cambiare cucina questo è sicuramente il momento migliore: un’imperdibile promozione riservata a chi acquisterà una cucina completa e limitata da giovedì 7 a domenica 10 giugno vi attende nel nuovissimo punto vendita di Cernusco (Guarda QUI). L’inaugurazione ufficiale è prevista per venerdì 8 giugno alla presenza delle autorità locali. (scopri di più…)

Ayland

Quando? Tutti i giorni

Dove? Via Grandi 46, Peschiera Borromeo

Il villaggio estivo più amato dell’hinterland milanese è aperto anche in settimana, per regalare a tutti giornate di sole e relax, senza dimenticare lo sport.
Il villaggio estivo Ayland, inserito all’interno di Gardanella Sporting Club, vi aspetta tutti i giorni per incantarvi con i suoi 134mila mq di parco.
Per maggiori informazioni cliccare qui

 

Festa di San Felice: il quartiere in festa

Quando? da martedì 5 a domenica 10 giugno

Dove? quartiere San Felice, Segrate

Sei giorni di iniziative e attività che ruotano attorno alla parrocchia, all’oratorio e l’area del centro commerciale per festeggiare insieme a tutto il quartiere. In programma attività per grandi e piccoli, teatro, concerti, sport. Il programma completo della festa è consultabile qui 

Cassina Lions per il diabete

Quando? Giovedì 7 giugno, ore 21

Dove? Sala consiliare del Comune, piazza De Gasperi 1

L’attività motoria e lo psort nella prevenzione delle malattie croniche: il progetto pluriennale, iniziato nel 2017, vuole sensibilizzare l’intera popolazione di Cassina sul tema Diabete (patologia grave, diffusa ed emergente) coinvolgendo le Istituzioni e le Associazioni che operano nel territorio comunale. Il tema coinvolge i Lions a livello internazionale.

Incontro “Sfogliando la Costituzione: diversi, ma tutti uguali”

Quando? mercoledì 6 giugno, alle 17

Dove? Sala Consigliare – Villa Greppi, Cernusco sul Naviglio

Per la Festa della Repubblica, proiezione filmato e commento a cura degli studenti della classe III A – sez. Classico dell’I.T.S.O.S “Marie Curie”. Ingresso libero

Gruppo di Lettura “Autori italiani dimenticati”

Quando? mercoledì 6 giugno, alle 21

Dove? biblioteca civica, via Mentana 1, Cologno Monzese

Una serata di lettura e confronto sui testi di tre autori italiani che, attraverso i loro libri e i loro personaggi,  hanno riflettuto sul potere e sulle diverse forme in cui si manifesta. Ingresso libero.

Mostra “Art’e’ … dipingere emozioni”

Quando? giovedì 7 e sabato 9 giugno, dalle 17 alle 19

Dove? spazio Progetto Arcobaleno, Via Monsignor Orsenigo 2, Melzo

È visitabile fino al 16 giugno nei giorni di giovedì e sabato la mostra “Art’e’ … dipingere emozioni” di Lorena Motta. Informazioni qui.

Festa Paesana

Quando? da giovedì 7  a lunedì 25 giugno, dalle 20.30 alle 23.30

Dove? Area Feste di San Damiano, viale Sant’Anna, Brugherio

Il gruppo sportivo Sandamianese organizza la 43esima edizione della Festa Paesana: quattordici giorni all’insegna di sport, musica, danze e un’ottima cucina paesana. La festa si apre giovedì 7 giugno con la corsa podistica notturna “Du Pass”. La corsa è non competitiva, per partecipare basta iscriversi sul posto fino a 15 minuti prima della partenza. Info qui.

Migrazioni: incontro con Domenico Quirico

Quando? venerdì 8 giugno, alle 18

Dove? Centro Civico Verdi, via XXV Aprile, Segrate

Protagonista dell’ultimo appuntamento della rassegna Migrazioni sarà Domenico Quirico, giornalista, reporter internazionale e inviato di guerra, considerato tra i massimi esperti in materia di conflitti in Nordafrica e Medio Oriente. Ingresso libero. Informazioni qui.

Dopocena con un Libro – Sotto le stelle

Quando? venerdì 8 giugno, alle 21

Dove? cortile della biblioteca, Via Gotifredo 1,  Bussero

Una serata speciale del progetto “Dopocena con un Libro” organizzato dall’Associazione Libriamoci, con a più voci all’aperto, ispirate ai racconti di Italo Calvino, da Marcovaldo a Palomar.

