Cernusco, botta e risposta sui lavoratori licenziati

Malcangio (LEGA): «Il sindaco di sinistra permette il licenziamento di 6 lavoratori». Zacchetti: «Paola Malcangio ha detto una falsità»

«Sono 6 su 11 i lavoratori di Cernusco Verde licenziati dal consorzio Co.Ge.S». A diffondere la notizia è stata Paola Malcangio, consigliere di Cernusco sul Naviglio in quota Lega con un post intitolato  Il sindaco di sinistra che “non lascia indietro nessuno” permette il licenziamento di sei lavoratori di Cernusco Verde.

LO SMANTELLAMENTO DI CERNUSCO VERDE

Cernusco Verde, che per anni ha gestito il servizio ambientale in città, è stata smantellata a partire da una delibera del 2015. La parte di spazzamento strade è stata affidata a CEM ambiente (ne abbiamo parlato qui), mentre il capitolo sulla manutenzione e gestione del verde è passato, dopo una gara d’appalto, a Co.Ge.S. È proprio quest’ultima, secondo la consigliera Malcangio, che avrebbe lasciato a casa 6 lavoratori. «La cosa grave e inaccettabile – ha detto – è che questo sia avvenuto senza che il sindaco Ermanno Zacchetti abbia mosso un dito. Eppure – ha proseguito -, quando nel 2015 il Consiglio comunale approvò il piano di dismissione della partecipata, l’allora sindaco Eugenio Comincini giustificò la cessione al consorzio CEM del ramo d’azienda più importante con la garanzia che tutto il personale sarebbe stato tutelato. E questa linea- ha concluso– fu confermata da Zacchetti un anno fa». La consigliera leghista ha anche  annunciato la presentazione di un’interpellanza sul tema in Consiglio Comunale.
«Mi piange il cuore per essere rimasta senza lavoro e per aver visto sparire una realtà nella quale ho lavorato per anni» ha detto una ex lavoratrice di Cernusco Verde che ha anche spiegato di trovarsi senza un’occupazione perché l’unità dell’azienda nella quale lavorava (Co.Ge.s) è stata chiusa.

ERMANNO ZACCHETTI: «PARLARE DI 6 LICENZIAMENTI È FALSO»

Il sindaco Ermanno Zacchetti ha detto la sua sulla vicenda, spiegando come sia avvenuta la dismissione di Cernusco Verde e di come i lavoratori siano stati tutelati.

«La dismissione di Cernusco Verde – ha detto – è stata deliberata nel 2015. L’attività di spazzamento è stata conferita a Cem Ambiente, mentre la gestione del verde è stata presa in carico da Co.ge.s. dopo un apposito bando di gara. Anche la gestione dei parcheggi verrà a breve esternalizzata. Con l’esternalizzazione- ha proseguito– le condizioni dei lavoratori sono rimaste invariate. Una volta che i lavoratori sono passati ad un’azienda privata- ha concluso– nessuna norma garantisce però il posto di lavoro a vita».

Il sindaco ha definito falsa la dichiarazione del Consigliere Paola Malcangio circa il numero di lavoratori licenziati. «I lavoratori del ramo verde che sono passati da Cernusco Verde ad un’azienda privata sono 11. Di questi, 2 erano dipendenti comunali e sono stati riassorbiti, 4 stanno ancora lavorando in Co.Ge.s e 4 hanno accettato un’offerta per lasciare. So che chi ha lasciato è stato aiutato dall’azienda a trovare una nuova occupazione». Manca all’appello una lavoratrice che è stata incontrata dal sindaco a inizio febbraio.