giovedì, 16 Settembre 2021

Giro d’Italia donne: il video della gara in Martesana


Servizio video di Margherita Motta e Giada Felline

La 32ª edizione del Giro d’Italia Donne è passata dalla Martesana, martedì 6 luglio. La carovana rosa partita da Piazza Affari a Milano, percorrendo tutta via Palmanova, ha gareggiato per la 5° tappa sul circuito che ha attraversato i comuni di Bussero, Pessano con Bornago e Carugate, dove si trovava il punto d’arrivo. Un’organizzazione lunga e complessa, iniziata circa tre anni fa e che negli ultimi mesi ha coinvolto moltissimi volontari, coordinati dalla società ciclistica carugatese.

Ad accogliere le atlete all’arrivo anche il Sindaco di Carugate Luca Maggioni, che ha commentato così il grande evento «È una bella occasione dopo tanti mesi di sofferenza e di pandemia; quando tre anni fa avevamo cominciato a prendere contatti con l’organizzazione, non immaginavamo ci saremmo trovati in questa situazione. Credo che sia ancora più bello oggi, essere qui a vivere queste giornate di sport e di festa insieme, dopo i mesi che abbiamo passato».

Una bella giornata, dunque, all’insegna dello sport e del divertimento che ha coinvolto tanti cittadini, dai più grandi ai più piccoli e che ha visto arrivare al traguardo in volata la ventiduenne del team olandese Dms Lorena Wiebes. Emma Cecilie Jorgensen e Marianne Vos, hanno invece conquistato rispettivamente il secondo e il terzo posto nella gara.

 

 

Un webinar dedicato al lavoro: Afol, Bussero e Pessano invitano tutti i giovani della Martesana

Orientarsi in campo lavorativo non è mai stato così complesso. Sembra esistere una distanza non di poco conto tra l’istruzione e il mondo professionale, sempre più fluido e dinamico. Com’è possibile quindi affrontare quello che oggi sembra essere un grande scoglio (non solo per i giovani), rispondendo comunque ad aspettative ed esigenze individuali? Afol Metropolitana e l’assessorato alle Politiche Sociali e del Lavoro di Bussero e di Pessano con Bornago hanno organizzato un webinar per ricercare lavoro in modo intelligente.

Un orientamento efficace che mostri soluzioni nell’attuale mercato del lavoro

L’incontro, organizzato da Afol Metropolitana(Azienda speciale consortile per la Formazione l’ Orientamento e il Lavoro), dagli assessorati alle Politiche Sociali e del Lavoro di Bussero e di Pessano con Bornago, si propone di orientare chi vi partecipa alla comprensione dell’attuale mercato lavorativo, approfondendo le strategie e i metodi che sono in grado di presentarci sempre come i migliori candidati. Verranno esposti strumenti utili per scrivere dei curriculum e delle lettere di presentazione efficaci. L’incontro è aperto a tutti i cittadini dei Comuni della Martesana, in particolare ai giovani, con l’obiettivo di incentivare l’autonomia verso la ricerca attiva del lavoro.

Per partecipare al webinar, che si terrà il 7 luglio dalle 11 alle 13, è necessario iscriversi a questo link.

Pessano con Bornago: Weelchair Karting in pista, il Sindaco consegna una targa all’associazione (FOTOGALLERY)

L’associazione Weelchair Karting ha organizzato un incontro pubblico in pista. Un evento patrocinato dal Comune che ricorda il valore dell’inclusione all’interno della comunità. Durante la giornata il Sindaco Alberto Villa ha consegnato una targa di encomio solenne all’associazione, «per aver ideato un progetto innovativo nell’ambito dell’inclusione sociale delle persone con disabilità».

Il Sindaco: «Questa è la vera inclusione»

«Una bella iniziativa, perché è veramente inclusiva- ha dichiarato il Sindaco Alberto Villa-. Viene data opportunità ai disabili di provare le stesse emozioni e le stesse sensazioni dei normodotati. Questa è la vera inclusione. Il ruolo dell’amministrazione- ha poi aggiunto-è quello di supportare; i protagonisti sono le associazioni, noi cerchiamo di gestire le relazioni», spiegando che all’evento erano presenti anche gli Alpini e UC Pessano (Unione Ciclistica Pessano).

