sabato, 19 Giugno 2021

Cassano, pubblicati gli scontrini vincitori della lotteria locale

Pubblicati i numeri di scontrino vincitori della lotteria comunale “Acquista & vinci – Noi compriamo a Cassano!”. Il concorso, organizzato in occasione delle festività natalizie per promuovere e sostenere il commercio cassanese, si è concluso con l’estrazione di diciotto scontrini che partivano da una spesa minima di 5 euro, conferendo dodici premi da 50 euro, cinque da 150 e uno da 500.

Per Vittorio Caglio, assessore al Commercio, il concorso acquisisce un significato ancora più importante in questo periodo. «È evidente il successo di questo esperimento – ha dichiarato  – E’ stata sicuramente una iniziativa utile ad infondere fiducia in un momento veramente critico come quello che stiamo vivendo e che ha contribuito a sostenere gli acquisti in città nel corso delle festività pesantemente compromesse dall’emergenza sanitaria».

Il sindaco: «Spesa giustificata in un momento di grande difficoltà»

«Ci sembra che ci sia stato apprezzamento per questa iniziativa sia da parte dei cittadini che dei commercianti cassanesi; il numero di scontrini giocati ne è la testimonianza – ha commentato il sindaco Roberto Maviglia – Abbiamoinvestito un po’ di risorse del bilancio comunale per organizzare il concorso e per finanziare i premi; sono convinto che sia stata una spesa giustificata in un momento di grande difficoltà per il commercio di vicinato e che abbia contribuito a rendere più concreto il messaggio che abbiamo voluto lanciare per le feste natalizie con lo slogan ‘Noi comperiamo a Cassano’».

Giada Felline

No Banner to display

La biblioteca di Cassano riapre le sale e le postazioni internet

La Biblioteca di Cassano d’Adda dal 31 luglio aprirà le sale per permettere l’accesso libero agli scaffali e l’utilizzo della postazione Internet, con permanenza breve. Restano in vigore le norme sanitarie di prevenzione del contagio da Covid-19 e gli ingressi saranno contingentati con l’obbligo di indossare la mascherina, il distanziamento sociale di 2 metri, l’igienizzazione delle mani e la misurazione della temperatura. 

Un lento ritorno alla normalità

La Biblioteca è aperta nei giorni di Martedì dalle 9.30 alle 12.30, Mercoledì dalle 14.30 alle 18.00, Giovedì dalle 9.30 alle 12.30, Venerdì dalle 14.30 alle 18.00 e il Sabato dalle 9.30 alle 12.30. 

Per il momento non è ancora possibile studiare in biblioteca o leggere quotidiani e riviste e i periodici in emeroteca, utilizzare l’area ristoro e la permanenza per la lettura o lo studio in sede.

Sarà possibile restituire libri e Dvd, lasciandoli direttamente all’ingresso esterno, accedere agli scaffali per un tempo massimo di 15 minuti, ottenere prestiti al bancone online, utilizzare la postazione PC per videonavigare e stampare, ritirare le prenotazioni effettuate via web, telefono o email e leggere quotidiani da Media Library On Line MLOL.

Augusta Brambilla

No Banner to display

Cassano, arrestato 58enne per tentato furto in lavanderia

Un uomo di 58 anni con precedenti penali è stato arrestato per tentato furto aggravato in una lavanderia di Cassano d’Adda.

Alle prime luci dell’alba di Domenica 17 febbraio una chiamata al 112 di un residente che aveva segnalato alcuni rumori sospetti ha fatto scattare l’immediato intervento dei Carabinieri che arrivati sul posto hanno sorpreso l’uomo mentre tentava di darsi alla fuga passando dal retro del negozio.

Gli arnesi da scasso rinvenuti all’interno del suo zaino e una finestra rotta della lavanderia, sono state le prove schiaccianti che hanno inchiodato l’uomo, che le forze dell’ordine hanno subito riconosciuto perché già colpevole di numerosi precedenti. Dopo il processo per direttissima, il 58enne si trova adesso agli arresti domiciliari.

 

No Banner to display

Cassano, un primo passo per portare il traffico fuori dal centro abitato

Un primo tratto della variante stradale di Cassano d’Adda è stato aperto. Oggi, mercoledì 3 giugno, è stato compiuto un passo per portare il traffico fuori dal centro abitato. Una volta completata, infatti, la variante collegherà la SP 11 e via Rivolta, oltre il fiume Adda, consentendo così agli utenti di aggirare le vie interne del Comune. La strada aperta oggi è lunga circa 900 metri e si estende dalla rotonda di via Leonardo Da Vinci – Einstein alla rotatoria di viale Europa.

