Cernusco, il 2020 inizia con un nuovo sito comunale

Circolarità dei contenuti e adattamento ai dispositivi mobile alcune delle novità. Il Sindaco Zacchetti:«Solo se al servizio delle persone la tecnologia cambia in meglio la vita dei cittadini»

biblioteca cologno

Comunicare ai cittadini quello che succede è sicuramente una delle priorità di ogni Comune e delle pubbliche amministrazioni in generale. Per questo motivo, molti enti, hanno cercato  di stare al passo con i tempi e offrire  dei servizi digitali sempre efficienti e aggiornati. Ora, però, tutti devono seguire delle linee guida ben precise stabilite dall’Agenzia per l’Italia Digitale e anche Cernusco sul Naviglio non fa eccezione: dal 31 dicembre, infatti, è online una nuova versione del sito comunale che ha impegnato gli uffici negli ultimi mesi. Nei prossimi giorni e nelle prossime settimane continuerà un lavoro di verifica dei contenuti, aggiornamento e migrazione dei dati.

LE NOVITA’

Tra le principali novità del nuovo sito c’è l’adattamento a ogni tipo di dispositivo mobile, l’integrazione dei contenuti con gli strumenti social, la possibilità di effettuare ricerche per funzione, ovvero attraverso un meccanismo che consente l’indicizzazione dei contenuti, e la  circolarità degli stessi. Il nuovo sito è sviluppato su una piattaforma Open Source ed è in linea con la normativa della pubblica amministrazione inerente ai siti web

LA SODDISFAZIONE DELL’ASSESSORE GOMEZ

«La rivoluzione digitale – ha detto l’assessore agli strumenti di Comunicazione Luciana Gomez – ha portato con sé la necessità da parte delle Istituzioni di stare al passo con i tempi anche attraverso l’accessibilità dei contenuti e dei servizi attraverso il web . Allo stesso tempo, però – ha proseguito – ogni pubblica amministrazione ha cercato in passato un modo proprio per raggiungere l’obiettivo, provocando una “babele digitale”: ogni Comune, Regione o altra istituzione aveva un sito web fatto a proprio modo, con la conseguenza da parte degli utenti di una maggiore difficoltà nel reperire informazioni. Grazie al grande lavoro dell’Agenzia per l’Italia Digitale, oggi ogni istituzioni deve seguire delle linee guida per la creazione dei siti web che permettono finalmente di avere omogeneità nei contenuti, nella struttura e nell’esperienza utente. Sono molto soddisfatta – ha concluso – che anche il nostro Comune possa essere tra le Istituzioni in Italia che si sono adeguate per tempo creando siti accessibili e fruibili da utenti diversi»