mercoledì, 12 Maggio 2021

SPECIALE NATALE
EVENTI IN MARTESANA DAL 19 AL 25 DICEMBRE

BRUGHERIO
Per ben tre giorni (Venerdì 19, Domenica 21 e Martedì 23 dicembre) gli adolescenti e i giovani della Comunità Pastorale Epifania del Signore porteranno nelle ore serali la gioia in alcune zone della città (zona San Bartolomeo, San Carlo, San Damiano e Sant’Albino). attraverso canti natalizi.

Giornata di concerti Sabato 20 Dicembre! Alle ore 17.00 presso l’auditorium civico San Giovanni Bosco, il Corpo musicale S. Damiano e S. Albino proporrà il suo “Brugherio Junior Band  & Casorate Junior Band in concerto”. In serata, nell’ambito della rassegna “Imago Magi”, alle ore 21.00 si terrà nella Parrocchia San Bartolomeo in piazza Roma il concerto di organo a quattro mani “Quando la musica è gioia”: Davide Curioni e Giusi Tunici eseguiranno musiche di Bach, Mozart e Brahmpser.

Domenica 21 dicembre a partire dalle ore 15.00 sfilerà per le vie di S. Damiano il Corpo Musicale S. Damiano-S. Albino, per augurare a tutti i cittadini un felice natale. Sarà inoltre una giornata piena di sorprese, con tante iniziative organizzate dall’Unione Commercianti di Brugherio, con anche spettacoli sul ghiaccio.

Martedì 23 dicembre al Cineteatro San Giuseppe, appuntamento alle ore 21.00 con “Colpi di scena”, il concerto gospel “Summertine the train of energy”.

Il giorno della vigilia di Natale ci sarà il bellissimo presepe vivente all’oratorio San Giuseppe di via Italia e inoltre, a cura della Croce Rossa, “Babbo Natale bussa alla tua porta”, iniziativa che, su prenotazione, porterà gioia nelle case dalle 19.00 alla mezzanotte della vigilia. Il ricavato sarà devoluto all’acquisto di ceste natalizie per le famiglie meno abbienti (per maggiori informazioni qui).

BUSSERO
Le associazioni giovanili “Controsenso” e “Pulsazioni” vi invitano alla festa di Natale più divertente della Martesana!
Un sabato sera dedicato ai giovani: appuntamento per il 20 Dicembre alle 20.30 nell’auditorium della biblioteca di Bussero in via Gotifredo. Divertimento e dj set ad ingresso gratuito!

CARUGATE
Un sabato pomeriggio dedicato ai più piccoli, quello del 20 dicembre all’Auditorium del centro socio-culturale Atrion, con lo spettacolo “Valentino lo spazzacamino” di Luca Chieregato ,che racconterà una magica storia di Natale, ma non solo.

Domenica 21 dicembre alle ore 16.00 all’ Oratorio Don bosco, andrà in scena il grande Presepe Vivente, con recita, musiche e canti natalizi eseguiti come lo scorso anno, dal Coro della Messa del sabato sera.

Dal 22 al 24 Dicembre all’Espace Mont Rose, i bambini dai 2 ai 7 anni potranno partecipare “Winter holiday mini fun camp”, uno spazio gioco bilingue in cui la musica a tema natalizio farà da padrona.

Ricordiamo che fino al 21 Dicembre sarà aperto il negozio natalizio organizzato dai ragazzi della Cooperativa Sociale il Sorriso: ogni giorno (dalle 10 alle 12 / dalle 17 alle 20) e anche nei fine settimana (dalle 10 alle 12 / dalle 15.30 alle 19).

CASSINA DE PECCHI
Domenica 21 Dicembre alle ore 21.00 presso il Piccolo Teatro della Martesana, ci sarà la serata conclusiva di “Commercianti for Filippide”, durante la quale i commercianti di Cassina incontreranno i rappresentanti del Progetto Filippide per riportare l’esito delle iniziative di solidarietà portate avanti insieme. Seguiranno anche la premiazione della “Vetrina più bella” e grande festa al Luna Park.

CERNUSCO SUL NAVIGLIO
Ancora concerti a Cernusco, con l’ “Hodie Christus natus est” a cura della Banda de Cernüsc e del coro “Città di Cernusco”, oggi venerdì 19 dicembre alle ore 21.00 presso la Parrocchia di San Giuseppe Lavoratore.

La giornata di Sabato 20 dicembre stupirà grandi e piccini con il presepe vivente alle ore 14.00 per le vie e le piazze del centro, i laboratori per bambini “Enjoy Christman Lab”, e lo spettacolo per i più piccoli “Cercasi Babbo Natale” presso la Biblioteca Civica alle ore 16.00

Domenica 21 dicembre nelle piazze Unità d’Italia, Padre Giuliani e Gavazzi si troveranno i mercatini di hobbisti e riciclo a cura della Pro Loco di Cernusco. Lo stesso giorno dalle ore 9.00 in centro sfilerà un esclusivo Babbo Natale in auto d’epoca, mentre nel pomeriggio la Banda de Cernüsc porterà la sua “Piva natalizia”, che riproporrà per le vie del centro anche Mercoledì 24 dicembre. Alle ore 16.00 alla Casa delle Arti si terrà invece lo spettacolo musicale “Christmas in Jazz”.
Sempre il 21 dicembre, la Pro Loco, in collaborazione con Save the children, ha organizzato un pomeriggio dedicato ai bambini: dalle 15.30 animazione, trucca bimbi e la possibilità di fare la foto con Babbo Natale, e ancora merenda, bancarelle di hobbisti e musica. Il ritrovo è in Piazza Unità d’Italia, da dove saranno lanciati alla fine delle attività dei palloncini luminosi.

