mercoledì, 12 Maggio 2021

MARTESANA 8 MARZO
GLI EVENTI PER LA FESTA DELLA DONNA, COMUNE PER COMUNE

La Giornata internazionale della donna, che in Italia viene festeggiata dal 1922, intende ricordare le conquiste sociali, politiche ed economiche delle donne, ma anche le discriminazioni e le violenze di cui ancora sono oggetto.

Origini della festa
La festa fu istituita nel 1909 dal Partito Socialista americano, che l’8 Marzo di quell’anno organizzò una grande manifestazione in favore del diritto delle donne al voto. I movimenti in favore del voto si unirono alle richieste di altri diritti per il genere femminile, come l’aumento del salario e il miglioramento delle condizioni di lavoro. Il 25 Marzo poi un incendio in una fabbrica di New York uccise 146 lavoratori, dei quali per lo più donne immigrate, e questo scatenò una serie di manifestazioni che portarono il vento di rivolta anche in Europa.

Perché viene regalata proprio la mimosa?
Dopo la fine della guerra, l’8 Marzo 1946 fu celebrata la Festa della donna in tutta Italia e vide la prima comparsa questo fiore come suo simbolo, per il suo fiorire nei primi giorni del mese e per il suo essere povero e reperibile anche nelle campagne, secondo un’idea di Teresa Noce, Rita Montagnana e Teresa Mattei.

In occasione della Festa della donna i comuni della nostra zona hanno organizzato diversi eventi per rendere omaggio alle cittadine della Martesana e di tutto il mondo. Questo sarà un 8 Marzo ricco di appuntamenti!

BRUGHERIO
Si comincia Sabato 7 Marzo, con la proiezione del film “Ida”, proposto dal Cinecircolo Robert Bresson. Il film drammatico di Pawel Pawlilkowski narra di una giovane orfana cresciuta tra le mura di un convento, dove sta per farsi suora. L’incontro con Wanda, la sorella della madre, la porterà a fare un viaggio dentro sé stessa e la sua storia.
Nel pomeriggio di Domenica 8 Marzo al Parchetto di via Oberdan ci sarà un momento di festa organizzato dagli assessorati alle Pari Opportunità, Sport e Politiche Giovanili con il coinvolgimento di varie realtà del territorio. Tra confronto, arte e una merenda in compagnia, dalle ore 14.30 si festeggerà un momento speciale per tutte le cittadine.
Per la serata invece è proposto per le ore 21.00 al Teatro San Giuseppe, per la rassegna “Colpi di scena”, lo spettacolo teatrale “Andando, Venendo” che vede come protagonista l’artista Saule Kilate, poliedrica violinista e performer internazionale, che proporrà brani di ogni stile musicale e origine accompagnando gli spettatori in un fantastico viaggio multimediale, grazie all’intreccio con le video-scenografie di Roland Tapì . Sarà accompagnata dalla compagnia “Traballante” di danze popolari e da Marino Delgado Rivilla, Primo Clarinetto dell’Orchestra del teatro sociale di Como.

Dopo il successo nazionale, arriva anche a Brugherio “Ferite a morte” di Serena Dandini, una sorta di “spoon river del femminicidio”. Uno spettacolo coinvolgente, fatto di monologhi che spaziano dal tragico all’ironico, sempre con un obiettivo finale: sensibilizzare le persone riguardo al tema della violenza di genere. L’appuntamento è per Venerdì 13 Marzo alle 21.00 presso il Teatro San Giuseppe di Brugherio.

BUSSERO
Bussero tutto il mese sarà dedicato alle donne, con il “Marzo al femminile”. Si comincia Venerdì 6 marzo, con una lettura pubblica curata da “Libriamoci” del libro “I fiori dell’oleandro. Donne che fanno più bella l’Italia” di Nando Dalla Chiesa. Appuntamento alle ore 21.00 presso l’auditorium della Biblioteca.
Il giorno 8 Marzo, presso il Circolo Familiare “Angelo Barzago” in occasione della Festa della Donna, saranno offerti gratuitamente caffè, cappuccino e brioche a tutte le clienti e per tutta la giornata sarà riservata particolare attenzione al pubblico femminile anche al Bar Palandry. In serata poi ci sarà la “Cena per le Donne” al ristorante “Il Circolo”.

CARUGATE
Il Cif (Centro Italiano Femminile) cittadino ha organizzato una speciale sera di dibattito, che si terrà fra qualche settimana, il giorno 31 Marzo alle ore 21.00 presso il centro socio culturale Atrion. Il tema sarà “Donna, libertà e giustizia” ed interverrà una figura molto importante del panorama giuridico italiano, Livia Pomodoro, attualmente Presidente del Tribunale di Milano. Presiederà il Consigliere Regionale Fabio Pizzul.

