mercoledì, 16 Giugno 2021

Coronavirus, minuto di silenzio e bandiere a mezz’asta: i video in Martesana

Oggi 31 marzo, alle ore 12 i Sindaci dei Comuni della Martesana si sono uniti a tutta Italia nella commemorazione delle vittime di questa epidemia. L’iniziativa è stata promossa dal Presidente della Provincia di Bergamo e condivisa anche da ANCI – ne avevamo parlato anche qui -. Ecco i video di quel che è successo nei vari Comuni.

Vimodrone

Pessano con Bornago

Cassina de’ Pecchi

Cernusco sul Naviglio

Pioltello

Carugate 

Gorgonzola

Segrate

Brugherio

Bussero

No Banner to display

La mappa dei contagi in Martesana: aggiornamento del 9 aprile

Dati del 9 aprile

Bellinzago Lombardo Aggiornato il 4/4
11 casi
2 decessi
Brugherio Aggiornato l’8/4
126 (+6) positivi totali
104 (+41) in sorveglianza attiva
1 decesso
Bussero Aggiornato il 9/4
25 (-3) in casa
6 (-1) in ospedale
32 (+1) in isolamento precauzionale
5 (+1) deceduti
Cambiago Aggiornato il 9/4
16 (+1) casi
3 guariti
12 (-12) in quarantena domiciliare
1 decesso
Carugate Aggiornato il 6/4
74 (+8) casi positivi di cui
11 (=) deceduti
10 ricoverati in ospedale
27 dimessi o guariti
75 in quarantena domiciliare
Cassano d’Adda Aggiornato il 2/4
89 casi totali di cui
28 persone ricoverate
26 quarantena domiciliare
20 dimesse
15 decedute
Cassina De’ Pecchi Aggiornato l’8/4
40 (+6) casi totali di cui
19 (+4) ricoverati
19 in via di guarigione
1 al melograno
1 all’RSA di Pessano con Bornago50 (+40) persone con sintomi non sottoposte a tampone
3 casi di persone non residenti a Cassina
6 (+4) deceduti
Cernusco sul Naviglio Aggiornato il 5/4
97 (+16) positivi
21 (+1) decessi
47 (+12) dimessi
Cologno Monzese Aggiornato il 9/4
254 (=) casi positivi
27 (+3) persone con sintomi in casa
53 (-1) persone positive
62 (+1) deceduti
87 (+5) totale persone dimesse
Gessate Aggiornato il 9/4
31 (=) attualmente positivi
8 (=) deceduti
1 guarito
Gorgonzola Aggiornato l’8/4
14 (-4) positivi ricoverati
55 (+7) positivi in quarantena domiciliare
78 (-2) con contatto stretto di persona positiva
9 (=) decessi
4 dimessi in via di guarigione
Inzago Aggiornato il 9/4
68 (=) casi totali di cui
22 sono ospiti della Fondazione Ospdale Marchesi appena sottoposti a tampone
22 (=) ricoverati
23 (=) in quarantena domiciliare6 (=) il totale dei decessi
Liscate Aggiornato l’1/4
18 casi totali
4 decessi
Melzo Aggiornato l’8/4
84 (+16) positivi di cui
21 (+9) ricoverati
81 (+24) in quarantena precauzionale
13 (+4) decessi
Pessano Con Bornago Aggiornato il 7/4
45 (+3) attualmente contagiate
6 (+1) deceduti
1 guarito
Pioltello Aggiornato il 9/4
198 contagi
550 in quarantena
33 deceduti
8 guariti
Pozzuolo Martesana Aggiornato il 9/4
38 (+1) positivi di cui
10 (+1) ricoverati
3 (=) decessi
Segrate Aggiornato l’8/4
171 (+4) casi
8 (+3) dimessi in via di guarigione
18 (=) decessi
Vignate Aggiornato il 3/4
37 casi
2 deceduti
Vimodrone Aggiornato il 9/4
74 (+15) casi
15 (+3) deceduti
10 persone con sintomi

 

Italia e Lombardia

La Protezione Civile il 9 aprile alle 18.00 ha riportato i seguenti dati per l’Italia: 143.626 (+4.204) i casi totali dall’inizio della pandemia, le persone attualmente positive sono 96.877 (+1615) di cui 64.873 (+1.789) si trovano in isolamento domiciliare, 28.399 sono ricoverati con sintomi (-86) e 3.605 (-88) sono in terapia intensiva. Sono 18.279 (+610) i deceduti e 28.470 (+1.979) i guariti. Il totale dei tamponi effettuati è di 853.369.

