venerdì, 17 Settembre 2021

La Biblioteca Civica di Inzago attiva due postazioni di auto-prestito

Niente più code per il prestito e la restituzione. La Biblioteca di Inzago attiva il servizio di auto-prestito con due nuove postazioni che saranno abilitate a partire dal 5 luglio. L’obiettivo dell’iniziativa è quello di consentire all’utente di effettuare autonomamente la registrazione, il rinnovo e la restituzione dei prestiti.

Un totem touch screen

La Biblioteca di Inzago è una delle biblioteche del sistema “CUBI – Culture Biblioteche” ad attivare questo servizio fai-da-te, grazie all’impegno economico da parte dell’Amministrazione Comunale. L’attivazione di queste postazioni conclude un percorso iniziato nell’estate 2019 con il rinnovo completo dei locali e della dotazione tecnologica. 

Il totem dell’auto-prestito è composto da due computer touch screen con piastre dotate di tecnologia RFID, un sistema di identificazione a radiofrequenza che ha affiancato l’identificazione basata su codici a barre, che verranno messi a disposizione di tutti i cittadini.

Attraverso questo servizio l’utente è in grado di compiere in autonomia una serie di operazioni quali, solo per citarne alcuni, prendere in prestito i libri o gli altri materiali scelti a scaffale, restituire i prestiti in corso e verificare la propria situazione utente.

I due totem dell’auto-prestito, situati accanto alle porte di ingresso della biblioteca, sono di facile utilizzo anche se i bibliotecari restano  a disposizione degli utenti per la richiesta di informazioni e in caso di difficoltà.

L’introduzione di questa tecnologia permetterà contemporaneamente l’attivazione dei varchi antitaccheggio posti all’ingresso, così da evitare ogni possibile errore o eventuali tentativi di furti del materiale bibliotecario.

Augusta Brambilla

Inzago, iniziative per grandi e piccini

Vuoi trascorrere momenti di svago e di divertimento all’aperto? La Biblioteca Civica e il Comune di Inzago danno appuntamento per un ciclo di eventi che si terranno all’aperto nel verde del Parco di Villa Cornaggia. “Cinema sotto le stelle”, rivolto agli adulti, si terrà il 16, 23 e 30 giugno alle 21.30, mentre “Letture animate” il 26 giugno e il 3 luglio e “Passeggiata sonora per piccoli esploratori di natura” il 19 giugno sono rivolte ai bambini.

Iniziative per tutti

Parte l’edizione 2021 del “Cinema sotto le stelle” e il primo appuntamento mercoledì 16 giugno vedrà la proiezione del film “Joy” con Jennifer Lawrence. Mercoledì 23 giugno sarà di scena “La battaglia dei sessi” con Emma Stone e l’ultimo incontro è dedicato alla proiezione di “The Greatest Showman” con Hugh Jackman e Zac Efron.

L’ingresso è gratuito e, in caso di maltempo, l’iniziativa si svolgerà nell’Auditorium.

Sabato 19 giugno si terrà l’incontro “Passeggiata sonora per piccoli esploratori di natura” a cura di Maria Cannata, autrice e ideatrice della collana “Piedi e Orecchio” di Curci Young. Il primo appuntamento è alle 9.30 per bambini dai 4 ai 5 anni di età e il secondo è alle 11.00 per bambini dai 2 ai 3 anni di età. Il laboratorio di esplorazioni sonore si pone l’intento di avvicinare i bambini alla natura.

Sabato 24 giugno alle 11.00 si terrà il racconto animato “Con il naso all’insù”, rivolto ai bambini dai 4 anni in su, a cura di Snodo Culturale. Un racconto per scoprire la magia di un cielo in movimento e ritrovarsi con la testa fra le nuvole.

Sabato 3 luglio alle 11.00 si svolgerà la lettura animata “Ma allora sono magici”, per i bambini dai 5 anni in su, a cura di Snodo Culturale. Un piccolo bruco e un palloncino Blu: due amici speciali e addirittura magici.

«Dopo le restrizioni di quest’anno, dovute alla pandemia da Covid-19, finalmente torniamo a vederci nel rispetto delle regole – ha dichiarato il personale della Biblioteca Civica – Le iniziative si pongono l’intento di offrire momenti di intrattenimento e di condivisione dedicati ai bambini di tutte le età».