«Nonostante l’emergenza sanitaria la Città metropolitana ha proseguito la propria attività e questo ha consentito la consegna di questa opera al territorio di Cassano d’Adda, ma il nostro impegno non termina qui – ha detto Arianna Censi, vicesindaca della Città metropolitana – Penso che entro due mesi, al centro della rotatoria – ha sottolineato – sarà installata una torre faro con dispositivi illuminanti orientabili per evitare dispersione di luce. Inoltre sulla torre sarà installata un’antenna per le comunicazioni dati di ultima generazione».

Roberto Maviglia: «La strada presa è quella giusta»

«Questo tratto di strada provinciale consente un primo parziale alleggerimento del traffico stradale che attualmente percorre il centro abitato lungo la SP ex SS 11 e la SP104. Molto rimane da fare ma la strada presa è quella giusta – ha detto Roberto Maviglia, Sindaco di Cassano d’Adda e Consigliere metropolitano delegato all’Edilizia scolastica – Nei prossimi mesi, è prevista l’aggiudicazione dei lavori di completamento dell’intera variante stradale per oltrepassare il fiume Adda».

Una soddisfazione quella espressa dal Sindaco per il completamento del primo tratto di un’opera che Cassano aspettava da oltre 10 anni «I lavori sono in corso da 10 anni. Il cantiere ha subito ritardi per problemi con la vecchia ditta appaltatrice con la quale è stato rescisso il contratto nel 2016».

Ora un passo è stato fatto, ma per incidere in maniera significativa sul traffico sarà necessario aspettare il completamento dell’opera. «Il tratto garantisce il collegamento nord-sud, che comunque è quello meno problematico» ha detto il Sindaco, sottolineando però come questo primo traguardo consenta di dirottare tutto il traffico pesante di viale Europa. Con il completamento dei lavori, sarà smaltito anche il traffico sull’asse est-ovest liberando via Vittorio Veneto, la più problematica.

No Banner to display

A Cassano d’Adda apre il Centro del Riuso

fonte: Legambiente

L’Amministrazione comunale di Cassano d’Adda ha comunicato che il 22 Aprile ha aperto il Centro del Riuso in via Leonardo da Vinci, adiacente alla piattaforma ecologica. Un servizio gratuito, destinato a tutti i cittadini residenti, con l’obiettivo di contribuire alla diffusione della cultura del riuso e ridurre la produzione di rifiuti.

Azioni virtuose

Al Centro del Riuso, una struttura del Comune, è possibile portare e ritirare gli oggetti usati che altrimenti finirebbero nella piattaforma.

«L’azione di allungare la vita ad oggetti che altrimenti verrebbero scartati diventando rifiuti, nonostante siano ancora in buono stato e utilizzabili – si legge in una nota dell’Amministrazione Comunale – può solo portare benefici all’ambiente in cui viviamo. Questa azione si dimostra virtuosa anche dal punto di vista sociale, infatti consente anche alle fasce più deboli della popolazione di ottenere, a titolo gratuito, oggetti non più nuovi ma ancora in grado di essere utilizzati per gli scopi per cui erano stati pensati».

Il servizio si rivolge ai tutti i residenti iscritti al ruolo Tari, che possono portare al Centro del Riuso gli oggetti ancora in buono stato che non vengono più utilizzati oppure possono ritirare oggetti di cui hanno necessità come, solo per fare alcuni esempi, i piatti, le posate, i suppellettili, le stoviglie, i piccoli oggetti di arredo, i giocattoli, i libri, le biciclette e i passeggini.  

É importante ricordare che non possono essere conferite le apparecchiature elettriche e elettroniche e che i beni non possono superare i 25 Kg di peso.

Augusta Brambilla

No Banner to display

Coronavirus, le regole dell’emergenza tradotte in 7 lingue

L’Agenzia per la Tutela della Salute di Bergamo, nello stato di emergenza a causa del Coronavirus, ha avviato un importante progetto di diffusione delle linee guida tracciate dal Ministero della Salute che riguardano le 10 norme comportamentali per contenere l’epidemia che sono state declinate in 7 lingue straniere e sono diventate fruibili dai cittadini esteri che risiedono in Italia. Prassi utile, seguita anche dall’Ambito Territoriale Distretto 5 della Martesana.

