venerdì, 18 Giugno 2021

La città di Brugherio omaggia l’artista Carol Rossetti con la mostra “Orgoglio e pregiudizi”

Mercoledì 26 maggio alle 18.00 in Biblioteca si terrà l’inaugurazione della mostra “Orgoglio e Pregiudizi” dell’artista brasiliana Carol Rossetti. Realizzata dal Comune nell’ambito delle Politiche delle Pari Opportunità e a cura dell’IncontraGiovani Brugherio, la rassegna vuole essere un modo per sensibilizzare sugli stereotipi di genere che riguardano le identità femminili.

“Un inno alla libertà di ciascuna e ciascuno”

 “Orgoglio e Pregiudizi” propone una raccolta di alcune opere di Carol Rossetti, famosa in tutto il mondo proprio con il progetto “Mulheres-The Women Project”, una serie di disegni realizzati per affrontare e, possibilmente, capovolgere gli stereotipi che riguardano le identità femminili. 

«La mostra arriva dopo un percorso di alcuni anni di politiche di pari opportunità portate avanti in collaborazione con l’Incontragiovani, sia sul fronte socio-culturale sia sul fronte educativo – ha dichiarato Miriam Perego, assessora alle Pari opportunità -Per quest’ultimo, in particolare, si è posta l’attenzione sulla centralità del ruolo dei modelli culturali e sociali nella formazione dei più giovani e, in generale, sulla costruzione delle identità femminili e maschili. Possiamo aiutare giovani, donne e uomini a riconoscere e identificare questi stereotipi, provare a decostruirli e riflettere con loro su come essere uomini e donne, oggi. La mostra diventa allora un inno alla libertà di ciascuna e ciascuno, nel rispetto reciproco, libertà consapevole dei rischi e delle opportunità, nella valorizzazione delle differenze, perché la diversità è sempre fonte di arricchimento per la società e per le identità in essa presenti».

Donne, oltre i pregiudizi

L’esposizione accoglie 28 pannelli espostivi selezionati dagli educatori e dai giovani dell’IncontraGiovani.

«In questi anni il tema delle differenze di genere e, più in generale, del rispetto delle differenze ha caratterizzato quotidianamente il nostro lavoro – ha sottolineato Marco Fossati, coordinatore IncontraGiovani – Abbiamo incontrato moltissime e moltissimi “passanti” che hanno percorso con noi un pezzo di questo cammino verso una società senza pregiudizi e violenza. Ci piace pensare a Carol Rossetti come a una di queste “passanti” che con le sue opere è andata alla ricerca dei piccoli e grandi pregiudizi che ancora la nostra società si porta appresso e ce li presenta, attraverso le sue cartoline, che raccontano di donne e ragazze che hanno scelto di andare oltre i pregiudizi e si mostrano alla società per come sono: libere e orgogliose».

La mostra, sarà allestita in parte nella sede dell’IncontraGiovani e parte nella Galleria espositiva di Palazzo Ghirlanda Silva-Biblioteca Civica e sarà visitabile fino al 3 luglio 2021 negli orari di apertura dei servizi. L’IncontraGiovani di Brugherio è a disposizione di gruppi e cittadini per una visita guidata, su prenotazione, scrivendo a igbrugherio@gmail.com.

Augusta Brambilla

No Banner to display

Brugherio, un nuovo servizio “Gaming” in biblioteca

Ami i giochi da tavolo? E anche la compagnia? La Biblioteca Civica di Brugherio apre a un nuovo servizio “Gaming” con la disponibilità di oltre 170 giochi da tavolo per giocare, divertendosi. Nelle sale della mediateca, al primo piano di Palazzo Ghirlanda, ci si potrà ritrovare, a partire dal 27 maggio (dalle 16.00 alle 19.oo), ogni giovedì e venerdì pomeriggio. 

Nuova opportunità per stare insieme

Il progetto nasce da un’idea della Biblioteca Civica e si sviluppa con la collaborazione dell’Amministrazione comunale. 

«Grazie alla significativa esperienza dell’estate 2020, che avevamo intitolato IGhirlanda Games, realizzata in collaborazione con l’IncontraGiovani, abbiamo scoperto nel gaming un’opportunità nuova e vincente di fare comunità, e non solo tra i più giovani – ha dichiarato Valeria Manzoni bibliotecaria e referente del progetto – L’amministrazione comunale ha creduto fortemente in questo progetto, sposando il valore educativo, formativo, socializzante del gioco da tavolo. La ludofilia viene offerta come alternativa culturale alla ludopatia, di cui il gioco condivide l’azzardo e la vertigine, ma in un’ottica capace di disinnescarne l’insano potenziale». 