L’Enjoy Center ha organizzato anche un avvincente torneo di Natale!
L’Enjoy Christam Challenge vedrà sfidarsi renne e elfi su due campi: Sabato 20 dicembre su quello da beach volley 4vs4 e Domenica 21 dicembre su quello di calcio a 5. L’iscrizione è gratuita.

Il giorno di Natale l’associazione Amici del Tempo Libero porterà la propria solidarietà in piazza Matteotti, con il pranzo di Natale per persone sole, povere e indigenti.

Ricordiamo inoltre che fino al 22 Febbraio sarà aperta la pista di pattinaggio di Parco Trabattoni, mentre fino al 22 Dicembre girerà per le strade cittadine il Carro di Babbo Natale dell’Unità Pastorale Giovanile.

Fino al 24 Dicembre poi presso l’Enjoy Center di Via Buonarroti sarà ancora possibile comprare un panettone solidale, il cui ricavato sarà devoluto ad un’associazione del paese.

COLOGNO MONZESE
Domenica 21 dicembre si terrà la classica tombolata natalizia, alle ore 15.oo presso il salone di Via Trento 41, in collaborazione con l’Associazione Auser.

Lo stesso giorno al “Laboratorio contro la guerra infinita” ci sarà un originale baratto natalizio: perché in un periodo in cui il denaro scarseggia, non fare regali di Natale intelligenti barattando libri, lavoretti o qualsiasi altro oggetto con regali di Natale per noi e per i nostri cari? L’appuntamento è per le ore 15.00 in via Neruda 5.

GORGONZOLA
Il 24 Dicembre in Piazza Italia, mezz’ora prima della Mezzanotte la cittadinanza si scambierà gli auguri di Buon Natale con una fetta di panettone e un bicchiere di vin brulè o di cioccolata.

MELZO
Sabato 20 e Domenica 21 Dicembre in Piazza Vittorio Emanuele II saranno presenti tre postazioni:
il “Villaggio contadino”, dove verranno distribuiti formaggio artigianale, polenta, caldarroste e vin brulè, che servirà a realizzare la costruzione di pozzi idrici in Africa; “La casa di Babbo Natale” dove il caro Babbo vestito di rosso insieme ai suoi elfi riceverà i bambini e le loro letterine; ed infine il delizioso carillon “Natale sulle punte”.
Negli stessi giorni a Palazzo Trivulzio sarà possibile visitare “Natale in Arte”, mostra di opere artistiche del GAM (Gruppo Artistico Melzese). Domenica 21 dicembre, oltre alla camminata dei Babbi Natale, a Palazzo Trivulzio ci sarà anche la “giornata del dono” organizzata dal GAM e I love Melzo: ognuno potrà prendere un regalo per sé, lasciandone uno per qualcun altro, lasciando anche un pensiero per l’ignoto destinatario.

E ancora, vi segnaliamo il mercatino di Natale in piazza della Repubblica, aperto tutti i giorni fino al 26 Dicembre.

Martedì 23 dicembre il Coro di Melzo porterà il suo “Concerto natalizio itinerante” per le strade della città alle ore 15.30. Il giorno della Vigilia di Natale sarà invece la Filarmonica città di Melzo a portare la musica per le vie.

PESSANO CON BORNAGO
Sabato 20 dicembre presso la Sala Musica di Piazza della Resistenza, alle ore 20.45 ci sarà il Saggio di Natale a cura degli allievi della Scuola di Musica Comunale.

Fino a Domenica 21 Dicembre la Cooperativa Sociale Il Sorriso, in collaborazione con altre realtà del territorio, terrà aperto il suo temporary shop dove sarà possibile acquistare prodotti alimentari di alta qualità, biologici e sostenibili e oggettistica realizzata presso i laboratori di artigianato delle Cooperative Sociali del Coordinamento Macramè. È possibile consultare gli orari a questo indirizzo.

Anche Pessano, come altri comuni della Martesana, avrà il suo concerto gospel: Domenica 21 dicembre alle ore 15.00 si esibirà la Corale dell’Aurora di C.na di Bollate presso la chiesa parrocchiale SS.MM. Vitale e Valeria.

Sempre Domenica 21 dicembre, altri concerti degli allievi della Scuola di Musica Comunale, alle ore 16.45 e alle ore 20.45 presso la Sala Musica di Piazza della Resistenza.

Lunedì 22 dicembre altro concerto gospel natalizio, con il coro Rejoice Gospel Choir di Nova Milanese: alle ore 21.00 presso la Sala Consiliare.

PIOLTELLO
Babbo Natale con la sua slitta e i doni per i bambini arriva a Limito!
Appuntamento per Domenica 21 dicembre, con una giornata ricca di eventi, bancarelle di hobbisti, il famoso mercato di forte dei marmi, giochi per i più piccoli, stand gastronomici e vin brulè. Gli zampognari e la slitta di Babbo Natale inoltre gireranno per le vie del quartiere regalando dolci ai bimbi.

SEGRATE
Venerdì 19 dicembre di solidarietà a Segrate, con il mercatino natalizio di beneficienza per sovvenzionare la ricerca contro le leucemia: dalle ore 9.00 alle ore 13.00 presso l’atrio del Palazzo Comunale.

