lunedì, 26 Luglio 2021

MARTESANA
TORNA “ECOISMI”, MOSTRA D’ARTE CONTEMPORANEA LUNGO IL NAVIGLIO

Può uno spazio aperto diventare un museo, e un corso d’acqua lo sfondo per una mostra? Non è solo possibile, tutto questo è già realtà grazie a “Ecoismi”, la rassegna di arte contemporanea che torna con la sua quinta edizione ad animare le sponde del Naviglio Martesana.

La zona dell’Adda Martesana, con la sua natura e le sue architetture, rappresenta lo scenario perfetto in cui inserire le 8 opere site-specific che compongono il percorso lungo la pista ciclopedonale del naviglio. Tema di quest’anno sarà l’aforisma di Eraclito “Tutto scorre”, perfetto per coniugare il fluire delle acque del territorio e la perenne trasformazione che coinvolge gli esseri umani, veri protagonisti del luogo.

Il percorso d’arte parte da Vimodrone con l’installazione galleggiante “Proiezione Stellare” di Alessandro Perini; le successive tappe che toccheranno, in ordine, Cernusco sul Naviglio, Cassina de’ Pecchi, Inzago, Cassano d’Adda, Vaprio d’Adda e Trezzo sull’Adda, riservano grandi sorprese per i cittadini della zona, che potranno raggiungere le diverse opere a piedi o in bici lungo la ciclabile del naviglio. Nelle prime tre città l’inaugurazione delle opere avverrà sabato 11 giugno (rispettivamente alle ore 15.30, 17.00 e 18.30), a Inzago e Cassano domenica 12 (ore 10.30 e 12.00), mentre a Cassano domenica 26 giugno alle ore 17.30 (qui i dettagli dei programmi).

Questa speciale mostra a cielo aperto sarà naturalmente fruibile 24 ore su 24, per tutta l’estate fino al 2 ottobre 2016. Ecco tutte le opere proposte dall’iniziativa, pronte per essere scoperte e soddisfare la vostra curiosità artistica:

Proiezione stellare” di Alessandro Perini, Via della Martesana, Vimodrone
Sopra le nuvole” di Emanuela Bizzozero, Via IV Novembre-Lungo Naviglio, Cernusco sul Naviglio
Pixel Shadow” di VAHA, Via Goffredo Mameli-Naviglio Piccolo, Cassina de’Pecchi
Photosynthesis” di Calembour, Via Lazzaretto-via Turati, Inzago
ATeMpo” di MA2, Rainbow Wheels di Federica Pezzani & Daniele Verderio, Via Tornaghi-Alzaia Naviglio, Cassano
Space as an Organism” di Ines Fiegert, Via Alzaia Nord-Naviglio Martesana, Vaprio d’Adda
Pieces” di Benny Mangone, Via Calvi-Naviglio Martesana, Parco Adda Nord-Concesa, Trezzo sull’Adda

CASSINA DE’ PECCHI
IL COMUNE TRA I FINALISTI DEL PREMIO NAZIONALE “COMUNE VIRTUOSO”

Il Premio Comune Virtuoso, promosso con il patrocinio del Ministero dell’Ambiente e sviluppatosi su scala nazionale, conta tra i 61 finalisti anche Cassina De’ Pecchi, che si é distinto tra i 250 partecipanti per i numerosi progetti a cui ha dato vita nel corso degli ultimi anni.

L’undicesima edizione del Premio, avente lo scopo di riconoscere, premiare e diffondere le buone pratiche sperimentate in campo ambientale dagli enti locali italiani, ha invitato tutti i comuni a partecipare al bando entro la scadenza di fine ottobre: le cinque categorie nelle quali inserire i propri progetti sono state gestione del territorio, impronta ecologica, rifiuti, mobilità sostenibile e nuovi stili di vita.

