mercoledì, 12 Maggio 2021

PESSANO CON BORNAGO – Calcio, il Pessano in ritiro si prepara alla sfida della Prima Categoria

Manca poco all’avvio dei Campionati Regionali di calcio della Lombardia. Dopo l’ottimo risultato della passata stagione, l’ASD Pessano con Bornago, salita dalla Seconda alla Prima Categoria, ha iniziato la preparazione, con ancora maggiore carica degli anni passati. Ad attendere i giocatori, infatti, da domenica 11 settembre, c’è la sfida con le squadre della Prima Categoria.

Per preparare i giocatori al meglio, ma anche come “regalo” per l’ottimo Campionato 2010/2011, la società ha deciso di portare i ragazzi in ritiro a Serina (Bg).

Da giovedì 25 a domenica 28 agosto, la squadra si è quindi allenata tra i monti e la frescura bergamasca, dove i ragazzi sono stati sottoposti a due sedute di allenamento al giorno.

“Dopo un anno indimenticabile – ha commentato il Presidente Giorgio Rossitra l’altro in concomitanza con il 40° anniversario della società, abbiamo deciso di regalare questo ritiro ai ragazzi, che sono un gruppo favoloso, come premio per il campionato vinto l’anno scorso e per incoraggiarli ad affrontare al meglio questa stagione, in modo da poterci togliere altre soddisfazioni sportive in futuro”.

“Ci aspetta un campionato con tanti nuovi avversari – ha aggiunto l’allenatore Roberto Mandelli – affronteremo le squadre di molti paesi vicini a noi (Bussero, Gessate, Carugate ecc.) e la cosa è molto stimolate. Il ritiro ci ha permesso di cementare il gruppo e guadagnare qualche giorno di preparazione, sarà una stagione impegnativa ed avvincente”.

“Per me che sono di Pessano – ha concluso il capitano Francesco Bertasio è un grande orgoglio essere il capitano di questa squadra fatta da ragazzi fantastici. Ci aspetta un campionato impegnativo, ma sono sicuro che faremo bene”.

L’esordio del Pessano, domenica 11 settembre, avverrà sul campo della Nuova Ronchese, formazione di Ronco Briantino.

No Banner to display

MARTESANA
TORNA “ORTI IN CICLO”, LA BICICLETTATA TRA GLI ORTI URBANI

Siete pronti? Per tutti gli amanti del verde e della natura, torna domenica 9 aprile la biciclettata tra gli orti urbani della Martesana organizzata da Orti in Ciclo. Quest’anno il giro si comporrà in due percorsi: per il percorso 1, la partenza è prevista dall‘Ortolando un po’ di Inzago, in via Spadolini, dietro i campi di calcio, alle ore 9.00. La prima tappa è prevista all’Orto Comunitario Controcultura di Cassina de’ Pecchi, alle ore 10.00 in via Trieste, per poi ripartire e ricongiungersi con il secondo gruppo all’Ortibus di Bussero in via Pertini alle ore 11.30. L’arrivo è previsto per le ore 12.30 all’Orto Solidale Pagnana di Gorgonzola, cui seguirà un pranzo offerto dall’associazione.

Per il percorso 2, invece, la partenza è prevista, sempre alle ore 09.00, da Comunortopuòfare di Garugate, in via Roma. La prima tappa sarà al Comunortopuòfare di Caponago, alle ore 10.00, cui seguirà la seconda tappa a Bussero ed il pranzo a Gorgonzola.

Per ogni tappa è previsto un punto di ristoro ed una visita guidata all’orto. Durante tutto il pomeriggio, inoltre, presso Cascina Pagnana vi sarà un piccolo mercato dei produttori locali e scambio di semi, sulle note di musica country dal vivo.

Iontributo d’iscrizione è di 6 €  e comprende la partecipazione alla biciclettata, le visite agli orti, i ristori ed il pranzo. Per i bambini fino a 6 anni, invece, il giro è gratuito.  É obbligatoria la preiscrizione a ortoinciclo@controcoltura.com, nella mail devono essere indicati: nome, cognome, età, telefono e la tappa di partenza. L’ingresso è libero fino ad esaurimento posti.
Per ulteriori informazioni chiamare il: 345.8914947.

No Banner to display

BUSSERO – Sabato 26 e domenica 27 marzo i volontari del FAI Martesana accompagnano i cittadini alla scoperta delle dimore storiche del paese

In occasione della Giornata FAI di Primavera, il Gruppo FAI Martesana lancia l’iniziativa “Vivi e FAI vivere la Martesana“. Sabato 26 e domenica 27 marzo, dalle 10 alle 17 grazie ai volontari apriranno le dimore storiche di Bussero: Villa Sioli Legnani (via Umberto I, 13), Villa Radaelli (via Aldo Moro 2), Villa Casnati (via San Carlo 5).

Giovani e preparati “Ciceroni” guideranno i visitatori attraverso un itinerario che ha come tema: “Storie di Sciuri e paisan”. Saranno illustrate le sontuose ville e le tradizioni rurali del passato, attraverso un percorso museale allestito in Villa Radaelli. Il presente sarà invece testimoniato delle aziende agricole che ancora “curano” questo territorio e che per l’occasione saranno ospitate nel Parco di Villa Casnati.

Per informazioni sull’iniziativa: stefano.barlassina@gmai.com

Durante la giornata saranno aperti più di 660 monumenti in tutte le Regioni Italiane, per conoscere quali cliccate qui.

No Banner to display

SEGRATE
IL MUSEO DI CASCINA OVI CUSTODISCE LA STORIA CITTADINA, INIZIATA SECOLI FA …

Segrate è una città ricca di storia, una storia che comincia secoli e secoli fa, ed esiste in città un luogo dove è possibile rivivere questa lunga vita, attraverso testimonianze anche multimediali. Questo posto è il M.OVI,  Museo di Cascina Ovi, che si trova nell’omonima cascina in via Olgia riqualificata e diventata anche sede di mostre e convegni. Una visita al Museo (aperto dal martedì al sabato dalle 10.00 alle 12.30, e il giovedì e venerdì anche dalle 15.00 alle 18.00), è un’idea originale per conoscere le origini della propria città, riscoprire la cascina che lo ospita e trascorrere un bel pomeriggio con la famiglia.

Nel frattempo, qualche accenno della storia segratese proviamo a darvelo noi, tutto da integrare con i racconti dei nonni, degli anni del paese, e del materiale messo a disposizione nell’archivio storico segratese del M.OVI, che racchiude duecento anni di storia locale.

