lunedì, 14 Giugno 2021

Polizia Locale Centro Martesana: da Regione un contributo di 30mila euro

Polizia Locale
immagine di repertorio

Da Regione Lombardia arriveranno 30.000 euro per la Polizia Locale Centro Martesana, Comando che raggruppa i Comuni di Cassina de’ Pecchi (capofila), Bussero e Pessano con Bornago. Il comando ha partecipato al bando “Enti Associati – Dotazioni tecnico strumentali e veicoli per la Polizia Locale 2021”, pensato da Regione per promuovere la strutturazione in forma associata della Polizia Locale.

Mezzi e attrezzature

Su una previsione di spesa del Comando Centro Martesana di quasi 39mila Regione ne finanzia 30mila, che saranno utilizzati per l’acquisto di 2 moto, 4 dashcam, 20 bodycam, un kit fisso documentale, una valigia drugtest con 40 schede e app per il telefono e 2 kit falso documentale portatile.

«La grande professionalità dei nostri Agenti della Polizia Locale e del personale amministrativo del Comando ci ha permesso di conseguire un ottimo risultato che mi riempie di orgoglio – ha dichiarato l’assessore alla Sicurezza Gianluigi De Sanctis – I fondi messi a disposizione da Regione Lombardia ci consentiranno di acquistare oltre a due motoveicoli, nuovo materiale indispensabile per aumentare la sicurezza degli Agenti durante il servizio (bodycam- daschcam) e materiale che permetterà una più puntuale repressione di reati (Fototrappole, Drugtest, rilevazione falsi documenti)».

No Banner to display

Amministrative Pessano con Bornago: Fondrini corre per diventare sindaco

E’ Filippo Fondrini il primo sfidante del sindaco di Pessano con Bornago Alberto Villa per le elezioni amministrative del prossimo ottobre. Come la lista “Nel futuro insieme”, il centrosinistra si prepara così alla sfida delle urne che, per la legge elettorale, a Pessano (Comune inferiore ai 15.000 abitanti) prevede un unico turno.

«Pessano con Bornago è un bel paese. Ha un territorio che è stato pensato e progettato nei decenni passati per far vivere bene i suoi cittadini – ha detto Fondrini attraverso un video – Pessano con Bornago è anche una bella comunità, piena di persone che si impegnano per gli altri e nel loro lavoro. Grazie alla forza della nostra comunità potremo ripartire per affrontare le sfide dei prossimi anni».

«Necessaria un’Amministrazione più attenta»

Fondrini con il video che lancia la sua candidatura alla carica di primo cittadino ha anche spiegato le ragioni che lo hanno spinto a scendere in campo. «Mi candido per fare il sindaco di Pessano con Bornago per il centro-sinistra perchè credo sia necessario avere un’Amministrazione più attenta e capace di ascoltare i bisogni dei cittadini – ha sottolineato – e anche in grado di creare sinergia e collaborazioni all’interno della comunità».

No Banner to display

Regolamento anti-prostituzione e dress code: ora anche a Pessano si discute

Ph: 1gl-best.ru

Anche a Pessano con Bornago è stata sollevata la questione del Regolamento di Polizia Urbana, in cui è presente un passaggio che prevede una contravvenzione a coloro che si intrattengono con chi “per atteggiamento, ovvero abbigliamento” dia l’impressione di prostituirsi. Governa il Futuro ha dichiarato di proporre per il prossimo Consiglio Comunale un emendamento che modifichi questo punto del Regolamento, «lesivo della libertà delle persone di vestirsi come vogliono, soprattutto per quanto riguarda le donne».

Il Sindaco: «Perché proprio adesso?»

Il caso è stato sollevato recentemente a Cassina de’ Pecchi, raggiungendo una risonanza mediatica a livello nazionale. Durante Consiglio Comunale del 30 aprile 2021 si era votato all’unanimità l’emendamento che modifica dell’articolo interessato. Ora è il turno di Pessano con Bornago, che aveva approvato il Regolamento nel 2019.

