Cernusco aiuta le famiglie in difficoltà: dal Comune un contributo ai morosi incolpevoli

Un sostegno economico per chi non riesce a pagare l'affitto della prima casa

Una mano tesa verso le famiglie in difficoltà economica. Il Comune di Cernusco sul Naviglio ha deciso di aderire all’iniziativa regionale a sostegno dei nuclei familiari che si trovano in condizione di morosità nel pagamento dell’affitto per la prima casa.

Chi può fare richiesta?

Il contributo offerto dal Comune si rivolge alle famiglie che hanno visto calare le proprie entrate durante gli scorsi mesi a causa di licenziamenti, cassa integrazione, mobilità, mancato rinnovo del contratto di lavoro, riduzione dell’orario lavorativo, cessazione di attività imprenditoriali, malattia o infortunio. Per aiutare a sanare la morosità, il Comune di Cernusco erogherà un contributo massimo di 12.000 euro.

Per avere più informazioni sui requisiti e sulle modalità di accesso al contributo, è possibile visitare la pagina dedicata sul sito del Comune di Cernusco sul Naviglio.

«Un sostegno alle famiglie»

Già negli scorsi mesi il Comune di Cernusco aveva attivato altre iniziative rivolte alle famiglie in difficoltà economica. Nel mese di luglio, per esempio, l’amministrazione comunale ha istituito un bando del valore di 200mila euro, con l’obiettivo di aiutare le famiglie in difficoltà non solo tramite un contributo economico, ma anche attraverso un percorso di accompagnamento e di educazione finanziaria.

«Il sostegno alle famiglie in questo periodo di criticità», ha dichiarato l’assessore Daniele Restelli. «È un punto cardine della nostra azione amministrativa. Durante questi mesi siamo venuti in contatto con molte situazioni di difficoltà e abbiamo attivato misure di sollievo sia di carattere economico che di accompagnamento alla ricollocazione lavorativa. Lavoriamo per non lasciare indietro nessuno».