La resistenza dell’Ospedale Uboldo contro il Covid-19

Il personale dell'Ospedale Uboldo racconta la situazione di quello che è divenuto un punto nevralgico per la battaglia contro il Coronavirus

Strade deserte, un silenzio rotto solo dalle sirene delle ambulanze. Questo lo scenario che ogni giorno diventa sempre più familiare, anche a Cernusco sul Naviglio dove l’Ospedale Uboldo resiste mettendo in campo tutte le proprie forze impegnandosi in prima linea per la battaglia contro il coronavirus, senza risparmiare forze fisiche e mentali, ferie o giorni di riposo. Il duro lavoro che medici e infermieri stanno portando avanti tra i reparti dell’ospedale, diventato un punto nevralgico della lotta contro il virus, è stato raccontato da un video del Sole24Ore.

La situazione

«Questo campanello è il 118 che ci sta avvisando dell’arrivo di un paziente… Probabilmente un covi positivo» ha spiegato alle telecamere Anna Varisco, Coordinatore infermieristico del pronto soccorso, commentando un fischio acuto e perforante, mentre finisce di indossare i dispositivi di sicurezza. «Nell’ospedale ci sono 85 pazienti Covid positivi, 22 in attesa di ricovero» enumera Massimo Zambon, Direttore di pronto soccorso e terapia intensiva «I reparti di chirurgia e pediatria sono stati svuotati e ricollocati come reparti per Covid positivi – ha proseguito – All’interno del reparto di medicina, che ospita altri pazienti Covid positivi, si fa la ventilazione CPAP, che si opera quando il paziente non è ancora a uno stato critico». I numeri dei pazienti salgono e così anche l’ospedale si adatta «In terapia intensiva da 5 letti abbiamo aumentato fino a 7». Alla situazione già grave si aggiunge poi la condizione di solitudine in cui si ritrovano i pazienti ricoverati «Il vero dramma è l’isolamento» ha detto Franco Cipriani Coordinatore di terapia intensiva. Quella che sta vivendo l’ospedale in questo momento è una situazione di emergenza e sono stati molti i gesti di solidarietà che sono arrivati dalla comunità: come la generosità degli Amici del Tempo liberoche hanno dato il via a una raccolta fondi a cui si può partecipare per sostenere l’Ospedale Uboldo.

Clicca sull’immagine per essere indirizzato al video