In Lombardia la situazione alle 19.00 del 9 aprile era la seguente: il totale di positivi è di 54.802 (+1.388) mentre quello dei deceduti è di 10.022 (+300). A Milano, la provincia lombarda in cui si registra il numero più alto, al momento si contano 12.478 (+440)

No Banner to display

MARTESANA LAVORO
UNA CORDATA DI 10 COMUNI PER RILANCIARE L’ECONOMIA DEL TERRITORIO

Bussero, Carugate, Cassano d’Adda, Cassina de’ Pecchi, Cologno Monzese, Gorgonzola, Inzago e Vimodrone.
Sono questi i paesi cui Cernusco Sul Naviglio farà da guida attraverso un importante percorso di rilancio dell’economia in Martesana.
Primo passo, la firma del Protocollo d’Intesa che arriverà nei prossimi giorni, e che porterà alla costituzione di un Tavolo di coordinamento tecnico-operativo tra tutti questi paesi, ognuno dei quali contribuirà economicamente in relazione alla propria grandezza e popolazione, per l’attivazione e il lancio del tavolo di coordinamento.
L’approvazione del Protocollo d’intesa tra amministrazioni comunali -ha dichiarato l’Assessore cernuschese con delega al lavoro Rita Zecchiniè un importante punto d’arrivo che ha come obiettivo quello di dare un contributo affinché la Martesana possa essere rilanciata sul piano dello sviluppo economico e produttivo. E’ una sorta di laboratorio che, attraverso il confronto con le forze  sociali e aziende presenti nel territorio e la ricerca di risorse a strumenti innovativi, è in grado di salvaguardare  le attività presenti e sostenere il rilancio economico del territorio con nuove attività attraverso la realizzazione di progetti fattibili mediante bandi regionali, nazionali ed europei“.
Nel concreto, la cordata di Comuni della Provincia Nord Est di Milano, dal 2009 riuniti nel “Tavolo permanente di coordinamento sullo sviluppo delle politiche attive del lavoro“, si impegnerà a sostenere concretamente politiche e azioni integrate e coordinate, con lo scopo preciso di valorizzare e rilanciare le attività produttive del territorio e il sistema sociale e culturale nel quale sono inserite, con un occhio attento e propositivo per lo sviluppo del settore occupazionale. 
Per arrivare a tutto ciò, non si potrà prescindere da analisi della “vocazione economico sociale del territorio“, che permetterà un focus preciso sulle diverse strategie da adottare nel raggiungimento degli scopi prefissati; strategie tra le quali sono previste politiche innovative destinate a cittadini, enti no profit, istituzioni pubbliche, imprese e attività sociali.
Diverse prospettive di azione contenute in questo protocollo -ha sottolineato l’Assessore cernuschese alle attività produttive Ermanno Zacchetti sono idee e progetti su cui già stavamo lavorando a Cernusco: penso ad esempio alla volontà di sviluppare qualità e spirito imprenditoriali per avviare un’azienda e contribuire all’auto impiego; oppure al tema dell’innovazione e alla sua applicazione in chiave produttiva e commerciale, quest’ultima concretizzata anche in azioni realizzate nell’ultimo anno. Porteremo al tavolo di coordinamento questa nostra esperienza, cercando di ottimizzarla con le maggiori sinergie e potenzialità che un’azione di sistema può garantire”.
Il Protocollo d’Intesa quindi, si configura davvero come qualcosa di concreto, operativo, attivo, e mirato ad azioni pratiche e visibili. Molti fatti insomma, che verranno dalle 10 amministrazioni coinvolte, e da tutti gli enti, istituzioni ed organizzazioni economiche che vorranno prenderne parte.