Alle origini del nome… 
Riguardo al nome della città, sono state avanzate nel tempo diverse ipotesi. Alcuni pensano derivi dal nome proprio di un antico proprietario di terreni della zona, Scurus, al quale è stato aggiunto come in tanti paesi della zona il suffisso –ate. Qualcuno pensa derivi dal termine securus, che significa luogo tranquillo e sicuro. Infine altri credono che Segrate derivi dal sostantivo segalis oppure dal verbo secare, legando così il nome della città alla coltivazione della segale o al taglio del fieno. L’ultima di queste tre interpretazioni parrebbe la più corretta. La testimonianza più antica legata alla città di Segrate infatti, si trova in una raccolta di atti pubblici e privati dell’830 c.C., il Codex Diplomaticus Longobardiae. Il testo, redatto nel Monastero di Sant’Ambrogio, fa riferimento ad uno scambio di terreni e tra i vari personaggi che partecipano alla contrattazione è citato un certo Giovanni di Rovagnasco, che può essere così considerato il più antico abitante di Segrate di cui si ha memoria.

Già nel Medioevo diventò un punto di riferimento per tutti i paesi circostanti, in quanto sede di una Pieve, una chiesa battesimale, importante centro religioso cristiano. La rilevanza di questo centro cittadino fu quindi sancita dal sorgere della Pieve di Santo Stefano, che si trovava probabilmente nel luogo dove oggi si trova l’omonima chiesa e la cui importanza ricordata nel “Liber Notitiae Sanctorum Mediolani” redatto da Goffredo da Bussero, che indicava altre due chiese in città, quella di Sant’Agata e di San Giovanni Apostolo.

Ma come mai tutti questi quartieri ?
È interessante vedere, al di là della forte influenza che ha avuto sulle vicende segratesi la vicina Milano, come nei secoli successivi si siano uniti fra loro i territori che formano la Segrate di oggi, cioè i vari quartieri. Dopo essere stata parte del Ducato di Milano nel XII secolo e poi del feudo di Melzo dei Principi Trivulzio, Segrate giunse sotto il dominio del re di Spagna Carlo II nel 1679. La Camera Ducale divise quindi il dominio del re in feudi, dando vita al Feudo di Segrate, che comprendeva Bettolino Freddo, Cassina Gallarana, Novegro, Olgia Vecchia, Olgetta, Olgettina e Cassina Pessina.

Segrate come la conosciamo oggi si presentava nel Settecento divisa in feudi diversi, con Rovagnasco e Redecesio a sé e San Felice e Tregarezzo parte del feudo di Pantigliate. Bisogna aspettare il periodo napoleonico per avere la fusione di questi territori e la creazione di tre Comuni distinti, Segrate, Rovagnasco e Novegro, e infine il 1869 per l’unificazione sotto l’unico territorio di Segrate, con l’estensione territoriale di oggi.

Il Novecento segratese è stato fondamentale per lo sviluppo e la crescita della città che conosciamo oggi, a partire dalla fine degli anni ’20 con la creazione dell’Idroscalo, e a seguire la costruzione dell’aeroporto di Linate e la nascita delle storiche aziende del territorio, come la Mondadori, l’IBM Italia e l’ospedale San Raffaele. Nel 1925 comincia la costruzione del quartiere Lavanderie, ad opera di una cooperativa di lavandai milanesi; il Villaggio Ambrosiano è di poco precedente agli anni ’60 e successivamente scomparvero molte grandi cascine, che lasciarono posto ai quartieri residenziali San Felice e Milano 2.

 

No Banner to display

Marzo al Femminile a Bussero. Un mese di iniziative dedicate alla donna

Marzo al Femminile, Bussero
Marzo al Femminile, Bussero

“A volte in mia madre spuntarono desideri
di liberarsi, ma le saliva agli occhi
un’onda di amarezza, e nell’oscurità piangeva.

E tutto questo travaglio, vinto, mutilato,
tutto questo stava racchiuso nella sua anima,
penso che senza volerlo, io l’ho liberato”.
Alfonsina Storni

Una panchina dipinta di rosso, una sciarpa, un nastro, tre paia di scarpe da donna e da bambina e alcuni versi di Alfonsina Storni. Inizia così,nel ricordo delle continue violenze subite dalle donne, il Marzo al Femminile a Bussero organizzato dal Circolo Familiare “Angelo Barzago”. 

Un intero mese di eventi legati e dedicati all’altra metà del cielo.

Marzo al Femminile, Bussero
Marzo al Femminile, Bussero

OLTRE 200 DONNE PER LA COLAZIONE AL CIRCOLO

Come da tradizione i festeggiamenti dell’8 marzo a Bussero sono cominciati al Circolo Familiare “Angelo Barzago” con la colazione offerta a tutte le donne. Un’iniziativa di successo che ogni anno attira centinaia di donne – oltre 200 intorno alle 9 di questa mattina!

Ad ogni donna presente è stato consegnato un piccolo omaggio. Quest’anno un vasetto di marmellata di arance e limoni della Sicilia prodotte da Libera Terra Mediterraneo, il consorzio che racchiude sette cooperative sociali in tre regioni, le quali, guidate da Libera, gestiscono strutture produttive e centinaia di ettari di terreno sottratti alle mafie di Sicilia, Puglia e Campania con l’obiettivo di valorizzare la bellezza di queste terre e i loro prodotti.

Marzo al Femminile, Bussero
Marzo al Femminile, Bussero

OGNI GIORNO E’ UNA BATTAGLIA

Tante le donne presenti questa mattina al Circolo di Bussero, occasione per incontrarsi e ricordare il valore dell’essere donna oggi.

“E’ una festa che in realtà mi lascia addosso un po’ di tristezza per i motivi per cui è nata” – afferma una cittadina ricordando il rogo delle donne operaie della fabbrica di camicie di New York nel 1908. Una tristezza che aumenta se si pensa alla quantità di violenze e ingiustizie subite ogni giorno dalle donne di tutto il mondo e riportate sui giornali. 

Marzo al Femminile, Bussero
Marzo al Femminile, Bussero

Ogni giorno è la nostra festa, perché noi ci siamo sempre e ogni giorno combattiamo una battaglia. A volte anche solo arrivare a fine giornata è vincere una battaglia” – continua un’altra sorseggiando il suo cappuccino. “Ultimamente il tema della donna è dibattuto e pare che si stia cercando di fare qualcosa per contrastare le violenze e dare sostegno all’universo femminile, ma sembra che si arrivi sempre ad un passo dagli obiettivi prefissati”. 

Marzo al Femminile, Bussero
Marzo al Femminile, Bussero

Ed ecco allora che quella panchina dipinta di rosso e posta all’ingresso del Circolo si riempie di significato, diventando simbolo della violenza sulle donne e della cultura del rispetto, ricordando a tutte le donne e a tutti gli uomini che questi sono temi ancora troppo attuali di cui non si può fare a meno di parlare.