«Qual è la finalità di proporre una modifica a un Regolamento che nel 2019 era stato votato all’unanimità? Cos’è cambiato da allora? – si è chiesto il Sindaco di Pessano Alberto Villa  Evidentemente non ci sono stati episodi, fino ad adesso, che hanno portato l’attenzione verso quel determinato articolo; finché non so perché discuterne, non mi esprimo».

Governa il Futuro ha dichiarato di voler rimediare alla votazione espressa durante l’approvazione del Regolamento. «L’errore di non aver colto quel passaggio all’interno del nostro regolamento nel 2019 – ha infatti spiegato Governa il Futuro – deve essere riparato quanto prima: per questo nel prossimo consiglio comunale presenteremo proposta di emendamento per modificare il regolamento, sperando di trovare l’unanimità a favore di questa modifica».

No Banner to display

Dal 3 maggio via ai lavori del piazzale e Sagrato della Chiesa di Bornago

I lavori per il rifacimento del piazzale e del Sagrato della Chiesa di Bornago inizieranno il 3 maggio 2021, a seguito di un lungo percorso burocratico che era stato avviato il 4 maggio 2017. I lavori dureranno circa 80 giorni; il progetto si dividerà in due fasi, che sono state istituite e concordate insieme alla Parrocchia: la prima riguarderà il Sagrato della Chiesa; la seconda la tratta rimanente di Via Kennedy.
Sono stati investiti, per la realizzazione dell’opera, circa 240mila euro.
L’iter burocratico e amministrativo necessario per poter realizzare l’opera è stato lungo. La prima bozza del progetto di convenzione con la Parrocchia era stata infatti approvata da parte del Consiglio Comunale già nel settembre del 2017, mentre l’affidamento definitivo a una ditta per l’esecuzione dei lavori il 23 aprile 2021. Per giustificare la data di inizio dei lavori, il Comune di Pessano con Bornago ha pubblicato tutti i passaggi amministrativi che è stato necessario seguire; sono stati pubblicati e sono accessibili visitando la pagina Facebook del Comune.

No Banner to display

Tutela dei pini: Pessano vs Processionaria

Ph: Comune di Pessano con Bornago

Il Comune di Pessano con Bornago prosegue nella sua lotta contro la Processionaria del pino, insetto  infestante e dannoso. Durante l’inverno sono stati distrutti i nidi e ora sono state posizionate delle trappole per intercettare la Processionaria durante la discesa dagli alberi.

I danni prodotti dall’insetto

ERSAF, Ente Regionale per i Servizi all’Agricoltura e alle Foreste, descrive le problematiche che questo insetto può causare. «Le larve si nutrono a spese degli aghi, producendo defogliazioni più o meno vistose, in seguito alle quali le piante si indeboliscono divenendo più suscettibili agli attacchi di fitopatie o di altri parassiti. I danni interessano soprattutto i giovani impianti. I peli urticanti, di cui sono provviste le larve, possono provocare reazioni allergiche, con sintomi a carico della cute, degli occhi o del sistema respiratorio, originando problemi di ordine sanitario».

L’aiuto di tutti

L’Amministrazione comunale ha invitato tutti i cittadini di Pessano con Bornago a contribuire all’operazione di eliminazione, scrivendo, in caso di avvistamento dell’insetto, all’indirizzo ecologia@comune.pessanoconbornago.mi.it, segnalando il luogo e, preferibilmente, inviando materiale fotografico.

No Banner to display

Pessano con Bornago, la nuova oasi presso il Torrente Molgora sarà intitolata ad Appio Berneri

Durante il consiglio comunale del 22 aprile il Consigliere Marco Ambrosoni ha presentato una proposta della maggioranza, quella di intitolare cioè il nuovo habitat del Torrente Molgora all’ex assessore Appio Berneri, deceduto nell’aprile del 2020.

L’intitolazione dell’oasi come «simbolo del lavoro di Appio»

Il Consigliere Marco Ambrosoni ha spiegato come la realizzazione dell’oasi naturalistica nei pressi del Molgora è frutto anche di un lungo lavoro di Berneri, che si era speso per ottenere finanziamenti da enti superiori, alleggerendo così le spese per l’amministrazione. Un simbolo in suo ricordo, quindi, un modo per commemorare il suo impegno verso l’ambiente e i suoi cittadini. Il Sindaco Alberto Villa, che più volte aveva definito l’ex assessore il suo “padre politico” ha dichiarato che questo gesto è «un riconoscimento per chi si è sempre impegnato per il proprio paese».