Sarà invece un Sabato 20 dicembre ricco di appuntamenti.
In mattinata Babbo Natale porterà musica e canti natalizi per le vie della città. Alle ore 15.00, presso la sala espositiva al primo piano del Centro Verdi ci sarà esposizione e foto di Presepi della tradizione, a cura dell’Associazione Gianna Beretta Molla.
Alle ore 16.00 nell’area pedonale di via XXV Aprile i cittadini potranno lasciarsi stupire dal presepe vivente accompagnato da canti natalizi. Sempre alle ore 16.00 in Cascina Commenda si terrà un laboratorio per i bambini, dove i piccoli potranno imparare a fare un biglietto di auguri per mamma e papà, e fare la foto con Babbo Natale!
Alle ore 16.30 presso l’auditorium del Centro Verdi ci sarà l’esibizione della banda cittadina Giuseppe Verdi, seguita da canti natalizi in un’esibizione congiunta della Fanfara del Comando I Regione Aerea e del Coro Polifonico della Biblioteca e dall’esibizione “Corale 80”. A seguire pandoro e vin brulè con gli Alpini presso l’area pedonale.

Sabato 20 e domenica 21 dicembre, saranno i giorni del cioccolato con “Ciocco Expo”, dalle ore 9.00 alle ore 19.00 in piazza San Francesco, con bancarelle, degustazioni e laboratori.

Domenica 21 dicembre sarà inaugurato il Centro Civico Redecisio alle ore 12.00, con canti, musica e con un ospite speciale, Babbo Natale! Sempre domenica sarà ancora aperta l’esposizione dei Presepi al Centro Verdi, sino alle 18.30 ad ingresso libero.

VIMODRONE
Laboratorio per i più piccoli Sabato 20 dicembre: alle 15.30 presso l’ex asilo di via Roma i bambini renderanno il proprio Natale più originale con “Mate-Natale” a cura di “PiGrego-il Luogo Ideale”. A partire dalle 15.30 impareranno a creare decorazioni per la casa e per l’albero, ma anche biglietti di auguri. Seguiranno anche dei giochi a tema.
Sempre Sabato, due appuntamenti in serata: alle ore 21.00 presso l’Auditorium San Remigio ci sarà la sera di consegna del premio “Alessandro Gallazzi” dell’undicesimo Concorso Teatrale del Comune di Vimodrone e seguirà il dramma in tre atti “L’incidente” messo in scena dalla Compagnia Teatrale Gli Anonimi di Vimodrone (che si ripeterà anche il giorno successivo alle 16); sempre alle ore 21.00 presso la Parrocchia Dio Trinità d’Amore si terrà il concerto del gruppo “Go-spell 5”.

Domenica 21 Dicembre dalle ore 10.30 sarà aperto il Villaggio di Natale nel parcheggio di via XI Febbraio, con slitta e trono di Babbo Natale per divertire i più piccoli, assaggi gratuiti di panettone, cioccolata, e vin brulè e con le bancarelle di hobbisti e associazioni, tutto a cura del Gruppo Amici per Vimodrone.
Alle ore 11.15 presso la Biblioteca Comunale ci sarà un appuntamento speciale per i bambini, con “La regina delle nevi” raccontata e animata da Rina Perego, e con la partecipazione straordinaria proprio di Babbo Natale.

Alle ore 15.00 partirà dall’Oratorio Paolo VI la rappresentazione del presepe vivente con gli zampognari, a cura del Gruppo Amici per Vimodrone, che si sposterà lungo le vie del centro.

La pubblica assistenza (PAV) organizza la consegna dei regali in famiglia con Babbo Natale, durante la notte del 24 Dicembre, dalle ore 18.00 alle ore 22.00. L’iniziativa è volta anche alla raccolta di fondi per la nuova sede. Chi fosse interessato può chiamare al numero 022650513.

No Banner to display

MARTESANA CONTRO L’AZZARDO
PREMIATI I CORTOMETRAGGI SUL TEMA DELLE “GENERAZIONI IN GIOCO”

Prendi un tema attuale e delicato come quello del gioco d’azzardo patologico, e fallo declinare ai ragazzi. Ciò che ne esce è un’emozionante visione fatta di tanti piccoli sguardi sul problema, capaci tutti, di darne una visione intensa e mai, mai scontata.

Il concorso di cortometraggi per i giovani tra i 16 e i 30 anni, che ha visto la sua conclusione con le premiazioni dello scorso 8 giugno a Vimodrone, è parte integrante del più ampio progetto “Generazioni in Gioco”, sponsorizzato da Regione Lombardia e condotto dai comuni del Distretto 3 (Vimodrone ente capofila, Segrate, Pioltello e Rodano), insieme a partner come Città Metropolitana, Ats Milano, Studio di Progettazione SocialeCooperativa Arti e Mestieri Sociali, Cooperativa Il MelogranoCooperativa Molecola, e Fuoridalcomune Web Media.

Di tutti i corti pervenuti alla giuria, composta da esponenti delle realtà partner con la presenza eccezionale di Gianluca Gazzoli, filmaker e conduttore radiofonico per Radio2, 4 sono stati premiati con buoni che potranno servire per l’acquisto di materiale, per un totale di 1000 euro (1° posto), 500 (2° posto), 300 (3° posto) e 200 (4° posto).

