Avis Cernusco compie 65 anni e festeggia con una targa commemorativa

Un ringraziamento speciale ai volontari e donatori che hanno fatto la differenza

Ph: Avis Cernusco

65 anni. Una vita. Una vita spesa per la vita. Una vita composta da volontari, donatori, collaboratori che negli anni si sono alternati e impegnati per tenere l’Avis di Cernusco sempre in prima linea per aiutare il prossimo. Era il 1955 quando Vittorio Formentano fondò l’Avis a Cernusco e ora è tutto pronto per festeggiare questo importante traguardo.

Una nuova targa commemorativa

Sabato 24 ottobre il monumento dedicato ai donatori Avis, restaurato per l’occasione, verrà arricchito con una nuova targa, a 15 anni dalla prima. Un traguardo importante, raggiunto in un anno che ha messo a dura prova tutta la popolazione, ma che ha mostrato la solidarietà delle persone. Quest’anno più che mai, infatti, mettersi in fila per donare il sangue ha assunto un altro valore, ancora più sentito e condiviso. Sono stati e sono ancora oggi mesi di sofferenza in cui dare un aiuto concreto è di vitale importanza.

Una targa per ringraziare donatori e volontari

Per questo, la targa dei 65 anni anni di vita dell’associazione dei volontari italiani di sangue di Cernusco è dedicata a tutti coloro che hanno fatto la differenza nel loro piccolo ed è anche un invito a tutti coloro che voglio dare una mano.

Sul profilo Facebook Avis Cernusco ha deciso di festeggiare la nuova targa con parole piene di sentimento: «Tutto pronto per essere completato (il monumento ndr) sabato 24 dalla seconda targa marmorea. Quella del 65esimo. Quella del ringraziamento a donatori, volontari, cooperatori e cittadini per essersi stretti attorno al nostro ospedale, soddisfacendone le necessità nella fase più acuta dell’emergenza. Quella di Vittorio Formentano, Pio Mariani, Pietro Varasi. Quella della nostra Avis. Bella. Vera.Giovane. #BenvenutoFuturo»