Lombardia per le imprese: al via un’iniziativa per valorizzare le attività commerciali storiche

Gli imprenditori locali con un'attività presente sul territorio da almeno 40 anni potranno fare domanda di riconoscimento e accedere ai fondi della Regione

Foto di repertorio

Regione Lombardia scende in campo per aiutare i commercianti locali e lo fa attraverso un progetto a sostegno delle imprese con valenza storica e tradizionale.

Tra i Comuni in prima linea nel promuovere l’iniziativa c’è Segrate, attraverso il neo-assessore al Commercio Antonella Caretti, insediatosi in giunta appena un mese fa proprio con la promessa di dedicare particolare attenzione al commercio locale.

«Si tratta di un’ottima occasione messa a disposizione dalla Regione – ha commentato l’assessore -. Segrate è un comune molto ricettivo sul tema dei bandi, basti pensare a quello dell’Unione Europea sul wi-fi pubblico, che abbiamo vinto da poco».

«Ci sembra interessante ed opportuno mettere a conoscenza dei nostri imprenditori questa possibilità di finanziamento – ha proseguito Antonella Caretti -. Uno dei grandi problemi italiani è appunto l’incapacità di usufruire delle risorse che vengono messe a disposizione dagli enti regionali e comunitari. È un vero peccato, perché si sprecano ottime occasioni di crescita».

L’INIZIATIVA

Il progetto di Regione Lombardia si rivolge a tutte le attività (negozi, locali o botteghe) presenti sul territorio senza interruzione di continuità da almeno 40 anni. Di qualunque cosa si occupi, il negozio in questione può fare domanda per ottenere il riconoscimento ufficiale di “attività storica e di tradizione” da parte della Regione.

La proposta di riconoscimento non comporta nessun costo a carico del richiedente e deve essere compilata entro il 15 settembre di quest’anno.

Oltre al forte valore simbolico, l’ottenimento di questo titolo permetterà anche di accedere ai fondi economici dedicati al sostegno delle imprese locali. L’erogazione dei fondi avverrà attraverso una serie di bandi, che al momento sono ancora in fase di definizione.

Per tutti i dettagli sulle domande di riconoscimento è possibile visitare il sito della Regione nella sezione dedicata all’iniziativa.