Plis delle Cave, il presidente Dario Veneroni eletto all’unanimità per il secondo mandato

Il sindaco vimodronese mette il coinvolgimento dei cittadini e delle associazioni al centro del programma

Dario Veneroni è stato eletto all’unanimità presidente del Plis delle Cave. Comincia dunque oggi, mercoledì 11 novembre, il secondo mandato del sindaco vimodronese alla guida del parco che si estende sui comuni di Brugherio, Carugate, Cernusco sul Naviglio, Cologno Monzese e Vimodrone.

Traguardi e obiettivi

La nomina è stata per Veneroni l’occasione per ripercorrere i traguardi raggiunti durante il precedente mandato, a partire dal 2017. Dall’ipotesi di allargamento del parco portata avanti da Brugherio e poi avvallata dalla richiesta del Comune Segrate di entrare a farne parte, al potenziamento delle collaborazione con le associazioni, Veneroni guarda al passato con soddisfazione e rinnova il suo impegno e gli obiettivi per il futuro.

Dario Veneroni – Sindaco di Vimodrone e Presidente del PLIS

«Ho sempre vissuto questo impegno come una sfida molto importante per la Martesana e per tutto il territorio facente parte del Plis, che oltre al tessuto produttivo e imprenditoriale può sicuramente annoverare tra le sue peculiarità una vocazione paesaggistica e, perché no, anche di attrazione turistica – ha spiegato il presidente del PLIS – Ecco quindi che dopo la prima fase tesa a mettere in sicurezza i territori all’interno del Parco Est delle Cave e a vincolare i terreni conferiti in esso, sgombrando così definitivamente il campo da eventuali speculazioni edilizie – ha proseguito -, il mio rinnovato impegno sarà dunque ora rivolto a rendere fruibili queste aree per la popolazione residente ma anche per la promozione del nostro territorio in chiave turistica a trazione ambientale ed ecosostenibile. Per fare questo però è necessario il coinvolgimento di tutto il tessuto territoriale, associativo e istituzionale. In quest’ottica – ha concluso – il mio impegno sarà orientato verso nuove progettualità che possano dar vita alla partecipazione a bandi e finanziamenti e che vedano il coinvolgimento di tutta la collettività, le molteplici professionalità e sensibilità presenti per dare vita a ciò che mi piacerebbe diventasse veramente il Parco Est delle Cave: il parco di tutti e il parco per tutti». Un impegno che in parte ha già preso a concretizzarsi quando nel 2018 sono state gettate le basi per il Piano Pluriennale degli Interventi 2019-2023, che tra le altre azioni prevede anche la sua promozione attraverso attività educative pensate per le scuole.

Nel 2020 non sono mancate le iniziative volte alla salvaguardia dell’ecosistema e legate ad attività educative, come il progetto di Ambiente Acqua Onlus, che prevedeva il censimento della fauna con l’obiettivo di conservarla e l’adesione al bando promosso dal Dipartimento per le politiche della famiglia denominato “EduCare”.

Un video e un sito

Infine, uno dei progetti annunciati per il futuro è quello della realizzazione di un video promozionale e di un sito che aiuteranno a far conoscere il parco e a divulgarne attività e iniziative. Il video, che verrà realizzato con soldi messi da parte per lo scopo, verranno illustrate tutte le potenzialità delle Cave e sarà anche un ottimo materiale educativo e informativo oltre che di marketing.