No Banner to display

VIGNATE
DAL PD UNA SERATA PER PROPOSTE ANTI CRISI CONCRETE E SOLIDALI

E’ inevitabile che in un momento storico come questo, le sezioni locali dei partiti organizzino serate per comprendere, e meglio affrontare, la situazione di crisi economica che sta gravando su molte famiglie anche in Martesana.

Il PD di Vignate ha deciso di farlo con un taglio particolare, che rintraccia nella “visione solidale del problema” , una soluzione per consentire alla comunità di migliorarsi. “Vogliamo pensare insieme a come affrontare l’emergenza sociale e l’emergenza lavoro che toccano tanti di noi, con una seria presa di coscienza e presa in carico delle problematiche che la crisi ha causato” si legge in una nota della sezione del PD.

Per fare ciò, gli esponenti del Partito Democratico di Vignate hanno organizzato per mercoledì 12 Marzo alle ore 21.00 presso l’Auditorium  in Piazza del Comune, un dibattito che si preannuncia ricco di interventi e proposte concrete su come arginare la povertà e la crisi economica dilagante.

L’evento sarà diretto da Paolo Brivio, giornalista della rivista “Scarp de’ tenis”, e vedrà la partecipazione di importanti ospiti come il consigliere regionale PD lombardo Fabio Pizzul, oltre a  Jonny Dotti, di Impresa Sociale Welfare Italia. Altri interventi previsti, saranno quelli di Alfredo Costa esponente del sindacato pensionati Cgil di Milano e Carlo Bordogna, del sindacato inquilini Sicet Cisl di Gorgonzola. All’incontro interverranno anche esponenti delle istituzioni locali come Angela Chiarella, dirigente scolastico dell’ICS Vignate, e Luigi Dedei, candidato sindaco lista “Vignate SI Cambia”.

 Qui la locandina con ulteriori informazioni

 

No Banner to display

MARTESANA
TANTI APPUNTAMENTI IN ZONA PER LA GIORNATA CONTRO LA VIOLENZA SULLE DONNE

masate reality schock

È stata scelta nel 1999, dall’Assemblea generale delle Nazioni Unite, la data del 25 novembre  per celebrare la giornata internazionale contro la violenza sulle donne,  in ricordo del brutale assassinio nel 1960 delle tre sorelle Mirabal, considerate esempio di donne rivoluzionarie per l’impegno con cui tentarono di contrastare il regime di Rafael Leónidas Trujillo. Oltre cento donne ogni anno in Italia vengono uccise da coloro che dicono di amarle, come ancora purtroppo ci informa la cronaca. A questo si aggiungono tutte quelle violenze quotidiane che sfuggono ai dati ma che sono presenti, migliaia le donne molestate, perseguitate, picchiate o sfregiate.

Come ogni anno i comuni della Martesana hanno scelto modi diversi per sensibilizzare i propri cittadini organizzando mostre, spettacoli teatrali o convegni. Vediamone alcuni.

BRUGHERIO : Si tiene questa mattina la conferenza “Sguardi Coraggiosi” alle ore 11 presso la Sala Giunta del Comune, promosso dall’Assessorato Pari Opportunità con il Centro Aiuto Donne Maltrattate, attivo in città, e il Ge.A-Genere Azione. I relatori presenti in sala saranno il sindaco Marco Troiano, l’assessora alle Pari Opportunità Miriam Perego, la vicepresidente di C.a.do.m. Cristina Rubagotti e la presidente di Ge.A-Genere Azione Sara Cerreti. Nella giornata di Sabato 25 novembre alle ore 21, invece, l’ Associazione musicale Atelier ProArt organizza il concerto “Lettera ai leader mondiali” con tributo a Elton John per ricordare quando nel 2016 un gran numero di personaggio dello spettacolo e della cultura scrissero una lettera destinata ai più grandi leader mondiali per combattere la disuguaglianza dei sessi. Il concerto inizia già alle 15.30 quando sul palco inizieranno a suonare e cantare band di allievi delle scuole medie e superiori adulti e allievi dei corsi accademici di diploma.

