BASKET FEMMINILE
PLAYOUT:LA CASTEL ALZA LA TESTA. PASSO IMPORTANTE PER LA SALVEZZA

FOTO DI VITO CLEMENTE

Nel momento più importante della stagione Carugate ritrova il sorriso grazie ad una prova convincente e spazza via Ancona nella prima gara della serie che deciderà quale squadra potrà festeggiare la permanenza in A2. Ora le biancoazzurre avranno a disposizione due match point per chiudere i giochi e archiviare con un risultato positivo un campionato che nelle ultime settimane si è complicato oltre ogni previsione.

No Banner to display

La settimana di preparazione al secondo turno di playout ha regalato alcune grandi sorprese, prima fra tutte il nome dell’avversario. Mentre a Carugate si lavorava per affrontare al meglio lo scontro con le salernitane della Carpedil, infatti, la Federazione ha improvvisamente cambiato gli incroci previsti tra i due gironi e a soli tre giorni dal fischio d’inizio è arrivato il comunicato ufficiale: a contendersi il posto in A2 con la Castel sarebbe stato il Basket Girls Ancona.

Sul fronte interno, invece, la principale novità è rappresentata dal fatto che coach Ganguzza può finalmente tornare a disporre di Zanon e Frantini, assenti nell’ultima sfida contro Castelnuovo, e abbozzare una rotazione a sette elementi. Nel quintetto titolare troviamo Stabile, Beretta, Colli, Scarsi e Zanon, con Frantini e Guarneri pronte a far rifiatare le compagne (25 e 31 minuti a disposizione per le due ragazze che partono dalla panchina).

Palla a due ed è subito Ancona. Le marchigiane sorprendono le padrone di casa e si portano sullo 0-6 con le conclusioni di Ostojic e Sordi (top scorer delle biancorosse con 16 punti, pur con un mediocre 4/16 dal campo), ma è soltanto un fuoco di paglia. La Castel impiega poco a ritrovare equilibrio e una tripla di Stabile può dare il via ad un controparziale di 12 a 0 che incanala il primo quarto verso uno spettacolare e ricco 23-17.

Nel secondo quarto il divario cresce ancora. Nonostante l’assenza di Volpi, Picco, Zanetti e Colombo, l’impatto della panchina carugatese con Guarneri e Frantini è inarrestabile e nulla possono le giovani anconetane contro le alte percentuali al tiro delle carugatesi, che chiuderanno con un ottimo 55% da due punti (22/40) e un superbo 47% dall’arco (8/17). Si va al riposo sul 46-32, un +14 che colpisce duramente il morale delle ospiti.

Nella ripresa i ritmi si abbassano e per parecchi minuti non nessuna delle due squadre riesce a segnare, quando all’improvviso una magia di Beretta illumina la serata e sblocca il punteggio: step back di stampo NBA, canestro valido e fallo subìto. La guardia sbaglia il libero seguente ma Colli si avventa sul rimbalzo e scarica su Frantini, che dai 6,75 non perdona. I 5 punti consecutivi esaltano le padrone di casa che girano a meraviglia e rimpolpano il vantaggio (63-44 al 30′).

Ultimo quarto sotto controllo per Carugate, che si permette addirittura il lusso di far riposare Stabile e concedere minuti alle giovani De Maio e L’Altrella in regia e Cerizza sotto canestro. Il finale, 77-56, è sicuramente promettente in vista della trasferta di mercoledì 4 maggio, quando la serie si sposterà al PalaPrometeo Estra di Ancona. Manca solo una vittoria per raggiungere l’obiettivo stagionale e le ragazze hanno dimostrato di avere tutte le carte in regola per ottenerla.

GIORGIO BACCHIEGA