martedì, 15 Giugno 2021

Gorgonzola si anima con la rassegna “Un′estate da vivere”

L’Amministrazione comunale, con la collaborazione di Fieri della Fiera, Pro Loco Gorgonzola, Comunità Pastorale “Madonna dell’Aiuto”, Gruppo Cogeser, Confcommercio -Associazione territoriale di Gorgonzola- ha organizzato la rassegna “Un’estate da vivere”. L’obiettivo è quello di offrire un carnet di appuntamenti ed eventi, gratuiti e aperti a tutta la cittadinanza, per trascorrere il periodo estivo in compagnia pur restando in città (qui il programma completo).

Estate in compagnia

Il mese di giugno segna il periodo di riaperture dopo mesi di ristrettezze causate dalla pandemia e la città, a partire dalla Festa della Repubblica si animerà di eventi e iniziative che si terranno nel centro storico, che diventerà area pedonale ogni 15 giorni, e nelle “isole” cittadine, luoghi deputati a diventare occasioni di festa, con una serie di iniziative dedicate allo svago e all’intrattenimento.

Tra le innumerevoli e variegate proposte, solo per citarne alcune, si potrà assistere a spettacoli di musica e danza, a performance di teatro e di cabaret, si potrà partecipare a laboratori per le famiglie e i bambini e assistere a esibizioni dal vivo di gruppi e/o singoli artisti. 

«In questo tempo dedicato all’estate si è riusciti a predisporre una serie di eventi che permettono di portate all’interno della città differenti e interessanti proposte – ha dichiarato il sindaco Angelo Stucchi Andremo a chiudere il centro storico, con cadenza quindicinale, nelle serate di venerdì e di sabato per favorire la mobilità delle persone in spazi all’aperto dove è bello poter stare insieme e , nello stesso tempo, aiutare anche le attività commerciali e negli altri quindici giorni di andare a portare gli eventi nei luoghi che abbiamo definito “isole”, con l’intento di offrire occasioni di festa».

Augusta Brambilla

No Banner to display

Al Marconi di Gorgonzola si mescolano geometria e cucina pugliese

Il Marconi  di Gorgonzola propone un laboratorio esperienziale alternativo.  La geometria applicata alla cucina pugliese coinvolge gli alunni della classe 3°F Itis indirizzo informatico

Un’esperienza comunitaria di apprendimento e condivisione. L’Istituto Tecnico-Liceo Scientifico “G.Marconi” di Gorgonzola ha avviato un laboratorio di geometria applicata alla cucina che ha visto impegnati la docente di matematica, Elena Rizzi, e gli studenti della classe 3°F Itis indirizzo informatico per una lezione insolita che ha coniugato l’apprendimento della matematica e l’applicazione delle sue regole con momenti importanti di socializzazione.

“Socializzazione, interazione e collaborazione”

Un’esperienza comunitaria di apprendimento e condivisione, avvenuta nel contesto scolastico ma con modalità di svolgimento che si sono dimostrate attrattive e coinvolgenti per i ragazzi e le ragazze.

«L’idea del laboratorio esperienziale nasce dallo studio della circonferenza e poi della circonferenza goniometrica – ha dichiarato Maria Elena Rizzi – Dopo un anno difficile, come quello vissuto a causa della pandemia da Covid-19, ho pensato di proporre un laboratorio in cui si legasse la teoria alla pratica, poiché spesso gli alunni interpretano la matematica come qualcosa di altro rispetto alla realtà».

Il laboratorio prevedeva l’utilizzo di 500 gr di pasta fresca, preparata in anticipo a casa dalla docente, che sono state utilizzate per dare forma alle orecchiette, uno dei piatti tipici pugliesi che, proprio per la loro dimensione, si sono ben prestati alla spiegazione pratica della circonferenza e all’applicazione dell’uso delle proporzioni. 

«Il corso di ‘geometri applicata’ha conquistato tutti:alunni, docenti ed educatori presenti in quel momento in classe – ha sottolineato Maria Elena Rizzi –La manualità degli studenti è stata eccezionale. Hanno imparato in fretta e si sono aiutati vicendevolmente. Inoltre, a fine lezione, i loro “capolavori “sono stati depositati in sacchetti alimentari e mostrati ai docenti delle ore successive e poi ai loro genitori. La felicità e l’allegria persa da tempo è ritornata sui loro volti e questa è stata la gioia maggiore condivisa».