SEGRATE:  Venerdì 24 novembre dalle ore 20.30 si terrà, in via Papa Giovanni XXIII 5, il seminario teorico pratico a cura di Progetto in Movimento, con il patrocinio del comune “Il comportamento aggressivo e violento: cosa fare e come eliminarlo”.  L’ingresso è gratuito e per poter partecipare p necessaria la prenotazione. Sabato 25 novembre alle ore 20.30 presso l’Auditorium del Centro Verdi di via XXV Aprile ci sarà la proiezione del film “Ti do i miei occhi”.

COLOGNO MONZESE : In occasione della Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne il comune di Cologno Monzese invita i cittadini a indossare qualcosa di rosa e recarsi sabato 25 novembre alle 10.30 al Centro Antiviolenza Verso-Nuove-Strade all’interno dell’ospedale Bassini di Cinisello Balsamo per poter vedere con i propri occhi cosa questo centro fa ogni giorno e partecipare alla conferenza “Violenza di genere: ospedale e territorio camminiamo insieme”. Sabato sera, invece, alle 20.45 presso il Palazzetto di Via Volta ci sarà la proiezione di “Mammamia…che musical!” a sostegno del progetto Artemisia e con il supporto di Janssen.

CASSINA DE PECCHI: Due le iniziative proposte dal comune di Cassina De Pecchi, sabato 25 novembre alle ore 11.30 in piazza della metropolitana si terrà l’inaugurazione della prima “Panchina Rossa” e a seguire in sala consiliare verrà presentato, con la presenza delle forze dell’ordine locali, il corso di difesa personale. Mercoledi 29 novembre, invece, alle ore 20.45 in Biblioteca R. Camerani si terrà l’incontro con Lea Melandri saggista, scrittrice, giornalista, protagonista del movimento delle donne e autrice del libro “Amore e Violenza”.

PIOLTELLO: La campagna di sensibilizzazione verso il tema della violenza sulle donne pensata dal comune di Pioltello prevede l’allestimento di alcune piazze della città con sagome di silhoutte di donne che riportano le parole di Noemi Durini, uccisa dal fidanzato a Lecce, e alcuni testi della Biblioteca Comunale. Nelle piazze compariranno anche le “scarpe rosse” simbolo indiscusso di questa giornata. La sera del 25 novembre alle ore 21 andrà in scena, presso la sala consiliare di Piazza dei Popoli, lo spettacolo teatrale “Barbablu 2.0 I panni sporchi si lavano in casa” a cura dell’Associazione Culturale Teatro in Mostra.

CERNUSCO SUL NAVIGLIO: Giovedì 23 novembre, in Bottega del Libro, alle ore 18.30 l’associazione CLIO, Cultura Libri Idee Opportunità, ha organizzato un momento di riflessione con Stefania Convalle  che presenterà il suo libro “Dipende da dove andare” e sarà intervistata dalla fondatrice Roberta Quintavalle.

VIMODRONE: Venerdi 24 novembre alle 21 all’Everest di via Sant’Anna 4 andrà in scena lo spettacolo “Amori Assassini”. L’attrice Valeria Perdonò entrerà nei panni di Francesca Baleani, picchiata e gettata in un cassonetto dal suo ex marito che per miracolo è riuscita a salvarsi e ricominciare una nuova vita. A seguire salirà sul palco Cristina Melioli, di Amnesty International che fornirà i dati raccolti nell’ultimo anno dall’Organizzazione non solo in Italia ma in più paesi del mondo. Sabato 25 novembre alle ore 16 presso la sala Carlo Porta in via Cesare Battisti si terrà la conferenza, promossa da VimoCrime “Le relazioni pericolose” con la Dott.ssa Cristina Brondini, giornalista e criminologa, come relatrice.