A farla da padrone è stata Segrate, rappresentata dalla perfetta sinergia tra Progetto Giovani e Centro Anziani Redecesio ,che hanno confezionato il corto vincitore: “Ma davvero ?”, a breve disponibile, con tutti gli altri, sul sito ufficiale del progetto.  “E’ stato un modo davvero interessante per affrontare un tema che poche volte riusciamo discutere con i ragazzi -ha spiegato Mauro Forni, operatore che ha seguito la realizzazione del video- Poterlo approfondire ci ha permesso di capire meglio e in modo profondo il gioco e le sue dinamiche, in un clima in cui anziani e ragazzi hanno interagito davvero al meglio”. Il secondo posto è andato ad un gruppo di ragazzi, Daria Angeli, Melania Dalle Grave, Matteo Finazzi, e Chiara Gambuto, e al loro “Pay Attention”. Terzo posto per il CAG Geko di Bussero, con “Non è un gioco”, e quarto premio al CAG di Gorgonzola con “La storia di Pinu”.

IMG_1093
Sindaco Brescianini e assessore Sergio Sannino (seduto)

Grazie davvero ragazzi, per aver colto al meglio e con sensibilità uno dei problemi che più condizionano la nostra società -ha detto il sindaco di Vimodrone Antonio Brescianini aprendo la serata come padrone di casa- Purtroppo la legge non aiuta gli enti a contrastare davvero questa piaga che intacca le famiglie, porta disagio economico e sociale, e si diffonde nella comunità. Ma voi avete lavorato insieme, e il lavoro comune paga sempre, da soli non possiamo pensare di affrontare certe problematiche. Quindi ringrazio gli uffici e i comuni che in sinergia hanno collaborato, Segrate, Rodano, Pioltello, e auguro a voi ragazzi di fare tesoro di questo bel lavoro, che spero sarà usato anche per sensibilizzare altre persone, di modo che la bellezza che avete prodotto venga ridata agli altri come dono di sensibilità.

Al primo cittadino ha fatto eco l’assessore alle Politiche Giovanili di Vimodrone Sergio Sannino: “Devo ringraziare la bella squadra che è scesa in campo per questo progetto -ha detto- La mia idea è che una sana cultura del gioco si diffonda sostituendo questa visione che invece crea sofferenza e disagio. La partecipazione attiva dei ragazzi a questo concorso di corti, è un’ottima cosa, perché li ha visto protagonisti e impegnati, e così devono crescere, senza mai smettere di sognare. Mi piace anche molto che ci sia stata partecipazione e unione comune tra enti, realtà territoriali, giovani e anziani, e sono orgoglioso di potervi ospitare tutti oggi qui a Vimodrone”.

Durante le premiazioni, ognuno dei ragazzi ha spiegato il senso contenuto nei pochi minuti di video, e a loro è arrivato il plauso

Davanti in maglia bianca Gianluca Gazzoli
Davanti in maglia bianca Gianluca Gazzoli

autorevole di Gianluca Gazzoli, filmaker con all’attivo migliaia di visualizzazioni su YouTube, e di recente inviato per The Voice of Italy e ora speaker radiofonico per Radio 2: “Nonostante il modo in cui al Tv veicola certi messaggi, con banalità e pietismo, -ha spiegato Gazzoli, cresciuto in Martesana- E’ fantastico vedere come nessuno di questi corti abbai ricalcato quello stile, anzi, sono venuti fuori video di grande qualità, qualcuno anche con una certa ironia. Per me hanno vinto tutti, e meritano un grande applauso”.

Particolarmente entusiasta dei prodotti presentati, anche l’assessore alle Politiche Giovanili di Segrate, Gianluca Poldi: “Sono davvero stupito e colpito -ha detto- sembrava di vedere piccoli spot di pubblicità progresso realizzati da grandi pubblicitari. Strepitoso, davvero impressionante e importante vedere come anche nelle singole generazioni, ci sia comunque un’idea più generale del problema. Dobbiamo essere orgogliosi di questo eccellente risultato, non solo come segratesi ma come persone che crederanno sempre che bisogna puntare sulle nuove generazioni e investire energie e risorse per loro. In tutti i video presentati emergevano idee forti e non banali, capacità di sintesi, insomma una grande ricchezza. Viva i giovani!.

La serata, cui ha preso parte premiando anche Stefano Serralunga di Città Metropolitana, è stata condotta da Nico Acampora,

Da sinistra: Ass. Gianluca Poldi e Nico Acampora
Da sinistra: Ass. Gianluca Poldi e Nico Acampora

coordinatore di Spazio Giovani Martesana e ideatore del bando che si è aggiudicato il finanziamento della Regione. “Questo concorso fa parte di un progetto più ampio che ha visto prima un lungo percorso nelle scuole superiori del territorio, con al formazione agli studenti da parte della Cooperativa Sociale Arti e Mestieri Sociali, -ha spiegato- cui si aggiunge in parallelo il lavoro svolto nei centri anziani, con oltre 400 persone coinvolte negli incontri gestiti da Arti e Mestieri con Molecola. Ora siamo alla stretta finale, con la nascita del sito e la distribuzione di 50.000 copie di una brochure rivolta a tutte le famiglie e incentrata sui rischi e le informazioni relative al gioco d’azzardo. Il ringraziamento va a tutti i partner, compreso lo Sportello Sicurezza del comune di Vimodrone, che con Laura ha svolto un lavoro preziosissimo”.

Fuoridalcomune.it è stato partner del progetto e presente in giuria, e ci sentiamo di dire che le nuove generazioni hanno mostrato di aver sempre un punto di vista nuovo e preciso sulle cose, e che l’alleanza tra generazioni diverse ci è sembrata un altro degli aspetti belli davvero, che sono emersi in questo “mettersi in gioco”, il gioco sano che sosteniamo con forza.

