La Martesana in giallo, la Martesana in nero: le premiazioni del concorso letterario

I finalisti verranno annunciati sabato 1 giugno a Carugate

Giù le penne, come si dice al termine degli esami: il concorso letterario la Martesana in giallo, la Martesana in nero è giunto allo step finale. La giuria ha decretato i nomi dei finalisti e li premierà sabato 1 giugno a Carugate, in una mattinata tutta dedicata alla letteratura di genere.

IL CONCORSO

Il concorso è stato indetto a marzo dalla collaborazione tra l’Associazione Nuove prospettive, la Fondazione Vittorino Colombo, il Segretariato Sociale San Riccardo Pampuri e l’Associazione Articolo 3, per selezionare il miglior racconto di ambientazione thriller-giallo ambientato in Martesana.

I RACCONTI

All’iniziativa hanno preso parte 15 aspiranti scrittori, che hanno raccontato il territorio da un punto di vista nuovo, con storie di fantasia cariche di mistero.
I 5 testi giunti in finale vanno dall’ambientazione noir di un misterioso suicidio a Trezzo sull’Adda, al giallo con protagonista un bambino del quartiere Satellite di Pioltello, alla ricerca di un assassino in una immaginaria Gerliate, fino a un intrigo internazionale legato all’incidente ferroviario di Limito del 1893 e alla movimentata storia di un sindaco impegnato a scoprire cosa c’è dietro un corpo visto passare nel Naviglio.

LA PREMIAZIONE

La giuria – riunitasi lunedì sotto la presidenza del Maestro Masella, famoso regista – premierà i finalisti sabato 1° giugno alle ore 10.00 presso la BCC di via S. Giovanni Bosco, 4 a Carugate.

Al primo classificato, oltre a un premio in denaro, andrà il Naviglio d’oro Premio Erio Prandi – grande appassionato di letteratura scomparso proprio quest’anno a 98 anni; ai finalisti il Naviglio d’argento.

LA GIURIA

Le premiazioni saranno effettuate da una prestigiosa giuria, composta da personaggi locali e importanti intellettuali:
Aldo Masella, Regista e scrittore – Presidente del Premio;
Giuseppe Bellantoni, Presidente Associazione Nuove prospettive;
Clara Bramati, Docente e scrittrice;
Giuseppe Colombo, Presidente Segretariato sociale San Riccardo Pampuri;
Carmelo Ferraro, Coordinatore di Mi’mpegno e Direttore Generale dell’Ordine degli Avvocati di Milano;
Giovanni Marano La Ferlita, Regista teatrale;
Francesco Montinaro, 1° Maresciallo luogotenente dell’Esercito Italiano ris. Presidente Associazione Articolo 3;
Patrizia Tossi, Giornalista;
Marcello Menni Segretario del Premio, Direttore della Fondazione Colombo e scrittore.