Un progetto condiviso con la classe per un percorso che, oltre ad essere didattico, si inserisce in un contesto generale legato del ruolo della scuola quale promotore della socializzazione, dell’interazione e della collaborazione tra gli insegnanti e gli alunni.

«L’entusiasmo è stato totale: tutti i ragazzi sono arrivati a scuola muniti di tagliere di legno e tanta voglia di imparare a fare la pasta fresca che poi in serata avrebbero degustato per cena con i genitori – ha concluso Maria Elena Rizzi – Ritengo che tale laboratorio resterà nei loro ricordi come un momento piacevole e questa volta l’argomento circonferenze non sarà rimosso a settembre, al rientro delle vacanze estive, ma ben situato nel loro bagaglio culturale».

Augusta Brambilla

No Banner to display

A Gorgonzola l’Istituto “G.Marconi” sale sul podio della finale Debate 2020-2021 “Exponi le tue idee”

L’edizione 2020-2021 del progetto Debate “Exponi le tue idee” #ClimateofChange è giunta al termine. La classe 4BL “Opinioni senza opinionisti” dell’IstitutoTecnico-Liceo Scientifico “G.Marconi” di Gorgonzola si è classificata al terzo posto, pari merito con altre squadre, per il numero delle sfide e sesta per il punteggio attribuito dalla giuria. L’obiettivo della competizione educativa di dibattito scolastico è quello di stimolare i giovani a riflettere sull’emergenza ambientale. 

Agire per il pianeta

L’iniziativa “Exponi le tue idee” a cura di WeWorld tra Istituti Secondari di Secondo Grado rientra nel progetto “End Climate Change, Start Climate of Change” e coinvolge 16 organizzazioni europee. Il tema di quest’anno era dedicato alle questioni ambientali con l’intento di coinvolgere e stimolare i ragazzi ad adottare uno stile di vita sostenibile e equilibrato, sia per il metodo che per gli argomenti, con una valenza anche nell’ambito dell’Educazione Civica e dei percorsi PCTO, Percorsi per le Competenze Trasversali e per l’Orientamento.

«Nell’anno della pandemia siamo riusciti a mettere a confronto più di 1600 giovani in tutta Italia – ha dichiarato Ilaria Martini referente di WeWorld Onlus -È stata una grande emozione poter conoscere ragazzi e ragazze così entusiasti e appassionati nel discutere tematiche complesse: abbiamo constatato che gli studenti hanno gli strumenti per valutare l’operato delle generazioni più grandi, e le idee chiare su quali sono le priorità degli anni a venire, a partire dal contrasto ai cambiamenti climatici».

Debaters

Il terzo posto ottenuto dagli studenti della classe 4BL, Buonocore Martina, Di Donato Sofia, Incerto Davide,Portelli Alessia, Squallacioti Sofia e Vergani Sara con la professoressa Carmen Oliva, è testimonianza di quanto le giovani generazioni siano attente alle tematiche legate al clima, ai cambiamenti climatici  e alla salvaguardia del pianeta Terra. 

«La forza del Debate è quella di favorire gli incontri tra opinioni differenti, evitando rigidità estreme, e sono felice di constatare che i nostri debaters siano riusciti a vincere tre delle quattro sfide disputate, riconoscendo l’alto valore formativo dei questa esperienza sia sul piano comunicativo che contenutistico – ha dichiarato Carmen Oliva I ragazzi sono maturati tantissimo dall’inizio di questa esperienza, in una crescita repentina sia a livello formativo come forma e contenuti che strategie, dibattiti e argomentazioni. Hanno proposto e argomentato tesi e antitesi valide e la forza nel costruire un confronto sia dal punto di vista civico che tecnico».

La classe 4BL è arrivata alla finale a seguito delle quattro sfide di istituto a cui hanno partecipato anche gli studenti delle classi 3BL, 3CL, 3DL, 3EI, 3FI, 4AL, 4BE e 4DI coadiuvati dai docenti Casella, De Luca, Marengoni, Merlini, Percia e Pietrarca. 

