Nuovi veicoli e telecamere fototrappola per la Polizia Locale di Gorgonzola

Gli investimenti rientrano nel progetto “Gorgonzola Città Sicura- 2020” finanziato da Regione Lombardia

Ph: Comune di Gorgonzola

L’Amministrazione Comunale di Gorgonzola ha comunicato che, a seguito dell’approvazione di Regione Lombardia del progetto “Gorgonzola Città Sicura 2020” , ha ottenuto il finanziamento per l’acquisto di 2 nuovi veicoli e 2 telecamere fototrappola da destinare alla Polizia Locale.  L’obiettivo dell’iniziativa è quello di mettere in atto azioni di vigilanza del territorio e di prossimità alla cittadinanza.

Sicurezza del territorio e della cittadinanza

Il Comune, grazie alla partecipazione al “Bando attuativo per l’assegnazione di cofinanziamenti a favore dei Comuni in forma singola o associata per tutte le funzioni di polizia locale, per l’acquisto di dotazioni tecnico/strumentali, rinnovo e incremento del parco veicoli, destinati alla Polizia Locale per l’anno 2020” ha ottenuto da Regione Lombardia un finanziamento di 20.000 euro. 

«Monitoraggio dei bandi, capacità nel formulare progetti coerenti con l’oggetto del bando – ha dichiarato il sindaco Angelo Stucchi – permettono di ottenere questi risultati, liberando risorse del nostro bilancio comunale per altri interventi».

Il costo totale del progetto è di Euro 25.570,60 e permetterà l’acquisto di un autoveicolo ibrido comprensivo di tutta la strumentazione prevista dal regolamento regionale, di una bicicletta elettrica e di due telecamere foto trappola. 

«Siamo assolutamente soddisfatti del buon esito della progettualità che l’Amministrazione comunale ha portato avanti, attraverso il Comando della Polizia Locale, per una città più pulita e attenta – ha spiegato il Comandante della Polizia Locale Antonio Pierni – La nuova autovettura ha una strumentazione per i controlli stradali, legati al rispetto delle norme di assicurazione, obbligatoria sui veicoli, lettura targhe per i veicoli oggetti di furto o inseriti nella black list. Le due nuove fototrappole sono necessarie per individuare i soggetti che abbandonano i rifiuti, fenomeno abbastanza comune in diverse territorialità, e la bicicletta elettrica è finalizzata al rispetto dell’ambiente e ci permette di essere a maggiore contatto con la cittadinanza». 

Augusta Brambilla