E non è un caso che la prima iniziativa di Marzo al Femminile, sabato 3 marzo, sia stata la presentazione di un libro, “La parrucchiera di Pizzuta” di Nino Motta, alias Paolo Di Stefano, che narra l’omicidio di una giovane donna.

“Come ogni anno in questo calendario di eventi abbiamo cercato di dare voce alla donna e alle differenze e diversità dell’essere donna” – afferma Flavia Marchesi del direttivo del Circolo Familiare “Angelo Barzago”.

“Attraverso queste iniziative cerchiamo di dare rilievo agli aspetti della conoscenza e del sapere femminile creando relazioni, a partire dal laboratorio della Grande Coperta organizzato da Trame & Intrecci e dalle letture di “Ritratti di Donna”, passando per i concerti, la mostra d’arte, fino alla serata conclusiva dedicata al tema del lavoro per le donne dove si analizzerà la situazione attuale e i cambiamenti avvenuti”.

Conclude Flavia: “L’obiettivo di tutta questa programmazione è dare risalto al ruolo della donna in senso positivo“.

Marzo al Femminile, Bussero
Marzo al Femminile, Bussero

IL PROGRAMMA

Alla colazione offerta, seguirà questa sera una cena su prenotazione al Circolo di Bussero, ma le iniziative proseguiranno per tutto il mese di marzo.

CONCERTO _ Si continua venerdì 9 marzo alle 21.30 al Circolo Familiare A. Barzago (via S. Marco 2) con il concerto di Michele Dal Lago & Giusi Pesenti “Love and Death in the American ballad”, un viaggio nella country music del secolo breve.

BIBLIOBRUNCH _ Sabato 10 marzo l’appuntamento è con i libri. Alle ore 11, presso la Biblioteca Comunale (via Gotifredo da Bussero 1), un Bibliobrunch con la psicologa e psicoterapeuta Marcella Taricco che presenterà il libro “Un rapido per la felicità”. Coordinerà l’incontro il Prof. Roberto Cesare Fagioli e al termine dell’incontro un rinfresco con pizza calda e bollicine.

LA GRANDE COPERTA _ La giornata di sabato 10 marzo prosegue alle ore 15 in Villa Radaelli (via A. Moro) con il laboratorio “La grande Coperta di Bussero” organizzato dall’associazione Trame & Intrecci. Tutti i partecipanti contribuiranno a realizzare una grande installazione, una grande coperta costituita da quadrotti di stoffa liberamente decorati che, assemblati tra loro trasmetteranno un messaggio di condivisione, creatività, voglia di conoscersi per lasciarsi contaminare e stupire dagli altri che è la filosofia di Trame & Intrecci.

MOSTRA D’ARTE _ Inaugura domenica 11 marzo alle ore 11.30 al Circolo Familiare A. Barzago (via S. Marco 2) la mostra di pittura di Elena Bassani intitolata “Storie al femminile – un percorso di vita intrecciando altre vite”. L’esposizione proseguirà per tutto il mese di marzo.

MUSICA CLASSICA _ Una serata di musica classica è invece in programma venerdì 16 marzo alle ore 21, quando presso la Villa Casnati (via San Carlo) l’Associazione Manifestare Opportunità, col patrocinio del Comune di Bussero, Maddalena Giacopuzzi al pianoforte si esibirà in “Liaisons musicali nella Francia tra Barocco e Impressionismo” sulle musiche di F. Couperin, F. Chopin e C. Debussy.

LETTURE _ L’associazione LibriAMOci dà appuntamento a sabato 17 marzo alle ore 21 alla Biblioteca Comunale (via Gotifredo da Bussero 1) con la serata “Ritratti di donna”, letture e recitativi a molte voci messi in scena in collaborazione con la Compagnia Teatrale “Gli Anonimi” di Vimodrone.

MUSICA DAL VIVO _ Un’altra serata di musica è in calendario venerdì 23 marzo alle 21.30 presso il Circolo Familiare “Angelo Barzago” (via San Marco 2) con “The Revend and the Lady” ovvero Mauro Ferrarese & Alessandra Cecala che scalderanno l’atmosfera al ritmo di country blues, old time music, urban blues, ballads e spirituals.

SPETTACOLO TEATRALE _ Sempre venerdì 23 marzo presso la Biblioteca Comunale (via Gotifredo da Bussero 1) alle ore 21 andrà in scena lo spettacolo teatrale “Terra di Rosa – u cantu ca vi cuntu” di e con Tiziana Francesca Vaccaro che narrerà la storia di Rosa Balistreri, la “cantatrice del Sud”. Lo spettacolo e patrocinato dalla Rete Antimafia Martesana.

CONFERENZA _  Il Marzo al Femminile si conclude toccando un tema serio e attuale come il lavoro. Giovedì 29 Marzo alle ore 21 presso la Biblioteca Comunale (via Gotifredo 1) si terrà l’incontro dal titolo  “Il lavoro e le donne oggi”. La serata è promossa da Spazio Solidale Onlus e condurranno Silvia Ronzani, counselor specializzata in ambito lavoro,organizzazioni e salute, e Sonia De Leonardis, psicologa del lavoro e delle organizzazioni, coach e psicoterapeuta.

Leggi qui le iniziative per la Festa della Donna nei paesi della Martesana.

No Banner to display

SPECIALE NATALE
I PRINCIPALI EVENTI IN MARTESANA DAL 10 AL 16 DICEMBRE

Anche questa settimana vi proponiamo gli appuntamenti che accompagneranno tutta la Martesana verso i festeggiamenti del Natale. Ecco quelli da non perdere da sabato 10 a venerdì 16 dicembre, ricordandovi che le iniziative proposte potrebbero subire delle variazioni. Per questo vi consigliamo di consultare se necessario i siti web dei vostri Comuni.

BRUGHERIO
Ricordiamo che la pista di pattinaggio sul ghiaccio “all’americana” in piazza Roma resterà aperta fino all’8 gennaio con i seguenti orari: da lunedì a venerdì dalle ore 15.00 alle ore 19.00 (la mattina è riservata alle scolaresche); sabato dalle ore 10.00 alle 19.00; domenica e festivi infrasettimanali dalle ore 10.00 alle 19.00 il mattino del 25 dicembre.

Sabato 10 dicembre l’appuntamento è al tempietto di San Lucio in Moncucco alle ore 21.00 con il “Concerto per Natale”, a cura della Fondazione Martalive e della Fondazione Luigi Piseri. Ingresso gratuito.