Qui le motivazioni delle premiazioni per i primi 4 classificati, più la menzione d’onore per il cortometraggio “Gratta e… vinci?”

i vincitori: Progetto Giovani Segrate e Centro Anziani Redecesio
i vincitori: Progetto Giovani Segrate e Centro Anziani Redecesio

 

No Banner to display

CERNUSCO SUL NAVIGLIO – Elezioni 2012, ci sarà anche il gruppo ispirato a Beppe Grillo: “Ci batteremo per una Martesana a 5 stelle”

Affila le unghie il Movimento Cinque Stelle Martesana, il gruppo ispirato al comico Beppe Grillo, costituitosi da quasi un anno anche sul territorio della Martesana.

Prima roccaforte da invadere quella di Cernusco sul Naviglio, alle elezioni che nel 2012 vedranno i cittadini andare alle urne per eleggere il nuovo sindaco della città. Obiettivo: entrare nella stanza dei bottoni (nel parlamentino cittadino) e portare all’esterno tutte le informazioni “segrete” o difficilmente alla portata di tutti, diffonderle tramite la rete e renderle di dominio pubblico.

A Milano, il Movimento 5 stelle ce l’ha fatta: Mattia Calise, segratese, candidato nella tornata elettorale non ancora conclusa (e che ora vede Letizia Moratti e Giuliano Pisapia al ballottaggio) è stato eletto nel Consiglio Comunale.

In Martesana il cosiddetti grillini vogliono riuscire nello stesso intento: portare loro uomini nei Consigli Comunali, per “rendere la vita dura ai professionisti della politica”.

Si inizia proprio da Cernusco, per farla diventare la punta di diamante dell’interna area. Perché “farcela a Cernusco, Comune già di per se virtuoso, significa avere un bell’esempio a cui fare ispirare tutte le altre realtà”. Ma una volta “conquistata” Cernusco, si procederà con gli altri Comuni: Pioltello, Brugherio, Bussero, Pessano, Gorgonzola, Cassina… e non solo.

I fondatori della sezione martesana sono Mauro Aimi e Paolo Pivetti, il primo cernuschese d’adozione, il secondo cernuschese doc. Intorno a loro, oltre al nocciolo duro costituito da una decina di persone, gravitano un centinaio si simpatizzanti che lavorano per una Martesana a 5 stelle.

Per prima cosa facciamo informazione – ha spiegato Aimi – diffondiamo la filosofia su cui si basa il nostro movimento, i cinque pilastri che si sono tradotti nelle famose 5 stelle: acqua pubblica, connettività, trasporti, energia e rifiuti. Ognuno di questi aspetti è coniugato in maniera differente in base alla realtà in cui ci si trova”.

Il volto del candidato sindaco non si conosce ancora, perché saranno i cittadini a sceglierlo. “Faremo un’assemblea pubblica – ha continuato Aimi – I candidati della nostra lista saranno messi a nudo, si presenteranno al pubblico e gli verrà fatta una radiografia per conoscere tutto ciò che è necessario conoscere su di loro. Dopodiché, i partecipanti all’assemblea potranno votare il loro candidato sindaco”.

Non solo: qualora venisse eletto in Consiglio Comunale, il candidato, ogni sei mesi, consegnerà le dimissioni in bianco e, con lo stesso meccanismo, chiederà a chi l’ha eletto se vuole o meno riconfermargli il mandato. “Perché non siamo una lista nominale, ma di gruppo: il candidato è solo l’interfaccia, il terminale della rete che c’è dietro”, ha concluso Aimi.

A Cernusco non sarà facile: “E’ un Comune virtuoso, la Giunta Comincini ha lavorato e sta lavorando bene – ha spiegato Aimi – ma qualcosa su cui lavorare c’è. I trasporti, ad esempio, incentivando il collegamento pubblico trasversale (tra Comuni) e non solo verso Milano. O i rifiuti: stiamo lavorando per ricostruire il percorso che fanno i rifiuti una volta raccolti sul territorio e stiamo studiando la Cernusco verde che, per quanto lavori bene, ci sembra una struttura un po’ insolita. E poi c’è la questione energia: a Cernusco i vecchi edifici sono quasi tutti in classe D ed E, il che vuol dire che hanno grande dispersione di energia; si dovrebbe puntare sulla riqualificazione delle strutture pubbliche, anche perché produrre energia pulita ed immetterla in strutture che la disperdono non ha molto senso”.

Insomma: che la campagna elettorale cernuschese abbia inizio!

Chi volesse conoscere i membri del Movimento 5 stelle Martesana, può visitare il sito Internet (http://www.martesana5stelle.org/) o recarsi alle riunioni del gruppo: il primo incontro è in programma per mercoledì 25 maggio (presso la sede dell’Associazione Africa 80, in via Videmari).

Eleonora D’Errico

 

 

 



 

 

 

No Banner to display

Strage di Bologna, 39° anniversario: anche la Martesana ha ricordato

Una fotografia della strage di Bologna

Le lancette ferme di un orologio ne sono il simbolo. È la strage della stazione di Bologna, della quale oggi cade il 39° anniversario. Era il 2 agosto del 1980, in piena estate, e la stazione del capoluogo emiliano era piena di viaggiatori. Chi andava in vacanza e chi tornava. Nonni con i nipoti, famiglie, italiani e stranieri.

Alle 10.25, orario su cui ancora oggi sono ferme le lancette della stazione, l’inferno. Un’esplosione potentissima, causata da una valigia bomba che sventra la sala d’aspetto investendo anche il treno Ancona – Chiasso, produce la più grande strage italiana dal dopoguerra. Ottanta morti e oltre duecento feriti, oltre alla polvere, hanno fatto calare il buio su una giornata agostana.