CASSINA DE’ PECCHI
Sono stata sposata soltanto per un giorno. Poi Gaspare è partito per il fronte. Era il 1915. Da quella volta sto sempre ad aspettarlo. Anche se sono passati 100 anni” recita la locandina di “Matriosche. Bucolico di guerra” lo spettacolo in programma per oggi 6 Marzo all 21.00 presso il piccolo teatro della Martesana di Cassina de’ Pecchi. La rappresentazione, organizzata dalla Cooperativa La Speranza, vedrà sul palco le bravissime Stefania Apuzzo, Francesca Biffi e Marzia Laini.

Il 13 marzo invece, il gruppo UDI Donne di Oggi Cernusco e Martesana insieme alla Cooperativa La Speranza, hanno indetto un incontro che lega la figura della donna ai 70 anni della Resistenza: “1945 – 2015, da sempre resistenti e libere, per un mondo senza violenza”. Appuntamento con immagini, racconti, riflessioni e lauto buffet finale, alle ore 21.00 presso la Biblioteca Camerani in Via Trieste 3.

CERNUSCO SUL NAVIGLIO
Una grandissima poetessa sarà al centro dei festeggiamenti cernuschesi dell’ 8 marzo. Domenica alle ore 16.00 a Villa Greppi si terrà il recital “Poesia salvami-la lucida follia di Alda Merini” che permetterà di celebrare, oltre alle donne a cui la giornata e dedicata, il genio della poetessa dei Navigli. Lo spettacolo è stato realizzato con le parole tratte dal “Diario di una diversa”, la prima opera in prosa di Alda Merini, e dall’antologia di poesie “Vuoto d’Amore”. Le parole e i versi della grande scrittrice accompagnati dalle musiche di Chopin, Brahms, Bach, Schubert e Beethoven, permetteranno di ripercorrere e raccontare gli aspetti fondamentali della sua vita.

Inoltre per il 12 Marzo è stata organizzata all’auditorium dell’ITSOS la premiazione degli studenti dell’istituto cernuschese e dell’IPSIA che hanno vinto il concorso per il quale dovevano creare il logo per la “Rete contro la violenza sulle donne” all’interno del progetto “Sciogliere il nodo della violenza di genere. Percorsi di formazione e azioni condivise per rafforzare la rete territoriale”.

Ricordiamo inoltre che è ancora possibile visitare la mostra “Le donne nell’occhio della satira durante gli anni del fascismo” presso la Biblioteca Penati, organizzato da UDI Donne di Oggi Cernusco e Martesana e Libera Università delle Donne (qui).

COLOGNO MONZESE
L’arte sarà il dono con cui Cologno festeggerà le donne. Sarà inaugurata oggi 6 Marzo la mostra “Flowers – petali di donna” presso la sala mostre di Villa Casati. L’esposizione, una mostra collettiva di pittura organizzata dal Comune in collaborazione con “Associazione Amici dell’Arte”, sarà aperta fino al 10 Marzo ad ingresso libero. Dalle ore 16.00 alle 19.00 nei giorni feriali e negli orari 10.00-12.30/16.00-19.00 il Sabato e nei festivi.

GORGONZOLA
A Gorgonzola, dopo la bellissima lettera che il Sindaco Stucchi ha dedicato alle sue cittadine (qui), arriva la serata organizzata dall’associazione “Maria Centro Donna” insieme all’assessorato alla cultura e alla Scuola Italiana per Stranieri. Presso l’auditorium del centro intergenerazionale di via Oberdan tra canti, danze, folklore e buona cucina dalle ore 20.00 tutte le donne sono invitate a vivere un bel momento di condivisione e divertimento. Ricordiamo che è necessario prenotare presso la sede dell’associazione e che il ricavato sarà devoluto ai bambini di Dodoma, capitale della Tanzania.

MELZO
Il Teatro Trivulzio avrà una grande ospite in occasione dell’ 8 Marzo! Arriva infatti con lo spettacolo “La morte balla sui tacchi a spillo” l’effervescente Silvana Fallisi, nota per aver recitato a teatro e al cinema con il trio Aldo, Giovanni e Giacomo. Lo spettacolo inizierà alle ore 21.00 di Domenica, ma alle 19.00 sarà possibile partecipare ad un aperitivo sempre al Teatro.

PESSANO CON BORNAGO
Domenica 8 anche a Pessano con Bornago sarà lo spettacolo teatrale “Love is in the air” a festeggiare le donne. La descrizione rende subito interessante l’appuntamento: “un monologo brillante che scandaglia l’universo femminile. Sei personaggi, dai 25 ai 60 anni, in un negozio con molta personalità, tra spot pubblicitari e colpi di phon”. Lo spettacolo, organizzato dal Comune in collaborazione con Manifattura K, è ad ingresso gratuito e inizierà alle ore 21.00 all’ ex sala consiliare in Piazza della Resistenza.