L’accesso alla sala mediateca, nel rispetto delle norme anti-Covid, è consentito a un massimo di 12 giocatori e un gruppo di volontari, ai quali si aggiungerà un volontario del Servizio Civile Nazionale, a disposizione per aiutare nella scelta e nello svolgimento dei giochi. 

«Lo scorso anno, nel festeggiare il 60esimo della nostra biblioteca, dicevamo che quello non era un punto di arrivo, ma l’occasione per farne sempre più il luogo pubblico, privilegiato e accogliente, dell’incontro, della socialità, del confronto, della condivisione, dove dev’essere possibile incontrarsi, confrontarsi, progettare, ma anche passare del tempo finalmente e semplicemente piacevole insieme agli altri – ha commentato Laura Valli, assessore alle Politiche culturali e integrazione, Biblioteca e Sistema bibliotecario -È un cambio di prospettiva importante, che rende i cittadini non più solo destinatari di un eccellente servizio, ma frequentatori di uno spazio sempre più polivalente, inclusivo, aperto, accessibile e generatore di comunità. Quale occasione migliore, in questo senso, dell’avere una biblioteca che, letteralmente, si mette in gioco?».

L’ingresso è libero, si può anche prenotare telefonando al numero 039/28.93.401 o scrivendo una email a biblioteca@comune.brugherio.mb.it. 

Augusta Brambilla

No Banner to display

A Brugherio la nuova circolare unica per il trasporto pubblico locale

 L’Amministrazione comunale di Brugherio ha comunicato che sarà attivo un nuovo servizio di trasporto pubblico locale. Dal 24 maggio la nuova circolare unica z304 sostituirà le attuali circolari destra z302 e sinistra z303. L’obiettivo è un maggiore numero di corse giornaliero, che copriranno tutte le ore e una diminuzione dei tempi di attesa.

Servizio potenziato anche nelle ore di punta

L’adozione di questo nuovo servizio anticipa il futuro percorso della circolare unica, come già previsto nel nuovo piano di bacino dell’Agenzia del trasporto pubblico locale, che prevederà una ulteriore estensione di questa circolare fino a San Maurizio al Lambro, permettendo così di raggiungere, tramite interscambio, la futura stazione della metropolitana di Sesto Restellone.

La nuova circolare unica, la z304, semplifica il servizio, aumenta le frequenze, garantisce il collegamento tra i diversi quartieri della città, senza passare da una circolare all’altra e favorisce gli spostamenti interni, non sovrapponendosi con le altre linee che offrono il collegamento con Cologno Nord. Il leggero aumento dei tempi di viaggio è compensato dalla maggiore frequenza dei passaggi dei mezzi del trasporto pubblico.

Sono ancora previsti, seppure in misura ridotta visti gli utilizzi, gli ampliamenti del percorso per raggiungere il Cimitero nuovo, con tre passaggi al mattino e tre al pomeriggio.

Le altre due linee che passano per Brugherio vedono confermati i percorsi e gli orari. La z303 tornata sull’asse di via Kennedy, via Filzi e via Galvani, la z323 che da Vimercate attraversa viale Lombardia, la z305 verso Carugate e Cernusco e la z201 verso Sant’Alessandro.

Augusta Brambilla

No Banner to display

Le scuole di Brugherio e Cologno in prima linea per la raccolta di generi alimentari

L’Amministrazione comunale di Brugherio patrocina l’edizione speciale di “Donacibo 2021” dal tema “L’abbraccio dello sguardo – Settimana della solidarietà nelle Scuole”, promossa dal Banco di Solidarietà di Brugherio e dall’Associazione San Benedetto di Cologno Monzese. Dal 19 al 23 Aprile gli studenti che frequentano gli Istituti scolastici di Brugherio e Cologno Monzese promuovono la raccolta di generi alimentari, non deperibili, per sostenere le famiglie in difficoltà.

La cultura del “dono”

L’iniziativa, coordinata dalla Federazione Nazionale dei Banchi di Solidarietà, si pone l’obiettivo di sostenere le famiglie e le persone singole in difficoltà economica e di educare i giovani alla solidarietà. Gesti semplici ma significativi su problemi come povertà e indigenza che possono far nascere un cambio di passo verso lo spreco alimentare e, soprattutto, promuovere la cultura del “dono”.

Il Banco di Solidarietà di Brugherio si occupa da oltre 20 anni di sostenere le famiglie o le persone singole di Brugherio e di alcuni comuni limitrofi quali, solo per citarne alcuni, Cologno Monzese e  Sesto San Giovanni, e attualmente supporta 240 nuclei familiari e circa  900 persone.