Un progetto di integrazione linguistica-sanitaria

La Cooperativa Sociale Onlus di Pedrengo ha tradotto il testo italiano in sette lingue del mondo: l’urdu – lingua ufficiale del Pakistan parlato in India, Bahrain, Emirati Arabi Uniti, Oman, Qatar e Arabia Saudita -, il punjabi – che si parla in India, nel Punjab, e in Pakistan -, l’arabo, il francese, il blanga o lingua bengalase – che si parla in Bangladesh ed è la terza lingua più parlata in India -, l’inglese e il cinese.
Eleonora Beschi, vicepresidente della Cooperativa Sociale Onlus, ha dichiarato «quando a fine febbraio un’amministrazione comunale della provincia di Bergamo ci ha richiesto la traduzione in 7 lingue del decalogo predisposto dal Ministero della Salute ci siamo attivati immediatamente per predisporla ed inviarla. Il pensiero successivo è stato quello di diffonderlo, attraverso i nostri contatti, istituzionali e non, affinché raggiungesse il maggior numero possibile di cittadini migranti. Ci sembrava importante e doveroso condividere il lavoro svolto per mettere il più possibile chiunque nella condizione di tutelare la propria e altrui salute».

L’Ambito Territoriale Distretto 5

Ed è così che l’iniziativa è arrivata all’Ambito Territoriale Distretto 5 al quale appartengono i comuni di Melzo, Cassano d’Adda, Inzago, Liscate, Pozzuolo Martesana, Settala, Truccazzano e Vignate. Sul sito è possibile consultare il volantino del testo tradotto nelle 7 lingue del mondo e che riassume i 10 comportamenti da seguire:
1)Lavarsi spesso le mani
2)Evitare il contatto ravvicinato con persone che soffrono di infezioni respiratorie acute
3) Non toccarti occhi, naso e bocca con le mani
4)Copri bocca e naso se starnutisci o tossisci
5) Non prendere farmaci antivirali e antibiotici a meno che non siano prescritti dal medico
6)Pulisci le superfici con disinfettanti a base di cloro o alcol
7)Usa la mascherina solo se sospetti di essere malato o assisti persone malate
8)I prodotti “Made in China” e i pacchi ricevuti dalla Cina non sono pericolosi
9) Contatta il numero verde 1500 se hai febbre o tosse e sei tornato dalla Cina da meno di 14 giorni
10) Gli animali da compagnia non diffondono il Coronavirus

Augusta Brambilla

No Banner to display

“Puliamo il mondo”, lo storico appuntamento torna anche in Martesana

Si svolgerà nei giorni 25, 26 e 27 settembre la ventottesima edizione della manifestazione “Puliamo il Mondo 2020”. La prima grande iniziativa di volontariato ambientale in Italia nel periodo post Coronavirus attraverso la quale Legambiente, insieme ai suoi volontari e ai cittadini che parteciperanno, lancerà un messaggio di speranza e futuro sostenibile al Paese in forte difficoltà.

Azioni di cittadinanza attiva

Lo slogan “Per eliminare le tossine a volte basta il cestino” dell’edizione 2020 di Puliamo il Mondo coniuga la voglia e lo spirito di “Rimboccarsi le maniche” perché la pandemia ha sì cambiato le abitudini, il modo di vivere ma non la voglia di impegnarci in prima persona e di fare del bene per la comunità e l’ambiente.

La novità saranno anche i luoghi che i volontari andranno a ripulire. Oltre ai tradizionali spazi urbani, piazze, strade, vie, aree verdi, giardini, la campagna quest’anno amplierà il suo raggio d’azione per ripulire anche spiagge e sponde dei fiumi con un focus speciale dedicato. L’intento è quello di  evidenziare come la grande emergenza dei rifiuti in mare dipende dalle nostre abitudini e modelli di produzione e consumo sulla terraferma. Inoltre come ogni anno verranno coinvolte aziende e scuole. 

In Martesana

Cassano d’Adda

Il Comune di Cassano d’Adda partecipa alla XX° edizione di Puliamo il Mondo e il ritrovo è fissato alle 8.00 in piazza Perrucchetti, vicino al Monumento, per una mattinata di pulizia lungo l’Adda. É importante dotarsi di scarpe comode e mascherina.