PIOLTELLO
Pioltello, unico comune della Martesana il cui Sindaco è una donna, propone tre diversi appuntamenti.
Il primo è organizzato dall’associazione “Gli amici della Sicilia” che per la sera di Sabato 7 marzo invita la cittadinanza ad una serata danzante al centro anziani di via Leoncavallo. Musica e divertimento a partire dalle ore 20.30.

L’ 8 marzo alle ore 15.00 nella sala eventi del centro sportivo di via Piemonte ci sarà un incontro organizzato da “SeNonOraQuando? Pioltello”, dove si discuterà di Legge 194, obiezione di coscienza e funzione dei consultori, insieme 5 donne diverse fra loro, impegnate in altrettanti campi: Diana De Marchi, della segreteria regionale Lombardia, la ginecologa Daniela Fantini, la giornalista Camilla Gaiaschi, il medico Mercedes Lanzillotta e la scrittrice Cristina Obber.

Un altro momento di riflessione per i cittadini pioltellesi si terrà alle ore 17.00 di Domenica, alla cascina Dugnana, grazie all’incontro organizzato dall’associazione “Ascoltami, Aiutami, Proteggimi”. Insieme a Carolina Pellegrini, consigliera di parità regionale, e Riccardo De Facci, Responsabile nazionale del Coordinamento Nazionale Comunità di Accoglienza e Presidente della cooperativa Lotta contro l’Emarginazione Milano, si rifletterà sulla “Convenzione di Instanbul” che, adottata dal 2011 e ratificata da 14 Paesi tra cui l’Italia, costituisce il primo strumento internazionale vincolante sul piano giuridico per prevenire e contrastare la violenza contro le donne e la violenza domestica.

SEGRATE
A Segrate sarà portato in primo piano un punto di vista diverso da quello classico nella celebrazione della Festa della donna. Domenica 8 marzo sarà inaugurata alle ore 17.00 al Centro Verdi di via XXV Aprile la mostra fotografica di Edgar Noè Vannelli dal titolo “Tu sei per me…”, relativa a pensieri e parole degli uomini sull’altra “metà del cielo”. Seguirà un tributo alle magnifiche voci femminili della musica jazz con il “Deborah Tamagini 5et”.

Inoltre, per tutte le donne che avessero voglia di godersi una serata in compagnia, Tempo C ha organizzato una pizzata molto speciale per loro alle ore 19.30 in via Amendola.

VIMODRONE
In occasione della Giornata internazionale della donna l’Amministrazione comunale invita tutti i cittadini all’ auditorium di via Piave per “Non solo 8 Marzo”, concerto organizzato in collaborazione con le associazioni Nuova Atletica Astro e Centro Donne Vimodrone. L’appuntamento quindi con il duo  “Duperdu” è per Domenica 8 marzo alle ore 15.30.

 

 

No Banner to display

CERNUSCO:
UN TAVOLO TRA COMUNI PER FARE CHIAREZZA SULL’IMPIANTO DI PIROLISI. ZACCHETTI: “DOBBIAMO VIGILARE”

I Comuni della zona vogliono vederci chiaro, per capire come agire e cosa fare prima di trovarsi di fronte al fatto compiuto. Dopo che si è sparsa la notizia, grazie ad una segnalazione del Movimento 5 stelle, della possibile apertura di un impianto di Pirolisi, processo che trasforma, mediante il calore, i rifiuti in combustibili liquidi e gassosi, l’opinione pubblica ha fatto grandi pressioni sulle amministrazioni di quei comuni dove l’impianto nascerà e farà sentire i suoi effetti. Per questo Cernusco, comune dove l’ipotetico impianto avrà sede, ha deciso di aprire un tavolo di confronto tra i Comuni interessati. Il sindaco di Cernusco Ermanno Zacchetti ha promosso dunque un primo incontro con i sindaci e gli assessori all’Ambiente e alla Salute dei Comuni di Pioltello, Cassina de’ Pecchi e Vignate allargando poi l’invito ai prossimi incontri anche al Comune di Rodano.

Penso che il coordinamento, lo scambio di informazioni e la collaborazione reciproca di amministratori e tecnici sia utile e fondamentale per affrontare una tematica come questa – spiega il sindaco Zacchetti -. Per questo, oltre ad agire sul piano tecnico attraverso i nostri Uffici nei primi giorni di dicembre inviando a Regione Lombardia alcune osservazioni, ho deciso anche di proporre ai Comuni vicini un tavolo comune, accolto immediatamente da tutti come proposta positiva, per compiere azioni comuni”.

