Mattia Chiarella, in arte Blackjack

Uno speaker radiofonico con la passione per la Black Music che arriva dritto al cuore della gente

Mattia Chiarella in arte “Blackjack”, classe 1984, gorgonzolese, è lo speaker radiofonico della trasmissione “Urban Nights” dell’emittente Radio Cernusco Stereo inBlu. Un cultore appassionato di musica e, in particolar modo della Black Music, che diventa il leit motiv della sua vita. Entusiasmo, esperienza e volontà lo hanno avvicinato al cuore di un pubblico numeroso e sempre più appassionato. 

La musica, una questione di famiglia

«Sinceramente, posso ritenermi una persona molto fortunata-ha esordito Blackjack – Sin da piccolo sono stato circondato da appassionati ascoltatori di musica che hanno allenato il mio udito con gli autori più diversi: da mia nonna materna, con l’ascolto di “Radio RAI 3”, ho scoperto che cosa fosse il Jazz, fino ad arrivare a mio padre e ai miei cugini grazie ai quali ho, rispettivamente, conosciuto Rock Progressive, Soul e Cultura Hip-Hop. Nel 1988 ho visto per la prima volta il cortometraggio Disney “Due scoiattoli e una miss” con Cip&Ciop e penso che la mia passione per la “Black Music” sia nata proprio in quel preciso momento».

Si avvicina al mondo della radiofonia nel 2005, durante il periodo universitario, e un incontro fortuito lo proietta in una realtà dalla quale non si staccherà mai più.

«La radio è giunta nella mia vita quasi per caso quando ho frequentato un corso di storia e tecniche radiofoniche con l’occasione di provare a trasmettere nella radio dell’ateneo – ha sottolineato Blackjack– È stato amore a prima vista! L’idea di parlare a un pubblico, più o meno attivo, delle mie grandi passioni e dei miei interessi è stato qualcosa che mi ha coinvolto e allettato da subito. Pochi mesi dopo aver sostenuto l’esame, ho incontrato il fratello di un mio ex compagno delle scuole elementari: incuriosito dai miei “trascorsi scolastici” mi ha suggerito di contattare una libera emittente di Cernusco sul Naviglio con la quale aveva collaborato.L’emittente è quella con la quale collaboro ancora oggi!».

Restate in ascolto!

Il progetto “Urban Nights” nasce il 3 Ottobre 2007 dopo un lungo periodo di rodaggio: 43 settimane di trasmissioni registrate di un programma intitolato “Jazz Corner”. Un programma che nel tempo ha raccolto consensi e attenzioni sempre crescenti. 

«É un vero e proprio insieme di incontri e esperienze vissute dentro e fuori dagli studi radiofonici e, per me, tutti ugualmente importanti – ha proseguito Blackjack – Una delle esperienze più gratificanti è stata una delle trasmissioni speciali “Funk shot: il basket tra campo e realtà”, costruita tra la provincia di Bergamo, la città di Trento e quella di Como. Un percorso che mi ha permesso non solo di affrontare un argomento figlio della cultura urbana che adoro, la pallacanestro dei campetti di quartiere dandomi l’occasione di conoscere grandi protagonisti dello sport e del giornalismo di settore ma, soprattutto, di co-condurre questi speciali con ragazzi che non avevano mai fatto radio nella loro vita».

La 14ma stagione, iniziata il 2 ottobre e al tempo del Covid-19, è diventata il format “One Man Show Live” con la presenza di un solo ospite in studio e in onda sempre il Venerdì dalle 21 alle 23.

Il librino

Con la sua opera prima “Urban Nights. Manuale per la realizzazione di un sogno” pubblicato nel 2019 da Cobert Edizioni Musicali, vede la realizzazione di un sogno che accarezzava da diverso tempo.

«Il librino, come lo chiamo io, è nato dalla volontà di mettere per iscritto le esperienze vissute – ha spiegato – Il motivo per cui non l’ho scritto prima è stata la paura di “perdere” qualche aneddoto importante che sarebbe capitato durante l’anno radiofonico in corso: cosa che, prontamente, è accaduto. In ogni caso, rileggendolo e consultando l’hard-disk con le mie trasmissioni, gli articoli di giornali e le riviste dedicate a me e alla trasmissione posso solo affermare che il sogno si è avverato, ma non devo assolutamente adagiarmi sugli allori: chi si ferma è perduto!».

Per chi volesse coltivare la voglia di realizzarsi nell’ambito radiofonico, sia come speaker che come autore, Blackjack dispensa pochi e chiari consigli.

«Ci sono quattro parole chiave che mi sento di regalare a un giovane che vuole avvicinarsi a questo ambito professionale: impegno, costanza, dedizione e, soprattutto, pazienza. Tanta pazienza- ha concluso- E…”se vuoi qualcosa, vai e inseguila. Punto”»

Augusta Brambilla