«Ringrazio infinitamente la professoressa Micaela Mander che si è occupata dell’organizzazione delle sfide e che ci ha sostenuti per tutta la durata del progetto così come il Dirigente scolastico, Alessandro Colombo che, oltre ad avere promosso l’iniziativa l’anno scorso, ci ha fortemente incoraggiati – ha concluso Carmen Oliva – Un ringraziamento alle colleghe e agli studenti di tutte le classi che hanno partecipato a questa interessante e motivante sfida educativa».

Augusta Brambilla 

No Banner to display

Gorgonzola, il 2 giugno si inaugura la mostra “Fantasie Familiari”

Palazzo Pirola torna a riaprire le sue sale e accoglie la mostra “Fantasie Familiari” dell’artista gorgonzolese Anna Rossi. Un percorso dedicato alla sua città natale e al contesto quotidiano vissuto da bambina. Colori e natura si fondono agli oggetti presenti nella casa di origine e creano le suggestioni per pensieri fantasiosi e giochi d’infanzia. 

Ricordi suddivisi in capitoli

Anna Rossi, classe 1970, si diploma in pittura all’Accademia di Belle Arti di Brera di Milano. Nel 1997 frequenta il Corso di specializzazione post-laurea “Organizzazione e Comunicazione delle Arti Visive”. Vive e lavora a Bologna.

Il processo artistico di Anna Rossi è incentrato sull’evocazione di storie, paesaggi ed esistenze incontrate nel proprio vissuto quotidiano e stratificate nel tempo in memorie rarefatte. 

«Nel ricordo dell’artista, in quell’epoca in cui tutto appariva nel suo ordine spontaneo, ogni cosa aveva una sua importanza, non c’era spreco o scarto perché anche quel che non serviva veniva conservato, nella certezza che prima o poi sarebbe stato utile – si legge nella presentazione della mostra – Con questa consapevolezza nasce la necessità di trattenere quelle semplici meraviglie che hanno contribuito, nel loro insieme, ad alimentare la sua creatività: le texture dei tessuti, le stampe sui fazzoletti, le grafiche delle carte da regalo, i ricami della dote di famiglia e i paesaggi del naviglio». 

Otto percorsi visivi e sensoriali: Gli Umori della famiglia R., Erbario genealogico, Bandiera fantastica, La mia dote, I tuoi mille pensieri, Ritratto di famiglia, Camminando da qui a lì e Genius Loci. 

«La narrazione espositiva – si legge nella presentazione della mostra – segue un percorso che da un grandangolo si stringe poco a poco mettendo sempre più a fuoco le tappe della formazione di una personalità creativa che, con questa mostra, decide di manifestare il suo riconoscimento a chi ha contribuito a costruire la sua identità d’artista».

L’inaugurazione si terrà mercoledì 2 giugno alle 17.00 a Palazzo Pirola. La mostra resterà aperta dal 3 al 13 giugno, da lunedì a venerdì dalle 16.00 alle 19.00 e sabato e domenica dalle 10.00 alle 12.00 e dalle 16.00 alle 19.00. Il testo critico è curato da Sabrina Samorì e l’introduzione e le didascalie sono di Elisa Schiavina.

Augusta Brambilla

No Banner to display

A Gorgonzola torna il “Gorgo Live Contest 2021- Musica in Libertà”

A Gorgonzola torna, dopo la sospensione del 2020 a causa della pandemia da Covid-19, l’appuntamento con la musica live del “GorgoLive Contest 2021- Musica in Libertà”, che si terrà mercoledì 2 giugno in piazza della Repubblica. Giunto alla sesta edizione, è promosso dall’Associazione Symphònia Musica, con il patrocinio del Comune, la collaborazione della ProLoco, di ANPI, ANDA, GorgoRadio, Gate 23 e arricchito dalla partecipazione di Logos Musica Shop e Ofilab. 

Un’occasione per fare musica

La musica, con le sue innumerevoli sonorità, è la protagonista del “GorgoLive Contest- Musica in Libertà” aperta a band, solisti, cantanti, duo, trio, cover&tribute e inediti. Una manifestazione che è iniziata nel 2015 e che ha permesso a diversi artisti, gorgonzolesi e non, di esprimersi attraverso la musica e di salire sul palco per una festa collettiva.