Diverse saranno le azioni che verranno portate avanti dai partecipanti al tavolo: oltre alla costituzione del tavolo permanente di confronto, i comuni di Pioltello, Cassina de’ Pecchi, Vignate e Rodano scriveranno una lettera a Regione Lombardia in cui chiederanno una proroga dei termini per presentare osservazioni da parte degli uffici preposti alla richiesta avanzata dal privato, essendo l’azienda su territorio confinante con tutti i Comuni che oggi fanno parte del tavolo. Nelle prossime settimane gli stessi Comuni si faranno promotori di un’iniziativa per coordinare le azioni con la cittadinanza su questo tema.

No Banner to display

Cassina apre i bandi per 7 posti dedicati a giovani e non solo

Novità per i giovani – e non solo: il Comune di Cassina De’ Pecchi cerca nuove forze da inserire nell’organico comunale. Cinque posti sono a disposizione per il Servizio Civile Nazionale, altri due sono in regime di tirocinio da inserirsi nel progetto dote comune.

UTILITÀ SOCIALE

Il Servizio Civile Nazionale è rivolto ai giovani dai 18 ai 29 anni non compiuti, italiani, comunitari o non comunitari regolarmente soggiornanti in Italia, e opera nel rispetto dei principi della solidarietà, della partecipazione, dell’inclusione e dell’utilità sociale nei servizi resi anche a vantaggio di un potenziamento dell’occupazione giovanile, per la durata di 12 mesi.
L’orario di servizio può essere articolato su base settimanale (30 ore) o su monte ore annuo. È prevista una retribuzione giornaliera di 14,46 euro per 30 giorni al mese per un totale mensile di 433,80 euro. Il Servizio riguarderà l’ambito ambientale (ufficio ecologia/centro del riuso), culturale (biblioteca/museo MAiO) e delle politiche giovanili.

COMUNICAZIONE AMMINISTRATIVA

Il progetto di “Dote Comune”, organizzato e promosso da Regione Lombardia, ANCI Lombardia, Ancitel Lombardia e i Comuni aderenti, è aperto a tutti, senza limiti di età.
I tirocinanti avranno la possibilità di sperimentarsi nel settore della Comunicazione e dei Servizi Museali, diventando, da semplici utenti, anche erogatori di servizi ai cittadini.
Il progetto ha una durata di 12 mesi, con un impegno di 20 ore settimanali circa ed è prevista un’indennità di tirocinio mensile di 300 euro.

Il Servizio Civile Internazionale e il progetto Dote Comune – ha affermato l’assessore alle Politiche giovanili Tommaso Chiarellasono un’opportunità importante per molti giovani per mettersi alla prova prestando servizio alla comunità, che spesso si rivela come un’occasione di crescita e cittadinanza attiva, durante la quale maturare scelte professionali per il futuro”.

COME FARE DOMANDA

La domanda di partecipazione al progetto “Dote Comune” deve essere presentata all’ufficio protocollo, in piazza De Gasperi 1, a Cassina de’ Pecchi, entro le ore 12.30 di martedì 10 luglio. Dopo tale data, si svolgerà un colloquio di selezione con i candidati. Il servizio è attivabile dal 31 luglio. È possibile presentare domanda per la partecipazione ad un solo progetto e in un solo ente ospitante.

Per informazioni contattare mobility@cassinadepecchi.gov.it.

No Banner to display

CASSINA
125 ARTISTI PER UNA MOSTRA INTERNAZIONALE CHE RIPARTE DALLA CARTA

Un vernissage oggi 15 ottobre alle ore 17.00, aprirà la rassegna internazionale, del tutto particolare, “E’ CARTA – Mini Carte Contemporanee”, una sorta di viaggio ideato da 125 artisti, sviluppato con tecniche e linguaggi diversi per dare risalto alla carta, considerato di diritto uno degli elementi artistici più versatili e più usati sin dai tempi antichi.

L’appuntamento è al Torrione di Cascina Casale in Via Trieste, ormai diventato un rinato polo culturale com’era nelle intenzioni dell’amministrazione. Tante le forze in campo per l’allestimento della mostra che resterà aperta sino al 13 novembre, e che è stata curata dall’Associazione Artistica La Forza del Segno, in collaborazione con ACADA e Spazio Mantegna, e che gode dei patrocini congiunti del Comune di Cassina de’ Pecchi (MI) del Comune di Elancourt (Francia) e di Regione Lombardia.