Domenica 11 dicembre in piazza Roma e in via De Gasperi ci saranno, per tutti i cittadini interessati, i tradizionali mercatini di natale, con bancarelle, hobbisti e creativi e prodotti tipici. Dalle ore 9.00 alle 19.00. In piazza Roma poi, dalle ore 14.00 alle 19.00, in occasione della festa di Santa Lucia, ci sarà la “Cuccia salata” con gli “Amici di Resuttano”.

A Brugherio questo weekend i festeggiamenti per il Natale si intrecciano con quelli del 150esimo: sabato 10 e domenica 11 si terranno le celebrazioni ufficiali in città. Per maggiori informazioni, rimandiamo al sito del comune (qui).

Giovedì 15 dicembre alla Chiesa San Carlo in piazza Togliatti ci sarà il concerto “I Tre Re” a cura del Coro Cappella Accademica di Brugherio insieme al Coro A.N.A. di Giussano. Appuntamento alle ore 21.00.

BUSSERO
L’Associazione A.M.O. ha organizzato un concerto di Natale “Loving Trio” rivolto a tutti i cittadini di Bussero e non solo. L’appuntamento è alle ore 21.00 di venerdì 16 dicembre. La location è ancora da definire: vi invitiamo a consultare nei giorni precedenti l’evento il sito del Comune.

CARUGATE
Il Corpo Musicale S. Marcellina invita la cittadinanza a partecipare al “Concerto di Natale” che si terrà giovedì 15 dicembre alle ore 21.00 presso il Cine Teatro Don Bosco in via Pio XI. Il concerto, diretto dal Maestro Francesco Sudati, sarà l’occasione perfetta per lasciarsi trascinare dalla musica nel pieno delle atmosfere natalizie.

Vi ricordiamo che il tradizionale temporary shop della Cooperativa “Il Sorriso” sarà aperto da lunedì a venerdì dalle ore 10.00 alle 12.00 e dalle ore 17.00 alle 19.30, e sabato e festivi dalle ore 10.00 alle 12.00 e dalle ore 15.30 alle 19.00, in via Bertarini 25. Acquistando i cesti natalizi o prodotti enogastronomici in vendita, si dà una grossa mano alla cooperativa e ai suoi progetti sociali. Per maggiori informazioni, rimandiamo al nostro articolo (qui).

CASSINA DE’ PECCHI
A Cassina ci si avvicina al Natale attraverso la lettura e la letteratura. Sabato 10 dicembre presso la Sala Conferenze della biblioteca comunale, ci sarà il mercatino del libro usato, dalle ore 14.30 alle 18.00. Sempre in biblioteca, alle ore 16.00, appuntamento con “La valigia delle storie”.

Domenica 11 dicembre grande appuntamento con il presepe vivente. Alle ore 18.00 partirà dal Centro Culturale Casale per arrivare infine alla Parrocchia di Santa Maria Ausiliatrice.

CERNUSCO SUL NAVIGLIO
Sabato 10 dicembre continuano i festeggiamenti in preparazione al Natale a Cernusco, con i mercatini in piazza Unità d’Italia, dalle ore 9.00 alle 19.00. In giornata eventi nelle vie e piazze del centro storico, come la Piva Natalizia a cura della Banda de Cernüsc, a partire dalle ore 16.00. Alle ore 15.30 presso la Sala Magolibero della biblioteca ci saranno le letture animate per bambini “Christmas around the world”: un viaggio nelle diverse culture che rinnova la magia del Natale.

Sabato 10 e Domenica 11 dicembre, presso le vie e le piazza del centro storico, dalle ore 15.00 alle 19.0 ci sarà il tradizionale Trenino di Babbo Natale a cura dell’Associazione territoriale Commercianti di Melzo – Confcommercio Imprese per l’Italia. Partenza e arrivo sono in piazza della Repubblica.

Domenica 11 dicembre sarà tutta in musica a Cernusco! Alle ore 16.00 alla Casa delle Arti ci sarà il concerto per pianoforte “Wolfgang Amadeus Mozart: divertimenti e concerto” con l’orchestra “Carlo Antonio Marino” diretta da Natale Arnoldi. Poi, alle ore 17.00 presso l’Auditorium P. Maggioni in via Don Milani andrà in scena la rappresentazione dell’Inverno di Vivaldi a cura dell’Associazione Teresa Resta Balestra Poetessa. Ricordiamo che come ogni domenica, anche il 4 dicembre in mattinata la Croce Bianca di Cernusco sul Naviglio sarà davanti alle chiese della città per la “Campagna amici della croce bianca”, volta a promuovere l’adesione o il rinnovo della tessera a sostegno del servizio da loro offerto.

Lunedì 12 dicembre all’Istituto Biraghi in via Videmari alle ore 15.30 appuntamento con “Natale e solidarietà”, con la musica e la voce di Antonella Savoia.

Alla Casa delle Arti grande concerto martedì 13 dicembre. Alle ore 21.00 si terrà il concerto di Natale Ensemble di archi della Scuola di Musica “Fondazione Luigi Piseri” di Brugherio, con le musiche di Schubert, Vivaldi e Paisiello.

Mercoledì 14 dicembre ancora un appuntamento con la cantante Antonella Savoia, questa volta alle ore 14.30 presso l’Istituto Fatebenefratelli.

Continua con giovedì 15 dicembre la settimana ricca di appuntamenti di Cernusco. Alla Casa della Arti, alle ore 21.00, andrà in scena lo spettacolo di solidarietà alle popolazioni terremotate “Le Benniadi”, con i testi di Stefano Benni. Le musiche sono dal vivo, con Domenico Canali. L’ingresso è a offerta libera: il ricavato verrà interamente devoluta a favore delle popolazioni terremotate del Centro Italia.

Infine, venerdì 16 dicembre al Parco Trabattoni alle ore 16.30 ci sarà “Luci di stelle” a cura della Scuola dell’Infanzia di via Dante.

Ricordiamo che ha aperto il 26 novembre la pista di pattinaggio di piazza Unità d’Italia, che resterà aperta fino al 15 gennaio secondo i seguenti orari: fino al 23 dicembre e dopo l’8 novembre, da lunedì a venerdì dalle ore 14.00 alle 19.00, sabato domenica e festivi dalle ore 10.00 alle 19.00 (sabato fino alle ore 23.00). Dal 24 dicembre all’8 gennaio tutti i giorni dalle ore 10.00 alle 23.00. Orari particolari: il 31 dicembre chiuderà alle ore 01.00, la vigilia di Natale chiuderà alle ore 20.00, a Natale e il 1 gennaio aprirà alle ore 14.00. L’ingresso costa 5 euro, ridotto 4 euro per chi non raggiunge 1,20 metri di altezza, gratuito sotto 1 metro. L’utilizzo dei pattini costa 2 euro. È possibile inoltre fare diversi tipi di abbonamenti.