«Quest’anno si riparte con grande energia e con tutte le precauzioni necessarie – ha dichiarato Luca Nobis presidente dell’Associazione Symphònia – É il primo evento di quest’anno di musica live nei dintorni gorgonzolesi che consente ai ragazzi di esprimersi, attraverso il mondo del suono, su di un palco dove i finalisti, che saranno selezionati, in questi giorni potranno esibirsi. La musica è di per sé libertà di espressione». 

La serata evento si concluderà con il concerto dei vincitori di passate edizioni, Jupiter e ULULA&LaForesta, che si esibiranno insieme ai finalisti. 

«Grazie al sindaco Angelo Stucchi e a tutte le realtà che hanno reso possibile questo evento – ha sottolineato Luca Nobis – Grazie alla ProLoco sarà possibile mangiare deliziose salamelle e birra fresca oltre che una sorpresa tricolore e grazie a ANPI e ANDA sarà possibile “passare” la memoria storica attraverso un intervento sul palco. Ci saranno anche gli interventi di GorgoRadio e Gate23, che presenterà le attività del CAG di Gorgonzola».

L’iscrizione è gratuita e si potrà fare sottoscrivendo il modulo disponibile al sito www.symphonia.org entro il 29 maggio 2021. 

«Tra i diversi premi in palio per i vincitori – ha concluso Luca Nobis – c’è la possibilità di esibirsi a importanti manifestazioni della città di Gorgonzola, un pacchetto di lezioni di musica presso la nostra Scuola e diverse convenzioni con attività commerciali del settore musicale».

Augusta Brambilla

No Banner to display

Gorgonzola, un nuovo campetto da basket vicino al parcheggio di via Don Gnocchi

Un nuovo campetto da basket è stato realizzato vicino al parcheggio di via Don Gnocchi. Un’opera che rientra nei progetti finanziati dalla Legge Regionale del maggio 2020 – “Interventi per la Ripresa economica” – rivolti agli Enti locali e destinati allo sviluppo territoriale sostenibile con l’obiettivo di fronteggiare l’impatto economico dovuto all’emergenza pandemica da Covid-19.

“Aree dedicate ai giovani”

Regione Lombardia ha stanziato 3 miliardi di euro, suddivisi tra gli anni 2020, 2021 e 2022, per supportare gli investimenti a seguito dell’emergenza economica: 400.000.000 euro sono destinati agli Enti locali e alle Provincie e 2.600.000.000  agli investimenti regionali. 

La somma destinata agli Enti locali è indirizzata alla realizzazione di opere pubbliche per lo sviluppo sostenibile, mobilità sostenibile, adeguamento e messa in sicurezza di strade, scuole, edifici pubblici e patrimonio comunale, abbattimento delle barriere architettoniche e interventi per il dissesto idrogeologico e per la riqualificazione urbana, efficientamento energetico, illuminazione pubblica e risparmio energetico.

Il campetto da basket fa parte degli interventi di riqualificazione delle aree e dei parchi pubblici, reso possibile attraverso la partecipazione del Comune al Bando di Regione Lombardia, dal quale ha ottenuto un finanziamento di 700 mila euro.

«È importante – ha dichiarato Nadia Castelli assessore al Territorio – creare aree dedicate ai giovani che possano favorire la socializzazione e le attività per il tempo libero».

Il progetto generale di riqualificazione ha riguardato il parco di viale Kennedy, il parco di Largo Alpini, il parchetto di via Lodi e il parco di via Scarlatti, per un importo totale previsto, solo per i parchi, di 152 mila euro.

«L’intervento si inserisce in un intento di riqualificazione degli spazi esterni che consentono di praticare sport e avere spazi giochi efficienti all’aperto con la disponibilità di attrezzature destinate a diversi target di fruitori e con attenzione anche agli spazi attrezzati per gli adolescenti – ha sottolineato Nadia Castelli – In questa direzione saranno realizzati anche due aree con attrezzature Calistenicsin due zone periferiche, via Mattei e Cascina Antonietta».

