BASKET FEMMINILE A2
LA CASTEL FESTEGGIA IL 2016 CON UNA VITTORIA PRESTIGIOSA

Nella giornata conclusiva del girone d’andata la Castel strappa due punti vitali in chiave salvezza sul difficile parquet della Fassi Albino e, guidata dal trio Stabile – Frantini – Zanon, apre la prima striscia positiva della stagione, raccogliendo meritatamente i risultati del duro lavoro svolto durante la sosta natalizia.

Nel palazzetto di Torre Boldone si affrontano due squadre dagli opposti stati d’animo: le padrone di casa alla ricerca di punti per riagguantare l’ultima piazza playoff, sfuggita dopo la sfortunata sconfitta di Crema, e le ospiti impegnate a dimenticare al più presto le molte delusioni che hanno condotto ad una pericolosa posizione di classifica, ma rivitalizzate da una convincente vittoria contro Castelnuovo Scrivia. Già dalla palla a due le carugatesi dimostrano di volere a tutti i costi la posta in palio. Una difesa aggressiva trasforma i primi possessi della Fassi in un incubo che prende la forma di tre palle perse, capitalizzate da due triple di Beretta. Poi è Giulia Vincenzi a salire in cattedra con tre canestri dal pitturato e Albino trova anche la forza di portarsi avanti alla fine del quarto (15-14).

Nella seconda frazione le biancoazzurre esasperano il pressing difensivo, ricorrono alla zona e mettono in seria difficoltà le bergamasche, che subiscono anche l’abilità delle carugatesi nel conquistare preziosi rimbalzi offensivi. Ne viene fuori un piccolo vantaggio di tre punti (26-29) con il quale si va all’intervallo lungo. Al rientro in campo il nome giusto per la Castel è Michela Frantini. La guardia si carica la squadra sulle spalle (17 punti in 30 minuti, con 4 rimbalzi e 6 palle recuperate) e scava un mini-break che porta le ospiti a giocarsi l’ultimo quarto in vantaggio di sei punti (41-47) sotto il sostegno della sempre più leggendaria curva degli highlanders, anche in questa occasione protagonista di un tifo incessante e appassionato.

Gli ultimi dieci minuti segnano il trionfo delle carugatesi: la zona disegnata dalla coppia Gavazzi-Ganguzza soffoca le velleità offensive della Fassi e la regia di una immensa Susanna Stabile fa il resto. La play biancoazzurra gestisce il ritmo degli attacchi, gioca con il cronometro a suo piacimento e con una conclusione perfetta dai 6,25 firma il +13 che di fatto chiude l’incontro. Alla fine il tabellino dirà 51-60, un risultato ricco di indicazioni importanti: la squadra ha dimostrato di saper giocare molto bene sotto la guida di Stabile, può contare su diverse opzioni in attacco (Beretta, Frantini e Zanon in doppia cifra) e ha in Marta Scarsi una delle migliori rimbalziste del campionato (11 contro Albino).

Ora non rimane che confermare queste sensazioni positive nei prossimi impegni contro Crema e Vicenza, rispettivamente seconda e terza forza del campionato, con la speranza di assistere a qualche colpo di scena capace di regalare ai tifosi nuove soddisfazioni. Il primo appuntamento è in programma a Crema domenica 10 gennaio alle ore 18.00.

GIORGIO BACCHIEGA