CERNUSCO – “Si scrive cultura, si legge Frigerio”. Tantissime le iniziative del “Centro Culturale Tommaso Moro”

Politica e cultura. Due ambiti che spesso possono sembrare distanti.

Così non è però per Gianluigi Frigerio, vicepresidente del Consiglio Comunale, Consigliere PDL e Presidente dell’associazione culturale Tommaso Moro, che negli ultimi mesi ha messo in campo una serie importanti di iniziative culturali a cui hanno partecipato centinaia di cittadini.

Lo avevamo già notato al rientro dalle vacanze estive, con il Torneo di tennis dedicato alla memoria del Senatore Scotti, che quest’anno ha avuto un vero e proprio boom di partecipanti.

Sempre di sport ma con un attenzione particolare rivolta alle giovani generazioni, si è trattato la scorsa settimana quando Tommaso Moro e A.C. Cernusco hanno premiato tre giovani cernuschesi con una borsa di studio.

Le pagelle migliori hanno dato ai giovani studenti, l’opportunità di iscriversi gratuitamente ai corsi previsti per l’anno 2012/2013 della storica società calcistica Cernuschese, oltre a un premio di 100 euro ai primi 3 giovani classificati.

“Sei bravo a scuola, bravo nello sport e bravo nella vita”, è stata un ‘idea di Gianluigi Frigerio che insieme al Presidente dell’A.C. Cernusco, Fortunato Netralli, aveva lo scopo – dichiara Frigerio -di dare un segnale di ottimismo, fiducia e concretezza in un periodo non facile per famiglie, giovani, associazioni.

Ma prima di approdare alle borse di studio il vicepresidente del consiglio non si è fatto mancare proprio nulla, neppure un’apparizione in teatro dove con l’iniziativa “L’idea di Italia nella letteratura (da Dante a Pasolini)”, uno spettacolo teatrale diretto dal regista Paolo Rausa,  ha indossato il vestito di scena e si è cimentato nella nobile arte della recitazione.

Con l’ausilio di musiche, e spezzoni di famosissimi film, Frigerio e altri attori non professionisti, hanno interpretato gli scritti dei grandi letterati percorrendo la storia dell’Unità di Italia dalle sue origini ad oggi. Da Dante a Pasolini: un’unificazione che passa necessariamente per l’identità culturale, storica e linguistica della nostra Nazione.

Proprio il teatro, ha fatto da sfondo a un’altra importante iniziativa dove il protagonista, questa volta era un’altro Frigerio che i cernuschesi si ricordano molto bene.

Stiamo parlando del Prof. Gian Stefano Frigerio (zio di Gianluigi), storico sindaco di Cernusco negli anni ’90, ex tesoriere della DC,  e ora membro della segreteria politica del PPE.

La scorsa settimana alla presenza di una folta platea il Professor Frigerio ha presentato in città il suo ultimo libro dal titolo: “Nel cuore dell’impero. L’America di Obama”. Un libro che sta avendo molto successo,che ha avuto la “benedizione” di importanti esponenti della politica nazionale, tra cui il Presidente della Regione Roberto Formigoni, e che ha visto anche, la presenza durante la presentazione alla città di Cernusco, del noto presentatore Cesare Cadeo, oltre ad altri importanti ospiti come Domenico Borella, direttore generale, di Crediccop Cernusco e Elisabetta Ferrario dell’asilo Suor Sorre e del Rotary Martesana.

Insomma una serie di iniziative che hanno sapientemente saputo miscelare, lo sport, la cultura, il sociale e la politica a testimonianza della ricchezza e del fermento culturale cernuschese che il Centro Culturale Tommaso Moro ha ottimamente colto e rilanciato alla città.