Per la strage di Bologna c’è una verità giudiziara: Valerio Fioravanti, Francesca Mambro e Luigi Ciavardini sono stati condannati per la carneficina. I giovani appartenevano, all’epoca dei fatti, ai N.A.R., Nuclei Armati Rivoluzionari, gruppo eversivo di estrema destra. Ma se gli esecutori materiali sono stati assicurati alla giustizia, ci sono ancora tanti punti interrogativi sollevati anche dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella: «Le Istituzioni, grazie all’opera meritoria dei suoi uomini, sono riuscite a definire una verità giudiziaria, giungendo alla condanna degli esecutori e portando alla luce la matrice neofascista dei terroristi. L’impegno profuso non è riuscito, tuttavia, a eliminare le zone d’ombra che persistono sugli ideatori dell’attentato. È una verità che dovrà essere interamente conquistata per rendere completa l’affermazione della giustizia».

 

IL RICORDO

Oggi, venerdì 2 agosto 2019, come ogni anno, si sono tenute a Bologna le celebrazioni per ricordare quella terribile strage. Ad aprire il corteo, partito dal Municipio e diretto alla stazione, un bus della linea 37, utilizzato all’epoca dei fatti per trasportare i morti all’obitorio. Anche molti bambini, con palloncini bianchi, hanno partecipato alla ricorrenza, per ricordare le tante giovani vite spezzate durante l’attentato.

A Bologna è intervenuto anche il Ministro della Giustizia, Alfonso Bonafede: «Lo Stato – ha detto – deve ringraziare ogni giorno chi tiene accesa la speranza di conoscere la verità e di fare giustizia e deve assumersi la responsabilità – ha proseguito – per tutte le volte in cui non è stato capace di squarciare il velo del silenzio e dell’oblio».

ANCHE LA MARTESANA HA RICORDATO

Anche la Martesana è stata parte attiva della memoria, con Liscate che, Martedì 30 luglio, è stata tappa della staffetta Milano-Brescia-Bologna, in ricordo delle vittime del terrorismo.

La staffetta percorre tre città divenute tristemente simbolo del terrorismo stragista: Milano, dove avvenne la strage di Piazza Fontana il 12 dicembre del 1969, Brescia, dove è indelebile il ricordo della strage di Piazza della Loggia del 28 maggio 1974 e, appunto, Bologna, colpita dalla strage della stazione.

 

 

No Banner to display

BUSSERO
STOP AL PARCHEGGIO SELVAGGIO DELLE BICICLETTE IN ZONA MM2

Operazione decoro urbano. Dal 30 gennaio è entrata in vigore l’ordinanza della Polizia Locale che vieta la sosta delle biciclette fuori dagli spazi consentiti.

Sono circa un centinaio infatti tra quelli già esistenti e quelli da poco predisposti, gli stalli per il parcheggio delle biciclette nella zona della stazione della metropolitana.

Durante i mesi precedenti, la Polizia Locale, è più volte passata a recapitare avvisi alle biciclette legate ad elementi di arredo urbano, ma da qualche giorno “non si scherza più”. Multe e sequestri del mezzo per i trasgressori, che per riavere la bicicletta, dovranno poi recarsi presso gli uffici comunali  muniti di chiave del lucchetto per il riconoscimento e pagare una sanzione.

“Una misura che va in direzione dello sviluppo del  senso civico e del rispetto del proprio paese, ormai necessaria – ha sottolineato l’assessore all’urbanistica Paolo Crippa– che va ad inserirsi nel più ampio progetto di riqualificazione del piazzale MM2, e che ha visto nei mesi scorsi, il posizionamento di una nuova rotonda per l’inversione di marcia, l’arrivo di tre nuovi lampioni a led, delle telecamere, il proseguimento della pista ciclabile sino ad attestassi nel nuovo parcheggio cicli, che insieme a quelli già esistenti, offrono ormai numerose possibilità di parcheggio delle biciclette” .

Il provvedimento, ovviamente, ha suscitato le reazioni dei busseresi, che tra un po’ di ironia sui social network e alcuni commenti positivi, attendono di vedere ora i pali della luce, i cartelli stradali e gli elementi di arredo urbano liberi dagli ingombri delle biciclette.

“E se proprio i trasgressori non ne vorranno sapere di recuperare il proprio mezzo, superato un certo periodo -fanno sapere dall’Amministrazione- ci sono tanti istituti di beneficenza che non vedono l’ora di avere due ruote da donare a chi sta peggio”.

No Banner to display

CASSINA
PROTEZIONE CIVILE: LA CITTA’ METROPOLITANA LASCIA POCHE SPERANZE AL NUCELO CITTADINO

Quattro sono stati i solleciti inviati dalla Città metropolitana sia al Comune che al Comandante della Polizia Locale Alessio Bosco che alla Segreteria del Sindaco, tutti per ricordare l’invio tempestivo della documentazione utile per iscrivere la Protezione Civile di Cassina De’ Pecchi nel registro regionale. Nessuno ha sortito risposta, i termini per la presentazione sono scaduti, la sezione cassinese è rimasta esclusa dai giochi e sarà sospesa dal servizio sovracomunale per un anno.

E’ quanto è emerso dall’incontro tenutosi lunedì scorso con il Direttore del Settore Sicurezza Integrata, Polizia Metropolitana e Protezione Civile della Città Metropolitana di Milano, Avvocato Giulio Grandesso. Un incontro cui hanno presenziato anche il Comandante Bosco e il consigliere di opposizione Andrea Maggio. “Ho partecipato non solo perché mi trovavo in quella sede per lavoro, ma anche perché ritengo l’argomento di grande importanza per il paese di Cassina De’ Pecchi -ha riferito Maggioun paese che manda a colloquio il Comandante Bosco come fosse un parafulmine pronto a giustificare e assumersi le colpe di quella che è un’evidente mancanza operata da questa amministrazione“. 