La minoranza si è espressa contraria: la proposta crea «una situazione che non può che essere complicata»

Durante il consiglio comunale il Consigliere Filippo Fondrini ha spiegato perché l’opposizione ha ritenuto corretto votare in sfavore della proposta. 

«Intitolare un’area pubblica, un’area di tutti i cittadini, ad una personalità pubblica non è una una scelta banale. La scelta risulta essere ancora meno banale quando si tratta di personalità politiche, quindi “di parte”. Se consideriamo addirittura l’intitolazione di un’area pubblica ad un uomo politico mancato di recente, che si è connotato fortemente come figura politica di una parte fino ad un anno fa, ci troviamo di fronte ad una situazione che non può che essere complicata». Fondrini ha aggiunto che sarebbe stato meglio optare per una scelta condivisa. 

Capire non significa condividere. Infatti, concludendo il suo intervento, Fondrini ha dichiarato: «Comprendiamo che la lista di maggioranza provi determinati sentimenti di riconoscenza e di gratitudine per un esponente di primo piano come lo è stato Appio Berneri, ma riteniamo che sarebbe davvero una pesante forzatura riconoscere quei sentimenti unanimi da parte di tutta la cittadinanza in generale».

No Banner to display

Il Sindaco di Pessano ricorda Appio Berneri, assessore scomparso a causa del Covid un anno fa

A distanza di un anno il Sindaco di Pessano con Bornago Alberto Villa ricorda l’assessore Appio Berneri, scomparso a 74 anni a causa del Covid 19. Il Sindaco, che l’ha definito in più occasioni il suo «padre politico», ha segnalato sui social la messa in ricordo del compianto assessore, che si svolgerà questa sera, martedì 6 aprile, alle 20:30 presso la Chiesa di Bornago.

Una risorsa per il comune e la cittadinanza

Appio Berneri è stato assessore esterno a Pessano dal 2016, con diverse deleghe a: Ambiente ed Ecologia, Lavori Pubblici, Patrimonio, Edilizia Scolastica, Servizi ed Edilizia Cimiteriale, Protezione Civile, Sistemi informativi. L’assessore era scomparso lo scorso aprile, dopo poco più di una settimana di ricovero al San Gerardo a causa del Covid.

«Un anno fa eravamo nel momento più buio di questa pandemia e tu, caro Appio, te ne andavi lasciandoci un grande vuoto– ha scritto il Sindaco Villa sui social-Non sei più fisicamente al mio fianco, ma sarai sempre nel mio cuore e le tue idee continueranno a vivere!».

No Banner to display

Pessano con Bornago: Alberto Villa ufficializza la sua ricandidatura

In vista delle prossime elezioni amministrative, previste per ottobre, l’attuale primo cittadino di Pessano con Bornago, Alberto Villa, ha organizzato una conferenza stampa online in cui ha annunciato di voler ottenere il secondo mandato.

Cinque anni fa «si è agito pensando al futuro»

«La sfida davanti a cui ci siamo trovati cinque anni fa era impegnativa: volevamo rilanciare un paese fermo-ha dichiarato il Sindaco di Pessano con Bornago-. C’era una routine sedimentata a livello amministrativo che abbiamo cercato, nei limiti del nostro ruolo, di scardinare». Durante la conferenza stampa ha raccontato tutto quello che è stato realizzato nel suo mandato e tutto quello che ancora c’è da realizzare, tra cui la costruzione della nuova scuola media e il PEBA (Piano di Eliminazione delle Barriere Architettoniche), opere di cui va più fiero. «Abbiamo agito pensando al futuro, con una visione rivolta verso il lungo periodo» ha infatti ammesso.