La prenotazione è obbligatoria, inviando una email a biblioteca.inzago@cubinrete.it o telefonando al numero 02.95.43.98.229.

Augusta Brambilla

Inzago, “Serata con le autrici”: Marina Polelli e Stefania Fava presentano i loro libri

Close up of open book at home garden with nature bokeh background.
Close up of open book at home garden with nature bokeh background.

Ami leggere? E magari vuoi conoscere nuovi autori? La Biblioteca Civica di Inzago, in collaborazione con l’assessorato alla Cultura del Comune, ha organizzato l’evento “Una serata con le autrici”. Nel verde del Parco di Villa Cornaggia il 18 giugno alle 20.30 la presentazione del romanzo “E vidi il mare” di Marina Polelli, scrittrice, e “Binari d’Autunno” di Stefania Fava, poetessa. Una serata in cui il mondo della narrativa e della poesia si intrecciano e aprono a nuove e interessanti letture.

Scrittura e poesia

Due autrici inzaghesi, Marina Polelli e Stefania Fava, che hanno in comune la passione per la scrittura e la voglia di vedere realizzati i propri sogni. 

Marina Polelli, sposata e mamma di due figli, è un’impiegata che ha sempre coltivato il piacere della scrittura. Iniziato dieci anni fa, dapprima solo per sé stessa, e da poco per un pubblico più ampio.  Scrivere la diverte e lo trova un passatempo rilassante. Ha pubblicato “E vidi il mare” nel 2019, “Volto pagina” e “Green Smile” nel 2020 e nel 2021 “Safe word: rosso”. 

Stefania Fava, sin da bambina, ama la scrittura e la poesia. Completa gli studi umanistici ma il suo desiderio più grande è quello di vedere realizzato il suo sogno di fare della sua passione una professione. La sua raccolta di poesie “Binari d’Autunno” è il suo piccolo riscatto. Un viaggio in cui le corde dell’anima incontrano le parole della poesia: parlare d’amore, in tutte le sue forme, è parlare al cuore di tutti. 

La partecipazione è gratuita, senza prenotazione. Per avere maggiori informazioni, è possibile telefonare al numero 02.95.43.98.228/9 o inviare una email a biblioteca.inzago@cubinrete.it.

Augusta Brambilla

Stefano Bonora pubblica il secondo volume de “Il Signore delle Ossa”

Stefano Bonora insieme al fratello Mattia

Stefano Bonora, inzaghese, ha appena pubblicato il secondo volume della serie “Il Signore delle Ossa”(Weird Book). Un fumetto, un’opera prima per l’artista che coniuga la passione per il disegno e la capacità narrativa, frutto di un’idea nata più di dieci anni fa.

“Amante dei fumetti”

Stefano, classe 1986, inizia la sua carriera di illustratore già da giovanissimo, disegnando e apprendendo dalla sperimentazione con supporti e strumenti che vanno dalla matita alla tavoletta grafica.  Una passione per i fumetti che trova radici nell’infanzia e che dà spunto alla voglia di sperimentare.

«Sono sempre stato un amante delle storie a fumetti, ne leggevo di italiani e stranieri fin da bambino. Oltre a disegnare, per qualche tempo mi sono dilettato nell’arte dello scrivere e questa storia si è strutturata a metà tra queste due passioni – ha dichiarato Stefano Bonora – Ho scritto e disegnato questa storia ormai quasi 10 anni fa, voleva essere una sorta di critica sociale, fondamentalmente, senza troppo prendersi sul serio ma con un messaggio di fondo, preferisco lasciarlo figurare ai lettori».

L’Arcidiavolo e l’uomo

Il Signore delle Ossa narra l’avventura dell’Arcidiavolo Azhuryug che, da secoli  esiliato all’inferno sul suo trono di ossa, decide di intraprendere un viaggio per tornare a manifestare la sua influenza demoniaca sull’essere che più lo attrae tra tutte le dimensioni raggiungibili, l’uomo. 