Scopo dell’esposizione è quello di stimolare ed incentivare l’uso della carta come mezzo espressivo e di confronto interculturale, valorizzando il termine “opere su carta”, spesso riferito a alla parte meno rilevante della produzione di un’artista, ma di fatto primo passo di grandi nomi da Picasso a Mirò o Matisse. Non è nuova la riscoperta della carta artistica, tanto che anche il mercato internazionale ha recentemente dedicato una fiera internazionale, la “Wop Art”, esclusivamente a lavori su carta, ed è un segnale estremamente indicativo per un supporto che, come ritenevano gli antichi cinesi, è una cosa viva che s’interfaccia perfettamente con le emozioni che si vogliono esprimere.

Per informazioni su orari e giorni di apertura, è possibile contattare il numero: 335.6838597, oppure scrivere a info@laforzadelsegno.it e ancora a biblioteca@cassinadepecchi.gov.it

FRANCA ANDREONI

No Banner to display

BANG XO: 70000 EURO AI NUOVI IMPRENDITORI
ECCO CHI SONO I GIOVANI VINCITORI E I LORO PROGETTI

C’è tanto orgoglio negli occhi dei giovani vincitori del bando Bang XO. Grazie ai loro 4 progetti innovativi, scelti fra i 23 ricevuti negli scorsi mesi dalla commissione, hanno ricevuto in  tutto 70mila euro, messi a disposizione da Regione Lombardia per le Politiche Giovanili in Martesana.

Nella serata di lunedì 20 marzo si è tenuta nella sala consiliare di Vimodrone la premiazione dei tre ragazzi e dell’associazione selezionati, presentati per la prima volta davanti al pubblico e con la presenza degli amministratori dei Comuni coinvolti: Cassina De’ Pecchi (ente capofila) Segrate, Rodano, Pioltello, Vimodrone, Carugate, Cernusco, Bellinzago, Gessate, Gorgonzola, Pessano con Bornago, Bussero e Cambiago. Presente anche il coordinatore del progetto Nico Acampora, responsabile anche di Spazio Giovani Martesana.

Il progetto di Politiche Giovanili finanziato da Regione Lombardia prevedeva varie azioni rivolte al mondo giovanile, dalla messa in rete delle aule studio che permettono ai giovani di studiare anche la sera, alle postazioni di co-working che saranno a disposizione dei giovani aspiranti imprenditori sul territorio di Cernusco, Bussero e Cassina. A tutte queste azioni si è aggiunto il finanziamento di tre start-up giovanili del territorio  -ha spiegato lAssessore alle Politiche Giovanili di Cassina Tommaso ChiarellaI numeri sono stati impressionanti, oltre ogni nostra aspettativa: sono stati ricevuti ben 23 progetti e il lavoro che c’è stato dietro è stato davvero notevole. Leggendo i bandi ho notato come questi  riescono ad intrecciare i paesi e le città della Martesana, moltiplicando le attività virtuose  come le attività giovanili possano superare i confini e i giovani stessi vivano il territorio come sempre più integrato superando ormai la visione del proprio comune a favore di un orizzonte sempre più ampio”.

I progetti premiati
A differenza di quanto solitamente accade per i bandi Regione Lombardia, i fondi questa volta verranno consegnati direttamente ai ragazzi vincitori per realizzare i propri progetti, per un valore globale di circa 70 000 euro.

Tra di loro c’è Nabil Kroud, 28enne cernuschese, vincitore del comparto innovation technology. Fra i sei progetti presentati, il suo ‘Carpenteria 4.0’ ha colpito nel segno: mira infatti coniugare un’attività tradizionale tipica dell’artigianato, con una spinta tecnologicamente innovativa che la rende adeguata alle esigenze di mercato. Dopo sette anni nel settore, Nabil è pronto dunque al passo successivo, che potrà realizzare grazie ai 20mila euro ricevuti.

Curioso e ormai sempre più diffuso è il connubio giovani-agricoltura. In questo settore sono stati premiati due progetti. Ad aggiudicarsi il primo premio è stato il progetto ‘Permacoltura in Martesana’,  presentato dall’associazione di Bussero TerraTerra. Per l’occasione erano presenti il Presidente Filippo Scaglioni, Daniele Mosca, Ivan Cosentino e Nicolò Omati, ragazzi dai 26 a 30 anni. L’associazione, nata nel 2014, è formata da giovani con background di studi ed esperienze in ambito agricolo. I 25mila euro vinti grazie al bando permetterà loro di realizzare, sui 3 ettari di terreno agricolo del Comune di Vimodrone con un canone di locazione annuale di 500 euro, il progetto di azienda agricola educativa, che comprenderà percorsi didattici, ortoterapia e corsistica.

