SEGRATE
DAL NAVIGLIO ALL’IDROSCALO IN BICI COSTEGGIANDO LE VIE D’ACQUA

Dal Naviglio all’Idroscalo” è il titolo dell’incontro che lunedì 12 ottobre ha aperto la rassegna “I semi della città”, che vede la città di Segrate al centro di una serie di appuntamenti che si terranno fino a domenica sul Naviglio a Milano (qui).

Anche se ancora non ci sono progetti concreti in cantiere per valorizzare queste risorse del territorio, si è voluto cogliere il rapporto che esiste tra le due, già evidenziato dal progetto del DAT (Distretti Aggregativi Turstici), che ha realizzato una mappa di percorsi ciclo-pedonali che percorrono le vie d’acqua della Martesana. “Partendo dal Naviglio il percorso giunge all’Idroscalo per poi riconnettersi al percorso del Naviglio, passando per i fontanili di Pioltello, le chiese e quindi le fonti sante, le fontane più artistiche della zona, come quella in centro a Segrate” spiega Stefano Barlassina del FAI Milano Nord Est.

Il filo conduttore di questo percorso, concreto e ideale, è quindi l’acqua. “Naviglio e Idroscalo non sono due realtà diverse e divise, ma collegate in quanto eccellenze del territorio- continua BarlassinaIn estate il Naviglio è molto frequentato con i suoi circa 3mila visitatori, e l’Idroscalo ne ha ancora di più. Il FAI aiuta questo processo di condivisione delle risorse, che il Sindaco di Segrate Paolo Micheli e il Sindaco di Cernusco, nonché vice Sindaco della Città Metropolitana, Eugenio Comincini hanno molto apprezzato”.

La mappa del percorso ciclabile che segue le acque correnti e sorgive della Martesana (che è possibile trovare presso l’info point di “In Martesana” a Cernusco) era l’antipasto di progetti più ampi che potranno nascere in futuro: “L’incontro di ieri ha permesso di riportare al centro dell’attenzione l’unione di queste due eccellenze del territorio, ed è solo il primo passo di un percorso futuro” ha concluso Stefano Barlassina.