«La storia narra l’avventura dell’Arcidiavolo Azhuryug e il suo desiderio di giungere tra gli esseri umani, creature che innumerevoli anni addietro lo avevano dilettato e che ora vuole ritrovare per porre rimedio alla sua tremenda noia, essendo relegato sul suo trono di ossa in uno dei più desolati gironi dell’inferno – ha sottolineato Stefano Bonora – Disegnare questo fumetto è stato essenzialmente uno sfogo, volevo creare una storia mia, con disegni al meglio delle mie possibilità, che a quell’epoca si sono espresse in tavole ricche di dettagli e dense di oscurità. Ho potuto esprimere quello che volevo senza vincoli, sia stilistici che di contenuti. Ringrazio Weird Book per avermi dato l’opportunità di vederlo stampato e distribuito in tutta Italia».
Tra battaglie, trappole e indovinelli, l’odissea dell’Arcidiavolo giungerà verso mete inaspettate, mostri colossali e colpi di scena epici.

«La scelta di dividere l’opera in due volumi in realtà è stata posta dell’editore, come anche la necessità di trovare un titolo più “accessibile” del mio Azhuryug – ha spiegato Stefano Bonora – “Il Signore delle Ossa” è stato comunque deciso da me in quanto descrive alla perfezione il personaggio principale. Mio fratello Mattia ha realizzato il bellissimo lettering del titolo».

Un artista poliedrico

Stefano continua a dipingere quadri, a comporre tele anche se, tra gli innumerevoli progetti futuri, strizza ancora l’occhio al fumetto.

«Sto lavorando attualmente a due progetti, sempre a fumetti, uno per l’estero e uno italiano. Lavorare come fumettista è davvero una figata e al momento mi ci voglio dedicare completamente, ritagliandomi però del tempo per continuare a dipingere quadri – ha concluso Stefano Bonora – Grazie per avermi dedicato questo spazio e i due volumi li potete ordinare direttamente da me, dalla mia pagina Instagram stebonora o sul sito Weird Book, oppure richiederlo in fumetteria».

Augusta Brambilla

I ragazzi di Inzago a “lezione” dai Bonora Brothers

immagine di repertorio

Hai voglia di stare insieme all’aria aperta? E magari sperimentare nuove attività? L’Amministrazione comunale di Inzago in collaborazione con l’Associazione Ohana ha organizzato il campus estivo “Out-Line” che si terrà dal 12 al 23 luglio presso il Parco di Villa Cornaggia. Il progetto è rivolto agli adolescenti dai 13 ai 18 anni con l’obiettivo di riportarli ad attività svolte in presenza e in compagnia dei coetanei.

Attività sportive, artistiche, painting e fumetto

Ritornare a stare insieme, dopo i mesi segnati dalla pandemia da Covid-19 e dalla sospensione delle attività didattiche è un modo per permettere ai ragazzi e alle ragazze di tornare a condividere spazi e tempi insieme. 

Diverse le progettualità attinenti al campus “Out-Line” quali, solo per citarne alcune, le attività sportive, realizzate in collaborazione con le società sportive inzaghesi “Roller Skating Inzago” e “G. Funakoshi Karate-Do” ASD, e le attività artistiche. Tra le iniziative artistiche verranno proposti i laboratori di painting e di fumetto con la collaborazione dei “Bonora Brothers”.

«I due laboratori nascono con l’intento di riavvicinarsi a un gruppo di giovani per tornare a socializzare insieme – hanno dichiarato Stefano e Mattia Bonora – Attraverso l’attività creativa legata al disegno e al mondo della calligrafia cercheremo di mettere in campo le nostre capacità tecniche, finalmente in presenza, per momenti di condivisione, di svago e di divertimento».

Il campus sarà attivo da lunedì a venerdì nelle due settimane 12-16 luglio e 19-23 luglio, dalle 9.30 alle 12.30 e dalle 14.30 alle 17.30. Agli iscritti sarà data la possibilità di fermarsi anche durante la pausa, consumando pranzo al sacco portato da casa, e alla presenza del personale educativo.

Il progetto, gratuito, verrà attivato con un minimo di 15 iscritti e potrà accogliere un massimo di 40 ragazzi. 

Augusta Brambilla

A Inzago ritorna il Concorso SuperElle

Ph: Anna Tempesta

Anche quest’anno la Biblioteca Civica di Inzago promuove il Concorso SuperElle, un’occasione di lettura rivolta ai bambini e ragazzi delle scuole della primaria. L’appuntamento per iscriversi e ritirare il catalogo è per sabato 5 giugno alle 10.30 nel parco della Biblioteca con l’animazione di Anna Tempesta.