Ad aggiudicarsi la premialità è stato anche il progetto ‘Orti in libertà’ di Davide Corna, 29enne di Gessate. La sua idea sostenibile e sociale delle coltivazioni ortofrutticole ha conquistato la commissione, che gli ha assegnato 9.500 euro. C’è tanta emozione per l’avvio del progetto: “È la mia prima esperienza pratica nel settore dell’agricoltura, finora mi sono occupato di altro. Mi sono formato, ho studiato, e ora ho l’occasione di iniziare” ha detto.

Per la macro area dedicata a servizi per lo sport, cultura, tempo libero, fra i 13 progetti ricevuti ha vinto quello presentato da Ivan Cialdella di Vimodrone, vulcanico giovane molto conosciuto in martesana e  presente sul territorio da 10 anni con l’Associazione ‘Bee Sport’. Il suo ‘sport village’ è un’innovativa idea di villaggio sportivo itinerante, che permetterà di portare sul territorio discipline non convenzionali come il calcio biliardo, il mini golf soccer, il football darts e il tree basket. Per i Comuni della Martesana sarà un’occasione imperdibile: potranno avere lo sport village nelle loro iniziative sul territorio con il 20% di sconto.

I ragazzi sono dunque pronti a trasformare i loro  sogni in realtà rendendo così concretii loro progetti imprenditoriali, riconoscenti dell’opportunità offerta loro dal bando Bang XO, e naturalmente  il loro grande entusiasmo non ha potuto non contagiare tutti, in particolare i partner del progetto che, oltre ai 13 comuni dei due distretti, sono anche Città MetropolitanaAFOL Martesana, cooperativa sociale Arti e Mestieri Sociali, cooperativa sociale Exit, e il  nostro quotidiano Fuoridalcomune.it. 

QUI LE FOTO DELLA SERATA

L'assessore del comune capofila di Cassina de' Pecchi Tommaso Chiarella, il Sindaco di Bussero Curzio Rusnati e il Dirigente alle Politiche Giovanili Roberto Panigatti

 

 

No Banner to display

Palio delle Contrade: a Cassina la sfida prosegue tra sport e divertimento

palio contrade cassina

Colori, gare, sport e tanto divertimento. Sono queste le parole chiave del Palio delle Contrade che in questi giorni sta invadendo le strade di Cassina De Pecchi. Ebbene sì, perché l’evento più atteso di questo periodo, che ha preso il via lo scorso venerdì 14 giugno con la sfilata e la gara di ballo, sta regalando grandi emozioni a grandi e piccini.

Una dieci giorni di sport ed attività iniziata con la gimkana e le prime gare di pallavolo e calcio, per poi passare alle bocce, agli scacchi, briscola e scopone scientifico. Gare e tornei in cui i cassinesi si sfidano suddivisi in quattro contrade: Contrada Vecchia, Contrada Sant’Agata, Contrada Martesana e Contrada Camporicco.

«Siamo veramente felici per il gran numero di squadre iscritte, ma soprattutto per l’affluenza delle persone che vengono a vedere, sostenere e festeggiare insieme a noi», ha commentato Alberto di Leo, organizzatore dell’evento. Persone che non si sono lasciate intimidire nemmeno dalla pioggia, che ha provato a ostacolare il gran successo del Palio proprio nelle prime giornate.

LA TRADIZIONE SI RINNOVA GRAZIE AI GIOVANI 

Il successo di questa edizione del Palio delle Contrade non può che dar ragione a coloro che hanno voluto riprendere quella tradizione nata agli inizi degli anni settanta. Dopo una serie di interruzioni, la prima nel 1975 e poi nel 1994, il Palio ha ripreso vita nel 2012 grazie alla volontà di un gruppo di ragazzi dell’associazione Fuori la Voce, riuscendo a creare aggregazione all’interno del paese, dando la possibilità alle persone di conoscersi ed interagire tra loro attraverso il gioco, che altro non è se non un mezzo per sentirsi parte di un gruppo, di una comunità.

Ed è proprio questo il messaggio che gli organizzatori, con a capo il Presidente Simone Vazzoler, vogliono trasmettere e far arrivare alla gente: «stare insieme per creare un qualcosa di bello, di buono da portare in giro per il mondo».

Non resta dunque che vivere questi ultimi giorni, in attesa di domenica 23 giugno, quando si terranno le ultime gare prima della grande cerimonia di chiusura.

Qui trovate il programma dettagliato dei prossimi appuntamenti del Palio delle Contrade.

No Banner to display

Uccide donna in Svizzera, killer arrestato dai Carabinieri di Cassina

Ha accoltellato una 55enne a Ginevra, per poi scappare in direzione Milano con un residente a Cassina de’ Pecchi. Recatosi alla Multimedica di Sesto per farsi medicare una ferita involontariamente autoinflitta durante l’omicidio, è stato arrestato dai militari.