«Da diversi anni con l’iniziativa DonaCibo facciamo una raccolta straordinaria presso le Scuole, invitando studenti, insegnanti e personale a donare generi alimentari che vengono poi ridistribuiti alle famiglie che ci chiedono aiuto- si legge in una nota del Banco di Solidarietà di Brugherio – É un gesto semplice, possibile per chiunque, non dettato dalla generosità o dalla pretesa di risolvere i bisogni, ma dalla scoperta che facendo il possibile per rispondere ad un bisogno si condivide la vita, ci si scopre compagni di qualcuno; solo un segno di condivisione può aiutare l’uomo». 

A Brugherio hanno aderito l’Istituto Comprensivo Statale “Filippo De Pisis”, l’Istituto Comprensivo statale “Don Camagni”, l’Istituto Comprensivo statale “Nazario Sauro”, la Scuola dell’Infanzia “Asilo Infantile Umberto I e Margherita” e l’Istituto Comprensivo statale “IV Eugenio Montale”. A Cologno Monzese parteciperanno l’Istituto Comprensivo statale “A. Volta”, l’ Istituto Comprensivo statale “Manzoni Boccaccio” ordinamento musicale, l’Istituto Comprensivo statale “Viale Lombardia” e l’Istituto di Istruzione Superiore “Leonardo Da Vinci”.

«Ringraziamo fin da ora gli Istituti scolastici, con tutte le loro rappresentanze istituzionali, che ci hanno consentito di organizzare la raccolta del DonaCibo 2021 – prosegue la nota – che ha avuto anche il Patrocinio del Comune di Brugherio». 

Augusta Brambilla

No Banner to display

“Le immagini della fantasia”: a Brugherio torna la mostra di illustrazioni per l’infanzia

Ph: google maps

Torna in biblioteca a Brugherio la rassegna “Le immagini della fantasia”, curata dalla fondazione Zavrel di Sàrmede. Ormai un appuntamento atteso in città, la mostra internazionale d’illustrazione per l’infanzia è un appuntamento molto apprezzato anche dagli adulti. Le illustrazioni saranno esposte da giovedì 15 aprile fino al 5 maggio. Le  disposizioni per il contrasto della pandemia limiteranno visite e accessi, ma saranno organizzati dei laboratori online e in caso di passaggio della Lombardia in zona gialla verranno effettuate delle visite guidate (qui tutti i dettagli).

Le sezioni

LA mostra “Le immagini della fantasia” 2021 è organizzata in tre sezioni: la prima, “Buscare nel bosco” è composta dalle tavole di nove artisti provenienti da tutto il mondo e ha come protagonista uno dei luoghi più significativi delle fiabe. La seconda, “Selve domestiche”, è curata da Maria Campagnaro, docente di Teoria e storia della letteratura per l’infanzia dell’università di Padova. La terza sezione è invece un omaggio a Gianni Rodari, con illustrazioni curate dagli allievi della scuola internazionale di illustrazione.

L’apertura della mostra 

La mostra verrà inaugurata giovedì 15 aprile con una conferenza online trasmessa sul canale YouTube della biblioteca. Presente anche il direttore artistico Gabriel Pacheco, illustratore messicano di fama internazionale, che ha deciso di essere di persona a Brugherio per l’inizio della rassegna.

No Banner to display

La Biblioteca Civica di Brugherio aggiorna la bibliografia degli InBook

La Biblioteca Civica di Brugherio, che dal 2010 è il punto di riferimento della rete delle Biblioteche InBook, ha aggiornato la sua bibliografia, che è stata rinnovata nella presentazione e nella forma grafica. Nel tempo, dal 2012 e fino ad oggi, la collezione è andata via via aumentando sempre di più con la proposta di libri per tutte le età e che trattano differenti argomenti. 

Simboli narranti 

Gli InBook sono libri illustrati con un testo integralmente scritto in simboli. Pensati inizialmente per bambini con bisogni cognitivi complessi, si sono dimostrati importanti e belli e sono diventati uno strumento per tutti. Grazie alla continua lettura con l’indicazione dei simboli il bambino, autonomamente, può acquisire la corrispondenza tra parola udita, simbolo e parola scritta.

Il progetto nasce da un’esperienza italiana di Comunicazione Aumentativa e Alternativa, con la collaborazione di genitori, insegnanti e operatori in una progettualità che è poi diventata condivisa fra persone, associazioni e servizi territoriali. 