Osservazione della Luna

Quando? venerdì 8 giugno, dalle 21

Dove? Osservatorio Astronomico, , Cernusco sul Naviglio

Tour dell’Osservatorio e osservazione del cielo con la guida degli esperti dell’Associazione Astrofili di Cernusco sul Naviglio. Ingresso libero, con prenotazione qui .

Film “A perfect day

Quando? venerdì 8 giugno, alle 20.45

Dove? auditorium San Remigio, via XI Febbraio 4 , Vimodrone

Proiezione del film “A perfect day”, regia di Fernando Leon de Aranoa. Ingresso libero.

Photofestival 2018 – Lavorare stanca?

Quando? da venerdì 8 a domenica 10 giugno

Dove? Palazzo Pirola, Gessate

Innovazione, conoscenza, storia. Questi i temi a cui è dedicata la 13esima edizione di Photofestival, la mostra collettiva di fotografia che analizza il tema del lavoro sotto diversi punti di vista. LA mostra è aperta il venerdì dalle 16 alle 19, sabato e domenica dalle 10 alle 12 e dalle 16 alle 19. Informazioni qui.

a cura di Sara Brunelli

No Banner to display

Cassano, un nuovo edificio per la tenenza dei Carabinieri

Il Comando della Compagnia dei Carabinieri di Cassano d’Adda sarà trasferito a Pioltello ma i Carabinieri resteranno in città. Sarà costruito un nuovo edificio, nell’area dove attualmente sorge la Caserma, che ospiterà la nuova Tenenza dei Carabinieri.

Un presidio a tutela del territorio

La Giunta comunale della città di Cassano d’Adda ha approvato il 23 aprile il cambiamento di destinazione urbanistica dell’ambito di trasformazione denominato “AT26” che riguarda una superficie complessiva di 27.764 metri quadrati ubicati nell’area a nord dove sorge la Caserma. A carico di un imprenditore privato ci saranno sia la costruzione del nuovo immobile destinato a ospitare la Tenenza dei Carabinieri che i costi di progettazione delle sedi di Croce dell’Adda e Protezione Civile. L’edificio si svilupperà su tre piani e, una volta ultimato, sarà ceduto in proprietà al Comune. L’Amministrazione comunale provvederà, entro la fine di maggio, all’approvazione definitiva dal piano di trasformazione e i lavori potranno prendere il via per il prossimo autunno.

Un importante polo logistico per la comunità

Il primo cittadino cassanese Roberto Maviglia ha dichiarato che «si riuscirà a mantenere in città un presidio dei Carabinieri, che verrà ospitato in una struttura moderna, costruita con criteri antisismici e di efficientamento energetico e saranno arginati gli effetti negativi di una decisione a suo tempo presa a livello centrale e che avrebbe voluto privare la nostra città della storica presenza dell’Arma». E ha sottolineato l’altro aspetto favorevole di questa decisione che «riguarda la possibilità di preservare dal degrado un’area periferica altrimenti destinata all’abbandono».
L’Assessore all’Urbanistica, Simona Merisi, ha aggiunto che «l’imprenditore si prenderà cura anche della riqualificazione della viabilità interna dell’area, con la realizzazione parcheggi e di tutte le indispensabili opere per l’accesso e la fruizione dei nuovi servizi. È tuttavia importante chiarire un aspetto fondamentale: la attuale Caserma non potrà essere abbattuta fino a quando non saranno conclusi i lavori per la costruzione del Comando a Pioltello e, soprattutto, della Tenenza a Cassano, consentendo così una presenza ininterrotta dei Carabinieri nella nostra città».
Per le finanze comunali il vantaggio economico legato a questo intervento è considerevole: un investimento di 2.400.000 milioni di euro. Un intervento finanziato in parte con lo scomputo degli oneri di urbanizzazione dovuti per la realizzazione degli edifici commerciali e per oltre 1.800.000 milioni di euro con risorse aggiuntive stanziate dall’imprenditore che realizzerà il piano.