«Crederci sempre, arrendersi mai»

Weelchair Karting nasce nel 2019 nella mente di Nicolò Tremolada, per poi diventare una realtà concreta nel 2020. «Volevo far provare l’ebrezza che provo io sui kart ad altri ragazzi con disabilità– ha raccontato Tremolada-, sia motorie che mentali. Siamo riusciti, nonostante la pandemia, a  realizzare 10 kart adattati, di cui 8 per noi ragazzi disabili e paraplegici, con acceleratore e freno sotto il volante, con rollbar e cinture di sicurezza; un kart a due posti per chi non può guidare, uno con un joystick della carrozzina elettrica, uno per ragazzi tetraplegici. Le emozioni sono tante, soprattutto per tutti coloro a cui è sempre stato detto che sarebbe stato impossibile salire su un kart.

Nicolò ha poi ringraziato l’Amministrazione, tutti i collaboratori dell’associazione e le aziende che supportano Weelchair Karting. «Siamo sempre alla ricerca di nuovi sponsor che possano aiutarci a regalare sorrisi ai ragazzi che vogliono girare con noi, sorrisi che ci ripagano di tutti gli sforzi, le manutenzioni, le igienizzazioni necessarie. A piccoli passi si scala la montagna, noi ci stiamo provando, ci crediamo e non ci arrendiamo, non ci ha fermato una pandemia e non ci fermeremo adesso di sicuro».

L’associazione ha ricevuto un contributo da parte del Comune

L’assessore alle Politiche Sociali Maria Tomaselli ha spiegato perché il Comune ha patrocinato l’evento. «Nicolò è un grande valore per la nostra comunità: ha pensato di creare questo dono per gli altri, ed è arrivato a dare un sorriso e una possibilità a chi ha una grossa disabilità. Noi come amministrazione abbiamo patrocinato questo evento con lo scopo di sensibilizzare e informare la cittadinanza. Questa associazione esprime e dà forza di volontà ed è importante sostenere questo progetto». L’assessore ha anche spiegato che nel 2018, in occasione della giornata della Salute, era stato accantonato un contributo di 1500 euro da dedicare allo sport inclusivo: «Abbiamo deciso, dopo le dovute analisi, di devolvere il contributo a questa associazione per le sue finalità e i suoi obiettivi che realmente arricchiscono Pessano con Bornago».

 

Pessano, al via i lavori di rifacimento dei marciapiedi di Corso Europa

Dall’innesto di  Piazza Castello fino al cimitero di Bornago. Sono iniziati in questi giorni gli interventi di rifacimento del marciapiede lungo corso Europa a Pessano con Bornago. I lavori, costati 338.678 euro, dureranno per tutta l’estate, circa 90 giorni, e riguarderanno tutti i marciapiedi di una delle vie principali del Paese che saranno riqualificati.

Accessibilità e sicurezza: le ragioni dell’intervento

La decisione di riqualificare 1,6 km di marciapiedi è stata presa dall’Amministrazione comunale per adeguare il tratto al P.E.B.A, il Piano per l’Eliminazione delle Barriere Architettoniche. La scelta è stata inoltre presa dopo aver compiuto una valutazione sia sullo stato di ammaloramento dei marciapiedi di quella strada,  che del folto numero di persone che li utilizzano.

Fini al termine degli interventi, in prossimità del cantiere, è stato istituito un semaforo provvisorio così da regolare un senso unico alternato di marcia e consentire i lavori.

 

Pessano, primo premio per Fabiola Sangineto: ora la sua opera è esposta al Padiglione Venezia

Foto di Fabiola Sangineto

Pessano con Bornago e Venezia non sono mai state così vicine: ad accorciare le distanze è stata l’architetto Fabiola Sangineto, 28 anni, pessanese, che ha vinto il primo premio del concorso “Artefici del Nostro Tempo” per la sezione Illustrazioni e Fumetto organizzato dal Comune di Venezia lo scorso maggio 2020.

