Cernusco, torna il Mese della Scienza

Universo, pianeti e medicina spaziale al centro della rassegna

Ritorna a Cernusco sul Naviglio il consueto appuntamento, gratuito,  dedicato alla scienza che si tiene, da 16 anni, nel mese di novembre. L’Associazione Cernuschese Astrofili, con il patrocinio dell’Amministrazione comunale, ripropone il ciclo di incontri “Il mese della Scienza” dedicato alle conoscenze astronomiche e che quest’anno, a causa dell’emergenza Covid-19, saranno svolti online.

In nome della scienza

L’Associazione Cernuschese Astrofili nasce ufficialmente nel 1988 per volontà di Fabio Santamaria e Don Nando Macchi. L’obiettivo è quello di promuovere la divulgazione scientifica e le conoscenze astronomiche. Numerose sono le iniziative che propone e, solo per citarne alcune, riguardano esperienze didattiche e osservative, lezioni regolari nelle Scuole medie del territorio, incontri pubblici nelle Biblioteche, conferenze a tema, serate osservative pubbliche o uscite in alta montagna per seguire eventi particolari e l’allestimento di mostre. Nella primavera del 2014 viene inaugurato l’Osservatorio astronomico civico “Gabriele Barletta”, costruito in un’area comunale del parco pubblico del Naviglio della Martesana e gestito dall’Associazione con una convenzione pubblica stipulata con l’Amministrazione comunale.

Scoprire l’universo e le sue meraviglie

Giovedì 12 Novembre alle 21.00 si terrà la serata “Nome in Codice Hat-P-548: il primo esopianeta non si scorda mai” con “Innumerevoli Soli e innumerevoli terre” (Giordano Bruno). Relatori Stefano Carli, Emanuele Russo e Matteo Cataneo, ricercatore presso The Royal Observatory di Edimburgo.

“L’Universo in 3D a portata di clic” è il tema dell’incontro di Giovedì 19 Novembre alle 21.00. Luca Morello, esperto informatico, introdurrà all’esplorazione delle stelle, delle galassie e dei pianeti, attraverso pc, tablet, smartphone con l’App Collapsar.

L’ultimo appuntamento è fissato per Giovedì 26 Novembre alle 21.00 con “Le nuove frontiere della medicina spaziale”. Relatori saranno Simone Ioveniti, ricercatore INAF, e Stefano Orsenigo, medico anestesista. Uno sguardo ai nuovi sviluppi della medicina spaziale nelle diverse missioni sulla ISS, la Stazione Spaziale Internazionale.

«Ringrazio Massimo Mangiarotti, che tutti gli anni si prodiga nell’organizzazione di questo evento, e l’Amministrazione comunale – ha dichiarato Marco Perego presidente dell’Associazione Cernuschese Astrofili– C’è curiosità e interesse per il mondo della scienza da parte di un numero sempre maggiore di persone che si approcciano con la voglia di sapere e di scoprire. Noi ci auguriamo che l’astronomia e lo spazio continuino a essere attrattivi anche negli anni futuri».

«Grazie all’Associazione Cernuschese Astrofili che anche in quest’anno difficile non ha voluto privarci di questo atteso evento – ha scritto l’assessore alla Cultura Mariangela Mariani – Appuntamento a Giovedì sera, in diretta streaming, con il prof.Andrea Grieco. Il primo incontro ci farà “navigare” nel tempo, con la storia dell’evoluzione dei modelli di descrizione dell’Universo, da Tolomeo ai giorni nostri».

Si potrà partecipare agli incontri tramite il canale YouTube dell’Associazione Astrofili Cernushesi.

Augusta Brambilla