L’aeroporto di Linate esce dal lockdown: riapertura il 13 luglio

Il Ministero dei Trasporti ha spinto per anticipare la ripresa dei voli

Dopo quasi quattro mesi di interruzione dei voli, l’aeroporto di Linate si prepara alla riapertura. La data fissata per la ripresa dei voli è lunedì 13 luglio ed è frutto di un lungo confronto tra il Ministero dei Trasporti, Alitalia e Sea, la società che gestisce lo scalo meneghino.

Il riavvio delle attività aeroportuali di Linate era previsto per il 15 luglio, ma il Ministro dei trasporti Paola De Micheli ha spinto per anticipare la data al 13 luglio, costringendo chi opera nella struttura a riprogrammare molti collegamenti aerei e avvisare per tempo i passeggeri.

Sea – la società di gestione degli aeroporti di Linate e Malpensa – aveva proposto addirittura di riaprire non prima di settembre, data la scarsa operatività dello scalo e i cantieri di rifacimento non ancora terminati. Questi due fattori non consentirebbero alla società un rientro economico sufficiente a giustificare la riapertura, dato che – a quanto si apprende dai quotidiani nazionali – anche riaprendo lo scalo già da luglio, non sarebbero previste più di due partenze all’ora.

Oltre al Ministero dei Trasporti, a spingere per la riapertura rapida di Linate sono state sia l’Enac – autorità di controllo del traffico civile – sia Alitalia, che controlla due terzi degli slot sull’aeroporto di Linate.

In queste ore il personale del city airport meneghino si occuperà della riorganizzazione dei voli, molti dei dovranno essere trasferiti da Malpensa, che ad oggi è l’unico scalo milanese ancora operativo.