BASKET FEMMINILE A2
CASTEL SPAZZATA VIA A EMPOLI

Nel giorno in cui si rivede in campo Arianna Beretta, le biancoazzurre oppongono ben poca resistenza alla seconda forza del campionato uscendo sconfitte per 79-50 dalla trasferta toscana. Non basta la doppia doppia da 15 punti e 12 rimbalzi di Marta Scarsi ad arginare il divario: le 26 palle perse, contro le 16 delle avversarie, e il 34,6% al tiro da due, contro il 52,9% di Empoli, sono numeri che descrivono un pomeriggio di tutta tranquillità per le padrone di casa.
Tenuta precauzionalmente a riposo Correal e ancora priva di Stabile, la buona notizia per la Castel è la presenza in panchina di Beretta, pronta a fare il suo debutto stagionale dopo 3 mesi e mezzo di stop. In attesa di vederla di nuovo in azione, coach Re si affida ad un quintetto composto da RossiPiccoColliScarsi e Albano, ma l’inizio non è incoraggiante. Spinta dal pubblico, infatti, la Scotti si porta subito sul 9-0 in un anticipo di quello che nel primo quarto sarà un vero e proprio monologo, archiviato sul 25-9.
Prima Pochobradska, 15 punti con 6/11 dal campo, 8 rimbalzi e 3 palle recuperate per lei in soli 14 minuti di utilizzo, e poi Manetti, 15 punti con 6/7 al tiro e 8 rimbalzi, colpiscono duramente le carugatesi, che provano a rispondere con la già citata Scarsi e poco altro. Il divario aumenta e, a metà gara, la partita è virtualmente conclusa con un impietoso 45-16.
Nel naufragio generale si salva Colli, autrice di una prestazione da 9 punti con il 40% e 5 rimbalzi (ma 5 palle perse), mentre mancano, totalmente o quasi, l’apporto di Rossi, che non va a segno nelle 6 conclusioni tentate, di Albano, che ne finalizza 2 su 14, e Polato, che chiude con 1/4. Inoltre, sulle ultime tre pesa anche la somma di 14 palle perse che condannano le carugatesi ad una resa che assume proporzioni ancora maggiori nel terzo quarto (64-30), per poi ridursi sotto i trenta punti sul finale di gara (79-50).
A risultato ormai acquisito per le empolesi, però, la migliore notizia possibile per la Castel è poter vedere di nuovo sul parquet Beretta. Seppur ancora ovviamente lontana dal ritmo-partita, la talentuosa guardia biancoazzurra mostra già personalità e lampi di classe firmando 5 punti in 5 tentativi, inclusa una tripla nel suo unico tiro da oltre l’arco che, in mancanza di meglio, dà comunque morale.
Ora, dopo un tour de force che ha visto la Castel affrontare le prime tre squadre in classifica nelle ultime 4 giornate, si prospetta un calendario più agevole. Le ragazze si troveranno opposte alla rivelazione Castelnuovo Scrivia, sabato 11 febbraio alle 20.30 nella cornice del PalaCarugate, e poi a seguire saranno opposte a Virtus Cagliari, Alghero e Cus Cagliari. Una serie di incontri alla portata delle carugatesi che dovranno andare necessariamente alla caccia del bottino grosso se vorranno avere speranze di conquistare la salvezza senza passare da insidiosi incroci ai playout.
GIORGIO BACCHIEGA