“La forma timida”: a Melzo la mostra  esposizione di acquerelli di Giorgio Rovelli

Dal 7 maggio al 18 giugno in Biblioteca Vittorio Sereni

Immagine di Giorgio Rovelli

La Biblioteca Vittorio Sereni organizza l’evento “La forma timida” esposizione di acquerelli di Giorgio Rovelli. La mostra è un excursus delle opere del pittore melzese ed è visitabile dal 7 maggio al 18 giugno negli orari di apertura della Biblioteca nelle teche al piano 0 e al 2°piano.

Una determinata predisposizione dello spirito

Giorgio Rovelli, pittore, incisore e docente nei licei artistici, è nato nel 1957 a Melzo, dove vive e lavora. Laurea magistrale in Pittura, Accademia di Belle Arti di Brera in Milano con tesi sull’Opera incisoria di F. Goya (1981), Maturità artistica presso il Liceo Statale Primo di Milano (1976) Corso di Tecniche incisorie e stampa d’arte tenuto dal prof. G. Cuzzi (1974-75) e Socio AIE Associazione Italiana Ex Libris Mostre personali 2021.

«Ho iniziato a dipingere molto presto e, dopo diversi percorsi stilistici, mi sono avvicinato all’astrattismo– ha dichiarato Giorgio Rovelli- Dell’astrazione ciò che mi ha sempre interessato è la forma e lo spazio che, per me, ad un certo punto diventano indefinibili.  Il titolo “La forma timida” l’ho scelto perché l’aggettivo timido da un lato si riferisce all’aspetto percettivo di alcune forme e dall’altro un po’ mi rappresenta caratterialmente. L’acquerello è una tecnica semplice che non necessità di particolari strumentazioni e dona all’opera una trasparenza e un’impalpabilità che sono in continua sovrapposizione».

Tra i libri e la pittura

In esposizione ci saranno 26 opere, realizzate dall’artista negli ultimi dieci anni, che sono dei piccoli “capolavori ad acquerello”.

«Il fatto di poter esporre in una biblioteca, a contatto con i libri è, innanzitutto, per me un grande piacere– ha sottolineato Giorgio Rovelli – e poi rappresenta il fatto che la pittura, così come la scrittura in generale, ha una parte che deve essere completata dal fruitore, da chi guarda e osserva, e per questo è in grado di regalare emozioni e sensazioni».

La scelta dell’acquerello e le tonalità utilizzate contribuiscono a sperimentare una realtà non essenzialmente fisica, ma piuttosto evocano una determinata disposizione dello spirito.

L’autore, Giorgio Rovelli, terrà una visita guidata sabato 14 maggio alle 11. Per informazioni, è possibile contattare la Biblioteca al numero di telefono 02/95738856 o inviare una email a bibliotec.melzo@cubinrete.it.

Augusta Brambilla