Il comune di Cassina si è impegnato presentando un piano delle iniziative che ha sviluppato nel biennio 2015/2017 (e in corso di realizzazione) così suddiviso:
Per la categoria Gestione del Territorio:

1.     Pgt a consumo zero

2.     Recupero delle aree dismesse con i progetti “Restart” e “Social House”

3.     I progetti culturali di valorizzazione delle aree verdi “Ecoismi” e “Habitat”

4.     Il Progetto di Alternanza scuola-lavoro “La banca della terra”

 

Per la categoria Rifiuti:

1.     “L’ecuosacco”

2.     “Cassina paese amianto free”

3.     “La casa del riuso”
Per la categoria Mobilità Sostenibile:

1.     Il Progetto Pidibus Cassina

2.     La sperimentazione sul TPL
Per la categoria Nuovi Stili di Vita:

1.     Il progetto Agroecologia in Martesana

2.     Il Bando legato alle politiche giovanili BanGxO di cui Cassina de’ Pecchi è stata comune capofila

3.     Il progetto Attiviamoci per Cassina

4.     Il progetto “Il Paese che Vorrei”

5.     Il percorso che ci porterà al “Bilancio Partecipato” nel 2019

6.     Il progetto “La stazione delle Muse”

7.     I Gruppi di Cammino

Un segnale positivo è stato lanciato anche da alcuni capoluoghi di provincia, che per il secondo anno di fila hanno partecipato in modo consistente, nonostante le tematiche affrontate siano storicamente appannaggio dei piccoli comuni.

La cerimonia di premiazione si svolgerà il 16 dicembre dalle ore 14 presso il Salone Furietti della Biblioteca Mai di Bergamo, e a decretare il Comune Virtuoso sarà una giuria composta da un gruppo di esperti tra i quali figurano docenti, studiosi e giornalisti.
I progetti presentati saranno visibili all’indirizzo www.comunivirtuosi.org.

Eleonora Riva

 

 

CASSINA
ARRIVA ANCHE IN CITTÀ LA 24° EDIZIONE DI “PULIAMO IL MONDO”

L’ appuntamento è per  domenica 2 ottobre alle 10.15 al centro culturale Cascina Casale di via Trieste. Cittadini volenterosi, più o meno giovani, con ramazza, guanti e sacchi per l’immondizia, capitanati dall’Amministrazione comunale in collaborazione con il circolo di Legambiente “Il Molgora” e la sezione locale degli scout CNGEI, si troveranno per  la 24° edizione di Puliamo il Mondo, il più grande appuntamento di volontariato ambientale internazionale.

L’evento  è un’ occasione sia per la pulizia di alcune aree del territorio comunale, che per creare un rapporto di collaborazione tra cittadini e istituzioni locali nel testimoniare uniti il proprio rispetto per il territorio. Le aree da “pulire” sono quelle comprese tra la biblioteca e il teatro, lungo la “green way” all’interno del Parco Agricolo. Il complesso culturale di Cascina Casale di sicuro non è la zona più degradata di Cassina de’ Pecchi, ma concorre allo scopo pedagogico: sviluppare il senso di responsabilità e tutela per l’ambiente nei bambini e nei ragazzi più piccoli perché, come affermano dall’amministrazione, “il futuro sostenibile comincia dall’educare le giovani generazioni.

Durante l’iniziativa, sotto il portico della biblioteca, saranno esposte le fotografie di Gianluca Colonnese che testimoniano la passata edizione di Puliamo il mondo a Sant’Agata.

FRANCA ANDREONI

Cassina, niente fuochi artificiali per Maria Ausiliatrice: «Colpa dei tempi stretti»

Niente spettacolo pirotecnico per festeggiare Maria Ausiliatrice.
L’attesa celebrazione, che solitamente porta i cittadini a guardare il cielo, quest’anno è avvenuta al buio.

LA VICENDA

Tante le domande dei cittadini, che già dalla giornata di ieri si erano chiesti le ragioni dell’annullamento dei fuochi. In serata, post-evento, è stato Don Massimo Donghi – interpellato da un cittadino su Facebook – a svelare l’arcano, raccontando lo svolgimento dei fatti.

La festa della Madonna Ausiliatrice è andata alla grande nonostante le condizioni meteo un po’ biricchine.
Un grazie grande grande per le volontarie e i volontari che, come sempre, hanno dato passione ed entusiasmo a questo momento di Comunità.
Le autorizzazioni della festa sono state richieste due mesi fa (attesta la PEC). Sapendo da subito di trovare altro luogo per fuochi alcuni organizzatori erano in contatto con Nokia per poter utilizzare aria parcheggio. Martedì c’è stata data (da Nokia) risposta negativa “per pericolo causa presenza amianto”. Di conseguenza il comandante dei vigili ci ha suggerito altre soluzioni (es. Casale) ma i tempi stretti sono stato proibitivi per trovare alternativa.
Tutto qui”.

