CARUGATE – Speciale Palazzetto 3: Dopo la Finanza creativa, le accuse creative

La campagna elettorale è iniziata. Non ufficialmente, ma praticamente sì, visti i toni degli ultimi Consigli comunali carugatesi. Quella di ieri (martedì 9 novembre) è stata la seconda seduta dopo le vacanze estive e il clima inizia a farsi teso: volano accuse e insulti, sempre molto educati, ma pur sempre insulti. Ieri sera, forse per restare in tema di finanza creativa, i consiglieri hanno espresso la loro creatività anche in accuse e polemiche.

“L’Amministrazione tira fuori il cilindro dal coniglio – ha sentenziato Antonio Giambitto (Pdl) con un inversione della frase voluta – abbandona il progetto del palazzetto e decide di spendere soldi per un progetto che nessuno aveva mai visto prima d’ora. Il progetto è stato depositato qualche giorno fa. Mi domando come sia stato possibile a questa rapidità”.

“Giambitto ha sbagliato mestiere, doveva fare l’AzzaccaGarbugli – ha commentato l’assessore allo Sport Michele Bocale – Capisco che in Consiglio si fa politica, ma mentre qui il Pdl sostiene che il palazzetto dello sport sia un’opera sovradimensionata, durante la Consulta dello Sport il rappresentante dell’opposizione ha detto il contrario, sostenendo che fosse invece sottodimensionata perché sono previsti pochi spogliatoi”.

“Abbiamo l’ambizione di puntare alla luna, non vorrei che qualcuno di noi si fermasse a guardare il dito – ha commentato infine in sindaco Umberto Gravina – E’ chiaro che alle volte ci piace sognare, fare le cose in grande. Se abbiamo deciso di rimandare questo progetto, sotto le elezioni, un motivo c’è, non è proprio stato possibile farlo entro i tempi previsti”.

AGGIORNAMENTO PUBBLICATO LUNEDI’ 15 NOVEMBRE

In seguito alla pubblicazione su Fuori dal Comune delle notizie riguardanti il rinvio del Palazzetto dello sport e il dibattito politico nel Consiglio Comunale di martedì 9 novembre, la polemica non si è placata. In particolare, la redazione ha ricevuto un comunicato stampa firmato da Francesco Corrias (Pdl), rappresentante dell’opposizione in Commissione Sport. Corrias, infatti, pur non essendo presente al dibattito, si è sentito preso in causa dall’assessore alla Sport Michele Bocale, che (come cita l’articolo soprastante, ha commentato: “Mentre qui il Pdl sostiene che il palazzetto dello sport sia un’opera sovradimensionata, durante la Consulta dello Sport il rappresentante dell’opposizione ha detto il contrario, sostenendo che fosse invece sottodimensionata perché sono previsti pochi spogliatoi“. Corrias prende le distanze da quanto riportato da Bocale, ritendendo quanto detto non attinente alla realtà. Riportiamo quindi, il testo della lettera inviata a Fuori dal Comune in data 14 novembre:

Smentita dichiarazioni Assessore Michele Bocale – Speciale Palazzetto 3. Quale rappresentante dell’opposizione nella Consulta Sportiva del Comune di Carugate.
In due anni dalla sua nascita, l’assessore di sinistra Michele Bocale ha avuto la splendida idea di convocarla solo una volta, preferendo portare avanti solo i progetti sportivi del paese.
E’ mia intenzione smentire quanto è stato dichiarato nell’ultimo Consiglio comunale, riportato anche sul vostro sito, da parte dell’Assessore sopra menzionato.
Come rappresentante politico non ho mai preso, in nessuna sede ufficiale, una posizione diversa da quella dei gruppi che rappresento (Pdl e Lega), ribadendo sempre che i 5 milioni di euro previsti per la realizzazione del palazzetto, oltre ad essere tanti e troppi…, non avrebbero risolto ii problemi di spazio per le attività delle società sportive carugatesi.
In occasione dell’unica Consulta sportiva, ripeto UNICA ( e non si capisce perché l’assessore non l’abbia più voluta convocare!), a fine riunione, mentre l’assessore illustrava il progetto, davanti al altri presidenti di società, gli ho anticipato che per far passare l’omologazione del CONI dovevano rivedere il progetto, in quanto, per la mia diretta esperienza quale vicepresidente del Lecco Calcio a 5, partecipante al Campionato Nazionale FIGC di Serie B, quello proposto dall’amministrazione di sinistra non era a norma.
Ecco da dove è uscita la “battuta” di più spogliatoi.
Faccio notare che, a quei tempi, il palazzetto costava circa 3 milioni di euro. E come avevo anticipato all’assessore, una volta inviato al CONI per omologarlo, sono state riviste parecchie cose, di cui gli spogliatoi, con costi lievitati a quasi 5 milioni di euro!
Ritengo quindi che, per corretta informazione e amore di verità, venga reso noto che non risponde a verità quanto ripetutamente affermato dall’assessore Bocale relativamente alla mia (supposta) approvazione del SUO progetto di Palazzetto.
Questo conferma purtroppo che il metodo della menzogna e della falsificazione della verità tipica della sinistra, di cui abbiamo purtroppo anche a Carugate costante dimostrazione
“.

Francesco Corrias
Pdl Carugate