Giana, presentate le nuove divise 2020/2021

Il 19 settembre la prima amichevole della stagione con il Chievo Verona

Da sinistra a destra: Finardi, Barazzetta, Marchetti, Rossini, Ferrario, Palazzolo, Zanellati e Ruocco.

Si è tenuta mercoledì 16 settembre presso lo Stadio Comunale Città di Gorgonzola la presentazione delle nuove divise da gara 2020/21 dell’A.S. Giana. Presenti Il Sindaco di Gorgonzola Angelo Stucchi e il Vice Sindaco con delega allo sport Ilaria Scaccabarozzi, il Responsabile della Gestione dell’A.S Giana Erminio, Angelo Colombo, il Sindaco Unico Nicola Papasodero e il consigliere d’amministrazione Osvaldo Vallese, lo Store Manager Macron Daniele Camelliti, il Direttore Generale dello sponsor di maglia Cogeser, Sergio Facchinetti e il Responsabile Marketing Massimo Milita.

Cogeser e Giana ancora insieme

«Speravamo nella riammissione e quando abbiamo ricevuto la notizia ufficiale della permanenza in C, abbiamo davvero gioito. Per noi significa proseguire un’avventura entusiasmante, che tanto ha dato all’immagine della nostra azienda – ha dichiarato Lino Landini, amministratore unico di COGESER Energia -. La nostra stima nei confronti di squadra e società è solo in parte collegata alle prestazioni agonistiche. Ciò che più apprezziamo sono la serietà, la semplicità, l’attaccamento al territorio e una genuina passione per lo sport. Tanto è vero – ha proseguito – che avremmo continuato a sostenere con convinzione la Giana anche nella categoria inferiore. Il legame con la Martesana è il valore che più ci accomuna. Certo, la formazione di Albè gioca ormai a livello nazionale ma resta la squadra della Martesana, dove batte il suo cuore. E dove batte anche il nostro».

Le maglie confermano i colori classici Home&Away delle divise da gara. La prima maglia si caratterizza per le innovative righe verticali azzurre dai contorni zigrinati e dal nuovo colletto polo. La seconda maglia prosegue con la consolidata tradizione del colore rosso, mentre la terza maglia è riconoscibile dallo sgargiante verde fluo.

«Siamo molto contenti di scendere ancora in campo e lavorare al fianco di Giana Erminio – ha spiegato Daniele Camelliti, Sore Manager Macron -. Al quarto anno di collaborazione siamo diventati veri e propri sostenitori del club e auspichiamo di poter dare il nostro contributo ancora a lungo a una importante società del territorio».

La Giana, una famiglia

Entrano a far parte della Giana Erminio, per la stagione 2020/2021, i nuovi giocatori: Alberto Barazzetta 2001 difensore, Carlo Ferrario 1986 attaccante, Sebastiano Finardi 2001 centrale, Stefano Marchetti 1998 difensore, Nicolò Palazzolo 1994 centrocampista, Riccardo Rossini 1993 centrocampista, Francesco Rucco 2001 seconda punta in prestito dal Brescia, Alessandro Zanellati 1999 portiere.

«Una squadra che è cresciuta tanto e che ci permetterà di migliorarci – hanno dichiarato i calciatori -. La Giana Erminio è uno dei posti dove si può lavorare con serenità, si ha la mente libera e non si hanno  troppe pressioni esterne. Sentiamo di avere tanta fiducia e noi faremo di tutto per dare il nostro meglio».

Il Mister Cesare Albè ha replicato: «mi sento tanto dentro in questa società, in questo paese. Sono qui da 30 anni e per me è come una famiglia. In questo nuovo inizio, vorrei ringraziare anche chi è andato via, chi ha lavorato l’anno scorso con me e anche chi c’era prima. I tecnici che mi affiancheranno, Andrea Ardito vice allenatore, Tino Nesi preparatore portieri e William Viterbi preparatore atletico, hanno il compito di aiutarci a continuare a crescere nel modo giusto, portando la loro professionalità e esperienza, anche per qualcosa che c’è da correggere».

Sabato 19 settembre la Giana Erminio affronterà l’amichevole con il Chievo Verona presso il Centro Sportivo Veronello di Calmasino di Bardolino.

«Porto a tutti voi i saluti del presidente Oreste Bamonte – ha concluso Angelo Colombo –. Siamo ancora qui grazie a lui perché soltanto la sua caparbietà chi ha permesso di tornare tra i professionisti. Abbiamo presentato questi ragazzi che sono un valore aggiunto e abbiamo confermato lo zoccolo duro della società con l’augurio che la squadra possa fare bene nella nuova stagione calcistica».

 

Augusta Brambilla