Superlettori e Superlibri

Una sfida di lettura per diventare Superlettori che propone ogni anno un catalogo di libri selezionati dai bibliotecari che i partecipanti leggono e votano. Il Concorso inizia il 7 giugno e si conclude il 31 agosto e ad ogni edizione, sulla base dei voti espressi dai ragazzi, vengono poi eletti i Superlibri, ossia i libri che hanno ricevuto più votazioni entusiastiche, e i Superlettori tra tutti coloro che hanno partecipato.

«L’intento di questo importante evento – si legge sul sito del Comune di Inzago – è quello di diffondere il più possibile il piacere della lettura e della libera scelta dei libri, in modo che i bambini possano esplorare la biblioteca e conoscere le magiche avventure che si vivono tra le pagine di un libro».

L’edizione di quest’anno ha una novità, ovvero la premiazione alla classe più numerosa che vi ha aderito. 

«Abbiamo pensato di proporlo anche quest’anno per dare una possibilità ai ragazzi e alle ragazze di tornare a trovarci e di immergersi nel mondo magico della lettura, dopo questo lungo periodo di assenza di contatti dovuto alla situazione pandemica – si legge in una nota della biblioteca civica – I bambini possono ritirare il catalogo in Biblioteca nei giorni e negli orari di apertura con il regolamento per l’iscrizione oppure venire nel parco della Biblioteca sabato 5 giugno alle 10.30.Vi aspettiamo!».

Augusta Brambilla

Inzago, aperte le iscrizioni al Centro Ricreativo Estivo 2021

L’Amministrazione comunale di Inzago ha comunicato che è stato attivato il “Centro Ricreativo Estivo 202” organizzato dalla cooperativa sociale “L’Airone”, in collaborazione con la città di Inzago, rivolto ai bambini, residenti e non, della Scuola primaria, delle elementari e delle medie.  Le diverse proposte hanno l’obiettivo di andare incontro ai bisogni delle famiglie e diffondere tra i bambini e le bambine valori e principi tra cui l’amicizia, la condivisione e l’integrazione. 

Esperienze colorate e multiformi

Il progetto “I cappuccetti colorati- Ritroviamoci” è dedicato ai bambini della Scuola dell’infanzia, mentre il progetto “Il Mago di Oz- Ritroviamoci” è per i bambini della Scuola primaria. Le attività proposte sono le discipline motorie e artistiche quali, solo per citarne alcune, il laboratorio educativo, multi esperienziale, di cucina, teatrale e lo spazio verde. Ci sarà l’opportunità di seguire un laboratorio di lingua inglese, mezza giornata alla settimana, tenuto da un insegnante/educatore madrelingua o titolato per un approccio ludico. 

La sede è la Scuola Primaria “A. Sturiale” del Villaggio Residenziale, con la possibilità di utilizzo del giardino dell’adiacente Scuola dell’Infanzia “J. Mirò” per i bambini della scuola dell’infanzia. Verrà attivato il servizio di trasporto dal centro paese al Villaggio.

La serata di presentazione avverrà il 27 maggio alle 18.30 sulla piattaforma Zoom. Il Centro Ricreativo Estivo durerà dal 14 giugno al 27 agosto, mentre i bambini della scuola dell’infanzia inizieranno il 5 luglio e finiranno il 27 agosto. Sarà possibile usufruire del servizio di pre centro e post centro. L’accesso sarà scaglionato per evitare eccessivi assembramenti all’esterno della Scuola. 

“Oltre la paura: sconfiggiamo il virus!”

La cooperativa “L’Airone”, selezionata quale soggetto meritevole all’interno del bando “Edu-care”, pubblicato dal Dipartimento per le Politiche della Famiglia, offrirà, quale integrazione delle normali attività previste nel Centro Ricreativo Estivo, una serie di proposte rivolte non solo ai bambini, ma anche alle famiglie, che verranno organizzate in orario extra e sia in presenza che attraverso i canali online.

Tante e interessanti le progettualità come il co-gaming tra bambini e genitori, le attività svolte insieme ai nonni, i giochi di ruolo sviluppati su specifiche piattaforme online, webinar settimanali, in orario serale, indirizzati ai genitori e condotti da psicologi dello sviluppo, da pediatri e da medici.