Inzago 

Il Comune di Inzago aderisce all’iniziativa di volontariato e invita tutti a partecipare alla giornata che si svolgerà sabato 3 ottobre con il ritrovo alle 9.00 presso il parco di via Don Sturzo, supermercato UNES. 

Vimodrone

Il Comune di Vimodrone aderisce all’iniziativa di Legambiente “Puliamo il mondo” e il ritrovo, a cui saranno presenti anche il Sindaco Dario Veneroni, gli Assessori e i Consiglieri comunali, è programmato per Domenica 4 ottobre alle 10 in Piazza Martesana.

Legambiente, per l’organizzazione di Puliamo il mondo e le varie attività di pulizia, rispetterà tutte le misure di sicurezza e di distanziamento che verranno indicate in questa fase post emergenziale.

Augusta Brambilla

 

No Banner to display

Lancia le dosi dalla portiera, ma i Carabinieri se ne accorgono

Foto di repertorio

Alla vista dei carabinieri un operaio marocchino 52enne ha provato a disfarsi delle dosi di cocaina che portava con se, ma è stato tutto inutile. L’uomo è stato infatti fermato e arrestato. Processato al Palazzo di Giustizia a Milano, è stato rimesso in libertà dopo la convalida dell’arresto.

La dinamica

La scorsa notte, intorno alle 2, i militari della compagnia di Cassano d’Adda hanno notato un uomo che viaggiava a bordo di un’auto di grossa cilindrata che, vedendoli, ha lanciato fuori dalla portiera un pacchetto di sigarette.

Arresto e processo per direttissima

I carabinieri hanno recuperato il pacchetto, dove all’interno hanno trovato un involucro con all’interno 6 grammi di cocaina, divisa in 10 dosi e, quindi, arrestato il marocchino in flagranza per detenzione di sostanze stupefacenti.

Processato “per direttissima” nella mattinata di oggi, Lunedì 20 aprile, presso il tribunale di Milano, il 52enne domiciliato a Cassano d’Adda è stato rimesso in libertà dopo la convalida dell’arresto.

No Banner to display

Cassano, al via i lavori per il sottopasso della tangenziale

A Cassano d’Adda il tratto di strada verso Albignano sarà chiuso al traffico veicolare. Da lunedì 22 Febbraio fino al 15 Aprile inizieranno i lavori per il completamento del sottopassaggio della tangenziale. Sarà possibile transitare da e per Albignano con i percorsi alternativi.

Ultimo step 

Le opere consistono nella realizzazione di un varco sotto l’esistente viadotto di via Di Vona a Cassano d’Adda in modo da creare la breccia attraverso la quale far passare le poche centinaia di metri mancanti della carreggiata. La struttura in cemento armato, detta “scatolare”, è in corso di realizzazione sull’area adiacente mentre, nelle prossime settimane, dovrà essere effettuato uno scavo sulla strada per posizionare lo scatolare e infine provvedere al ripristino della strada.

Il traffico veicolare subirà delle modifiche e sarà possibile accedere alla stazione sia da nord, attraverso la vecchia strada sche è stata riaperta, sia da sud, attraverso la via “Ferrovia Ferdinandea”. Chi volesse raggiungere Truccazzano dalla provincia di Milano dovrà passare da Inzago e da lì verso Pozzuolo Martesana, mentre chi arriva dalla provincia di Bergamo dovrà dirigersi verso Rivolta d’Adda. Il traffico è interdetto per i mezzi e i trasporti eccezionali. 

«Nelle scorse settimane sono stati spostati i numerosi sottoservizi che passano in quel tratto di strada: i tubi del gas, dell’acqua potabile, del teleriscaldamento, i cavi della fibra ottica e del telefono, i cavi dell’alta tensione e una roggia irrigua e si stanno realizzando dei micro-pali in cemento armato per rinforzare le sponde dello scavo – si legge in una nota del Comune di Cassano d’Adda – Si tratta di un’operazione complessa e delicata che non mancherà di creare disagi ai residenti e al normale flusso veicolare. Si chiedono a tutti pazienza e collaborazione».