Il Don ha calmato poi gli animi invitando i cittadini a partecipare al seguito delle celebrazioni, previsto per giovedì 24 maggio:
“La festa prosegue con la Processione con la Madonna Ausiliatrice portata quest’anno dalla Comunità filippina ed accompagnata dal Corpo Bandistico di Vignate. Vi aspettiamo giovedì 24 maggio (festa dell’Ausiliatrice). Un grazie ai non pochi che tra ieri e oggi sono passati alla Festa e soprattutto ai numerosi volontari“.

Molti i cittadini dispiaciuti per il mancato spettacolo, ma tra di loro c’è anche chi ha gioito per la tranquillità dei propri animali domestici, che durante la nottata hanno almeno potuto dormire sonni tranquilli.

Cassina de’ Pecchi, piscina: «Ormai ci siamo»

«Ormai ci siamo!». Così l’Amministrazione Comunale di Cassina de’ Pecchi, attraverso la sua pagina Facebook, ha annunciato l’imminente fine dei lavori nella piscina comunale. Il progetto (project financing) messo appunto dalla passata Amministrazione Mandelli sta arrivando a conclusione in questi giorni e, si legge  nel comunicato, «porterà in paese un impianto completamente rinnovato e con nuove funzionalità aggiunte».

UN’ATTENZIONE PARTICOLARE

Il nuovo impianto permetterà anche alle persone con disabilità di svolgere l’attività in acqua. Oltre a questo saranno organizzate nuove attività nella palestrina all’interno della struttura e, per chi accompagna i fruitori della piscina, sarà messa a disposizione una nuova area Hospitality.

EGIDIO VIMERCATI: «I LAVORI STANNO PROCEDENDO SPEDITAMENTE»

È stato l’assessore ai Lavori Pubblici, Egidio Vimercati, a fare il punto sui lavori e a mettere nero su bianco l’obiettivo, ovvero l’apertura dell’impianto entro i primi 10 giorni di ottobre. «Lo scorso Lunedì, insieme al nuovo direttore Mario Franchi e al sindaco, abbiamo fatto una visita all’impianto natatorio – ha detto il responsabile dei lavori pubblici -. Abbiamo così constatato – ha proseguito l’assessore – che i lavori stanno procedendo speditamente e che tutti i soggetti impegnati nei lavori stanno dando il massimo per raggiungere l’obiettivo comune, che è quello di riaprire la piscina nella prima decade di ottobre»

Cassina, ridistribuzione delle deleghe in Giunta

A quasi due anni dall’insediamento dell’attuale Amministrazione, il sindaco Elisa Balconi ha firmato un decreto che ridistribuisce alcune deleghe tra i vari assessori, che rimangono gli stessi. «Questa ridistribuzione – ha dichiarato il primo cittadino – va nell’ottica di una razionalizzazione degli incarichi, allo scopo di rendere più armonici deleghe e servizi con il funzionamento dei settori della macchina amministrativa comunale. Ringrazio tutti gli Assessori per il lavoro svolto – ha proseguito – e per quello che svolgeranno».

I cambiamenti principali

La delega più pesante che viene trasferita è quella alla Pubblica istruzione, che il vicesindaco Egidio Vimercati cede al collega Gianluigi De Sanctis. Percorso inverso invece per la delega dell’Edilizia privata e convenzionata. De Sanctis non ha più anche la delega al Personale, che passa direttamente in capo al sindaco. L’assessore Marco Beccaria cede il Demanio e Patrimonio al vicesindaco, ricevendo però dal sindaco la delega ai Servizi demografici.

CASSINA DE’ PECCHI – Il debutto di Sandro Medei. Il romanzo storico è ambientato in martesana

Sarà venerdì 20 Gennaio dalle ore 21 l’appuntamento per la presentazione del romanzo storico La stella nel pozzo, esordio letterario del cassinese Sandro Medei.

L’evento, patrocinato dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Cassina de’ Pecchi, si terrà nella frazione Sant’Agata Martesana presso il Mulino Dugnani di via XXV Aprile.

La storia è ambientata in un lungo arco temporale a cavallo tra Ottocento e Novecento e racconta le vicende del passionale Pinin, seguendo il difficile percorso di crescita interiore che lo accompagna durante la sua lunga e avventurosa vita attraverso i suggestivi paesaggi descritti dall’autore.