Augusta Brambilla

“4 passi per Inzago”: alla scoperta del territorio

Qualche idea per il fine settimana da trascorrere all’aperto? L’Associazione culturale Art-U ha organizzato l’evento “4 passi per Inzago” con due itinerari, a partecipazione gratuita, attraverso le bellezze storiche e naturalistiche del territorio. “4 passi nel borgo delle ville” è l’itinerario 1 che si svolgerà sabato 29 maggio e sabato 5 giugno e “4 passi lungo le vie d’acqua” è l’itinerario 2 in programma domenica 30 maggi e domenica 6 giugno.

Terra e acqua

Inzago è attraversato a sud dal Naviglio della Martesana che lo divide quasi in due parti ed è lambito e attraversato a nord dal Canale Villoresi. Il Naviglio Martesana offre alcuni paesaggi particolari e, nella storia, ha attratto nobili e borghesi che hanno fatto sorgere le loro dimore estive e che ancora oggi sono un bene per la comunità e, fra le più famose, ci sono Villa Aitelli, Villa Magistretti, Villa Rey e Villa Facheris.

Il primo itinerario “4 passi nel borgo delle ville” porterà i partecipanti alla visita del centro storico con le sue stradine strette, le piazze, i vicoli e le ville di delizia, testimonianza di un passato nobile e ricco di avvenimenti. Si potranno ammirare Palazzo Piola, Villa Gnecchi Ruscone con la storia di Lucia Marliani, la Chiesa Parrocchiale e la storia della Sindone di Inzago, Palazzo Moneta e Casa Ugenti Sforza, la Roggia Crosina e Villa Marietti con la storia del Casino. Il ritrovo per la visita guidata è alle 16.30 di fronte al Palazzo Piola. 

Il secondo itinerario “4 passi lungo le vie d’acqua” sarà un viaggio lungo la via d’acqua rappresentata dal Naviglio Martesana che porta con sé la memoria di  un tempo passato  ma ancora percepibile di ciò che resta negli approdi, nei ponti, nelle sciostre. Le acque che rappresentavano la vita, che scorrevano nelle rogge paesane, che muovevano mulini e riflettevano le eleganti architetture delle ville nobiliari. 

I luoghi, visitabili solo all’esterno, sono la Conca, la Villa Visconti e l’ex Oratorio di San Carlo al Lazzaretto, Villa Rey e il ponte superiore, i vecchi mulini idraulici, il Ponte Inferiore e Villa Aitelli, la Piazzetta e Palazzo Marchesi e il guado di Piazzetta Marietti. Il ritrovo per la visita guidata è fissato alle 10 presso il Parco della Conca.

Dal 20 maggio è possibile chiedere informazioni e iscriversi chiamando la Biblioteca Civica al numero 02.95.43.98.229 o inviando una email a biblioteca.inzago@cubinrete.it.

Augusta Brambilla

Inzago, tre incontri su ambiente e cambiamenti climatici

“Greenzago” dedica una rassegna di tre appuntamenti –  “L’Onda verde-Onda Verde continua” – all’ambiente e ai cambiamenti climatici che si terranno il 14, 21 e 28 maggio alle 21.00 in diretta streaming. Il progetto ha l’obiettivo di sensibilizzare, far conoscere e mettere in campo azioni semplici e alla portata di tutti per contrastare gli effetti dei cambiamenti climatici.

Onda Verde

Greenzago è un gruppo di persone che hanno un interesse comune alle tematiche ambientali e al futuro del pianeta e che si pone l’intento di informare e divulgare buone pratiche di rispetto e tutela del territorio.

«Il progetto “Onda Verde” nasce dalla nostra volontà e dal desiderio di molti cittadini inzaghesi di aumentare il patrimonio del verde e, nello stesso tempo, combattere e mitigare, anche a scala comune, l’effetto dei cambiamenti climatici – ha dichiarato Greenzago – 107 essenze arboree sono state messe a dimora nei mesi di aprile e maggio donate dall’Ente Regionale Forestale, Ersaf, che mette a disposizione fino a 50 piantine di vivaio gratuite per i Comuni, e dalla società Kennedy Energia srl».

Il progetto “Onda verde” fa parte del calendario ufficiale degli appuntamenti del Ministero della Transizione Ecologica, in collaborazione con il programma “Connect4Climate” di Banca Mondiale e con il supporto della Regione Lombardia e del Comune di Milano.

«Un grandissimo orgoglio per il nostro gruppo – ha sottolineato Greenzago – perché parteciperemo a un’iniziativa di rilevanza nazionale e europea con lo scopo di sensibilizzare i cittadini nel conseguire gli obiettivi sull’ambiente e sul clima».