Augusta Brambilla

No Banner to display

La mappa dei contagi in Martesana: aggiornamento del 15 aprile

Dati del 15 aprile

Bellinzago Lombardo Aggiornato il 4/4
11 casi
2 decessi
Brugherio Aggiornato il 14/4
151 (+22) positivi totali (tra cui 14 persone ospiti a Villa Paradiso)
102 (-2) in sorveglianza attiva
2 (+1) decesso
Bussero Aggiornato il 15/4
19 (-1) in casa
6 (-1) in ospedale
22 (-5) in isolamento precauzionale
5 (=) deceduti
Cambiago Aggiornato il 15/4
18 (+2) casi
3 guariti
12 (=) in quarantena domiciliare
1 decesso
Carugate Aggiornato il 15/4
92 (+9) casi positivi di cui
13 (=) deceduti
11 casi clinici
11 (+1) ricoverati in ospedale
27 dimessi o guariti
75 in quarantena domiciliare
Cassano d’Adda Aggiornato il 10/4
103 casi totali
24 persone ricoverate
25 quarantena domiciliare
27 dimesse
15 decedute
Cassina De’ Pecchi Aggiornato lil 15/4
5 persone guarite
14 (-5) ricoverati
19 persone in quarantena domiciliare
1 ricoverata presso RSA il Melograno
1 ricoverata presso RSA Pessano con Bornago
4 casi di persone non residenti a Cassina
4 (=) deceduti
53 (+3) persone con sintomi non sottoposte a tampone
Cernusco sul Naviglio Aggiornato il 15/4
100 (+3) positivi
22 (+1) decessi
64 (+4) dimessi
Cologno Monzese Aggiornato il 15/4
281 (+1) casi positivi di cui
96 (+1) ricoverati
41 (+3) persone con sintomi in casa (casi clinici)
51 (+5) persone positive in casa
66 (+2) deceduti
100 (-1) totale persone dimesse
85 (+1) in quarantena a casa
Gessate Aggiornato il 15/4
32 (+1) attualmente positivi
10 (=) deceduti
1 (=)guarito
Gorgonzola Aggiornato il 15/4
18 (+1) positivi ricoverati
59 (=) positivi in quarantena domiciliare
34 (-15) con contatto stretto di persona positiva
10 (=) decessi
Inzago Aggiornato il 15/4
69 (=) casi totali di cui
14 in ospedale
33 in quarantena domiciliare
22 (=) sono ospiti della Casa di riposo Marchesi
8 (=) il totale dei decessi, di cui un ospite dalla casa di riposo Marchesi
Melzo Aggiornato lil 13/4
90 (+6) positivi di cui
24 (+3) ricoverati
81 (+=) in quarantena precauzionale
13 (=) decessi
Pessano Con Bornago Aggiornato il 10/4
49 (+4) attualmente contagiate
7 (+1) deceduti
2 (+1) guarito
Pioltello Aggiornato il 9/4
198 contagi
550 in quarantena
33 deceduti
8 guariti
Pozzuolo Martesana Aggiornato il 14/4
41 (+3) positivi di cui
9 (-1) ricoverati
3 (=) decessi
Segrate Aggiornato il 14/4
200 (+19) casi
8 (=) dimessi in via di guarigione
25 (+1) decessi
Vignate Aggiornato il 13/4
47 (+10) casi
5 (+3) deceduti
Vimodrone Aggiornato il 9/4
74 (+15) casi
15 (+3) deceduti
10 persone con sintomi

 

Italia e Lombardia

La Protezione Civile il 15 aprile alle 18.00 ha riportato i seguenti dati per l’Italia: 165.155 (+2.667) i casi totali dall’inizio della pandemia. Le persone attualmente positive sono 105.418 (+1.127), di cui 74.696 (+1.602) si trovano in isolamento domiciliare, 27.643 (-368) sono ricoverati con sintomi e 3.079 (-107) si trovano in terapia intensiva. Sono 21.645 (+578) i deceduti e 38.092 (+962) i guariti. Il numero totale dei tamponi effettuati è di 1.117.404 (+43.715).

In Lombardia la situazione alle 17.30 del 15 aprile era la seguente: il totale di positivi è di 62.153 (+827) di cui 1.074 (-48) si trovano in terapia intensiva e 12.043 (-34) sono ricoverati. Il numero delle persone dimesse dalle strutture ospedaliere è di 37.659 (+674). Il numero dei decessi è di 11.377 (+235). A Milano, la provincia lombarda in cui si registra il numero più alto, al momento si contano 14.675 (+325). Il numero totale di tamponi effettuati nella regione è di 221.698 (+6.828).

No Banner to display

No Banner to display