Augusta Brambilla

No Banner to display

A Gorgonzola presentato il progetto “Orizzonti estivi 2021-Non possiamo stare fermi”

Il sindaco Angelo Stucchi e l'assessore Nicola Basile

L’Amministrazione comunale ha presentato il 17 maggio, in Sala Consiliare e in diretta streaming, il progetto “Orizzonti estivi 2021- Non possiamo stare fermi”. Otto proposte di Centri estivi promossi sul territorio gorgonzolese e realizzati da Enti o Associazioni in collaborazione con il Comune.  Un’offerta variegata dedicata ai bambini e ai ragazzi, di età compresa tra i 3 e i 15 anni, con attività da svolgersi a piccoli gruppi e prevalentemente all’aria aperta, nel rispetto delle norme di contenimento del contagio da Covid-19.

Un’estate insieme

Differenti le proposte per un’estate all’insegna dello stare insieme: giochi, laboratori, uscite sul territorio, piscina, incontri con ospiti speciali, approccio alla musica con lezioni di coro, attività ricreative di gruppo, natura, sport e altre attività motorie e coordinative.

«In questi anni abbiamo lavorato con le organizzazioni territoriali per aumentare l’offerta sociale della nostra città – ha spiegato Nicola Basile assessore alle Politiche per la famiglia e la persona – Rispetto ai Centri Estivi, in questa direzione, stiamo cercando di restituire in maniera ordinata la ricca e differenziata proposta estiva della nostra città per rispondere alle esigenze delle famiglie residenti».

Tante le progettualità,  “Camp Multisport” di Seven Infinity, “Hurrà” degli Oratori, “Summer Camp” di Gate23R,  “Ripartiamo in Estate” della Gente del Ma.Go, “Magica Estate” della Cooperativa Sociale Onlus La Scatola Magica, “Crescendoinmusica” dell’Associazione culturale Orchestra Crescendo, “Agricampus” di Unica Terra presso la Cascina Pagnana  e “G.Tennis Camp” della Scuola di Tennis.

«Con Seven Infinity abbiamo lavorato per costruire un Camp multisport in partnership con l’Amministrazione comunale ampio e accessibile – ha sottolineato Nicola Basile – con la consapevolezza dell’inevitabile riduzione di posti disponibili legati alla pandemia, abbiamo attivato un coinvolgimento comunicativo con gli altri soggetti attivi, Comunità pastorale “Madonna dell’Aiuto”, Centro di Aggregazione Giovanile Gate23R, La Gente del Ma.Go., La Scatola Magica, Orchestra Crescendo, Cascina Pagnana e G.Tennis, perché inizi a delinearsi una rete che possa rispondere all’esigenza di cura e crescita dei ragazzi nel tempo estivo».

Una variegata offerta di attività ludiche e educative, che si svolgeranno nei mesi estivi, e che vedranno protagonisti i bambini e i ragazzi per un’estate in allegria e spensieratezza.

«A breve, per un’offerta che sia inoltre economicamente sostenibile, sarà pubblicato anche un bando per fornire un contributo alle famiglie mentre per le bambine e i bambini con bisogni speciali sarà condiviso un piano personalizzato in relazione all’offerta territoriale – ha spiegato Nicola Basile – L’auspicio è che quest’estate possa essere una ripartenza non solo per i nostri bambini, ragazzi e giovani ma anche per tutta la comunità».

«Stiamo pensando a un momento finale, a qualche sorpresa che possa metterci insieme, tutti i nostri bambini e le nostre famiglie, per fare festa – ha concluso il sindaco Angelo Stucchi Grazie a tutti voi e a tutto il settore Servizi alla Persona che ha reso possibile questa organizzazione in poche settimane». 

Augusta Brambilla

No Banner to display

Gorgonzola, dal 17 maggio al via due interventi di manutenzione

L’Amministrazione comunale di Gorgonzola ha comunicato che, salvo avverse condizioni meteo, da lunedì 17 maggio partiranno le opere per il rifacimento del manto stradale in alcune vie cittadine. Nell’ambito dei lavori di manutenzione straordinaria delle ciclovie, riprenderanno il 17 maggio, i lavori di asfaltatura della strada Alzaia lungo il Naviglio Martesana, itinerario ciclopedonale in gestione a Città Metropolitana di Milano. 