ACCOLTELLA UNA DONNA IN SVIZZERA: LA VICENDA

Non è ancora chiara la dinamica dell’omicidio, ma sembra che il 27enne di origini albanesi abbia assassinato la donna nella notte tra sabato e domenica nel quartiere Plainpalais di Ginevra, per poi scappare a bordo di un’automobile verso l’Italia, in compagnia di un connazionale residente a Cassina.
L’informazione è rimbalzata dai comandi territoriali agli uffici di Polizia di frontiera.

L’ARRESTO DEI CARABINIERI DI CASSINA

Sono stati proprio i Carabinieri di Cassina a giungere all’ospedale sestese dopo aver ricevuto la chiamata dell’Interpol e ad arrestare l’uomo.
Per ora l’accompagnatore si dichiara all’oscuro dell’omicidio, affermando di avere solo accettato di offrire al connazionale un passaggio in Italia e al pronto soccorso. La sua posizione è al vaglio degli investigatori.

Il killer, privo di precedenti in Italia, è invece conosciuto in Svizzera per questioni legate al possesso di stupefacenti. Ad attenderlo c’è l’estradizione.

 

No Banner to display

Un calcio alla disabilità: a Cassina le finali del torneo Scalciamoci 2018

Giugno è tempo di finali sportive per tutti, anche per la Cooperativa il Germoglio e le finali del torneo di calcio Scalciamoci2018. Le finali si svolgeranno il 10 giugno ore 17.00 presso lo stadio Comunale di Cassina Dè Pecchi in Via Mazzini. La manifestazione si concluderà alle ore 18.45 con le premiazioni. Durante la manifestazione sarà in funzione il servizio bar e panineria.

Scalciamoci è un torneo di calcio a cui partecipano diverse cooperative del territorio che si occupano di disabilità: Graffiti, Punto d’Incontro, Agorà, CSE People, Archè, Insieme, Castello, Cascina Biblioteca, Il Germoglio.

Le squadre sono formate da persone adulte con disabilità guidate dagli educatori che fanno anche da allenatori. In base al livello di abilità calcistica degli atleti, le squadre sono state distinte in due gironi: Asterix e Obelix.

Il calcio, deve e può essere un momento in cui le persone riescono a trovare una realizzazione personale, scoprire il gioco di squadra, unendo i benefici psico-fisici dell’attività sportiva alla felicità che il rotolare di un pallone innesca in tutti noi. L’aspetto più importante, che consente alle persone di poter migliorare, è il sentirsi parte di una squadra e giocare insieme. E la conferma arriva direttamente dai diretti interessati, ecco cosa ci ha detto Eleonora, componente della squadra di calcio del Germoglio:

Il Torneo è un’esperienza bellissima perché si gioca seriamente divertendoci. Si sta insieme, si ride, si ha modo di conoscere il modo di alcune persone”.

Insomma, il torneo di Scalciamoci è una medicina contro la tristezza, la solitudine e la pigrizia.

No Banner to display

MARTESANA AZZARDO
CON LA CONSEGNA DELLE VETROFANIE AI COMMERCIANTI, SI CHIUDE IL PROGETTO CONTRO LA LUDOPATIA

IMG_0012Studenti, anziani, commercianti. Sono queste le tre realtà su cui il Distretto 4 con Carugate capofila, ha puntato per svolgere la sua azione di sensibilizzazione verso le problematiche relative al Gioco d’Azzardo Patologico. Non è stato sempre facile, e su più comuni si è faticato per portare il progetto all’interno delle scuole medie, dove la ludopatia è percepita come argomento ancora lontano dall’età dei ragazzi (sebbene le ricerche dimostrano drammaticamente il contrario); e stessa sorte si è avuta spesso anche con gli anziani, che come accaduto nel progetto parallelo sul Distretto 3, si sono spesso chiusi davanti ad un problema che suonava loro quasi come atto di accusa.

Si è comunque lavorato molto però, e dove lo si è fatto i risultati sono stati interessanti e importanti, come quelli dati dai commercianti, coloro che spesso con le proprie scelte sono determinanti in termini di Gioco Patologico. In tutti i paesi coinvolti, Carugate come ente capofila, Cernusco, Bellinzago, Gessate, Gorgonzola, Pessano con Bornago, Bussero, Cambiago e Cassina de’Pecchi, sono state effettuate mappature dei luoghi sensibili e degli esercizi che dispongono di installazioni per il gioco, e da queste rilevazioni sono emersi i nomi degli esercenti “virtuosi”, coloro che per scelta hanno deciso di non tenere nel proprio negozio né slot machine né alcun tipo di dispositivo per il gioco traduci, ricordiamo, compaiono anche gratta e vinci, lotto e affini.

