CERNUSCO
E’ IL BOOKSHARING L’ULTIMA NOVITA’ CULTURALE IN CITTA’

“Ecco che nasce il Book Sharing a Cernusco sul Naviglio, dalla mente di alcune amanti della lettura, che vogliono condividere con altri appassionati il gusto del leggere. Incontrarsi, portare dei libri “liberati” e scambiarli con altri. Letture che abbiamo amato e vogliamo far conoscere ad altri. La conoscenza tramite lo scambio culturale. Tu mi passi un libro che hai amato e io leggendolo scoprirò qualcosa di te. Di quello che ami, della tua sensibilità. Qualcuno ha scritto che una persona la conosci dal cibo che mangia. Noi impariamo a conoscerci reciprocamente attraverso quello che leggiamo.”

No Banner to display

Spiega così, Marcello Moribondo, la nascita in città di questo fenomeno per nulla italiano, che a Cernusco ormai sta dilagando in numerosi esercizi commerciali aderenti all’iniziativa. In realtà il book sharing non ha un’origine organizzata, si lasciano dei libri in un luogo, così che chi ci passa o sosta per un po’, possa leggerli e prenderli, magari lasciarli altrove o aggiungere un suo libro da condividere, e far girare così la cultura. In molte città europee la cosa avviene soprattutto eni parchi, o sulle banchine della entro, nelle stazioni dei treni, insomma in quei luoghi di grande passaggio e di grandi attese.

A Cernusco l’idea è strettamente connessa all’atro fenomeno che orami da tempo si sta configurando come realtà apprezzata: il baratto del libro, iniziativa che permette agli appassionati della lettura, e non solo (anche film, musica, ecc…), di potersi  scambiare ciò che più amano e hanno amato, e che ritorna anche per questo sabato 17 ottobre dalle 10.00 alle 13.00 a Villa Greppi all’interno della Festa delle Api. 

Il Booksharing, meglio noto anche come Book Crossing, a Cernusco è dunque figlio di quest’altra esperienza, portata avanti con passione da Antonella Mansi, e ora come ora annovera ben 12 postazioni sparse tra bar, pasticcerie, panifici, lavanderie automatiche, centri estetici, negozi di abbigliamento, di calzature e parrucchieri. In ognuno di questi luoghi si trova una postazione per lasciare un proprio libro e prendere un altro, in un continuo scambio che è “prova d’Amore” come scrive ancora Moriondo.

Se siete curiosi di rintracciare questi piccoli angoli di scambio culturale in giro per la città, non dovete far altro che restare aggiornati consultando la pagina Facebook del gruppo “Il Baratto del Libro di Cernusco”, che aggiorna la lista di continuo.