Coronavirus, il Decreto del Governo

Scuole chiuse fino al 15 marzo. Stop a manifestazioni ed eventi. Anziani invitati a restare a casa

Il Consiglio dei Ministri ha varato ieri, Mercoledì 4 febbraio, il nuovo Decreto per tentare di contenere il coronavirus che ormai si sta diffondendo rapidamente in Lombardia, nelle regioni del nord e, in generale, in tutto il Paese. Dalla chiusura delle scuole fino allo stop a ogni tipo di manifestazione, passando dai consigli per i soggetti più fragili. Sono diverse le disposizioni (qui il testo completo del Decreto) messe in campo per cercare di arginare questo nuovo nemico sul quale aleggiano ancora diverse incertezze.

Scuole chiuse in tutta Italia

Da oggi, 5 marzo, fino al 15, in tutta Italia sono sospesi i servizi educativi per l’infanzia e le attività didattiche delle scuole di ogni ordine e grado, oltre quelle di formazione superiore (ad esempio università). Dalla sospensione sono esclusi i corsi di formazione post universitari connessi all’esercizio delle professioni sanitarie.

Manifestazioni, eventi e congressi medici

Il Decreto varato dal Consiglio dei Ministri sospende tutte le manifestazioni, gli eventi e gli spettacoli – compresi quelli cinematografici e teatrali – che non consentano di rispettare la distanza minima di un metro tra le persone. Per evitare la diffusione del covid – 19 sono inoltre bloccati tutti i congressi e i meeting che coinvolgano personale sanitario.

Attività sportiva

Stop ad eventi e attività sportive con esclusione degli allenamenti e gare degli atleti agonisti, purché si svolgano a porte chiuse e le società, tramite il proprio personale medico, siano in grado di contenere il rischio di diffusione del coronavirus.

Anziani e soggetti deboli

Il governo invita tutte le persone anziane e tutti i soggetti con patologie croniche a restare in casa salvo casi di estrema necessità.