PIOLTELLO – Comunicato stampa Idv: Ex Sisas, scampato pericolo?

La bonifica dell’area ex SISAS è sicuramente un importante risultato per il nostro territorio. Ciò nonostante rimangono dei dubbi e l’attenzione deve rimanere alta. I nostri dubbi riguardano: la qualità della bonifica e il rispetto delle procedure seguite; l’affidamento dell’incarico a bonificare, all’amico ciellino di Formigoni, Grossi; ma soprattutto il futuro dell’area.

In merito alla prima questione, come avevamo già richiesto a febbraio tramite interpellanze ed esposti rispettivamente presentati al Comune di Pioltello, alla Provincia di Milano e alla Polizia Provinciale, ci auguriamo che la bonifica sia stata eseguita nel pieno rispetto delle normative italiane ed europee. Inoltre sto ancora aspettando una risposta dal Presidente della Commissione Provinciale Ambiente, Marco Paoletti , in merito alla mia richiesta di predisporre urgentemente un nuovo sopralluogo presso il sito SISAS. Va ricordato che la richiesta di nomina di un Commissario governativo partì proprio a seguito di un sopralluogo, avvenuto il 23 febbraio 2010, della Commissione provinciale Ambiente, della quale faccio parte.

In merito al secondo dubbio, il fatto che oggi i tempi di bonifica, delle sole discariche, siano stati rispettati è sicuramente una vittoria, ma allo stesso tempo evidenzia come sia stato sbagliato l’affidamento dei lavori al plurinquisito Grossi da parte dell’amico ciellino e Governatore della Lombardia Formigoni. Di fatto, quando si è compreso che le maxi multe europee sarebbero realmente arrivate e occorreva fare sul serio, rispettando tempi e modalità, Grossi ha dimostrato di non essere in grado di risolvere il problema ed è dovuta subentrare un’altra società: la Daneco.

Infine, ora rimane da bonificare il resto dei terreni e ci preoccupa il fatto che l’accordo di programma del 2007 preveda, in cambio della bonifica, la costruzione di un centro commerciale e del residenziale, concretamente irrealizzabili in loco, e che l’intera area sia ancora proprietà di Grossi. Visto che Grossi non è stato in grado di risolvere il problema delle discariche ci chiediamo come possa ora bonificare il resto dei terreni. Considerate le gravi inadempienze dell’imprenditore sarebbe meglio che Provincia, Regione e Governo, tutti guidati da PdL e Lega, si adoperassero per far tornare in mano pubblica la proprietà dell’area. Come Italia dei Valori, ci adopereremo, ad ogni livello istituzionale, per perseguire questo risultato.

E l’Amministrazione comunale C&G (Concas & Gaiotto) di Pioltello dov’è? Anche in questa vicenda, Concas e i suoi hanno svolto un ruolo a dir poco marginale, decisamente sottotono. Se è vero che si tratta di un problema che va ben oltre i confini territoriali dei due comuni coinvolti, che da soli non avrebbero mai potuto provvedere alla bonifica, di fatto Concas non ha svolto neppure un vero ruolo di controllo, lasciando la palla in mano a Provincia, Regione e Governo.

Idv Pioltello