A Gorgonzola la Polizia Locale apre le porte alla cittadinanza

Presentato il report delle attività delle forze dell'ordine: calano i reati

La Polizia Locale di Gorgonzola, in occasione della ricorrenza di San Sebastiano patrono della Polizia Municipale, venerdì 20 gennaio ha aperto le porte della Palazzina di via degli Abeti alla cittadinanza e ha comunicato il resoconto della sua attività per l’anno 2022. 

Presidio del territorio 

L’organico della Polizia Locale è composto da 13 operatori, gli ultimi 3 agenti sono entrati in servizio a novembre del 2022 a tempo pieno ed indeterminato, ed è il più alto numero nella storia del Comando cittadino. In dotazione 3 auto pattuglie, 1 ufficio mobile, 1 moto pattuglia, 2 veicoli per attività di polizia giudiziaria e 1 bicicletta. Il servizio serale, novità della scorsa estate, ha visto gli agenti della Polizia locale svolgere un terzo turno di 6 ore dedicato, per due sere la settimana, in concomitanza con le serate che tradizionalmente registrano il maggior numero di presenze sul territorio.

«La Polizia Locale -ha dichiarato il Sindaco Angelo Stucchiin questi anni è diventata sempre più punto di riferimento per i cittadini per tante attività: dalla sicurezza nei luoghi pubblici, al rispetto del codice della strada, al presidio della viabilità attorno ai plessi scolastici, alla gestione straordinaria della viabilità, ma non solo – ha proseguito il Primo Cittadino- tutti noi ricordiamo anche il ruolo svolto dalla Polizia locale durante il tempo della pandemia quando ha dovuto assicurate la sicurezza sanitaria. La professionalità e la dedizione di tutto il Settore Sicurezza locale è stato continuo e traspare dai dati che, anche per il 2022, mettono in evidenza investimenti, innovazione, impegno, sviluppo nel controllo del territorio e molto altro ancora. Non può allora mancare il mio personale ringraziamento e quello di tutta l’Amministrazione comunale, per questo impegno a servizio della cittadinanza per la quale hanno dimostrato grande senso di comunità e responsabilità».

Videosorveglianza 

Gli impianti di videosorveglianza attivi sul territorio sono 53 con 39 videocamere per il controllo del territorio in piazze e luoghi pubblici e 14 telecamere per il controllo dei varchi del territorio comunale, di cui 9 con il sistema di lettura automatica della targa che è risultato determinante ai fini investigativi interforze, in collaborazione con la locale Stazione dei Carabinieri,  5 telecamere bullet e 1 telecamera multisensor posizionate in piazza Europa per specifiche azioni di prevenzione e contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti nei pressi degli istituti scolastici.

«In dotazione al Comando –ha spiegato il Comandante Antonio Pierni disponiamo di una serie di dispositivi altamente tecnologici per rilevare illeciti amministrativi e per condurre le periodiche indagini statistiche come Targa System, fototrappole, autovelox mobile. Significativo è che in questi anni le richieste di accesso ai filmati da parte delle Forze dell’Ordine stanno costantemente aumentando, ma allo stesso tempo i reati stanno diminuendo. Il dato rende evidente l’efficacia dell’azione preventiva dei dispositivi tecnologici che, nonostante non possano essere dislocati ovunque, scoraggiano malintenzionati dal condurre azioni scorrette o veri e propri reati, monitorando punti cruciali della città».

«Con l’accertamento dei conti a primavera 2023, –hanno assicurato Angelo Stucchi e Antonio Pierni il 50% relativo al netto dei proventi derivati da contravvenzioni, secondo dalle l’art. 208 del D. Lgs. 30.04.1992, verrà nuovamente investito in manutenzione delle strade e della segnaletica stradale, interventi per la sicurezza e a tutela degli utenti deboli ma anche per il potenziamento delle attività di controllo della circolazione stradale».

 

Augusta Brambilla