La Sagra della Paciarèla cede il posto alla Festa di Gessate

Le norme anti contagio hanno costretto il Comune a ridimensionare l'evento. Nel frattempo, già si pensa alla 50esima edizione del prossimo anno

Foto di repertorio - edizione 2017

Il Covid ha impedito di festeggiare il 49° anniversario della Sagra della Paciarèla, ma non ha fermato la voglia di vivere il paese e ricordare le proprie tradizioni. Per questo,  la Commissione Biblioteca, il Forum Giovani, i Gruppi di Cammino e le Associazioni di Gessate, con il patrocinio del Comune, hanno organizzato la Festa di Gessate, che animerà le vie della città sabato 3 e domenica 4 ottobre.

Tutti gli appuntamenti

Sabato 3 ottobre alle 9 si potrà assistere alla lezione di Yoga a cura della Polisportiva di Gessate, mentre per i veri conoscitori del paese, l’appuntamento è con “La Caciarèla”, la caccia al tesoro degli ingredienti della torta di pane e latte, la Paciarèla, per le vie del paese. Il ritrovo è sul piazzale della Scuola Elementare alle 10.00. I partecipanti saranno raggruppati per rione, al massimo 15 persone per gruppo, e dovranno iscriversi all’evento entro giovedì 1 ottobre.

La Casetta dell’Acqua sarà il punto di partenza, alle 15.00 e alle 16.30, della Camminata attraverso le cascine storiche gessatesi, organizzata dai Gruppi di Cammini.

La Palestra delle Scuole Elementari, alle 17 e alle 19, sarà la location per assistere all’esibizione su pattini a rotelle degli allievi e dei maestri della FreeArt, che replicheranno anche domenica 4 ottobre alle 17 e alle 19.

Il Cineteatro San Giovanni Bosco alle 21.00 ospiterà la visita guidata in modalità virtuale della mostra Il Rinascimento dei bambini. 600 anni di accoglienza agli Innocenti di Firenze, a cura del Centro Culturale San Mauro. La visita sarà replicata anche domenica 4 ottobre alle 15.30.

Domenica 4 ottobre, dalle 9 alle 18, via Badia si tingerà dei colori, degli odori e dei sapori delle bancarelle, dei commercianti e degli hobbisti, mentre alle 18.00 si terrà la premiazione di “La Paciarèla migliore secondo tradizione”, a cura della Pro Loco di Gessate.

Villa Daccò sarà la location dell’esposizione delle fotografie e dei quadri degli artisti dell’Associazione Il Gelso, che presenterà l’evento Intrecci tradizionali e non, Un set fotografico per immortalare le lavorazioni in atto.

Dalle 9.30 alle 10.15 si potrà partecipare alla lezione di Tai-Chi, organizzata dalla Polisportiva del Gessate, mentre la Commissione Biblioteca ha organizzato per le 15.30 e le 17.00 il ciclo di letture “A Gessaa anca i muron fan l’ϋga. A Gessate anche i gelsi fanno l’uva. A Gessate meme les murier font du raisin”, dal dialetto milanese all’italiano e un po’ di francese.

In Sala Consiliare si terrà l’Open Day della Scuola di Musica “Tinina Amadei” con l’esibizione di allievi e insegnanti, mentre il Centro di Psicologia, in piazza Corte Grande, presenta “Pillole di psicologia”, brevi conferenze di 20 minuti per riflettere sull’essere umano e su sé stessi, per trovare nuove motivazioni, scoprire cosa muove i nostri comportamenti e vivere al meglio questo periodo.

L’Anfiteatro della Piazza Corte Grande, dalle 14.30 alle 18.00, ospiterà il “Forum Giovani Lab”, che presenterà i suoi laboratori web radio e sport con due attività: trivial forum e allena forum.

La maggior parte degli eventi sarà a numero chiuso. Per prenotarsi o avere maggior informazioni, è possibile consultare il programma completo della manifestazione sul sito del Comune di Gessate.

 

Augusta Brambilla