Fino all’8 gennaio, per la gioia dei più piccoli, sarà attiva in piazza Matteotti l’antica giostra dei cavalli. Sempre per i bambini, è in arrivo Babbo NataleFino al 23 dicembre il suo carro sarà in città grazie all’Unità Pastorale Giovanile: info percorsi sul sito.

COLOGNO MONZESE
Dal 26 novembre è aperta in piazza XI febbraio la pista di pattinaggio sul ghiaccio cittadina, che resterà attiva fino al 22 gennaio. Gli orari sono: dalle ore 10.00 alle 22.00. Il prezzo per tre ore di divertimento è di 5 euro, 2 euro in più se si vogliono noleggiare i pattini.

Sabato 3 dicembre ha avuto inizio la sperimentazione dell’isola pedonale ampliata, iniziativa pensata per i week end che precedono il Natale. Per tutto il mese, nei giorni sabato e domenica, via Mazzini (fino all’intersezione con via Manzoni) e via Visconti saranno in ztl. Resterà invariata la circolazione delle auto su via Cavallotti (percorribile fino all’intersezione con via Mazzini) e via Sormani. Per tutto il periodo l’isola pedonale ospiterà varie iniziative: oltre alla pista per pattinaggio su ghiaccio, ci saranno le “casette di Natale”, le manifestazioni “Hobby e sapori” previste sabato 10 dicembre e le esposizioni hobbistiche di domenica 11 dicembre.

Sabato 10 dicembre alle ore 16.30 i più giovani potranno divertirsi con il “Teatro ragazzi per Santa Lucia”, che porterà in scena “Aspettando il Natale” di Teatro Telaio. L’età consigliata è dai 3 ai 10 anni. Lo spettacolo si terrà presso il Cineteatro Peppino Impastato di via Volta. L’ingresso per gli adulti è di 8 euro, per i bambini 7, ridotto a 6 per i piccini tesserati alla biblioteca civica.

Venerdì 16 dicembre alle ore 17.00 sarà inaugurata la Mostra dei Presepi e avverrà la premiazione del contestuale concorso. L’esposizione, presso la Sala Pertini di Villa Casati, sarà aperta da quel giorno sino al 6 gennaio 2017. Gli orari di apertura sono i seguenti: dalle 15.00 alle 19.00. Chiusura nei giorni 25, 26, 31 dicembre e 1 gennaio.Ingresso libero.

GESSATE
A Gessate è la generosità ad accompagnare i cittadini verso il Natale. Il Moto Club locale, in collaborazione con la BCC di Carugate e Inzago, invita alla tradizionale raccolta di materiale per tutto il mese di dicembre. Il raccolto, che può comprendere materiale sanitario (come pannoloni, traverse, carrozzine, deambulatori) igienico (sapone liquido, rasoi usa e getta, shampoo) e qualsiasi altro oggetto che possa portare conforto a persone meno fortunate, sarà donato alla Casa Famiglia Don Spinelli di Rivolta d’Adda in occasione della “Moto Befana Benefica 2017”. Il materiale può essere consegnato presso la sede in Villa Daccò (al primo piano) nelle giornate del 16 e 19 dicembre dalle ore 21.00 alle 22.00, oppure contattando il numero 3348427090 (Arnaldo) o via email all’indirizzo: info@motoclubgessate.it.

GORGONZOLA
Nel mese di dicembre, con il patrocinio del Comune di Gorgonzola, per quattro pomeriggi la sede della Pro loco ospiterà la casa di Babbo Natale. Appuntamento goloso per i bambini! Tutti i piccoli concittadini sono invitati a visitarla per gustare insieme la merenda dell’elfo e ascoltare una bella fiaba letta da Babbo Natale in persona. L’appuntamento è per le ore 16.30 di martedì 13 dicembre presso la Pro Loco, in via Fabio Filzi.

MELZO
Sabato 10 sarà una giornata di festeggiamenti in tutta la città. In piazza della Repubblica e in piazza V. Emanuele II ci sarà il Villaggio Contadino Natalizio con abitanti in costume, animali da cortile e la fantastica casa di Babbo Natale, a cura dell’associazione i Proberot di Truccazzano. Alle ore 16.00 poi ci sarà la marcia dei Babbi Natale, una camminata per le vie di Melzo in collaborazione con il Gruppo Podistico Melzo. Dalle 15.00 alle 17.00 si terrà anche il laboratorio creativo presso l’ex negozio Bertolazzi, organizzato dalla Pro Loco in collaborazione con l’associazione Olistica Wellness. Ingresso e merenda sono gratuiti. Ci saranno in giornata anche “Radio in vetrina”, radio live con gli Svalvolati di Radio Top Fm 92.2., e Magico Globe, il servizio fotografico a cura di Futura Service. Ci sarà anche il trenino natalizio sponsorizzato da Pro Loco Melzo, che farà fare a tutti un giro gratuito della città con partenza da via A. Villa (fronte Biava Classic).

Sabato è anche la giornata delle associazioni, che saranno presenti in piazza della Vittoria per proporre iniziative, prodotti e regali per fare del bene a chi bisogno. Infine, a Filarmonica Città di Melzo con il patrocinio e il sostegno del Comune di Melzo è lieta di invitare la cittadinanza al Concerto di Natale 2016, che si terrà sabato 10 dicembre alle ore 21.00 presso il Teatro Trivulzio in piazza Risorgimento. Dirige il maestro Alberto Maccabruni.

Giornata di festeggiamenti sabato 10 dicembre, anche con le attività commerciali e non solo melzesi: la Bottega NazcaMondoAlegre in via Matteotti alle ore 16.00 propone “Metti un cuoco in vetrina”, lo show cooking con Gennaro Amato. Il Bar “La Caffetteria” in piazza Vittorio Emanuele alle ore 17.00 invita invece al concerto “I Giuinott Dè la Martesana” e la birreria “Sotto La Torre” in piazza Vittorio Emanuele offre un happy hour alle ore 17.30 con buffet gratuito.

Passando a domenica 11 dicembre, ci saranno come sabato il villaggio contadino natalizio in piazza e Magic Globe a cura di Futura Service. Segnaliamo poi il laboratorio artistico “Mani in arte” per bambini, con ingresso gratuito dalle ore 15.00 alle 19.00, organizzato da Pro Loco in collaborazione con GAM, e il mercato del contadino a cura della Coldiretti che si terrà in mattinata. In piazza della Vittoria ci saranno poi i mercatini Creart e il trenino natalizio sponsorizzato dalla Pro Loco.