Pochi spiragli paiono emergere da un futuro appello alla Regione, poiché il decreto regionale non lascia spazio a possibilità e parla di “termine perentorio” in merito alla data di consegna della documentazione, “pena la decadenza e automatica dichiarazione di non operatività del Gruppo di Protezione Civile” come spiegato da Grandesso.

“Questa sospensione è grave perché estromette la sezione anche da eventuali contributi e agevolazioni -ha concluso Maggiooltre a limitarne l’azione ad un ambito strettamente locale. Ma forse è proprio qui che si voleva arrivare, a relegare l’unita di Cassina al solo intervento locale per far convogliare il grosso del servizio verso Bussero. Io intanto, ho chiesto e ottenuto la disponibilità della Città Metropolitana a tenere Corsi di Formazione per il gruppo di Protezione Civile, per continuare a valorizzare il Servizio e i volontari”.

Dura gestire questa situazione ai piani alti, ma il Sindaco Mandelli ribadisce con forza quanto affermato nella conferenza stampa della scorsa settimana (qui): “Siamo convinti di voler rilanciare la Protezione Civile, e chiunque può darci una mano -ha spiegato- chiarisco però che la Città Metropolitana ha più volte contattato anche gli uffici della stessa Protezione Civile, e anche da loro non è mai arrivata risposta. Anche per questo il Comandante Bosco si è recato all’incontro, per trovare una soluzione a questo problema tecnico verificatosi con l’errato invio della documentazione tramite pec.

Anche Mandelli cita il nucleo operativo di Bussero, ma si chiede come mai ci sia stata una così forte migrazione verso questa realtà, e come mai la sezione cassinese non sia riuscita a trattenere gente al suo interno, e meglio, a creare ricambio generazionale.

Dunque serve solo aspettare i termini della Regione, ma la cosa più probabile è che per quest’anno la Protezione Civile di Cassina, possa agire solo entro i confini locali, che comunque significa svolgere funzioni fondamentali, così come era capitato in occasione delle alluvioni dello scorso anno proprio in autunno.

 

No Banner to display

La grande coperta di Bussero crea legami in Casa Famiglia

È stata presentata nella settimana da lunedi 22 a domenica 28 ottobre, presso la Casa Famiglia per anziani di Bussero, agli ospiti residenti, loro familiari, dipendenti, volontari, suore e sacerdoti la Grande Coperta di Bussero (ne avevamo parlato qui).

LA COPERTA

Una coperta lunga ben 15,20 metri e larga 3,70, costituita da 264 manufatti, fatta di tanti colori, materiali, dove ogni “quadrotto” lascia immaginare una storia unica e speciale. Nello specifico, al progetto hanno partecipato gruppi, singoli cittadini, associazioni del territorio, scuole e mondo del volontariato, che hanno voluto condividere la propria storia, sotto forma di narrazione tessile e realizzare un manufatto a tema libero, utilizzando tutte le tecniche di lavorazione del filo (ricamo, cucito, uncinetto, maglia, tessitura, feltro, tecniche miste), tutti i materiali tessili e applicazioni di materiali differenti (carte, fotografie, piccoli elementi di legno, plastica o altro).

I PROGETTI DELLE CASE FAMIGLIA

Tre case famiglia hanno aderito al progetto, proponendo i propri manufatti, rappresentanti le opere d’arte del progetto “Vivere l’Arte”.

La Casa Famiglia di Bussero ha partecipato con l’opera “La Primavera” di Claude Monet; la Casa di Olgiate Molgora “Camille Monet e un bambino” e la Casa Famiglia di San Vittore Olona “Sala da pranzo” di Botero.

Uno degli obiettivi primari del Progetto Vita è “Mantenere saldi, costanti ed aggiornati i legami con il mondo che ci circonda” ha affermato la coordinatrice Simona Colombo.

 

No Banner to display

BUSSERO – E qui la festa! Al via l’ultimo weekend di “Bussero in festa”

Sono tantissime le iniziative messe in campo dalla nuova amministrazione targata Rusnati, in occasione della 17esima edizione di Bussero in festa.

Oltre tre settimane di appuntamenti che hanno coinvolto moltissime realtà busseresi come associazioni, proloco ma anche cittadini che volontariamente hanno offerto la loro collaborazione per la riuscita della festa.

 

Dopo lo scorso week end che ha visto protagonista la “Sagra della maioca” a Cascina San pietro, questo venerdì  sarà la volta dell'”aperivitivo con delitto”, organizzato  dal Club USS Leonardo a partire dalle 18.30 presso La Cruseta (evento a numero chiuso, per prenotazione posti chiamare il numero 0295330407 o scrivere a lacruseta@hotmail.it).

Dalle 19.00 serata in compagnia con trippa, musica dell’orchestra Gabrio’s e tombolata in villa Radaelli, a cura dell’associazione anziani, mentre  in piazza  Diritti dei Bambini, a calcare il palco allestito dall’amministrazione  saranno “Le Zaire” in un medley tratto dal musica Cats, Antonio Accarino, Martina Celari, Alice Montanelli e Jessica Trevisan  che a partire dalle ore 21.00 si alterneranno per dar vita a “Artist on Stage”  prima di una serie di iniziative organizzata dalle realtà giovanili del paese.

