Il progetto VimoPartecipa non si ferma: al vaglio dei tecnici comunali 44 proposte

Terminata la seconda fase del bilancio partecipativo, adesso si passa all'accorpamento delle idee e alla analisi di fattibilità

Un’occhio rivolto al futuro, quello dei cittadini vimodronesi che, nonostante l’emergenza in corso e tutte le difficoltà che ne conseguono, hanno presentato 44 proposte per il progetto VimoPartecipa, l’iniziativa per il bilancio partecipativo che ora si appresta a entrare nella fase di cooprogettazione e analisi di fattibilità.

«Il numero di proposte dimostra che nonostante l’evidente momento di difficoltà la comunità di Vimodrone sa guardare al futuro e pensare al domani della propria città – ha detto Andrea Citterio, consigliere comunale con delega alla Partecipazione -. Ovviamente l’emergenza da coronavirus ha sottoposto a un lavoro straordinario gli uffici comunali, che però sono pronti e attrezzati per dare il loro contributo nel valutare e dare ancora più slancio alle idee dei nostri concittadini.

La terza fase

Dopo la presentazione e la raccolta delle idee, adesso è arrivato il momento, per i proponenti di confrontarsi con i tecnici comunali con il primo obiettivo di accorpare le idee simili per arrivare ad averne un massimo di 20 realizzabili, su cui cioè sia stata fatta l’analisi di fattibilità. I 44 progetti presentati – ha detto con soddisfazione Citterio – si distinguono per concretezza, proprio come dovrebbero essere quelli di un bilancio partecipativo, dimostrando che i cittadini hanno compreso appieno il senso dell’iniziativa». Successivamente le proposte saranno votate dai cittadini stessi.

Come fare tutto questo mentre è in corso un’emergenza sanitaria? Ancora una volta l’Amministrazione potrà avvalersi dell’aiuto della tecnologia permettendo un confronto online, con modalità ancora da decidere, tra i cittadini che hanno inoltrato la loro proposta di progetto e i tecnici del Comune che ne valuteranno la realizzazione.

Qui il volantino del programma.