 

BUSSERO: Un segno chiaro capeggia all’ingresso del Municipio. “Basta donne violate”, si legge arrivando in Comune su Piazza Diritti dei bambini, mentre venerdì 24 presso l’auditorium della biblioteca sarà presentata la mostra “La grande coperta”, esperimento di arte pubblica condivisa, già ospitata nel comune di Gorgonzola e in arrivo ora a Bussero. La mostra sarà l’occasione anche per lanciare “Una grande coperta per Bussero”, il progetto di arte condiviso promosso dall’associazione “Trame e intrecci” e patrocinato dal comune (LEGGI QUI)

PESSANO CON BORNAGO: Quale occasione migliore per promuovere un corso di difesa personale rivolto alle donne? Lunedi 27 Novembre presso la Biblioteca Comunale in via Umberto I al n° 3, sarà presentato la seconda edizione del “Progetto Donna Sicura”, completamente gratuito, aperto a tutti e Patrocinato dal Comune di Pessano con Bornago.Il percorso prevederà delle lezioni pratiche presso la Palestra delle Scuole Elementari in via Roma al n° 41 (Ingresso cancello laterale) che si terranno , martedì 28 novembre e martedì 5 , 12, 19  dicembre, sempre dalle ore 20:30 alle 21:30 Per informazioni, è possibile contattare Azzurra 3336653021 o mandare una mail a kravmagacwa@gmail.com

No Banner to display

MARTESANA CASE
FONDI ANTI-SFRATTO A 11 CITTA’. MICHELI: I COMUNI SI ATTIVINO IN FRETTA.

Paolo Micheli, Consigliere Regionale Lombardo di Patto Civico, ricorda a gran voce ad alcuni sindaci della Martesana, di utilizzare i contributi antisfratto destinati ai Comuni e forniti dalla Stato alla Regione Lombardia.

Tra i destinatari dei fondi stanziati nella predetta delibera vi è anche il suo Comune che sono sicuro abbia avviato entro il 30 ottobre 2013 azioni per il contrasto alla morosità incolpevole, requisito necessario per accedere ai fondi – scrive Micheli ai Sindaci – Sono certo che lei abbia già fatto inviare dagli uffici competenti alla Prefettura l’elenco degli inquilini morosi incolpevolmente ma, poiché l’adesione alla misura da parte del Comune deve avvenire entro il 31 dicembre 2014, mi preme sollecitare la celerità nell’adempimento delle procedure burocratiche affinché i cittadini in difficoltà possano usufruire di questo importante aiuto economico”.

Ma da dove viene questo fondo antisfratto, e di cosa si tratta ?
Stiamo parlando di un fondo pari a 20 milioni di euro per ciascuno degli anni 2014 e 2015, istituito dal Ministero delle Infrastrutture con il Decreto 102 e destinato a quegli inquilini in una “situazione di sopravvenuta impossibilità a provvedere al pagamento del canone locativo in ragione della perdita o consistente riduzione della capacità reddituale del nucleo familiare”.

Stando a quanto indicato anche dal Consigliere Micheli, in Martesana, sono 11 le città raggiunte dalla delibera, che devono informare e aiutare i cittadini ad usufruire di questa interessante possibilità che vede La Regione Lombardia in possesso di un’importante somma da destinare, pari a 12 milioni di euro, da ripartire tra tutti i comuni individuando quelli con la più alta tensione abitativa.

Tra le città della nostra zona dunque, riguardo le locazioni sul libero mercato le risorse sono state assegnate così:
a Cologno Monzese 73.789,24 euro, a Pioltello 66.805,31, a Melzo 65.375,90 e a Vimodrone 65.178,73. Ci sono poi Cernusco sul Naviglio con 53.900,70, Trezzo d’Adda con 53.197,94, Gorgonzola con 52.730,98 e Cassano d’Adda con 50.625,00. Chiudono infine Segrate con 46.625,41, Peschiera Borromeo con 40.064,82 e Cassina de’ Pecchi con 37.625,60, per un totale di 605mila euro.

