MARTESANA
IL CONSIGLIO REGIONALE BOCCIA NUOVAMENTE L’AMPLIAMENTO DEL CAROSELLO, ORA LA DECISIONE SPETTA ALLA GIUNTA

Novità importanti dal pirellone, sulle sorti dell’ampliamento del Carosello. Nella giornata di ieri infatti si è riunito il Consiglio Regionale della Lombardia che,  seguito della mozione presentata da Stefano Buffagni del Movimento 5 stelle, si è espresso in maniera contraria alla proposta di ampliamento. Come era già successo nel 2014 i consiglieri regionali hanno bocciato la proposta di ampliamento: oltre ai 5stelle e alla Lega hanno votato contro i consiglieri di Fratelli d’Italia e di Sinistra Ecologia e Libertà. Vani dunque i voti di PD e Forza Italia che invece si erano espressi in maniera favorevole.

Tra le fila del no c’è soddisfazione per il risultato raggiunto: La mozione è stata approvata – commentano raggianti i 5stelle, promotori della stessa- ed è una vittoria per quei cittadini e comitati che da tempo si battono per preservare quella parte di territorio così preziosa, perché ancora non toccata dalla cementificazione. Come sempre facciamo, abbiamo ascoltato i cittadini e raccolto la loro istanza. Oltre a difendere il verde è importante evitare il rischio idrogeologico che ogni nuova impermeabilizzazione del terreno porta inevitabilmente con sé”. Dalle parti di Carugate In Movimento invece si pensa già allo step successivo, ovvero la decisione della Giunta: “Ora chiediamo a Maroni – si legge in un comunicato diffuso nel pomeriggio – di essere coerente con la volontà dei comitati cittadini e del parere del Consiglio Regionale assumendo la delibera di rigetto delle richieste delle amministrazioni di Carugate e Cernusco per mettere finalmente una pietra sopra alla questione ampliamento”. 

Sì perché ora la decisione finale spetterà comunque a Maroni e alla sua Giunta che potrebbero anche ribaltare la decisione del Consiglio. Ipotesi questa, almeno sulla carta, poco plausibile visto anche il voto contrario dei consiglieri leghisti di ieri. Una vicenda dunque che continua a far parlare e che, qualsiasi sarà il risultato finale, è destinata a far molto discutere.