Da Pessano con Bornago al Padiglione Venezia, Fabiola Sangineto: «Un onore»

È accaduto durante il primo lockdown: laureata al Politecnico di Milano, Fabiola Sangineto aveva deciso di partecipare al concorso del Comune di Venezia «da semplice appassionata autodidatta nel campo dell’illustrazione– così ha raccontato-. L’idea è nata durante l’isolamento; con “Le stanze del tempo ritrovato” ho voluto lanciare un messaggio di rinascita: è nell’arte infatti, e per arte intendo anche film e letteratura, che si può trovare la libertà, anche nei momenti di solitudine forzata come quello che abbiamo vissuto». “Le stanze del tempo ritrovato” è un’insieme di 4 opere: L’Attesa, Isolamento, Speranza, Tornare ad Amare. Le opere, che hanno un significato corale ma anche individuale, risultano l’unione tra la formazione accademica di Fabiola e la sua passione per la storia dell’arte. «Ho vinto da autodidatta– ha detto l’architetto-. Penso che questo sia una conferma a non abbandonare mai le proprie passioni, perché coltivandole si ottengono grandi risultati».

«L’arte è per tutti»

La vincitrice del concorso ha lanciato un invito a tutti coloro che si sentono lontani dall’arte, a chiunque la consideri una “faccenda elitaria e irraggiungibile”: «L’arte non ha genere, età, limiti: questa è la sua bellezza, è aperta a tutti. Chiunque può interpretare un’opera. Anzi, riconsiderare le idee sovversive di ieri ci può aiutare oggi, perché il passato apre sempre una nuova riflessione sul presente».

Le stanze del tempo ritrovato: L’Attesa, Isolamento, Speranza, Tornare ad amare. Foto di Fabiola Sangineto
Dall’esposizione al Padiglione Venezia. Foto di Fabiola Sangineto

 

 

Pessano: vestiti da agenti di Polizia Locale cercano di entrare nelle case

Malintenzionati che si fingono tecnici, agenti di polizia e molto altro per truffare, soprattutto persone anziani. Un reato, oltre che comportamento odioso, con cui spesso si devono fare i conti. E anche oggi, venerdì 4 giugno, a Pessano con Bornago sono stati segnalati due individui che guidano una golf grigia che, vestiti da agenti di polizia locale, con tanto di finto distintivo, cercano di entrare nelle case con la scusa di dover controllare  supposte perdite d’acqua.

A rendere nota la situazione è stata l’Amministrazione comunale che ha invitato a non aprire la porta e ad allertare le forze dell’ordine in caso le due persone si facessero vive.

Tentativi di truffa anche durante il lockdown

Tra i tentativi di truffa più fastidiosi in Martesana, va ricordato quello escogitato durante il primo lockdown nella primavera 2020, quando un avviso apparso in un condominio , ai sensi dell’articolo 650 del Codice Penale, invitava eventuali non residenti nell’edificio ad abbandonarlo, pena un’ ammenda fino a 206 euro o l’arresto fino a 3 mesi. L’intento, con ogni probabilità, era far allontanare alcuni condomini per entrare negli appartamenti vuoti e commettere furti.

Polizia Locale Centro Martesana: da Regione un contributo di 30mila euro

Polizia Locale
immagine di repertorio

Da Regione Lombardia arriveranno 30.000 euro per la Polizia Locale Centro Martesana, Comando che raggruppa i Comuni di Cassina de’ Pecchi (capofila), Bussero e Pessano con Bornago. Il comando ha partecipato al bando “Enti Associati – Dotazioni tecnico strumentali e veicoli per la Polizia Locale 2021”, pensato da Regione per promuovere la strutturazione in forma associata della Polizia Locale.

Mezzi e attrezzature

Su una previsione di spesa del Comando Centro Martesana di quasi 39mila Regione ne finanzia 30mila, che saranno utilizzati per l’acquisto di 2 moto, 4 dashcam, 20 bodycam, un kit fisso documentale, una valigia drugtest con 40 schede e app per il telefono e 2 kit falso documentale portatile.

«La grande professionalità dei nostri Agenti della Polizia Locale e del personale amministrativo del Comando ci ha permesso di conseguire un ottimo risultato che mi riempie di orgoglio – ha dichiarato l’assessore alla Sicurezza Gianluigi De Sanctis – I fondi messi a disposizione da Regione Lombardia ci consentiranno di acquistare oltre a due motoveicoli, nuovo materiale indispensabile per aumentare la sicurezza degli Agenti durante il servizio (bodycam- daschcam) e materiale che permetterà una più puntuale repressione di reati (Fototrappole, Drugtest, rilevazione falsi documenti)».

