CARUGATE – Comunicato di Progetto Carugate: Facciamo un po’ di chiarezza

Non possiamo fare altro che notare come alcune compagini politiche sul nostro territorio stiano iniziando a parlare di programma elettorale utilizzando molto spesso degli slogan e, alcune volte, senza avere cognizione di causa su ciò che è stato già fatto dall’Amministrazione Comunale. Come spesso capita in campagna elettorale si prova in tutti i modi a recuperare qualche voto facendo leva sulla scarsa conoscenza dei fatti da parte degli elettori, per tale motivo ci sembra il caso di chiarire le idee al riguardo.

Partendo dalle proposte programmatiche della lista ProCarugate presentate nella serata del 16 marzo si è subito riscontrata una scarsa attinenza di quanto detto rispetto allo stato attuale delle cose.

Una proposta, peraltro curiosamente inserita in un contesto fumoso di politiche giovanili, è stata quella del wireless nelle strade della nostra Città. Forse i più non sanno, e forse nemmeno gli interessati ne sono a conoscenza, che è già stato avanzato da anni un progetto di allacciamento alla banda larga con tanto di hot spot per l’allacciamento al wi-fi, solamente che il progetto è stato bloccato in Provincia a causa della mancanza di fondi o, altrettanto probabile, a causa di scelte politiche a livello superiore.

Un altro cavallo di battaglia della bozza di programma presentata che ha avuto ampia risonanza tra i cittadini è stato l’istituzione di un bus navetta che colleghi Carugate alla metropolitana di Cologno Nord. Anche in questo caso i praticanti politici dimenticano che, già da tempo, la Giunta studia soluzioni alternative in attesa dell’arrivo della metropolitana e che però, purtroppo, sono state sempre bocciate a livello provinciale o si sono rivelate impraticabili. E’ proprio in quest’ottica che dal mese di febbraio si stanno tenendo degli incontri sulla mobilità con esperti del settore e Dottori del Politecnico di Milano e, ormai giunti al termine, si stanno avanzando delle proposte concrete nate dal workshop al quale, tra l’altro, non è mai stata notata la presenza di un solo candidato della suddetta lista tanto interessata al trasporto collettivo. Nel Consiglio Comunale del 29 Marzo inoltre è stato approvato il finanziamento a un progetto di bike sharing che permetterà di utilizzare la navetta dell’Ikea e poi di spostarsi in bicicletta fino in centro a Carugate.

I mezzi stampa ci forniscono, nel giorno successivo alla presentazione del candidato del PdL, un altro spunto al riguardo: la proposta della creazione di una circonvallazione esterna per togliere il traffico dal centro della città. La sorpresa stavolta è stata ancor maggiore, a patto che ciò che è stato riportato nella notizia sia attinente al vero. Infatti è paradossale come si possa proporre una strada che già il PGT approvato nel 2009 prevede o, più precisamente, prevede che se ne studino l’utilità e la fattibilità. Tale tangenzialina esterna dovrebbe passare a Sud della Città e permettere ai cittadini di Bussero e Pessano C.B. di aggirare il nostro centro città e diminuire il numero di veicoli circolanti al suo interno.

E’ ovvio, quindi, di come la scarsa conoscenza del nostro territorio possa portare a formulare, seppur in buonafede, delle linee programmatiche che hanno il solo intento di far sognare i cittadini e recuperare voti. Progetto Carugate d’altro canto non vuole vendere sogni ai propri concittadini e, come peraltro già esposto dal Sindaco Gravina, è convinta che i propri elettori non si avventureranno nel voler affidare il futuro della nostra città in mano a delle forze che dimostrano di non conoscere nemmeno ciò per il quale vanno a candidarsi.

Progetto Carugate