La famiglia di nuovo al centro del programma

La famiglia sarà ancora protagonista del progetto politico di Oltre! Con Villa Sindaco, infatti «in questi anni abbiamo trasformato soldi in servizi- ha spiegato il Sindaco-, soprattutto pensati per le famiglie, dal bonus bebè ai nidi gratis, o ancora il rimborso dei libri di testo per i ragazzi delle scuole medie che sembrava impossibile da realizzare; abbiamo investito molto anche sulle politiche giovanili». C’è ancora molto da fare però. «Mi ricandiderò per finire il lavoro iniziato insieme alla mia squadra» ha detto il Sindaco, annunciando alcune modifiche nel team: «Ripartiamo da chi c’è, perché squadra che vince non si cambia, ma ci saranno nuovi ingressi».

Un approccio all’ambiente «pragmatico»

Durante la conferenza il Sindaco ha parlato delle importanti trasformazioni realizzate in ambito naturalistico a Pessano. Il Comune ha partecipato a diversi bandi regionali e ha svolto diverse modifiche per «migliorare la qualità dal punto di vista della fruibilità e vivibilità del verde».

Il Sindaco ha anche ricordato, durante i ringraziamenti, Appio Berneri, assessore scomparso lo scorso aprile a causa del Covid-19.

No Banner to display

A Pessano via ai lavori per la realizzazione dell’oasi naturalistica

Il Comune di Pessano con Bornago ha comunicato l’inizio dei lavori per la realizzazione di un’oasi naturalistica presso il Molgora. Il progetto era nato nel 2017, in occasione del bando di Regione Lombardia “Infrastrutture verdi a rilevanza ecologica e di incremento della naturalità”, è stato finanziato nel 2019, quando sono stati resi disponibili 136mila euro per i lavori. «Quest’opera– ha specificato il Comune- segue quella di consolidamento dell’argine opposto, anch’essa finanziata con risorse regionali per 200mila euro, e completa la riqualificazione di quel tratto del torrente».

I lavori prevedono una riqualificazione paesaggistico-funzionale

Sono due le forme di riqualificazione che caratterizzeranno l’istituzione dell’oasi naturalistica. Da un lato una riqualificazione paesaggistica: verrà costruita un’area boscata  (verranno piantati 700 nuovi alberi) e inserite siepi, verranno messe a dimora specie igrofile (che vivono sul limitare del fiume); sarà anche realizzata un’area umida, utile a rigenerare il paesaggio e a gestire il flusso delle acque del Molgora. Un importante intervento anche di riqualificazione funzionale, con la progettazione e la realizzazione di un’area fruibile che possa avere una valenza didattica e, non ultimo, l’inserimento di elementi naturalistici per realizzare una nuova unità ecosistemica (l’obiettivo è quello di un ripopolamento faunistico, di pesci e uccelli).

 

 

 

No Banner to display

Pessano compie 150 anni: consegnata la targa celebrativa al Prefetto

Foto del comune di Pessano con Bornago

«Rimandiamo tutto all’anno prossimo, nella speranza che le condizioni siano migliori». Queste erano state le parole del Sindaco Alberto Villa quando, nel settembre dell’anno scorso, si era svolta la celebrazione dei 150 anni della costituzione del Comune di Pessano con Bornago in streaming sui social. Il 19 marzo di quest’anno il Sindaco ha consegnato al Prefetto di Milano, Dott. Renato Saccone, la targa celebrativa dei 150 anni dalla nascita del Comune. «Sapere da dove veniamo è fondamentale per sapere dove stiamo andando» aveva detto il sindaco l’anno scorso.

La consegna della targa

«È stata un’occasione di confronto tra il Sindaco e il Prefetto sulla situazione contingente – è stato dichiarato sulla pagina Facebook del Comune-, legata alla pandemia, e sulle sfide che attendono le amministrazioni comunali nel prossimo futuro». La targa, di cui esistono due esemplari, è stata creata da Agnese Molinelli, maestra merlettaia cittadina di Pessano. Il logo, inciso sopra all’opera, era stato scelto nel 2019 con una votazione social: le comunità di Pessano e Bornago strette in un abbraccio formano un cuore. Nel post pubblicato dal Comune di Pessano è stato scritto che «il Prefetto ha molto apprezzato il dono» e, quando la situazione sanitaria lo permetterà, visiterà il Comune.

 

No Banner to display