Questa ultima azione arriva a compimento di un progetto lungo, che ha coinvolto le scuole e che, seppur con fatica a volte, ha riportato un quadro degli studenti molto interessati e attenti a questo reale problema -ha spiegato Nico Acampora, coordinatore di Gioco Ma Non Mi Azzardo, ed ideatore del progetto studiato con l’ex assessore alle Politiche Giovanili di Carugate Michele BocaleTra medie e superiori sono stati coinvolti quasi 1000 ragazzi, ed era il primo step. Ora siamo arrivati alla chiusura, con la consegna di una vetrofania ai commercianti che hanno rifiutato il gioco d’azzardo. E’ un simbolo visibile che consente ai clienti di riconoscere i luoghi in cui concretamente ci si può tenere lontani dal rischio del gioco patologico. Se è complesso intervenire laddove la ludopatia ha già fatto danno, è fondamentale prevenire ora per garantire un futuro diverso in tal senso, e una scelta importante da parte degli esercenti diventa essenziale inc gusto senso”.

A Carugate consegnate le prime vetrofanieIMG_0005
Il primo paese partito con la consegna delle vetrofanie recanti il logo “No Slot” di Regione Lombardia , è stato proprio il capofila Carugate, che nella persona del neo assessore al Commercio Francesco Corrias, ha premiato gli esercizi commerciali che hanno optato per una scelta economicamente meno conveniente (si sa che il comparto del gioco porta più introiti) ma più efficace per la salute e la società.  “Mi hanno colpito i dati riscontrati sul gioco e riguardanti la nostra popolazione anziana, che spesso nei bar si gioca buona parte della propria pensione, una pensione sudata, fatta di risorse e di risparmi anche. E’ triste sapere che molti di loro sono ormai inseriti in un contesto di vera dipendenza che non è meno grave dell’uso di droghe o alchool -ha spiegato CorriasMolti ormai evitano il bar di paese perché si sentono controllati, e allora vanno addirittura fuori per evitare di sentirsi rimproverare. Queste cose mi fanno pensare che questo progetto non può fermarsi qui, deve espandersi, comprendere assemblee pubbliche e dibattiti rivolti agli adulti in particolare, affinché ci sia sensibilizzazione prevenzione costante nel tempo”.

Nel frattempo l’assessore ha consegnato ad alcuni esercenti una lettera di encomio e le vetrofanie, che già in questi giorni saranno esposte. Sono 9 i luoghi ufficialmente No Slot, e per lo più sono bar: Caffelatte (entrambe le sedi), Bar Manzoni, Bar dell’Oratorio, pasticceria Garden, Sayonara, Bar J’Adore, Tribagai e Bar Agata.  “E’ possibile che installare slot machine mi porti più introiti -ha spiegato Ivano Vergani proprietario del Caffellatte (foto di copertina)- ma oltre ai soldi attira problemi, comportamenti patologici, e porta le persone ad assumere stili di vita assolutamente negativi che non voglio vengano trasmessi dal mio esercizio. Purtroppo vedo tantissimi anziani e giovani perdere tempo e denaro davanti alle slot machine dei bar. Io guadagnerò meno, ma la scelta è vincente per altre ragioni”. 

Ecco inserito quindi un altro pezzo del puzzle contro la Ludopatia che si sa costruendo in Martesana grazie all’impegno di realtà del territorio coinvolte sin dall’inizio, come l’ Ats Milano (ex Asl) che ha formato assistenti sociali e operatori dei centri di aggregazione giovanili, e le cooperative sociali Ex.ItMilagro, oltre al Comitato No Slot di Cassina De’ Pecchi e al nostro quotidiano come media partner.

vetrofanielogo

No Banner to display

Arriva il mARTEsana FESTival: a Cassina il divertimento si fa arte

Si svolgerà domenica 6 maggio, dalle ore 9.30 alle 12 a Cassina de’ Pecchi, il mARTEsana FESTival, che, con la partecipazione del Circolo Letterario Naviglio Martesana e con il patrocinio del Comune di Cassina, accompagnerà i ragazzi in una mattinata di divertimento, illustrazione, musica e letteratura.
L’evento si svolgerà presso il Piccolo Teatro della Martesana di viale Trieste 3/g a Cassina de’ Pecchi.

IL PROGRAMMA

Premiazione Concorso Letterario “SOTTOTRACCIA”
riservato ai ragazzi delle classi IV e V elementari e delle scuole secondarie di primo grado.
Caricature a opera di Stefania Fiorillo
La disegnatrice “disneyana” regalerà caricature ai ragazzi presenti
Intrattenimento musicale
A cura di Demetrio FocarelliSarà una mattinata di festa, musica e divertimento tra racconti, giochi, quiz a premi di Harry Potter e fumetti.

No Banner to display

No Banner to display

No Banner to display