Gorgonzola cambia luce e diventa smart

Al via il progetto di riqualificazione di 2600 punti luce, l’adeguamento di edifici pubblici e l’illuminazione di due piste ciclabili

PERSONE (da destra a sinistra): il Sindaco Angelo Stucchi, Serena Righini, Sergio Facchinetti, Agazio Montirosso. LAMPADE: a destra quelle per il centro storico, al centro per le vie di transito, a sinistra per i parchi pubblici

Si è tenuta il 28 settembre in aula consiliare a Gorgonzola la conferenza stampa di presentazione del progetto Gorgonzola cambia luce. Presenti il Sindaco Angelo Stucchi, l’assessore con deleghe a Politiche ambientali e energetiche, progetti speciali e smart city Serena Righini, il responsabile dei Lavori Pubblici Agazio Montirosso,  il direttore generale del gruppo COGESER Sergio Facchinetti e Alberto De Nardi, Project Manager di COGESER Servizi.

Una città più smart

La società COGESER Servizi, grazie al progetto di partenariato pubblico-privato, si è aggiudicata un contratto ventennale con il Comune di Gorgonzola per la riqualificazione e la gestione dell’illuminazione pubblica, dell’adeguamento normativo degli edifici pubblici e degli impianti e la nuova illuminazione di due piste ciclabili: l’Alzaia del Naviglio verso Bellinzago e via Parini verso Melzo.

Circa 2600 punti luce verranno rinnovati, grazie alla tecnologia LED, per un importo complessivo dell’investimento di circa 2,1 milioni di euro, a fronte di un canone annuo di concessione per il Comune di 466 mila euro, senza spese aggiuntive rispetto all’attuale gestione.

Quattro sono gli interventi sugli edifici pubblici per un ammontare di 200 mila euro: il rifacimento del controsoffitto e la nuova illuminazione del Palazzetto dello Sport, il telecontrollo termico della sede della Polizia Locale, una nuova unità di trattamento aria nel piano interrato della Biblioteca Civica e la sostituzione del generatore di aria calda della mensa della Scuola primaria di via Mazzini.

L’avvio delle opere è previsto per il 1° ottobre 2020, mentre il termine è stimato nell’arco di 12 mesi.

Vivibilità e sicurezza

«Questo progetto per una nuova rete di illuminazione pubblica a LED concretizza l’idea di una città che usa la tecnologia per migliorare la qualità della vita e la sostenibilità ambientale del territorio», ha dichiarato il Sindaco Angelo Stucchi. «COGESER non solo realizzerà una nuova rete ma si farà direttamente carico di costi energetici e manutenzione, dando la possibilità ai cittadini di segnalare direttamente guasti e malfunzionamenti con un servizio a 360° che, come soci, ci rende orgogliosi».

Da subito i cento pali del centro storico cittadino saranno a telecontrollo luminoso per l’erogazione di servizi e soluzioni smart a valore aggiunto. L’obiettivo futuro è aumentare la dotazione tecnologica della città e utilizzare la rete di illuminazione pubblica per sviluppare servizi per la connettività locale, telecamere di videosorveglianza e implementare i servizi di mobilità sostenibile e monitoraggio ambientale.

«Gorgonzola è la prima esperienza», ha sottolineato Sergio Facchinetti. «Seguiranno poi i comuni di Truccazzano e di Inzago. Grazie alla collaborazione con l’Amministrazione comunale, compiamo un altro passo avanti verso l’attuazione del progetto SMARTesana, con il quale di ci proponiamo alle amministrazioni del territorio per la ricerca di soluzioni che rendano le città più efficienti e smart».

La segnalazione di disservizi nell’illuminazione pubblica può essere fatta attraverso il Numero Verde di pronto intervento 800 436 504, attivo h24, 7 giorni su 7 oppure via form web sul sito www.cogeserservizi.it.

 

Augusta Brambilla