Interessante l’accurata ricostruzione storica che coinvolge diversi luoghi della Martesana, dove la vicenda è quasi interamente ambientata, con riferimenti impliciti ed espliciti a nomi e paesaggi che appartengono alla nostra quotidianità.

A tal proposito non è casuale la scelta del Mulino, citato nel romanzo, come location della presentazione.

All’evento, moderato dal responsabile della biblioteca di Cassina de Pecchi Vittorio Clemente, parteciperà l’autore, che sarà a disposizione del pubblico per rispondere a domande e curiosità in merito.

È possibile consultare il sito http://www.lastellanelpozzo.altervista.org per informazioni sul romanzo.

Cassina, i ragazzi di Casa Filippide viaggiano su un nuovo mezzo

Manca davvero poco per l’arrivo di un nuovo mezzo per il trasporto di utenti con disabilità, che verrà consegnato Martedì 28 luglio da PMG Italia, Progetto di Mobilità Garantita alla Cooperativa Sociale Casa Filippide di Cassina de’ Pecchi.

Solidarietà territoriale

È stata l’unione degli sponsor del territorio che hanno contribuito alla raccolta fondi, a rendere possibile l’acquisto del mezzo, che dispone di 7 posti e una rampa per l’accesso delle carrozzine, senza gravare sulle spese della Cooperativa. «Siamo molto felici – ha affermato la Presidente Monica Lo DatoLa consegna di questo mezzo è esplicativa dei bei valori che dovrebbero sempre animare una comunità: il sostegno e l’aiuto reciproco».

Attività all’esterno, visite mediche, gite: avere un mezzo per muoversi liberamente sul territorio è fondamentale per Casa Filippide «Questo non è solo un mezzo di trasporto – ha sottolineato Beppe Moretti, consigliere comunale delegato alle Politiche Sociali – ma un mezzo per veicolare ed ampliare la conoscenza di una Cooperativa Sociale particolare come Casa Filippide, che è la concreta dimostrazione di come un sogno possa divenire una meritoria realtà. Il tutto grazie all’opera instancabile di straordinari genitori guidati da una vulcanica Presidente ed il connubio di intenti con una Amministrazione Comunale che considera il sociale uno degli impegni primari per una collettività».

Cassina, via libera del Comune all’abbattimento dei pioppi

I quattro pioppi a Nord della stazione metropolitana di Cassina de’ Pecchi sono pericolosi e vanno abbattuti. Questo è quanto emerso negli scorsi giorni dalla relazione dell’agronomo incaricato dal Comune di Cassina di censire e verificare il patrimonio arboreo cittadino. In particolare, il sopralluogo avrebbe rilevato la pericolosità dei quattro alberi per la sicurezza di chi transita sulla pista ciclabile adiacente, oltre che per le auto e i binari della Metropolitana.

Nelle scorse settimane, un agronomo del Comune di Cassina aveva già certificato la pericolosità dei pioppi, ma – in seguito alla pressione di alcune associazioni ambientaliste – il Comune aveva deciso di rimandare l’intervento per richiedere anche un parere esterno, che ha finito col confermare l’esito iniziale.

«Presto arriveranno nuovi alberi»

In seguito alla comunicazione dell’esito della relazione dell’agronomo, è stato convocato un tavolo di lavoro a cui hanno partecipato i tecnici del Comune, l’assessore all’ambiente Fabio Varisco e alcuni rappresentanti di Legambiente e dei Verdi Cassina de’ Pecchi. Tutti i soggetti si sono trovati d’accordo sulla necessità di intervenire prontamente per assicurare la sicurezza dell’area. Dal canto suo, l’amministrazione comunale ha rassicurato tutti i presenti sulla volontà di ripiantumare nuovi alberi lungo l’asse del Naviglio.

«Abbiamo agito in maniera collaborativa, consentendo a chi nutriva dubbi di controllare lo stato effettivo dei quattro pioppi», ha commentato l’assessore all’ambiente Fabio Varisco. «L’abbattimento era imminente, ma abbiamo comunque deciso di sospenderlo in attesa di ulteriori verifiche. Ora che siamo tutti d’accordo sulla pericolosità degli alberi, è necessario agire per garantire la sicurezza dei cittadini. Questa Amministrazione – ha aggiunto – si è sempre espressa a favore delle questione ambientali e proseguirà lungo la strada già delineata: presto nuovi alberi arricchiranno il nostro territorio».