Numerosissimi gli appuntamenti del prossimo week end. Qui il programma completo

 

No Banner to display

BUSSERO
LA 1° GUERRA MONDIALE VISTA ATTRAVERSO IL CINEMA

Giovedì 21 maggio alle 21.00, presso l’auditorium della Biblioteca Civica in via Gotifredo da Bussero, si svolgerà l’evento organizzato dal Circolo Cinematografico Chiaroscuri, che con la guida del curatore Carlo G. Cesaretti, presentatore della serata, vuole ricordare il centesimo anniversario dall’entrata in guerra dell’Italia nel primo conflitto mondiale.

Verranno riprodotti stralci dei capolavori del cinema centrati sulla Grande Guerra, come l’omonimo film di Mario Monicelli, “La camera verde” e “Jules e Jim” di François Truffaut, “Orizzonti di Gloria” di Stanley Kubrick, “La grande illusione” di Jean Renoir e il recentissimo “Torneranno i prati” di Ermanno Olmi.

Il confronto tra i vari pezzi dei diversi film, permetterà di analizzare i differenti punti di vista su questo struggente periodo storico che ha cambiato la storia dell’intera umanità.

L’evento è patrocinato dal Comune di Bussero ed è ad ingresso gratuito per tutti gli utenti delle biblioteche del Sistema Bibliotecario Nord Est Milano, senza prenotazione.

Per altre informazioni visitate il sito:  www.chiaroscuri.it  o scrivere a chiaroscuri@chiaroscuri.it

GABRIELE ROSSI

 

No Banner to display

VIMODRONE (foto video)
PARTITA IERI L’INIZIATIVA DEI SINDACI PER UNA MOBILITA’ ACCESSIBILE

E’ iniziata ufficialmente la protesta dei sei sindaci della Martesana a sostegno di una mobilità davvero accessibile a tutti, partendo dall’abbattimento delle barriere architettoniche, per arrivare alla riqualificazione di strutture ormai sorpassate e fatiscenti (ve ne abbiamo parlato qui).

Ieri 5 giugno dalle 7.30 alle 9.30, il Sindaco locale Antonio Brescianini, con gli assessori Verderio, Impiombato e Zanaboni, insieme all’addetto all comunicazione Stefano Della Torre, ha ospitato davanti alla Metropolitana Centrale di Via Dante Alighieri, i sindaci Curzio Rusnati (Bussero) insieme al suo Vice Massimo Vadori e agli assessori Michele Sala e Paolo Crippa; Massimo Mandelli (Cassina de’ Pecchi) insieme all’assessore Sandro MedeiRoberto Caspiati (Vicesindaco di Gessate) e Angelo Stucchi (Gorgonzola), e insieme a loro ha incontrato la gente e distribuito in prima persona volantini per mobilitare i cittadini e illustrare la posizione delle amministrazioni coinvolte in questa protesta, tra le quali è mancata ieri la presenza della delegazione cernuschese. Una scena piuttosto insolita dunque, quella paratasi davanti agli occhi degli utenti, con striscioni, gonfaloni e sindaci impegnati a manifestare in fascia tricolore.

Intervistato sul posto anche dai telegiornali regionali, il Sindaco Brescianini ha ribadito “l’importanza di stare vicino alla gente” partendo proprio dagli interventi sulla metropolitana, con la volontà di impegnarsi economicamente, “sempre che si sblocchi il patto di stabilità“. Molti cittadini si sono fermati a parlare con il sindaco di Vimodrone e con gli amministratori presenti, rilasciando anche qualche dichiarazione che conferma quanto il problema delle stazioni obsolete e delle barriere architettoniche, sia ormai da risolvere una volta per tutte.

Sono quindici anni che prendo questa metro e non è cambiato nulla -ha dichiarato una signora avanti con gli anni appena arrivata alla stazione- è decisamente ora di intervenire“. Se si parla dell’ostacolo delle scale, si nota come non sia un problema solo per le persone anziane, ma anche per le famiglie con bambini piccoli e passeggini ingombranti, o per chi torna dopo aver fatto la spesa con borse pesanti ad esempio. “Era ora che si mobilitassero! Ci vorrebbe un ascensore! -ha dichiarato il signor Buyar, un padre di famiglia- Facciamo molta fatica a sollevare il passeggino, ed è un problema soprattutto quando mia moglie è da sola e deve aspettare che qualcuno l’aiuti” .

Le difficoltà maggiori restano comunque quelle legate ai disabili, che non possono accedere facilmente alla metropolitana dal momento che non ci sono ascensori, rampe o montascale. Anche su questo tema i cittadini si sono mostrati molto sensibili: “Occorre costruire tutto ciò che serve per dare ai disabili la possibilità di prendere i mezzi e sentirsi persone esattamente alla pari degli altri“, hanno dichiarato il Signor Piercarlo Morelli e sua moglie Cleta. Interessante a proposito,  è stata la dichiarazione rilasciata da Palmiro Gattella, presidente della associazione “La Goccia” di Vimodrone, che ha ricordato come nell’anno di EXPO, il nostro paese debba per forza avere uno slancio che lo porti a livello degli altri paesi europei in tema di barriere architettoniche.

Prossimo appuntamento lunedì 8 giugno alle 7.30 a Bussero, dove a fare gli onori di casa sarà il Sindaco Curzio Rusnati.

CRISTINA CORE, MATILDE PAGANI, GAIA PRIORE
foto: CRISTINA CORE e GIORGIA MAGNI

 

 

No Banner to display

No Banner to display

No Banner to display