CASSINA 25 APRILE
STASERA ALLE 21.00, UN INTENSO SPETTACOLO SULLA GUERRA E I BOMBARDAMENTI

“…l’unico rifugio antiaereo efficace è la pace”

Questo aforisma è scritto nella presentazione di “256 secondi, piovono bombe“,  lo spettacolo che si terrà a Cassina De’ Pecchi questa sera, 24 aprile alle ore 21.00, al Piccolo Teatro della Martesana. L’evento non arriva a caso a ridosso del 25 aprile, e si propone come momento culturale di riflessione sulla guerra e le atrocità dei bombardamenti, una costante di quegli anni di conflitto mondiale che portarono poi alla guerra civile di resistenza e alla liberazione. 

Oltre al corteo istituzionale del 25 aprile che partirà alle 9.45 dal Municipio seguito dalla Nema Problema Orkestar, la città ricorderà il 70esimo della Liberazione anche con l’arte, così come moltissime città della Martesna stanno facendo in questi giorni.

La performance teatrale, con installazioni video, musica, testimonianze, e una dettagliata scenografia, sarà portata in scena da Cesare Gallarini, autore stesso dello spettacolo, ed è una proposta del Laboratorio Artistico Permanente. Si tratta di una “grottesca narrazione sui bombardamenti aerei contro i cvili“, come si legge nel sottotitolo, e in realtà punta lo sguardo sui frammenti, quelli della memoria, quelli dei resti di città bombardate, quelli lasciati dopo il passaggio di un aereo militare.

Tutto si configura come spezzoni quindi, di racconti e di immagini, di installazioni e di evocazioni di quella follia umana che “in pochi secondi distrugge ciò che il genio umano è riuscito a costruire in secoli.”