Chiusura temporanea della strada

I lavori per l’abbattimento dei quattro alberi inizieranno lunedì 27 luglio e proseguiranno per tutta la settimana. Per permettere il regolare intervento, il traffico veicolare e ciclabile sarà chiuso dalle 8.00 alle 17.00 lungo il tratto di strada di via dei Platani compreso tra via dei Tigli e via Mazzini.

La mappa dei contagi in Martesana: aggiornamento dell’8 aprile

Dati dell’8 aprile

Bellinzago Lombardo Aggiornato il 4/4
11 casi
2 decessi
Brugherio Aggiornato il 8/4
126 (+6) positivi totali
104 (+41) in sorveglianza attiva
1 decesso
Bussero Aggiornato l’8/4
28 (+1) in casa
7 (-1) in ospedale
31 (+2) in isolamento precauzionale
4 (=) deceduti
Cambiago Aggiornato l’8/4
16 (+1) casi
3 guariti
12 (-12) in quarantena domiciliare
Carugate Aggiornato il 6/4
74 (+8) casi positivi di cui
11 (=) deceduti
10 ricoverati in ospedale
27 dimessi o guariti
75 in quarantena domiciliare
Cassano d’Adda Aggiornato il 2/4
89 casi totali di cui
28 persone ricoverate
26 quarantena domiciliare
20 dimesse
15 decedute
Cassina De’ Pecchi Aggiornato l’8/4
40 (+6) casi totali di cui
19 (+4) ricoverati
19 in via di guarigione
1 al melograno
1 all’RSA di Pessano con Bornago
50 (+40) persone con sintomi non sottoposte a tampone
3 casi di persone non residenti a Cassina
6 (+4) deceduti
Cernusco sul Naviglio Aggiornato il 5/4
97 (+16) positivi
21 (+1) decessi
47 (+12) dimessi
Cologno Monzese Aggiornato l’8/4
254 (+9) casi positivi
24 (+3) persone con sintomi in casa
54 (-1) persone positive
61 (=) deceduti
82 totale persone dimesse
Gessate Aggiornato l’8/4
31 (+2) attualmente positivi
8 (=) deceduti
1 guarito
Gorgonzola Aggiornato il’8/4
14 (-4) positivi ricoverati
55 (+7) positivi in quarantena domiciliare
78 (-2) con contatto stretto di persona positiva
9 (=) decessi
4 dimessi in via di guarigione
Inzago Aggiornato l’8/4
68 (+23) casi totali di cui
22 sono ospiti della Fondazione Ospdale Marchesi appena sottoposti a tampone
22 (=) ricoverati
23 (=) in quarantena domiciliare
6 (=) il totale dei decessi
Liscate Aggiornato l’1/4
18 casi totali
4 decessi
Melzo Aggiornato l’8/4
84 (+16) positivi di cui
21 (+9) ricoverati
81 (+24) in quarantena precauzionale
13 (+4) decessi
Pessano Con Bornago Aggiornato il 7/4
45 (+3) attualmente contagiate
6 (+1) deceduti
1 guarito
Pioltello Aggiornato il 4/4
170  contagi
550 in quarantena
28 deceduti
8 guariti
Pozzuolo Martesana Aggiornato l’8/4
37 (=) positivi di cui
9 (=) ricoverati
3 (=) decessi
Segrate Aggiornato l’8/4
171 (+4) casi
8 (+3) dimessi in via di guarigione
18 (=) decessi
Vignate Aggiornato il 3/4
37 casi
2 deceduti
Vimodrone Aggiornato il 3/4
59 (+11) casi
12 (+3) deceduti

Italia e Lombardia

La Protezione Civile l’8 aprile alle 18.00 ha riportato i seguenti dati per l’Italia: 139.422 (+3836) i casi totali dall’inizio della pandemia, le persone attualmente positive sono 95.262 (+1195), di cui 61.557 si trovano in isolamento domiciliare, 28.718 ricoverati con sintomi e 3.792 si trovano in terapia intensiva. Sono 17.669 (+542) i deceduti e 26491 (+2.099) i guariti.

In Lombardia la situazione alle 19.00 dell’8 aprile era la seguente: il totale di positivi è di 53.414 (+1089) mentre quello dei deceduti è di 9.722 (+238). A Milano, la provincia lombarda in cui si registra il numero più alto, al momento si contano 12.038 (+252)

No Banner to display