Alzaia più sicura e fruibile

Le attività di asfaltatura della strada lungo il Naviglio Martesana erano stati avviati lo scoro marzo nelle tratte interessate dei comuni di Cassano d’Adda e Inzago. 

Ora le nuove opere vanno da Bellinzago Lombardo, via Roma, a Gorgonzola, sottopasso alla Strada Padana Superiore SP ex SS11 e da Gorgonzola, via Milano in corrispondenza del sottopasso alla SP13 e fino a Cassina de’ Pecchi, via Vittorio Veneto. 

«L’intervento inizierà il 17 maggio e terminerà il 31 maggio, per due settimane, con qualche disagio – si legge sul sito del Comune – L’obiettivo è quello di restituire un’infrastruttura più sicura e meglio fruibile». 

La viabilità, durante l’esecuzione delle opere, vede la chiusura dei tratti interessati e l’interdizione al passaggio, consentendo solo l’accesso ai residenti. Inoltre, la strada Alzaia verrà sempre riaperta a fine giornata, al termine delle opere.

Rifacimento manto stradale

I lavori di rifacimento del manto stradale e posizionamento della segnaletica riguarderanno le vie Brescia, dall’intersezione con via Cremona sino all’intersezione con via per Cascina Antonietta, via Roma nel tratto compreso tra via Mazzini e via Oberdan, via Pessina e via Mazzini nel tratto compreso tra via Roma e via Matteotti. 

Al fine dello svolgimento delle opere, l’ordinanza della Polizia Locale  istituisce il divieto di sosta e la chiusura temporanea della viabilità con accesso limitato ai soli residenti.  

«All’Impresa esecutrice dei lavori – si legge sul sito del Comune – è altresì demandato l’onere di informare tempestivamente, prima dell’avvio dei lavori, la Società del Trasporto Pubblico Autoguidovie di Melzo circa l’impossibilità del transito sul tratto interessato dai lavori di via Mazzini».

Augusta Brambilla

No Banner to display

“Gorgonzola Tour in pillole n.1”: alla (ri)scoperta dei luoghi della memoria

Il progetto “Gorgonzola Tour in pillole n.1” è promosso dall’Associazione Concordiola, con il patrocinio del Comune, sostenuto dalla Biblioteca Civica “F.Galato” e realizzato graficamente da Sensibili alla Carta. L’obiettivo è quello di andare alla scoperta e riscoperta dei luoghi della memoria, attraverso notizie, curiosità, giochi, indovinelli e amenità, in un tour inusuale alla scoperta di piccoli scrigni di arte, cultura, storia e bellezza.

Meraviglie del territorio

L’iniziativa, patrocinata dal Comune tramite i contributi alle associazioni 2020, è  un invito a esplorare e conoscere Gorgonzola utilizzando modalità e strumenti diversi. 

«L’associazione Concordiola ha fatto proprio il progetto di Cinzia Panarco di Sensibili alla carta di realizzare tre itinerari di visita virtuale alla città di Gorgonzola, per mettere a disposizione di tutti un semplice e divertente strumento di lettura della complessa storia della nostra città – ha dichiarato l’associazione Concordiola – Il progetto è stato presentato all’Amministrazione che trovandolo valido ha elargito alla nostra associazione il contributo necessario alla realizzazione».

Cinzia Panarco di “Sensibili alla carta”  ha curato l’ideazione creativa e grafica dei tre itinerari, mentre Marco Cavenago e Cristina Ricci hanno fornito parte dei testi di approfondimento.

Il primo appuntamento porterà i cittadini, e non, alla scoperta di Ca’ Busca e la famiglia Serbelloni, il Parco Sola Cabiati e la Chiesa Prepositurale SS.Gervaso e Protaso. É possibile partecipare al tour dal pc, dal tablet e dallo smartphone, camminando e passeggiando per le vie cittadine o restando a casa. 

