Elezioni comunali: si potrebbe votare poco prima di Natale

Lo spazio temporale per far espriere i cittadini va dal 15 settembre al 15 dicembre. Decisione presa a causa dell'emergenza sanitaria

voto

L’emergenza sanitaria causata dal covid-19 ha modificato gli stili di vita di tutti e continuerà a farlo ancora per un tempo che, al momento, non è definibile. Anche le elezioni non fanno eccezione e subiscono l’influenza dell’emergenza. Il Decreto Legge 26 del 20 aprile, firmato dal Presidente del Consiglio Giuseppe Conte e dal Ministro dell’Interno Luciana Lamorgese, posticipa le elezioni amministrative per il rinnovo della carica dei Sindaci e dei Consigli Comunali a data da destinarsi, compresa comunque tra il 15 settembre e il 15 dicembre 2020.

Le ragioni del rinvio

La decisione è stata presa, si legge nel Decreto, «preso atto dell’evolversi della situazione epidemiologica, del carattere particolarmente diffusivo dell’epidemia e dell’incremento dei casi e dei decessi notificati all’Organizzazione mondiale della sanità». Questo ha portato il Governo a rinviare l’appuntamento elettorale per «evitare fenomeni di assembramento di persone e condizioni di contiguità sociale al disotto delle misure precauzionali adottate, ai fini del contenimento alla diffusione del virus».