Gli InBook hanno un format preciso che deve rispettare regole coerenti come la riquadratura delle icone o il rispetto fedele della narrazione del libro originale e hanno trovato il loro habitat naturale nelle Biblioteche Pubbliche.

La Biblioteca Civica di Brugherio ha un patrimonio di 250 InBook, sia creati direttamente dalla biblioteca, finanziati da progetti locali o regionali, che editi dalle case editrici o promossi da associazioni e progetti culturali.

«Abbiamo voluto far vedere come siamo cresciuti con il passare del tempo e come l’editoria ha investito e continui a investire in questo settore – ha dichiarato Silvia D’Ambrosio bibliotecaria, referente della sezione “Leggere diversamente” e membro del Comitato Esecutivo Regionale Associazione Italiana Biblioteca della Lombardia – fino ad arrivare alla proposta, nel 2021, di nuovi titoli che vanno ad integrare la vasta offerta per bambini, ragazzi e adulti».

Augusta Brambilla

No Banner to display

Brugherio, vaccini Covid: il Sindaco Troiano scrive a Bertolaso e Moratti

Il Sindaco Marco Troiano

Ventinove sindaci della provincia di Monza e Brianza, tra cui il primo cittadino di Brugherio Marco Troiano, hanno scritto al Guido Bertolaso e alla vicepresidente e assessore a Welfare di Regione Lombardia Letizia Moratti per chiedere l’attivazione di centri vaccinali di prossimità sui loro territori.

Centri di prossimità per rendere più fluida la campagna vaccinale

Quella di aprire linee vaccinali “locali” è una volontà che diverse amministrazioni della zona avevano già manifestato, tanto da aver già iniziato le fasi organizzative e logistiche con l’obiettivo, si legge nella lettera, di «offrire alle fasce di popolazione over 80 e a quelle più fragili un luogo già noto nel proprio comune nel quale recarsi per ricevere la somministrazione del vaccino».

Una soluzione che, da quanto si legge nella lettera, sembra essere naufragata con la comunicazione di regione di non poter fornire un numero di vaccini sufficienti a queste nuove sedi, continua ad essere ritenuta la preferita dai sindaci. «Siamo a chiedervi – concludono nella lettera – di proseguire nel percorso di attivazione dei medici di medicina generale affinché si possa dar vita a questi centri in tempi e in modalità che siano consono a quelli che la popolazione si attende».

No Banner to display

Brugherio lancia una call per giovani ricercatori e ricercatrici

Sei una giovane ricercatrice o un giovane ricercatore? Sei brugherese o hai forti legami con la città? L’Amministrazione comunale chiama a raccolta i giovani dottorandi, borsisti, assegnisti, postdoc. L’obiettivo è di conoscerli e farli conoscere quale patrimonio cittadino di sapere e cultura da mettere in rete.

La Biblioteca cerca proprio te!

Il punto di raccolta di questa iniziativa è la Biblioteca Civica, luogo di cultura, incontro, confronto e dialogo che ha dato vita a tante e interessanti iniziative quali, solo per citarne alcune, la rassegna “Scienza, ultima frontiera” e i Gruppi di lettura “Ghirlande”, che riscuotono grande successo di partecipazione.

«E’ una chiamata a conoscersi e a farvi conoscere – ha dichiarato Laura Valli, assessore alle Politiche Sociali – Come Amministrazione comunale siamo convinti che voi rappresentiate, singolarmente e insieme, un vero patrimonio della nostra città. Ci piacerebbe che le giovani e i giovani originari di Brugherio o che abbiano forti legami con la città, avviati in carriere di ricerca nei vari campi del sapere umano, siano conosciuti e collegati in una rete, facente capo alla nostra Biblioteca».

L’iniziativa permetterà ai giovani di mettere le proprie capacità al servizio della comunità con la possibilità di dare vita a nuove esperienze e a qualche futura iniziativa pubblica in cui poter essere i protagonisti.

«Vorremmo sapere chi siete, di cosa vi occupate, dove svolgete l’attività di ricerca in modo da costruire una sorta di data-base che non sia un semplice elenco di nomi e occupazioni, ma una mappa che fornisca un’immagine di questo tesoro che la nostra città possiede – ha proseguito Laura Valli – Che nome dare a questa nascente realtà, che speriamo vivace e feconda? Lo sceglieremo insieme: siamo o non siamo ricercatori?».

Gli interessati possono contattare la Biblioteca attraverso la pagina Facebook, chiamando il numero di telefono 039.28.93.401 o scrivendo una email a biblioteca@comune.brugherio.mb.it.

