CERNUSCO SUL NAVIGLIO – Addio alla Sporting Cernusco: la società cambia nome e guarda al futuro

Sporting Cernusco addio. Dal primo luglio la società cernuschese cambierà infatti nome diventando Asd Città di Cernusco. Una svolta che coincide con la voglia di ricreare un settore giovanile che negli ultimi anni per vari problemi è venuto a mancare  costringendo così molte giovani promesse della vecchia società sportiva ad emigrare verso altre squadre.

La conferma arriva direttamente dal presidente del sodalizio biancorossoblù, Raffaele Addeo. “A causa dei lavori nel centro sportivo di via Buonarroti a Cernusco negli ultimi anni non siamo riusciti a svolgere l’attività giovanile come pensavamo, limitandoci così alla sola squadra Juniores, con la nascita della nuova società ci auguriamo di ripartire al meglio iscrivendo cinque sei squadre ai vari campionati giovanili di categoria”.

Per farlo il presidente si è mosso in prima persona presentando una campagna pubblicitaria rivolta a tutti i più giovani fuori dai centri scolastici cittadini e a un investimento nelle persone che andranno a guidare le squadre. Dopo sei anni torneranno a collaborare con la società sia Ruggero Rinelli che Silvano Ambrosoni, ex giocatori dell’Olimpic che nell’ultima stagione hanno guidato gli Allievi del Bussero alla vittoria del proprio campionato senza subire sconfitte.

Sempre per quanto riguarda il settore giovanile si intensificherà inoltre la collaborazione tra il Città di Cernusco ed il Brugherio Calcio, che dura ormai da un paio d’anni.

Novità in vista anche per quanto riguarda la prima squadra. Al termine di una lunga stagione la squadra ha mancato i playoff di un soffio classificandosi alla fine al settimo posto. Un risultato positivo ma che ha lasciato un pizzico di amarezza per il mancato traguardo dei playoff visto che la squadraè rimasta costantemente tra il terzo ed il quinto posto fino a due giornate dal termine. A cambiare le sorti del campionato in questo senso è stata la sconfitta contro l’Andice Pioltello di inizio maggio che, complici i risultati sugli altri campi ha negato la possibilità degli spareggi.

Per la prossima stagione si prospettano così nuovi scenari: cambierà la guida tecnica con Mandelli che lascia la squadra dopo due stagioni comunque positive. Verrà formato un nuovo assetto direttivo, che sarà reso ufficiale ad inizio luglio, e ci sarà inoltre un ridimensionamento dell’organico con la rosa che passerà dagli attuali 28 a 22 elementi più l’innesto di alcuni giovani. Molto, a cominciare dalla scelta del tecnico è ancora da decidere, la speranza del presidente è quella di poter confermare la maggior parte del gruppo inserendo alcuni ex giocatori del settore giovanile che quest’anno hanno militato tra le fila degli Allievi del Bussero collezionando però anche alcune presenze con la prima squadra.

Luca Cordini