Quel giorno che sono partito, il concorso letterario a Gessate

Tre sezioni per un concorso aperto a tutti, anche a chi non abita a Gessate

È giunto alla settima edizione il Concorso letterario indetto dalla Biblioteca di Gessate, dedicato al tema del viaggio Quel giorno che sono partito. La partecipazione è libera, gratuita e aperta a tutti, anche ai non residenti.

Un viaggio per condividere esperienze ed emozioni

Il tema è un invito a dare libera espressività alle esperienze di viaggio, individuali e di gruppo, al viaggio come volo della fantasia e al viaggio come metafora di evasione dalla realtà.  Potrai viaggiare nello spazio e nel tempo e far “parlare” chiunque tu voglia.

«Io spero tantissimo che questo concorso, che ha un titolo suggestivo e dalle mille sfaccettature, possa avere successo come quello di due anni con la  partecipazione di un numero interessante di adulti ma soprattutto dei ragazzi delle scuole del territorio che si sono dimostrati scrittori attenti e motivati» ha dichiarato Lorella Bernardi, storica ex direttrice della Biblioteca.

Come partecipare

Le sezioni sono tre: A per gli adulti, B1 per i ragazzi fino a 17 anni e B2 per gli elaborati degli alunni delle classi 4° e 5° della primaria e 1° 2° e 3° anno della Secondaria di Primo grado.
Ogni autore può partecipare con un solo racconto in lingua italiana, con una lunghezza massima di 10.000 battute, spazi compresi.
I testi dovranno essere spediti via posta, fino al 21 marzo, alla Biblioteca di Gessate. In alternativa sarà possibile consegnarli direttamente al banco prestiti in orario di apertura. Gli elaborati saranno esaminati e valutati dalla Commissione Biblioteca.

La premiazione

I riconoscimenti ai vincitori verranno consegnati durante la serata di premiazione di venerdì 17 aprile, alle ore 21 presso la Sala Consiliare.

 

Augusta Brambilla