CASSINA
INCONTRO CON L’ HIP HOP DEI 3°TIPO: DAL C.A.G A OLTRE 1000 VISITE SU YOUTUBE

Quando giovani e promettenti musicisti della Martesana esordiscono sulle scene, è sempre un grande piacere, per noi di Fuoridalcomune, andare a curiosare e scoprire qualcosa in più su di loro.

Ci troviamo a Cassina de’ Pecchi per una chiacchierata con la crew hip hop dei 3°Tipo, che ci raccontano qualcosa sulla loro musica e sui progetti che hanno in cantiere.

Hija J, Neno e Lampi hanno unito la loro passione, le loro esperienze e i loro stili per formare un trio davvero interessante. Un mixtape e un video su Youtube che in una settimana ha raggiunto le oltre mille visualizzazioni sono il loro biglietto da visita.

GLI ESORDI
Hija J
e Neno hanno deciso di raccontarci qualcosa di più sul loro lavoro e sul loro percorso che è partito subito spedito con i live, perché i ragazzi hanno deciso che la loro musica non poteva rimanere in cantina.
Esistiamo solo da qualche mese ma siamo riusciti a toglierci delle soddisfazioni. Abbiamo esordito aprendo un concerto della crew 02  a Melzo, quando ancora il nostro disco era solo un’idea”.

Esordisce così Neno, raccontandoci poi qualche retroscena del loro primo concerto: “E’ stata un’esperienza che definirei “epica”, anche perché gli unici tre pezzi che fino ad allora avevamo scritto sono stati quelli eseguiti quella sera come ospiti. E poi perchè Hija J aveva finito la mattina stessa di terminare il brano”.

Tre rapper che, come spesso accade, iniziano scrivendo e registrando da soli i brani. Come Hija J che nel gennaio 2013 registra tre pezzi negli spazi del Centro di Aggregazione Giovanile di Cassina de’ Pecchi: “Proprio al CAG ho registrato tre brani, due dei quali subito caricati su Youtube. Un modo per sperimentarsi nella musica e provare quello che poi sarebbe stato una parte di questa crew

Anche Neno ha iniziato a nella sala prove dello stesso Centro.
Canzoni che raccontano il suo mondo interiore: “Io scrivevo pezzi già da anni, soprattutto nei periodi di malinconia, difficili. Era per me l’unico modo di sfogarmi. Piano piano insieme a Hija abbiamo iniziato a mettere in rima questi testi, questi pensieri anche in forma metrica trovandoci al CAG di Cassina de’ Pecchi. In questo modo abbiamo dato una forma vera e propria a tutto quello che ognuno di noi stava scrivendo.

IL RUOLO DEL CAG COME OPPORTUNITA’
Il CAG dunque è stato un covo formidabile per trovarsi, scrivere testi, provare, tanto che è citato più volte dai ragazzi durante l’intervista. Un luogo che dà spazio ai giovani, è il terreno ideale per mettersi alla prova, con una postazione radio, una sala prove e operatori in grado di saper cogliere le opportunità e facilitare l’espressione delle idee.
Grazie al fatto che passavamo i pomeriggi al Centro di Aggregazione era più facile parlare di progetti e poco a poco avere un’idea più precisa di quello che avremmo voluto fare”.

COLLABORAZIONI CON ALTRI ARTISTI
Nel mondo dell’hip hop è non solo normale, ma anche d’auspicio riuscire a stringere collaborazioni con altri rapper.
Tra questi c’è Roman, della crew 02, che gestisce anche una sala di registrazione, quella nella quale è stato prodotto il loro primo mixtape. “Il voltaren studio è gestito principalmente da lui (Roman della 02 N.d.R.) -ha raccontato Neno Ci troviamo molto bene, e abbiamo preso molta confidenza. Se devi registrare un album è un vantaggio avere una persona che ti conosce perchè ti facilita il lavoro, sa come aggiustarti i suoni e capisce subito quello che vuoi”

Nel mixtape è presente pure un featuring con Loira, che compare in “Doomed”.
Il loro primo lavoro, uscito da qualche mese si chiama “Rap-imento”, un gioco di parole che richiama anche all’assorbimento creativo che sta dietro alla realizzazione di questo CD, registrato in tre mesi.
Da questo lavoro è stato estratto un video, che potete gustarvi cliccando qui.

Che dire, non ci resta che rimandarvi alla pagina Facebook della crew 3° Tipo e al loro canale youtube, il quale potrà darvi anche le indicazioni su come recuperare questo primo album.

Ricordiamoci dei Terzo Tipo.
Se avranno la tenacia di continuare e proporsi al pubblico, potremmo vederli in giro molte volte per la Martesana e non solo.