SEGRATE
IL SILENZIO PRE ELETTORALE E’ ROTTO DALLA CLAMOROSA GAFFE DI BERLUSCONI

Non si dovrebbe parlare di elezioni nei due giorni strettamente legati al voto, ma a Segrate è stato impossibile chiudere gli occhi sulla clamorosa gaffe di Silvio Berlusconi nella serata di venerdì 29 maggio.

No Banner to display

Giunto in città intorno alle 22.45 per sostenere la candidata del centrodestra Tecla Fraschini, che stava tenendo la serata di chiusura della campagna elettorale al Palasegrate, il leader di Forza Italia si è fermato invece nei pressi di Piazza San Francesco, dove ha visto una folla riunita e un concerto nel parco. Quel raduno però, era quello per la festa conclusiva del centrosinistra guidato da Paolo Micheli.

Sceso dall’auto, si è diretto con la scorta in mezzo alla folla, convinto di incontrare i suoi elettori, salutando i giovani, chiedendo dove fosse il candidato Sindaco, e invitando a votare per lui. “Quando ci ha chiesto di ricordargli il nome del candidato, forse perché aveva capito che qualcosa non tornava -ha spiegato un ragazzo presente in area pedonale in quel momento- appena sentito il nome di Paolo Micheli è rimasto un attimo sconcertato spigandoci che il centrodestra avrebbe dovuto candidare una donna a Segrate. Così gli abbiamo indicato il Palasegrate dove effettivamente la signora Fraschini stava chiudendo la campagna elettorale, e dove forse avrebbe dovuto dirigersi”.

Compreso il clamoroso errore e capito di aver creato “un caso” che non sarebbe passato inosservato, Silvio Berlusconi ha fatto retromarcia ed è tornato ad Arcore disertando la festa elettorale di Tecla Fraschini.