Augusta Brambilla 

 

No Banner to display

A Brugherio si parla di letteratura francese

Beautiful woman in Paris background the Eiffel tower
Beautiful woman in Paris background the Eiffel tower

Ami la Francia e la letteratura francese? O magari vuoi scoprirla? “Ghirlande” della Biblioteca di Brugherio propone il gruppo di lettura “La vita davanti a sé” con un ciclo di cinque incontri che si terranno il 24 Febbraio, il 24 Marzo, il 28 Aprile, 26 Maggio e 23 Giugno dalle 20.45 alle 22.00. L’obiettivo è quello di tornare a parlare di letteratura, online, e di condividere l’esperienza della lettura con gli altri.

Libri per la testa e il cuore

Cinque appuntamenti con la testa e con il cuore alla scoperta delle emozioni attraverso nove romanzi di autrici e autori francesi contemporanei: Gary, Schmitt, Carrère, de Vigan, Perrin. Cinzia Assi è la moderatrice delle serate. 

«In questo momento un po’ strano ed estraniante c’è bisogno di riprendere a parlare di letteratura. Certo per chi la ama le occasioni e i tempi per leggere “in solitaria” sono stati molti ma ora è giunto il tempo di ricondividere le nostre passioni – ha dichiarato Cinzia Assi – Ho pensato alla letteratura francese contemporanea e sono stata guidata nella scelta da bisogni di tipo emotivo: questi libri parlano molto sia alla nostra testa, sia alle nostre viscere e al nostro cuore. Un altro motivo di scelta sono stati i titoli, che sono tutti molto poetici. Ci diamo questo appuntamento online e poi chissà!». 

I libri  sono disponibili in Biblioteca con la possibilità di ritiro al banco dell’ingresso oppure in formato eBook, sia su Biblioclick, sia su Media Library On Line. Ci si può unire anche a percorso già avviato.

Augusta Brambilla

No Banner to display

Ripensare la cultura insieme: la biblioteca di Brugherio coinvolta nel progetto “Guarda con me”

cof

“Guarda con me” è un progetto della PInAC, Pinacoteca Internazionale dell’età evolutiva Aldo Cibaldi a Rezzato (Brescia), che da anni studia, promuove e raccoglie l’espressività infantile; nasce in concomitanza del primo lockdown e risponde al bando “Per la Cultura” della Fondazione Cariplo. Scelto insieme ad altri 24 progetti, “Guarda con me” ha ricevuto un finanziamento di 85.000 euro, che gli ha permesso essere ampliato a più realtà territoriali, tra cui il Comune di Brugherio, tramite la Biblioteca civica. L’obiettivo è sostenere la cultura, le sue istituzioni e la sua produzione, in un periodo in cui la cultura stessa ha perso la sua funzione aggregativa.

«Un progetto a cui ho associato subito l’attributo caleidoscopio»

Nel presentare il progetto Michela Caniato, presidente della fondazione PInAC, ha sottolineato l’importanza delle diversità nella produzione di qualcosa di nuovo, il cui risultato stupisce e invita a guardare più a lungo, come in un caleidoscopio. «Solo un’unione di sguardi diversi permette di cogliere nuove prospettive sul mondo, arricchendoci» ha detto il responsabile del progetto Massimiliano Vitali, giustificandone il nome. Guarda con me è stato declinato in tre grandi azioni. Tra queste c’è “Disegnare la Comunità”, che si attua nell’organizzazione di cinque workshop, a cui parteciperanno dei gruppi formati da un ampio target, dai bambini agli anziani, che realizzeranno dei contenuti audio poi esposti.

Brugherio nel progetto innovatore e digitale che «va oltre la provincia di Brescia»

La Presidente della Fondazione PInAC ha anche ribadito la moltitudine delle realtà e degli enti coinvolti. Tra questi (che si concentrano perlopiù vicino a Brescia) emerge la biblioteca civica di Brugherio. La fondazione e la biblioteca civica avevano già collaborato nel 2019, organizzando una mostra in occasione del 30esimo anniversario della ratifica della Convenzione ONU sui Diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza. «È stato un incontro fortuito nei corridoi in Università, prima di un esame – ha raccontato la referente della Biblioteca civica Enrica Meregalli – Da lì una reciproca simpatia che è diventata collaborazione». La biblioteca ha quindi risposto subito all’appello, la referente si è dichiarata contenta di poter partecipare a un progetto che si è evoluto efficacemente, tenendo conto delle limitazioni dovute all’attuale situazione sanitaria. «L’allestimento di pannelli – ha proseguito – si è rivelato un supporto espositivo adeguato alla nostra realtà urbana».

Giada Felline

No Banner to display

No Banner to display