«Tutti si possono avvicinare alla scoperta di antiche e nuove realtà: bambini, giovani, adulti, famiglie e anche chi non abita in città ma ne è attratto – ha sottolineato l’Associazione Concordiola – Un progetto tra luoghi conosciuti, poco conosciuti o dimenticati per una comunità che riscopre e condivide il suo patrimonio storico e culturale. Noi ci rendiamo disponibili ad accompagnare piccoli gruppi di visitatori, non appena le condizioni sanitarie lo permetteranno, a visitare tutti luoghi presentati in pillole».

Augusta Brambilla

No Banner to display

All’Istituto Marconi di Gorgonzola prende vita il “Progetto Biblioteca”

Ph: Istituto Marconi/Facebook

Il “Progetto Biblioteca” dell’Istituto Tecnico-Liceo Scientifico “G.Marconi” di Gorgonzola prende forma. Un percorso, appena iniziato, che porterà alla realizzazione di una Biblioteca scolastica che sarà anche uno spazio polifunzionale, non solo dedicato alla lettura, ma a differenti progettualità.

“Rafforzare il senso di appartenenza”

L’allestimento della Biblioteca è iniziato nei mesi scorsi e durante il periodo estivo verrà ampliato, tinteggiato e dotato di arredi funzionali destinati a diverse attività: una sezione dedicata allo studio e una per la consultazione e il prestito, che sarà attivo dal prossimo anno scolastico. Attualmente, è in corso la fase di selezione, di inventario e di catalogazione del patrimonio librario che è frutto anche di donazioni esterne e che attiene, non solo a argomenti generali, ma anche di indirizzo.

«Tre anni fa guardando quegli scaffali pieni di tesori letterari ma inaccessibili, ho pensato di ideare il progetto che però si è dimostrato, fin da subito, estremamente complesso da realizzare anche perché all’inizio non c’era neanche un’aula dedicata e non esisteva un inventario o un elenco dei volumi – ha dichiarato Carmen Oliva referente del progetto Biblioteca –  Ad oggi vedere che la biblioteca sia a un passo dalla sua apertura è davvero molto importante e questo è stato possibile solo grazie al contributo delle colleghe. Sono felice che l’allestimento stia divenendo una sorta di lavoro collaborativo svolto da docenti e personale Ata; mi auguro che in futuro potranno partecipare anche gli studenti. D’altronde il fine ultimo del progetto è proprio il rafforzamento di una sorta di senso di appartenenza».

Una realtà al servizio di tutti

Il Progetto Biblioteca è pensato con una durata pluriennale e lo spazio sarà destinato a diverse attività quali, solo per citarne alcune, le iniziative, le attività creative e gli incontri. 

«La nostra è una biblioteca in divenire sia per il processo di allestimento che per i futuri utilizzi e abbiamo provato a valorizzare il patrimonio librario già in possesso del nostro Istituto ma non utilizzato – hanno spiegato Micaela Mander e Carmen Oliva referenti del progetto Biblioteca – Questo però è solo il punto di partenza perché ci auguriamo che negli anni a venire la biblioteca diventi davvero uno spazio di incontro, confronto e formazione al servizio della comunità scolastica».

Nell’ambito del progetto l’Istituto ha aderito alla rete di Scuole Biblòh! che prevede l’attivazione di un abbonamento al portale MLOL, MediaLibraryOnLine, Scuola con l’obiettivo di offrire a tutta la comunità scolastica, studenti, docenti e personale ATA, l’accesso alle risorse digitali. 

«Vorremmo al più presto coinvolgere anche gli studenti, vero motore della nostra scuola, per esempio attraverso un concorso per realizzare interventi che possano far acquisire alla biblioteca anche un valore identitario affinché tutti possano sentirla un po’ propria – hanno concluso Micaela Mander e Carmen Oliva – Ci piacerebbe inaugurarla attraverso diverse iniziative connesse alla settimana della lettura. Ci sentiamo in dovere di ringraziare il nostro preside che ha creduto fortemente nel progetto; un ringraziamento anche a tutti i docenti che con il loro contributo hanno reso possibile la realizzazione di queste prime fasi». 

Per avere maggiori informazioni, è possibile consultare la pagina dedicata dell’Istituto Marconi 

Augusta Brambilla

No Banner to display