Balla con M.A.D., alla scoperta delle danze orientali

Dal Medio Oriente e dal Nord Africa, una danza di origini antichichissime, ancora oggi capace di affascinare e ispirare

Quest’estate Fuoridalcomune.it in collaborazione con il Centro di Formazione M.A.D. (Musica Arte Danza), vi accompagna in un viaggio alla scoperta della storia della danza: dagli stili più classici a quelli più “fuori dal comune” e meno conosciuti, attraverso storie, personaggi, aneddoti e curiosità che vi faranno venir voglia di scendere in pista a ritmo di musica.

Danze afro-orientali

Nella prima tappa di questo viaggio scopriremo le danze orientali.

È difficile dare una definizione unica di questo genere: gli stili sono diversi, contaminati e il territorio geografico che racchiudono è molto vasto e va dal Maghreb al Medio Oriente. Questo genere trova le sue origini presso civiltà molto antiche e attraverso le migrazioni si è diffuso in tutto il mondo, evolvendo e cambiando la sua natura. Se nasce infatti come forma espressiva legata alla spiritualità, con movenze e gestualità dal significato mistico, attraverso i secoli questa danza è divenuta prima rituale che accompagnava la vita sociale e le celebrazioni, poi pura esibizione artistica, fino ai giorni nostri, dove è entrato a far parte della cultura pop con la musica ed il cinema.

Lo stile più conosciuto è certamente la danza del ventre, nome però che venne inventato dagli occidentali. Il nome corretto infatti per questo stile è raqs sharqi (letteralmente “danza orientale”), ovvero lo stile classico egiziano, che si affermò intorno alla metà degli anni 50 del XX secolo, durante gli anni d’oro del cinema egiziano. Questo stile si basa sulle tipiche danze egiziane tradizionalmente eseguite dalle donne, ma nel corso degli anni ha subìto diverse influenze anche dalla cultura occidentale.

I corsi di danze orientali al Centro di Formazione M.A.D.

Issam Kahloui, responsabile danze orientali

Oggi la danza del ventre non è più uno stile esclusivo del genere femminile e lo dimostra bene anche il corso di M.A.D., dove a insegnare è proprio un uomo Escandar Alex, con la collaborazione di Issam Kahloui, entrambi ballerini di origine tunisina, che contribuiscono a diffondere la tradizione di queste danze anche nel nostro territorio, e a recuperarne le radici antiche senza negare l’evoluzione ma cercando invece di trovare punti i connessione e creare un fil rouge che lega tradizione e innovazione.

Escandar Alex durante uno spettacolo allo Spazio Sfera

«La particolarità del corso di danze orientali a M.A.D. è che non discrimina nessuno – ha spiegato Escandar Alex – né per genere né per età, né per fisico. Un uomo che pratica, insegna e coreografa una parte tipicamente femminile è una cosa molto rara, ma secondo me è una ricchezza che MAD ha saputo valorizzare».

A settembre al Centro di Formazione M.A.D. partirà per la prima volta il corso di danze orientali, pensato su due livelli, uno base per chi è solo agli inizi e uno intermedio per i più esperti. Entrambi i corsi si rivolgono a tutti i generi e tutte le età e si svolgono il Giovedì dalle 20 alle 21 (base) e dalle 21 alle 22 (intermedio). Una Domenica al mese è inoltre previsto un workshop coreografico dove approfondire ulteriormente questa disciplina. Scopri qui l’offerta formativa completa dell’accademia.

Articolo scritto in collaborazione con Centro Formazione M.A.D.