CARUGATE – Torna il concorso “Liberi di scrivere”. Andrea Vitali sarà il presidente di giuria

La terza edizione del concorso letterario carugatese “Liberi di scrivere” è ufficialmente partita, con un presidente di Giuria d’eccezione: a giudicare le opere in gara ci sarà infatti Andrea Vitali, autore di diversi romanzi di successo, vincitore del Premio Bancarella 2006 (con “La figlia del podestà”) e tra i finalisti sia al Premio Strega che al Premio Campiello 2009 (con “Almeno il cappello”).

Il tema su cui dovranno misurarsi gli aspiranti scrittori, legato all’importante ricorrenza del 150° anniversario dell’Unità Nazionale, è “ComUnità d’Italia”: una, cento, mille “Italie” sembrano coesistere e contrapporsi nelle opinioni e nelle storie personali degli italiani.

In occasione dei 150 anni dell’Unità Nazionale, il concorso si propone di raccogliere storie di (stra)ordinaria italianità che mettano in luce le differenze ma anche gli elementi che accomunano gli abitanti delle regioni che compongono la nostra penisola e che aiutino a comprendere se l’Italia, da “mera espressione geografica”, è davvero divenuta una nazione che è qualcosa di più della semplice somma delle sue parti.

I racconti, di una lunghezza non superiore alle 15.000 battute, spazi inclusi, dovranno essere consegnati entro e non oltre le ore 12.00 di sabato 15 ottobre 2011 alla Biblioteca Civica di Carugate, personalmente o tramite raccomandata.

I migliori racconti riceveranno un riconoscimento economico (al primo classificato andranno 500 euro, al secondo 300 euro, al terzo 200 euro) oltre alla pubblicazione in libricini formato 15×10 cm che saranno distribuiti gratuitamente in tutte le biblioteche della Provincia di Milano.

Considerati gli ottimi esiti delle precedenti edizioni degli anni 2007 e 2009 e grazie al rinnovato contributo economico e organizzativo della Provincia di Milano e alla sponsorizzazione da parte del Centro Commerciale Carosello di Carugate, sembrano non mancare i presupposti per replicare con successo l’iniziativa.

Per ulteriori informazioni, è possibile consultare il Sito Internet del Centro culturale Atrion.