Ovviamente i criteri per poter accedere, indicati nell’articolo 3 dello stesso Decreto, sono rigidi, e a spiegarli più chiaramente ci ha provato, tra gli altri, l’USB ASIA, Associazione Inquilini e Abitanti:
Per accedervi i cittadini devono avere reddito I.S.E. non superiore ad euro 35.000 o un reddito derivante da regolare attività lavorativa con un valore I.S.E.E. non superiore ad euro 26.000,00; siano destinatari di un atto di intimazione di sfratto per morosità, con citazione per la convalida; siano titolari di un contratto di locazione ad uso abitativo regolarmente registrato (escluse le categorie catastali A1, A8 e A9) e risiedano nell’alloggio da almeno un anno; abbiano cittadinanza italiana o europea ovvero posseggano regolare titolo di soggiorno.

Come detto, la scadenza per indicare alle Prefetture l’elenco degli inquilini morosi è fissata per il 31 dicembre 2014, il tempo quindi stringe per i Comuni e questo è il motivo che ha portato Paolo Micheli, Consigliere Regionale di riferimento della Martesana per il Patto Civico di Ambrosoli, a scrivere ai sindaci delle città sopra citate, ricordando alle amministrazioni la grande possibilità per i cittadini che vivono in quelle situazioni difficili.

Se siete dunque in posseso dei criteri sopra elencati, o pensate di potervi rientrare, e risiedete in una delle 11 città sopra citate, recatevi al più presto nel vostro comune per chiedere informazioni in merito a questi fondi antisfratto.

 GABRIELE ROSSI

No Banner to display

Gaming zone in biblioteca: la novità a Gorgonzola

La Biblioteca di Gorgonzola non sarà più solo luogo preposto alla lettura e allo studio, ma si appresta a introdurre una importante novità legata alla creazione di una gaming zone.

UN RITROVO PER TUTTE LE ETÀ

L’Amministrazione comunale vuole così sperimentare e sviluppare una zona aperta a tutte le fasce d’età in cui rendere disponibili giochi da tavolo al prestito e alla condivisione all’interno di un ritrovo protetto per gamers appassionati, principianti o educatori curiosi.

Il nuovo servizio bibliotecario si prefigura anche l’intento di catturare l’interesse di un pubblico sempre più ampio senza dimenticare, come sottolinea Valentina Bondesan in “Gaming@yourlibrary”, che «la cornice all’interno della quale simuove il gaming è quella intramontabile della lettura».

«FAVORIRE LO SVILUPPO DI CAPACITÀ COGNITIVE»

«Il gioco è un modo divertente per allenare la mente e favorire relazioni sociali. Verranno proposti giochi non fini a se stessi ma in grado di sviluppare positivamente, in grandi e piccini, capacità cognitive, di comunicazione, collaborazione e risoluzione dei problemi», ha dichiarato Nicola Basile, assessore con deleghe alle Politiche per la famiglia e la persona, Politiche giovanili, Cultura e Partecipazione.

COME CONTRIBUIRE

Tutti sono chiamati a contribuire all’avvio di questo nuovo progetto, donando alla biblioteca civica giochi, dadi, carte o altro materiale, purché in buono stato e completo. Sarà compito dei bibliotecari provvedere alla selezione e quelli che saranno esclusi dalla gaming zone troveranno nuova vita in postazioni passagioco per lo scambio gratuito, che verranno attivate ad hoc.

 

Augusta Brambilla

No Banner to display

Gorgonzola, grande successo per la notte bianca

Si è svolta sabato 8 giugno la seconda edizione della Notte Bianca che ha visto il centro storico della città trasformarsi in una grande festa a cielo aperto nella notte con l’avvio, di fatto, della stagione estiva.

L’INGRESSO NELL’ESTATE

«Entrare nell’estate così, facendo festa insieme, va oltre ogni aspettativa. Non è stata solo una notte bianca perché tante persone hanno scelto di uscire di casa per stare insieme e hanno trovato una città accogliente. Gorgonzola è bella!» ha commentato a caldo il primo cittadino Angelo Stucchi.