Ecco poi le iniziative delle attività melzesi per domenica 11. “La Natura dipinta” e “Vallì” in via Matteotti dalle ore 15.30 propongono un laboratorio di pittura e bijoux, per cui è gradita la prenotazione. La merenda per i partecipanti sarà curata da “Pasticceria Vighi” e “La Bottega dell’erborista”. “Fantamagus” in piazza Vittorio Emanuele dalle ore 10.00 alle 19.00 propone “FantaGame Day”, giochi adatti a tutte le età. Il Bar “Charleston” in piazza della Repubblica ha organizzato per le ore 14.30 un fantastico karaoke e la birreria “Sotto La Torre” propone ancora per il tardo pomeriggio un happy hour con buffet gratuito.

Per venerdì 16 dicembre c’è una proposta interessante da parte dell’Associazione “La Clessidra – Il Ritrovo del Tempo”, con un incontro con i professori Remo Cacitti e Gabriele Pelizzari dell’Università degli Studi di Milano. La serata, dal titolo “Beati quelli che hanno fame e sete di giustizia, perché verranno saziati”, proporrà un confronto tra il martirio paleocristiano ed il martirio islamico contemporaneo.

Dal 1 al 23 dicembre c’è la possibilità di partecipare all’iniziativa “La lotteria del borgo: presso i negozi di via Matteotti, via Agnese Pasta e piazza Vittorio Emanuele, sarà attivata la distribuzione dei biglietti della lotteria ad ogni acquisto presso i negozi aderenti. L’estrazione dei premi avverrà il 24 dicembre in Piazza.

Continuano inoltre la “Mostra presepi” a cura degli “Amici di Sant’Andrea” presso la chiesa di Sant’Andrea e la “Mostra Natale Arte” a cura del Gruppo Artistico Melzese in via Matteotti 35 (ex negozio CD).

PESSANO CON BORNAGO
Il Comitato genitori e delle scuole di Pessano con Bornago invitano tutta la cittadinanza alla scuola dell’infanzia il giorno giovedì 15 dicembre. Infatti, dalle ore 15.30 in poi, sul piazzale della scuola ci sarà una merenda insieme a Babbo Natale, a cui i bambini potranno consegnare la loro letterina. Inoltre, in modo volontario, i piccini potranno esibirsi cantando la canzone natalizia che hanno imparato. La strada sarà chiusa per l’occasione e i bambini potranno fare un giro sulla Slitta di Babbo Natale trainata dai cavalli in tutta sicurezza.

PIOLTELLO
Iniziativa coraggiosa quella di Pioltello e Limito, che intende accompagnare i cittadini verso il Natale. Dal 30 novembre è attivo un temporary shop molto particolare: si è avviata infatti la riapertura di circa 1.000 mq di negozi sfitti del centro di Pioltello, lungo le vie Roma, Milano e Tripoli. Qui si insedieranno fino al 7 gennaio dei negozi di accessori e bigiotteria femminile, di borse, abiti da sposa, pasticceria, abbigliamento, vino e bevande, arredamento, con chiusura solo a Natale, S. Stefano e Capodanno. Oltre a creare la tradizionale atmosfera festiva, l’iniziativa vuole ridare vita a dei punti da tempo inattivi della città.

Sabato 10 e domenica 11 dicembre, a partire dalle ore 10.00, il centro storico di Pioltello si animerà inoltre con l’iniziativa di street food organizzata dall’Amministrazione comunale. Le vie XXV aprile, Roma e Milano si riempiranno di occasioni di animazione, con artisti di strada e zampognari.

Sabato 10 inoltre in piazza della Repubblica sarà riproposto il Villaggio di Babbo Natale.

SEGRATE
Appuntamento per i più piccoli con “Tanti auguro GGG!” alle ore 17. 30 di sabato 10 presso l’Auditorium Verdi. Si tratta di uno spettacolo teatrale per i bambini dai 5 ai 10 anni in omaggio allo scrittore Roal Dahl della compagnia “La Piccionaia” di Firenze. Torna sabato 10 dicembre la rassegna musicale “Natale insieme” con “Natale in…banda”, concerto della Banda Musicale Cittadina “G. Verdi” diretta dal maestro Damiano Di Gangi. Appuntamento alle ore 21.00 presso l’Auditorium Cardinal Martini in via Fratelli Cervi. L’ingresso è come sempre libero. Alla stessa ora ci sarà un altro concerto in città, a cura di AIDO: “Pizza, pudding & pop corn” è il titolo della serata benefica con il gruppo “The rain boys”, presso l’Auditorium Cascina Commenda. Ingresso 7 euro.

Sabato 10 e domenica 11 dicembre ci sarà il 39° torneo di Natale “Grand Prix of Italy Fistsf di Subbuteo”: sabato dalle ore 9.30 alle 19.30, domenica dalle ore 8.30 alle 19.30 presso il Centro Sportivo Aeronautica Militare di Linate. Ingresso libero.

Domenica 11 dicembre sarà il giorno dei mercatini di Natale, che per tutto il giorno animeranno piazza San Francesco. Alle ore 15.30 ci sarà il laboratorio gratuito con gli elfi di Natale! Appuntamento al Bar Centroparco. Doppio concerto per la rassegna “Natale insieme” nella giornata di domenica. Ci saranno infatti il concerto dell’Orchestra Rudolf Steiner “Natale in… orchestra”, alle ore 16.00 presso la parrocchia Beata Vergine Immacolata Lavanderie, e lo spettacolo di parole, musica e danza “Natale in… tenerezza” a cura della Fraternità della Trasfigurazione, alle ore 20,45 alla Chiesa Madonna del Rosario.

Martedì 13 dicembre si festeggerà Santa Lucia, con laboratori creativi, merenda, “pesca” e altro ancora, a cura dell’Associazione Tempo C, dalle ore 16.30 alle 18.30, alla Ludoteca Mr Magorium in via Amendola.

Giovedì 15 dicembre ci sarà la serata natalizia del Gruppo di Lettura, che proporrà un incontro sul romanzo “Ernesto” di Umberto Saba, a cura della biblioteca comunale in collaborazione con D come Donna. Ingresso gratuito, appuntamento alle ore 21.00 alla biblioteca Centro Verdi. Dal 15 dicembre al 15 gennaio sarà un mese d’arte per Segrate, con la mostra dell’illustratrice Anna Sutor, a ingresso gratuito tutti i giorni dalle ore 10.00 alle 19.00 presso la sala polifunzionale del Centro Verdi. La mostra sarà inaugurata proprio giovedì 15 alle ore 18.30.