Augusta Brambilla

No Banner to display

I ragazzi del “Summer camp” di Cassano regalano un murales alla città

Il “Summer Camp 2020” del Dopofficina, progetto che attiene alle Politiche Giovanili del comune di Cassano d’Adda e che si rivolge ai ragazzi tra gli 11 e i 25 anni, ha visto, tra le varie proposte estive, la realizzazione di un murales dedicato allo Sport. Il Pattinodromo comunale “Dino Galiazzo” si è animato dei disegni e dei colori delle diverse discipline sportive e ha omaggiato il giovane pattinatore cassanese Leonardo Ghilardi, scomparso un anno fa, e l’atleta paraolimpico Alex Zanardi.

Vivere il territorio

Il “Summer Camp 2020” ha preso avvio il 29 giugno e si è concluso il 31 luglio  con la partecipazione di 40 ragazzi, sia della Scuola Secondaria di Primo grado che di Secondo grado, che si sono alternati per cinque settimane nelle attività e in collaborazione con entità e persone che vivono il territorio quali, solo per citarne alcuni, artisti locali e associazioni. Le cooperative Milagro, LPK e Spazio Giovani hanno gestito il progetto e si sono avvalse degli educatori Andrea Melzi, responsabile del Summer Camp 2020, Andrea Bonanno, Elena Galbiati e Melissa Baronchelli.

«Un campo di volontariato cittadino che ha collaborato con i Servizi Sociali e l’Ufficio Tecnico del Comune e ha dato vita a una serie di interventi di cittadinanza attiva- ha dichiarato Andrea Melzi– Venticinque ragazzi a settimana si sono alternati nelle diverse progettualità quali, solo per citarne alcune, la sistemazione del parco e l’imbiancatura dei pali della luce del Dopolavoro e la posa di piastrelle sulla seduta del muretto del parco Carlo d’Adda».

Il murales, riproposto per il quarto anno consecutivo, è lungo 25 metri e alto 1,20 metri ed è stato realizzato nelle sotto tribune del Pattinodromo comunale.

«L’idea è nel solco della tradizione del nostro progetto e il denominatore comune dei quattro murales realizzati negli ultimi anni è quello di raccontare la storia e le radici di una comunità – ha sottolineato Melissa Baronchelli– I ragazzi hanno risposto con entusiasmo e hanno avviato una collaborazione fattiva con il Gruppo Artisti Cassanesi, sia per la tecnica che per il disegno, e, in particolare, con Chiara Cerea che ha gestito tutte le fasi in un’azione sinergica tra l’esperienza degli anziani e l’operosità dei giovani».

Il murales si identifica con le parole di Dino Galiazzo: “Non si arriva in alto superando gli altri, si arriva in alto superando sé stessi”. Sullo sfondo della pista di pattinaggio sono stati raffigurati i simboli di alcuni sport: la racchetta da tennis, il pallone ovale del rugby, la pallavolo, la mazza da baseball, il pallone da calcio e il tiro con l’arco.

«”Andare a pittare”. Così dicevamo nel nostro gergo. Le mattinate al murales erano sempre accompagnate da una buona dose di chiacchierate e siamo arrivati a concludere un’opera di qualità e di cui andare fieri – hanno dichiarato i ragazzi – Il Summer Camp è stata anche l’opportunità di incontrare vecchi amici e trovarne di nuovi, di svolgere lavori per migliorare i nostri luoghi, inframezzati da partite a biliardino, ping pong, giri in bicicletta e tante risate. Non sono mancati i momenti di riflessione e confronto su temi più importanti e naturalmente non vediamo l’ora di “pittare” per vivere un’altra bellissima esperienza».

La soddisfazione è nelle parole dell’assessore alle Politiche Giovanili, Arianna Moreschi, che ha commentato «Il progetto Dopofficina, che racchiude il Summer Camp 2020, nasce dall’idea di dare voce e spazio ai giovani e di far emergere le loro potenzialità con l’intento di farli esprimere nel rispetto sia reciproco che del bene comune. Dal 2011 ad oggi sono stati tanti i ragazzi del Dopofficina che sono diventati volontari, attivissimi durante l’emergenza covid-19. Oltre a lasciare segni tangibili come i murales – ha concluso – il loro impegno nascosto e silenzioso è la parte più importante: è un seme che sta dando i suoi frutti quello di investire nei giovani e continuare a crederci. Ringrazio tutti coloro che hanno collaborato e, in particolar modo, i ragazzi artefici e protagonisti di questo cammino».

Augusta Brambilla

No Banner to display

No Banner to display

No Banner to display