Si è respirata un’aria di vacanza e tutti hanno partecipato con entusiasmo e spensieratezza agli eventi organizzati dall’Associazione Fieri della Fiera, complici la fine delle Scuole Primarie e Secondarie di 1 grado e la conclusione delle attività sportivo-ricreative.

RECORD DI PRESENZE

Un record di presenze, stimato dalla Polizia Locale cittadina in 10.000 persone, che hanno potuto godere di un evento unico nella Martesana per il coinvolgimento attivo di commercianti, associazioni, artisti e amministrazione comunale.

Street food, tanta musica, esibizioni e l’appuntamento più atteso e spettacolare, lo schiuma party abbinato alla silent disco in piazza della Repubblica, per un divertimento genuino e spensierato, senza limiti d’età.

«Una grande notte per un piccolo gruppo come il nostro che ha a cuore questa città, capace di rispondere alle nostre proposte regalandoci grandissime soddisfazioni» ha sottolineato Flavio Marchetti presidente di Fieri della Fiera.

APERICENE SUL NAVIGLIO

L’estate gorgonzolese va avanti con la seconda edizione delle Apericene sul Naviglio, cinque appuntamenti musicali presso il parco Lantieri di Gorgonzola a cominciare dalle 19.30 con gelato e granite.

Si parte il 14 giugno in collaborazione con il Bar del Parco e gli Unpluggin. Il 21 giugno toccherà a Piccola champagneria e Panificio Motta animare la serata con il live anni ’90 “Pizza e Bolle”. Sabato 29 giugno serata Italian Swing con i Brillantina e l’aperitivo a cura de La cantinetta, Dolci & Sapori e Il frustami. Il 5 luglio vedrà in campo la cucina de I Tri don e il ballo vintage degli Sgagnina & Birra e il 12 luglio saranno di scena il Bar Guzzi con DJ Set Sweet party.

 

Augusta Brambilla

No Banner to display

BUSSERO
LA PALESTRA DELL’ISTITUTO “MONTE GRAPPA” DIVENTA UN CAMPO EMERGENZA PER UNA NOTTE

E’ stata un’esperienza sicuramente indimenticabile, quella che  venerdì 12 e sabato 13 maggio 80 studenti dell’Istituto Comprensivo “Monte Grappa” hanno trascorso grazie alla Protezione Civile.

Un’iniziativa unica nel suo genere e giunta alla sua quarta edizione, che ha visto gli studenti delle classi quinte elementari, insieme a genitori, volontari, insegnanti e 15 ragazzi dell’associazione “Le Ali”, trascorrere la notte all’interno della palestra dell’Istituto Comprensivo, allestita per l’occasione dai volontari del XIX Centro Operativo della Protezione Civile, e diventata un campo che ha ospitato 9 tende e un centinaio circa di brande per dormire, con l’obiettivo di sensibilizzare gli alunni ad acquisire atteggiamenti di autocontrollo , esame di realtà, valutazione dei rischi, responsabilità e tutto ciò che può accadere quando ci trova di fronte alla gestione di un’emergenza, come purtroppo, proprio recentemente gli ultimi fatti di cronaca legati al terremoto hanno mostrato.

notte-in-campo3

“E’ solo grazie alla grande collaborazione e alla specializzazione dei diversi gruppi di Protezione Civile -ha commentato il Responsabile del Progetto In campo per una notte Sergio Cisterna che si riescono a fare iniziative di questo genere, destinata a rimanere scolpite nella memoria dei più giovani”. L’unità di Pozzo D’adda ha infatti pensato alle cucine da campo, quella di Pioltello alle tende, mentre Gorgonzola era presente con un mezzo portato a Bussero per l’occasione.

