COLOGNO
INQUINAMENTO: RICHIESTA AD ARPA LA CENTRALINA PER LA RILEVAZIONE DI PM10

C’è l’ARPA al centro di molte delle cronache locali della Martesana, non certo perché l’ Agenzia Regionale per la Protezione dell’Ambiente abbia commesso qualcosa, ma perché tante sono le problematiche che animano il territorio in questi mesi.

Prima interpellata per i cattivi miasmi che si respirano da tempo a Pioltello (qui), ora l’ ARPA riceve una segnalazione dal Sindaco di Cologno Angelo Rocchi, che dopo le vicende di blocco della circolazione delle auto a causa dell’inquinamento, chiede che venga installata sul suolo cittadino una centralina per il controllo del PM10, quel particolato formato da pulviscolo, fumo, polveri sottili, i cui valori determinano il grado di inquinamento dell’aria.

C’è più di una ragione che concorre all’iniziativa presa dal primo cittadino, a partire dal fatto che la città che governa è attraversata dalla Tangenziale Est, arteria di trasporto che proprio in prossimità di Cologno al mattino, subisce pesanti rallentamenti e vede il formarsi di code chilometriche, con conseguente scarico di gas. “Ho chiesto l’installazione della centralina a tutela della salute dei miei cittadini. E’ impensabile che una città delle dimensioni di Cologno Monzese sia priva di questo presidio che ci permetterà di controllare costantemente la qualità dell’aria”.

Un provvedimento questo, che la Giunta Rocchi preferisce di gran lunga a soluzioni drastiche di blocco della viabilità, che creerebbero non pochi disagi in una città che è anche culla di un numero altissimo di pendolari in uscita non solo verso Milano, dove i trasporti son frequenti e numerosi, ma anche verso l’esterno e la Brianza, dove raggiungere il posto di lavoro con i mezzi è già meno agevole:Propendiamo, invece, per misure strutturali, delle quali appunto il continuo monitoraggio della qualità dell’aria è il primo presupposto, che si sono già dimostrate efficaci, come è emerso dai dati esposti nel corso dell’incontro del Tavolo Aria della Regione di martedì scorso” ha concluso il Sindaco.

Nel frattempo, alla data del 15 gennaio 2016, la stazione di rilevamento più vicina, quella cioè di Limito di Pioltello, rilevava una media di 28 µg/m(microgrammo per metro cubo d’aria analizzata), ben al di sotto del valore limite allarmante di 50 µg/m3 .