Venerdì 16 dicembre altro concerto con “Natale in… talento”, con gli allievi e insegnanti dell’Associazione Musica XXI e del coro di voci bianche “Millenote” di Cernusco sul Naviglio. L’appuntamento è all’Auditorium Verdi alle ore 20.45.

Sono aperte le iscrizioni per il pranzo di Natale rivolto ai segratesi over 60, in programma per sabato 17 dicembre alle ore 12.30 presso l’EspressoHotel di via Baracca 19 a Novegro. Fino al 13 dicembre sarà possibile effettuare le prenotazioni al personale della Pro Loco Segrate presso lo Sportello S@C – Servizi al Cittadino del Comune dalle ore 14 alle 16. Il costo del pranzo è di 15 euro.

VIMODRONE
Per il calendario “Atmosfere Natalizie” di Vimodrone appuntamenti speciali in piazza Unità d’Italia domenica 11 dicembre! Alle ore 15.00, per la gioia di tutti i piccini, arriverà Babbo Natale in modo e alle ore 15.30 aprirà il villaggio di Natale, seguito da “Crea il tuo Natale”, il laboratorio di cake design per bambini tenuto da Eleonora Longhi. Il tutto è curato dal “Gruppo Amici per Vimodrone” con il patrocinio del comune di Vimodrone.

L’8 dicembre è stata inoltre inaugurata la pista di pattinaggio sul ghiaccio all’aperto in piazza Unità d’Italia, che resterà aperta fino al giorno dell’Epifania.

No Banner to display

BUSSERO – Indietro nel tempo. Un grande successo per la festa della Maioca, tra tradizioni contadine e “Muc Donald”

Ritorna l’autunno e la Cascina san Pietro torna a riaprire le porte ai cittadini busseresi, e lo scorso week end, complice anche una giornata da far invidia a ferragosto, la fattoria è stata letteralmente invasa da curiosi di tutte le età che per un giorno hanno deciso di lasciare a casa le macchine e i computer per riscoprire la sana vita di campagna.

E così anche quest’anno i fratelli Manzoni hanno organizzato la festa della Maioca, arrivata quest’anno alla sua ottava edizione. La  festa nacque quasi una decina di anni fa con uno scopo educativo, quando l’allora amministrazione cittadina organizzò con le scuole elementari una gita nella fattoria per far conoscere i prodotti e gli animali ai bambini. L’uscita si svolse  di venerdì e piacque talmente tanto a bambini e genitori che, a furor di popolo, fu prolungata per l’intero fine settimana, da allora la festa della Maioca è diventata una vera e propria tradizione cittadina.

Oggi benché non sia più un progetto scolastico, sono stati centinaia i bambini che tra sabato e domenica  hanno fatto conoscenza di mucche, conigli, cavalli e di altri animali della fattoria o si sono persi nel labirinto di balle di fieno allestito per l’occasione.  Intanto i genitori hanno avuto la possibilità di poter provare i trattori dell’azienda imparando ad usare i vari attrezzi agricoli. Il tutto coronato da delle ottime salamelle di bufala al “muc donald” della fattoria ( nel quale tra l’altro a differenza del suo ben noto omonimo le bustine di salsa venivano gentilmente offerte dalla casa).

Alla festa hanno partecipato anche alcune bancarelle del circuito Km 0 e l’associazione carugatese Olmo d’oro, che da anni tiene viva l’arte della lavorazione del legno realizzando sculture dei più svariati soggetti. Pardo Malorni, membro dell’associazione, ha elaborato per l’occasione un scultura a tema, esposta sabato e domenica al centro della fattoria. Tra un giro in trattore e delle belle ore in compagnie di chi col rapporto con la terra ci ha fatto un mestiere, la festa si è conclusa, l’appuntamento con la riscoperta del mondo agreste rimane per l’anno prossimo, stessa città e stessa fattoria.

di Davide Marasco

No Banner to display

Promozione del territorio: anche Bussero aderisce all’Ecomuseo Martesana

Durante l’ultimo consiglio comunale, svoltosi ieri (31 luglio), è stata approvata a larghissima maggioranza l’adesione da parte del Comune di Bussero all’Ecomuseo Martesana.

L’Associazione Ecomuseo Martesana, a cui appartengono già 17 comuni della zona, si occupa di marketing territoriale. Detto più semplicemente, si occupa di promuovere le bellezze del territorio in maniera unitaria attraverso progetti di ampio respiro. I tre obbiettivi principali di Ecomuseo sono, oltre alla promozione del patrimonio mobile e immobile del territorio, anche lo sviluppo sostenibile e l’attenzione verso le nuove generazioni.

Anche la Città Metropolitana di Milano ha riconosciuto ad Ecomuseo la centralità della sua azione all’interno del Piano Strategico provinciale, proprio per la sua caratteristica di fare rete tra istituzioni, imprese private e associazioni.

L’adesione all’Associazione, che non prevede oneri, è aperta anche alle singole persone fisiche che volessero partecipare attivamente alla promozione del territorio e delle sue opere.

 

 

No Banner to display

MARTESANA
METRO’: IL PERCORSO DEI SINDACI PER IL DIRITTO ALLA MOBILITA’ AVANZA DI UN PASSO

L’ultima volta che li abbiamo visti in azione erano a Cassina, a giugno, per l’ultimo atto della mobilitazione “Salgo anch’io, no tu no”. Parliamo dei sindaci di Bussero, Cassina, Gessate, Gorgonzola e Vimodrone, sostenuti da Cernusco, in prima linea per chiedere che le loro fermate e stazioni della metropolitana linea 2, fossero innanzitutto aperte alle esigenze delle persone con disabilita, per tanto private di ogni barriera architettonica, e in secondo luogo che venissero adeguate agli standard di sicurezza e fruizione auspicabili dopo decenni di riqualificazione rasente allo zero (i sindaci nella foto di copertina scattata a Vimodrone nel 2015).

Venerdì 4 marzo, i cinque sindaci (per Gessate il vicensindaco Caspiati) più Eugenio Comincini in doppia veste di sindaco di Cernusco e Vicesindaco della Città Metropolitana di Milano, hanno partecipato ad un incontro in Prefettura, dopo averlo sollecitato con una lettera. Al tavolo di lavoro hanno presenziato i tecnici delegati dall’ Assessore alla Mobilità del Comune di Milano Pierfrancesco Maran, la Consigliera delegata alla mobilità della Città Metropolitana di MilanoArianna Censi, la Dottoressa Anna Pavone, capo di Gabinetto del Prefetto e la Dottoressa Massa, dirigente del Gabinetto del Prefetto che segue la realtà degli enti locali.