Mitigazione, ecologia e agricoltura sostenibile

Il primo appuntamento “Cambiamenti climatici: cause, effetti e strategie di mitigazione” è fissato il 14 maggio avrà come relatore Stefano Caserini, docente del Politecnico di Milano. L’idea è di dare una visione generale della problematica legata ai cambiamenti climatici, descrivendone le cause, gli effetti e le azioni che, partendo da un contesto globale, si possono compiere nella quotidianità.

Il 21 maggio si affronterà il tema “L’importanza del Verde come bene comune sul territorio comunale”, relatore Luigino Pirola, architetto paesaggista e docente all’Università degli Studi di Genova. La pianificazione urbana per garantire i servizi ecosistemici, le caratteristiche del territorio e quali gli effetti di mitigazione dei cambiamenti climatici. Verrà presentato il progetto di piantumazione “Onda Verde” realizzato dal gruppo Greenzago.

Il 28 maggio si parlerà dei temi della produzione alimentare di verdura a Kmzero e dell’autoproduzione attraverso la presentazione di due realtà inzaghesi, il progetto “Rotolana” di Agricoltura Sociale BIO e “Ortolando” degli orti condivisi. 

«Abbiamo voluto organizzare questi incontri trattando argomenti vicini alla vita di tutti i giorni, mettendo in risalto non solo il problema del clima, che è ormai nella percezione e nella coscienza di molti, ma, soprattutto, quali possono essere le soluzioni: occorre che tutti, dai singoli cittadini alle Amministrazioni che governano il territorio, si concentrino sull’ideazione e attuazione di progetti pratici e concreti per migliorare l’ambiente in cui viviamo – ha dichiarato Greenzago -Auspichiamo che questi incontri informativi possano contribuire alla sensibilizzazione sui problemi che abbiamo di fronte e sulle soluzioni urgenti che devono essere date; speriamo che Onda Verde possa essere una piccola azione capace di generare cambiamento, utile a stimolare idee e iniziative di chiunque altro voglia intervenire sul proprio territorio».

Gli incontri si svolgeranno su www.facebook.com/greenzagopage e sul sito www.greenzago1.wordpress.com e resteranno disponibili alla visione.

Augusta Brambilla

A Inzago al via un percorso di socialità condivisa

L’Amministrazione comunale di Inzago ha comunicato di aver aperto il Bando pubblico per la formazione di una graduatoria per la concessione, in uso temporaneo, ai cittadini di 11 Orti Urbani in via Pastore. L’obiettivo è quello di promuovere l’impiego del tempo libero in attività che favoriscano la socializzazione e incoraggino un rapporto diretto e attivo con la natura e la trasmissione di conoscenze e tecniche naturali di coltivazione. 

Rigenerare la Terra

Gli orti urbani sono appezzamenti di terreno coltivabili a scopo non commerciale e concessi ai privati cittadini in via temporanea. Sono porzioni di verde attrezzato che incentivano l’aggregazione, favoriscono un uso costruttivo del tempo libero e contribuiscono a riqualificare aree urbane dismesse o degradate.

Il Comune di Inzago si pone anche l’intento di sostenere la socialità e la partecipazione dei cittadini e la relativa possibilità di aggregazione, insegnare e diffondere tecniche agricole e stagionalità dei prodotti, favorire l’attività di educazione ambientale e educazione alimentare, tutelare la fertilità dei suoli, incentivare il risparmio idrico e sostenere il riciclo dei rifiuti, con applicazione delle tecniche di compostaggio.

Vi possono aderire i cittadini residenti che sono pensionati, o non, che hanno compiuto 50 anni di età, che non sono agricoltori, che non hanno in uso, in possesso, in affitto o in proprietà appezzamenti di terreni coltivabili posti nel territorio comunale o in altri comuni della provincia di Milano e che non hanno posizioni debitorie di qualsiasi tipo nei confronti del Comune. 

A ciascun nucleo familiare non è concesso più di un orto e la durata della concessione è stabilita in 5 anni. 

La domanda di partecipazione, disponibile sul sito www.comune.inzago.mi.it, deve essere compilata unicamente sugli appositi moduli e consegnata presso l’ufficio Comune Aperto, al Centro Culturale Comunale De André entro e non oltre le 12.00 del 26.05.2021. 

Augusta Brambilla