Amministrative Pessano con Bornago: Fondrini corre per diventare sindaco

E’ Filippo Fondrini il primo sfidante del sindaco di Pessano con Bornago Alberto Villa per le elezioni amministrative del prossimo ottobre. Come la lista “Nel futuro insieme”, il centrosinistra si prepara così alla sfida delle urne che, per la legge elettorale, a Pessano (Comune inferiore ai 15.000 abitanti) prevede un unico turno.

«Pessano con Bornago è un bel paese. Ha un territorio che è stato pensato e progettato nei decenni passati per far vivere bene i suoi cittadini – ha detto Fondrini attraverso un video – Pessano con Bornago è anche una bella comunità, piena di persone che si impegnano per gli altri e nel loro lavoro. Grazie alla forza della nostra comunità potremo ripartire per affrontare le sfide dei prossimi anni».

«Necessaria un’Amministrazione più attenta»

Fondrini con il video che lancia la sua candidatura alla carica di primo cittadino ha anche spiegato le ragioni che lo hanno spinto a scendere in campo. «Mi candido per fare il sindaco di Pessano con Bornago per il centro-sinistra perchè credo sia necessario avere un’Amministrazione più attenta e capace di ascoltare i bisogni dei cittadini – ha sottolineato – e anche in grado di creare sinergia e collaborazioni all’interno della comunità».

Regolamento anti-prostituzione e dress code: ora anche a Pessano si discute

Ph: 1gl-best.ru

Anche a Pessano con Bornago è stata sollevata la questione del Regolamento di Polizia Urbana, in cui è presente un passaggio che prevede una contravvenzione a coloro che si intrattengono con chi “per atteggiamento, ovvero abbigliamento” dia l’impressione di prostituirsi. Governa il Futuro ha dichiarato di proporre per il prossimo Consiglio Comunale un emendamento che modifichi questo punto del Regolamento, «lesivo della libertà delle persone di vestirsi come vogliono, soprattutto per quanto riguarda le donne».

Il Sindaco: «Perché proprio adesso?»

Il caso è stato sollevato recentemente a Cassina de’ Pecchi, raggiungendo una risonanza mediatica a livello nazionale. Durante Consiglio Comunale del 30 aprile 2021 si era votato all’unanimità l’emendamento che modifica dell’articolo interessato. Ora è il turno di Pessano con Bornago, che aveva approvato il Regolamento nel 2019.

«Qual è la finalità di proporre una modifica a un Regolamento che nel 2019 era stato votato all’unanimità? Cos’è cambiato da allora? – si è chiesto il Sindaco di Pessano Alberto Villa  Evidentemente non ci sono stati episodi, fino ad adesso, che hanno portato l’attenzione verso quel determinato articolo; finché non so perché discuterne, non mi esprimo».

Governa il Futuro ha dichiarato di voler rimediare alla votazione espressa durante l’approvazione del Regolamento. «L’errore di non aver colto quel passaggio all’interno del nostro regolamento nel 2019 – ha infatti spiegato Governa il Futuro – deve essere riparato quanto prima: per questo nel prossimo consiglio comunale presenteremo proposta di emendamento per modificare il regolamento, sperando di trovare l’unanimità a favore di questa modifica».

Dal 3 maggio via ai lavori del piazzale e Sagrato della Chiesa di Bornago

I lavori per il rifacimento del piazzale e del Sagrato della Chiesa di Bornago inizieranno il 3 maggio 2021, a seguito di un lungo percorso burocratico che era stato avviato il 4 maggio 2017. I lavori dureranno circa 80 giorni; il progetto si dividerà in due fasi, che sono state istituite e concordate insieme alla Parrocchia: la prima riguarderà il Sagrato della Chiesa; la seconda la tratta rimanente di Via Kennedy.
Sono stati investiti, per la realizzazione dell’opera, circa 240mila euro.
L’iter burocratico e amministrativo necessario per poter realizzare l’opera è stato lungo. La prima bozza del progetto di convenzione con la Parrocchia era stata infatti approvata da parte del Consiglio Comunale già nel settembre del 2017, mentre l’affidamento definitivo a una ditta per l’esecuzione dei lavori il 23 aprile 2021. Per giustificare la data di inizio dei lavori, il Comune di Pessano con Bornago ha pubblicato tutti i passaggi amministrativi che è stato necessario seguire; sono stati pubblicati e sono accessibili visitando la pagina Facebook del Comune.