“Credo che questo incontro sia stato positivo e rappresenti un piccolo passo in avanti -ha commentato il sindaco di Bussero Curzio Rusnati abbiamo aperto un fattivo tavolo di confronto e interlocuzione per analizzare ed arrivare a progetti veri, concreti, da studiare e proporre. Per quanto riguarda noi, abbiamo ribadito che per quanto servano ristrutturazioni e restyling, la priorità da non perdere di vista è quella dell’eliminazione delle barriere architettoniche.”

A riguardo, i sindaci hanno rinnovato la loro disponibilità a cofinanziare possibili interventi nelle fermate e stazioni coinvolte, e da parte sua, Città Metropolitana ha aperto ad una collaborazione totale nel coordinare e sostenere i comuni anche relativamente alla ricerca di bandi europei dedicati ai trasporti pubblici. Incassano anche un’altra apertura i sei comuni coinvolti, dato che il Comune di Milano potrebbe pensare di richiedere direttamente al Ministero per le Infrastrutture e i Trasporti, i fondi necessari per una riqualificazione della tratta interessata.

Non c’è nulla di ufficiale in questo però, e comunque servirebbe presentare progetti preliminari-definitivi che possano dare una stima dei costi e della fattibilità, a partire da quelli relativi alla stazione terminal di Gessate con più di una criticità (qui), a quella di Vimodrone come prima fermata esterna (qui), e alle stazioni di Gorgonzola (qui), Cassina e le fermate di Bussero (qui) e Villa Fiorita, quest’ultima però con un progetto già approvato e in fase di realizzazione (qui), che potrebbe essere esempio da riproporre per i successivi interventi nelle stazioni simili.

“Ideale sarebbe un progetto globale che contenga tutti quelli singoli, di modo che non siano percorso distaccati -ha spiegato Antonio Brescianini sindaco di VimodroneComunque essenziale è che ci sia un percorso condiviso di attenzione sociale per le esigenze della comunità e delle persone diversamente abili, verso le quali non possiamo restare ancora indifferenti. Il solo fatto che il comune di Milano inizi a pensare ad una soluzione è positivo”. Della stessa idea il primo cittadino di Cassina Massimo Mandelli: “L’ incontro è sicuramente stato proficuo. Nelle diverse stazioni ci sono interventi diversi da realizzare, ma il minimo comune denominatore per tutti è l’abbattimento delle barriere architettoniche. Noi siamo stati chiari, faremo la nostra parte, ma ora la politica dia delle risposte“.

Il prossimo appuntamento del tavolo di lavoro sarà convocato dal Comune di Milano tra circa un mese, di modo che si possa progettare qualcosa di definitivo. “E’ stato tempo ben speso -ha scritto il sindaco di Gorgonzola Angelo Stucchi dal suo profilo Facebook- che ha permesso a tutti i soggetti interessati di condividere e iniziare ad attuare un percorso per superare le condizioni di degrado delle nostre stazioni. Finalmente siamo partiti, speriamo che il nostro metrò non si fermi alla prima stazione ma giunga finalmente a destinazione”.

Un incontro sostanzialmente “positivo, ma non risolutivo“, ha spiegato infine il Sindaco Eugenio Comincini, che ha concluso: “Città Metropolitana ha ribadito la disponibilità espressa già in passato. Il punto su approfondimenti da fare e  impegni da prendere lo faremo tra un mese”.

No Banner to display

Pista ciclabile Pessano-Bussero: «entro l’estate la gara d’appalto»

Se ne parla da diversi anni, ma questa sembra essere davvero la volta buona. Negli scorsi giorni i Comuni di Bussero e Pessano con Bornago hanno approvato i rispettivi progetti preliminari per la realizzazione di una pista ciclabile di collegamento fra i due comuni. Adesso il prossimo step sarà stilare un protocollo d’intesa, per poi procedere con il progetto definitivo e la gara d’appalto dei lavori, prevista per il periodo estivo.

Il progetto

La nuova pista ciclabile sorgerà affianco alla Strada Provinciale SP120, che collega i Comuni di Bussero e Pessano con Bornago. Il progetto prevede un costo complessivo di circa 450mila euro, che entrambi i comuni finanzieranno anche con i propri avanzi di amministrazione.

«Entrambi i comuni coinvolti hanno approvato il progetto preliminare – ha spiegato il Sindaco di Pessano con Bornago Alberto Villa -. Nelle prossime settimane ci sarà un incontro presso Città Metropolitana, che ci fornirà tutte le prescrizioni tecniche necessarie».

Lo studio di fattibilità del progetto è diviso in tre lotti, uno dei quali riguarda il ponte sopra il Torrente Molgora, che potrebbe essere realizzato soltanto in una seconda fase, così da non rallentare i lavori.

«Per il momento abbiamo deciso di tenere in sospeso il lotto che riguarda il ponte, così da poter utilizzare lo spazio affianco al guard rail già esistente ed evitare di andare per le lunghe», ha precisato il Sindaco di Bussero Curzio Rusnati.

Nel frattempo, i due primi cittadini hanno fatto sapere che si sta già lavorando al protocollo d’intesa, che sarà sottoscritto da entrambe le amministrazioni, così da presentare a Città Metropolitana «un progetto unico e accordato».

«Stringiamo i tempi»

Per quanto riguarda le tempistiche, entrambi i Sindaci hanno specificato che l’obiettivo è «completare la fase di progettazione e far partire le gare d’appalto entro l’estate», così da poter rendere operativa la nuova pista il prima possibile.

«Ci siamo presi un impegno e ora stiamo cercando di stringere i tempi – ha assicurato Rusnati -. Speriamo che per la prossima primavera la pista ciclabile sia già terminata e pronta per l’uso. In questi ultimi due anni di mandato – ha proseguito – la mobilità sostenibile sarà senza dubbio uno dei miei obiettivi primari. Dopo la ciclabile verso Cernusco e Carugate, con questo progetto puntiamo ad aggiungere un altro pezzo al prezioso lavoro di interconnessione che stiamo mettendo a punto».

Anche da Pessano si registra grande soddisfazione per il progetto, che, una volta realizzato, permetterà a tanti cittadini di poter usufruire di un collegamento diretto con la stazione della metropolitana di Bussero, senza essere costretti ad usare l’automobile.

«Questa pista ciclabile era uno dei punti del nostro programma elettorale, perciò sono contento che ci siamo arrivati», ha spiegato Villa. «Confido che in poco tempo questo progetto possa trovare il suo completamento. Nel frattempo, posso assicurare che questa è davvero la volta buona: la pista ciclabile si farà».

Foto del progetto preliminare pubblicata dal Comune di Pessano con Bornago

No Banner to display

No Banner to display

No Banner to display