Ma il progetto In Campo per una Notte -ci tengono a sottolineare gli organizzatori- è la sintesi di un percorso che accompagna i bambini lungo tutto il ciclo scolastico e che vede i volontari della Protezione Civile entrare nelle scuole per coinvolgere gli studenti in attività di sensibilizzazione verso comportamenti di autoprotezione e gestione delle emergenze, e sicurezza”, e che quest’anno è rientrato anche in una sperimentazione intereassorile di regione Lombardia tra Pubblica istruzione e Protezione Civile, che ha visto gli alunni delle scuole medie, nel caso di Bussero, parlare e tenere un piccolo workshop agli studenti delle quinte elementari, in un’ottica di educazione tra pari.

Proprio la collaborazione tra i vari enti e le varie istituzioni è stata il pezzo forte della manifestazione, che ha visto coinvolta  la scuola, che oltre a mettere a disposizione gli spazi e le strutture, era presente con gli insegnanti e la vicepreside Prof.ssa Barbara Seleri, ma anche i Vigili del Fuoco, i Carabinieri, Croce Bianca, la Polizia Locale, l’Amministrazione comunale e perfino il primo cittadino Curzio Rusnati, che ha trascorso la notte “in branda” con i partecipanti.

Un’ esperienza -ha sottolineato il Sindaco, che è anche capo della Protezione Civile, che merita di essere vissuta-  e che fornisce la possibilità ai ragazzi di comprendere il significato di gestire una situazione di emergenza ma allo stesso tempo di provare a mettersi dalla parte di chi purtroppo ha la necessità di soccorso e del prezioso aiuto  dei volontari”.

Foto di Paolo Francesco Scala
Foto di Paolo Francesco Scala

Sono state tante e molto diverse tra loro le attività che dalle 18.00 del venerdì alle 14.00 del sabato hanno tenuto impegnati bambini e i 60 volontari, tra sperimentazioni, giochi di movimento, un po’ di formazione e una simpatica caccia al tesoro alla scoperta dei Dispositivi di Protezione Individuale.

Al termine della giornata di sabato 13 i partecipanti hanno potuto visitare i mezzi di soccorso e gestione dell’emergenza, sul piazzale della scuola, sperimentandosi così insieme ai volontari in piccole attività e provando in prima persona la bellissima sensazione che si puo’ provare quando si collabora per aiutare chi ha bisogno di aiuto.

notte-in-campo

Foto e foto di copertina di Paolo Francesco Scala

 

No Banner to display

GORGONZOLA
AMARE I CANI NON BASTA. BISOGNA COMPRENDERLI. DUE SERATE A TEMA IN CITTA’

Per venerdì 6 e 20 marzo, alle 20.30 presso l’Auditorium Intergenerazionale, l’ “ASD Amici a 6 zampe” ha organizzato due serate informative incentrate sul rapporto tra l’uomo e il “suo migliore amico”, per cercare di comprendere al meglio i bisogni del cane, animale da conoscere in ogni sua sfaccettatura.

Se lo si sa leggere, il cane è come un libro aperto e possiede delle capacità di comunicazione tali da essere in grado di esprimere, con infinite sfumature, il suo mondo interiore” si legge nella presentazione del progetto patrocinato dal Comune in collaborazione con l’ Ufficio Diritti degli Animali. 

La prima serata di domani 6 marzo, verterà sulla comunicazione tra uomo e cane, ma anche nel dettaglio su quella specifica utilizzata da entrambi per trasmettere segnali: “I cani hanno memoria, volontà, intelligenza -continua la presentazione- e utilizzano una serie di segnali ­ vocali, tattili, olfattivi, visivi, uditivi, posturali ­ per comunicare una serie di emozioni quali gioia, paura, dolore, collera, gelosia, orgoglio, fantasia, curiosità, perplessità”.

Il 20 marzo sarà invece la volta di affrontare lo spinoso argomento dei canili, e quello del rapporto tra la fisicità del cane e la sua mente. Quest’ultimo argomento sarà sviscerato dalla Dottoressa Veronica Ruffino. 

Interverranno agli incontri, i volontari dell´Associazione ‘Animare Milano´ che si occupano dei cani di Gorgonzola, ospitati presso il Rifugio Canile convenzionato.

No Banner to display

No Banner to display