Brugherio, annullata la festa patronale

Il sindaco Troiano «Torneremo a stare insieme e a fare festa, ne siamo sicuri. Ma adesso è il tempo della responsabilità»

immagine di repertorio

L’aumento della curva dei contagi nella provincia di Monza e Brianza – il 5 ottobre è stata la provincia lombarda più colpita con 96 casi – ha convinto il sindaco di Brugherio Marco Troiano ad annullare la festa Patronale del Comune, comunque già prevista dall’Amministrazione comunale in una forma ridotta: niente fuochi d’artificio e giostre, ma solo bancarelle, musica e animazione per bambini in Piazza Roma e a Villa Fiorita.

Ma, vista la situazione, il primo cittadino ha preferito far saltare tutto dopo un confronto con le realtà che organizzano la manifestazione «Quanto sta avvenendo in questi giorni nelle nostre scuole e i dati in grande crescita in tutta la Provincia ci ha portato a riflettere, insieme agli organizzatori, su cosa fare – ha scritto Troiano – Siamo stati tutti d’accordo: non possiamo permetterci di rischiare un ulteriore incremento di casi – ha sottolineato -, spesso con persone asintomatiche, come stiamo vedendo in queste ultime settimane»

I numeri di Brugherio 

Nella giornata di ieri, Lunedì 5 ottobre, il sindaco ha aggiornato la cittadinanza sulla situazione del contagio a Brugherio, che vede in una settimana 5 nuovi positivi, 10 certificazioni di doppio tampone negativo e 36 (dato stabile rispetto alla settimana precedente) persone in sorveglianza attiva.A seguito di diversi tamponi su alunni e docenti, la scuola Fortis resterà chiusa fino a oggi, Martedì 6 ottobre, per effettuare una sanificazione straordinaria.

«Anche a Brugherio, come del resto in tutta Italia, – ha dichiarato il sindaco – serve quindi continuare ad avere atteggiamenti di grande responsabilità verso se stessi e gli altri, dato che i casi sono ormai in aumento per la nona settimana consecutiva».